Cerca

Vergherese Under 15: la generosa disponibilità di Floriano Cordaro, il dirigente-accompagnatore sempre presente

Vergherese U15

Vergherese U15

Molto più che una figura di contorno: non si tratta solo di riempire le borracce e compilare le distinte, perché se in una squadra riesce a crearsi quella magia che rende il clima nello spogliatoio unito e sereno, merito è anche di chi, ad ogni partita ed allenamento è lì per dare una pacca sulla spalla ad un giocatore, a stemperare la tensione di una partita con una battuta al momento giusto, e ad esserci, semplicemente esserci sempre e comunque perché non per forza la squadra è composta solo da chi gioca, ma anche da figure essenziali come il dirigente-accompagnatore. Lo sa bene questo la Vergherese under 15, che ha trovato in questo ruolo Floriano Cordaro, vero e proprio tuttofare per questa squadra, che attraverso la sua passione e la sua generosa disponibilità ci ha messo poco per conquistare sia i giocatori che la stima dell’allenatore Marco Mainieri, calandosi in un ruolo che fin dagli inizi ha affrontato con uno spirito che lo ha poi contraddistinto: « Ho iniziato a fare il dirigente accompagnatore fin da quando mio figlio era nei Pulcini: non c’era nessun genitore disponibile e, nonostante non avessi moltissimo tempo libero, mi sono reso disponibile, anche perché poi il calcio mi è sempre piaciuto, avendo anche giocato da giovane. Quando poi due anni fa ci siamo trasferititi alla Vergherese ho continuato in questo ruolo, vivendolo sempre come un piacere: mi piace seguire i ragazzi, vederli giocare e seguire le dinamiche della squadra durante l’anno, anche in allenamento». Chi meglio di lui allora, per raccontare dall’interno quello che è il gruppo della Vergherese under 15, che ben aveva iniziato questa stagione, grazie ad un affiatamento palpabile, come racconta Cordaro: « Questa è una squadra che, con qualche integrazione e qualche perdita, è già da diversi anni che lavora con il mister Mainieri, trovandosi molto bene. Personalmente penso sia un bel gruppo, molto affiatato e compatto, tanto che nonostante la partenza di alcuni giocatori nella scorsa estate, ad inizio stagione eravamo partiti molto forte, con un ottimo precampionato e con la vittoria nella prima giornata contro il Gorla Maggiore. Purtroppo, il blocco non ci ha permesso di dare continuità, ed anche ora che da un mese eravamo ripartiti con gli allenamenti siamo stati costretti a rifermarci». Ed sono proprio le continue sospensioni che hanno caratterizzato questa stagione uno dei temi più caldi ultimamente, specialmente per quanto riguarda non solo la situazione delle società, ma anche per quella dei giovani calciatori, che da ormai praticamente un anno sono stati costretti a staccarsi dal campo, con il rischio per molti di loro, di perdere gli stimoli per poter tornare, quando sarà possibile, a giocare. Un problema che si pone anche per la Vergherese, ma a cui però Cordaro guarda con ottimismo: « E’ vero, siamo stati fermi per un lungo periodo, ma negli allenamenti che abbiamo fatto in questo ultimo mese i ragazzi erano tutti presenti e vogliosi, nonostante tutte le limitazioni imposte, e questo è certamente un buon segno. La mia speranza è che quando si potrà nuovamente riprendere sia ancora la stessa cosa, sperando appunto, che i ragazzi non si abituino alla sedentarietà. Tuttavia, come ho detto lo spirito del gruppo che ho visto in questo ultimo mese mi fa ben sperare che alla ripresa si avrà ancora un gruppo compatto e pronto per continuare a fare bene». Non resta quindi che aspettare e affidarsi al contagioso ottimismo di Cordardo per rivedere sul campo questa Vergherese, che certamente se tornerà ad essere quel compatto ed affiatato gruppo visto fin qui, sarà certamente anche merito di una figura come la sua, che oramai è molto di più che di contorno.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400