Cerca

Arsaghese, per la panchina dei 2006 c'è il ritorno in biancorosso di Antonio Spagnuolo

antonio spagnuolo con gli Allievi 2000 dell'Arsaghese
Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano... potrebbe essere questa la colonna sonora di Antonio Spagnuolo nel viaggio che lo riporterà nella sua Arsaghese a distanza di tre anni dall'ultima volta. Era infatti il 2018 quando le strade del tecnico e della società si separarono, lasciando però intatto un dolce ricordo reciproco, che è stato la chiave per il nuovo ricongiungimento. Un ritorno che va così a definire quello che è il quadro degli allenatori in casa Arsaghese. Erano infatti poche le incertezze riguardanti le panchine per la prossima stagione: la Scuola Calcio vedeva riconfermato il lavoro di Pegoraro, così come Luca Barone per quanto riguardava l'annata 2005. L'unico punto interrogativo riguardava quindi proprio l'annata 2006, che vedeva terminare l'avventura con la società di Virgilio Asturi; e dopo essersi preso del tempo per la decisione, ecco che la scelta del responsabile del settore giovanile Alessio Cappato è ricaduta sul gradito ritorno di Spagnuolo. Dopo gli Allievi 2000, ecco i 2006. In biancorosso dal 2016 al 2018, il percorso nella società di Spagnuolo era stato pressoché ottimo, non solo per i risultati raggiunti con gli Allievi 2000, ma anche per una confidenza con l'ambiente mai dimenticata, né da lui né dalla società. Ecco che allora, dopo le esperienze con la Besnatese e con la Crennese, in cui non era mai riuscito a far sbocciare lo stesso feeling trovato ad Arsago, è stata scontata la risposta alla richiesta di Cappato di ritornare in una squadra che, come confessa lui stesso, può considerarsi come una casa. Saranno quindi i 2006 l'annata per la seconda avventura di Spagnuolo, un gruppo che l'allenatore dirigerà con l'aiuto di Marco Isotta come vice allenatore. Difficile definire già ora dove potrà arrivare questa squadra, a maggior ragione se si considera quanto sono state poche le occasioni di mettersi in gioco dei ragazzi in questi ultimi due anni. Ed infatti, al di là degli aspetti sportivi, l'obiettivo che vuole porsi il nuovo tecnico è semplicemente quello di tornare a giocare finalmente con serenità.  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400