Cerca

Juventus-Genoa Under 15 Femminile: sblocca subito Xhumaqi di scaltrezza, poi è Santarella show

Costanza santarella

Costanza Santarella, autrice di una tripletta

Un altro test match per la Juventus di Fabio Scrofani che dopo la vittoria di misura contro l'Inter torna a regalare spettacolo battendo il Genoa per 6-0. Un risultato rotondo e probabilmente anche troppo severo per le rossoblù, ben messe in campo dal tecnico Paolo Gallo e a tratti anche in grado di controllare la partita, soprattutto nelle prime due frazioni. A fare la differenza è però la qualità delle bianconere in fase realizzativa e anche quel po' di opportunismo che non guasta mai. Come accade con l'azione che apre le marcature: Emma Xhumaqi si avventa sulla presa difettosa di Martina Parodi e al 1' insacca subito il vantaggio casalingo. A metà prima frazione arriva il raddoppio con Vittoria Giaquinto che scappa in contropiede e trova un bel mancino a incrociare sul secondo palo. La Vecchia Signora trova poi il modo di andare in rete anche in un secondo tempo contraddistinto da maggior equilibrio grazie a Costanza Santarella che al 17' sfrutta una palla vagante in area e dà inizio a uno show personale di altissimo livello. La numero nove firma infatti una splendida tripletta, siglando anche il quinto e sesto gol bianconeri con due conclusioni di pregevolissima fattura. In mezzo c'è la rete di Martina Tosello in apertura di terzo tempo: una incornata poderosa sul gran cross sempre di Santarella. Pronti, partenza, Xhumaqi. Neanche il tempo di mettersi a sedere che la Juve è già in vantaggio: bellissima azione sulla sinistra di Nicole Lo Faro che sfoggia anche una veronica sulla linea di fondo e mette in mezzo; Martina Parodi sembra andare sicura in presa ma il pallone le sfugge dalle mani ed Emma Xhumaqi è lestissima a toccare quel tanto che basta per spingere in rete l'1-0. Il Grifone è però sicuro dei propri mezzi e lo shock iniziale viene assorbito bene. Al 5' è Marta Colombi a provare la reazione chiamando Gaia Graneri alla deviazione in corner. È un Genoa che mostra autorità soprattutto grazie alla grinta e qualità tecnica del suo capitano Angelica Galletti, bravissima nella gestione del pallone e dotata di ottima visione di gioco. Se c'è però una squadra che non si spaventa mai di niente è proprio la Juventus: nonostante una decina di minuti di marca ligure, all'11' le bianconere sono brave a ripartire in contropiede e Vittoria Giaquinto conclude al meglio per il 2-0 con un mancino a incrociare sul secondo palo. La scelta di Scrofani di partire con una punta rapida come Giaquinto paga così i primi dividendi. In chiusura di frazione c'è comunque ancora tempo per un tentativo genoano ma Graneri è ancora una volta pronta a parare in corner. A partire dall'inizio nel secondo tempo sono le stesse diciotto che hanno cominciato la gara e il gran caldo sembra farsi sentire perché per vedere un'altra rete bisogna aspettare gli ultimi minuti. Merito anche dell'ottima organizzazione di gioco della squadra ospite che prova più volte a rendersi pericolosa in fase offensiva. Oltre alla solita Galletti si fa vedere spesso anche la centravanti Alessia Borgetti, brava in più di un'occasione a lavorare palloni non facili davanti per far salire le compagne o tentare la soluzione personale. Per fermarla ci vogliono le migliori Graneri e Viola Sossai. La Vecchia Signora non è mai sazia. Con le ragazze di Gallo che non trovano la via della rete, ad approfittarne in chiusura di secondo tempo sono ancora le bianconere. Dopo il cooling break e una girandola di cambi, sale in cattedra la neoentrata Santarella che inizia la propria giornata di gloria sfruttando una palla vagante in area per il 3-0 al 17'. I tanti sforzi non coronati dal gol abbattono un po' le speranze del Grifone che nell'ultima parte di gara non riesce a contenere le mai sazie ragazze di Scrofani. Il buon ingresso in campo di Ilaria Matzedda non basta per scardinare le sicurezze bianconere ed ecco che al 2' arriva il 4-0: gran cross dalla destra di super Santarella e Tosello svetta in elevazione per insaccare sul secondo palo. Passano soltanto altri due minuti ed è 5-0 dopo una grande azione orchestrata de destra a sinistra. Tosello rimette in mezzo e dopo un tocco di Diletta La Rocca è nuovamente Santarella a controllare, girarsi e scaraventare in rete con il destro. Nell'assolo bianconero della terza frazione si prende la scena anche Giulia Robino, la quale non fa rimpiangere la capitana Marta Iannacone in mezzo al campo e regala diverse giocate di altissima qualità. Come in occasione del gol che al 18' vale la tripletta a Santarella: Robino si gira con eleganza all'altezza della linea mediana e imbuca perfettamente per la centravanti che non si fa pregare e insacca con un gran tiro all'incrocio che chiude i conti.  

IL TABELLINO 

JUVENTUS-GENOA 6-0 RETI: 1' Xhumaqi (J), 11' Giaquinto (J), 17' st Santarella (J), 2' Tosello (J), 4' Santarella (J), 18' Santarella (J). JUVENTUS: Graneri 7, Bertora 6.5, Pelizza 7.5, Bovolenta 7.5, Falvo 6.5, La Rocca 6.5, Lo Faro 8, Robino 8, Santarella 9, Iannacone 7.5, Tosello 8, Sossai 7, La Greca 6.5, Xhumaqi 8, Macagno 6.5, Giaquinto 8, Guarnaccia 6.5. All. Scrofani 7. GENOA: Parodi 6.5, Panizzi 6, Salemi 6, Odoni 6.5, Izzo 7, Cocconi 7, Galetti 7.5, Colombi 7.5, Borgetti 8, Matzedda 7.5, Bascherini 6, Barile 6, De Cantellis 6, Sarchielli 7. All. Gallo 6.5. ARBITRO: Arangio di Pinerolo 6.5.  

LE PAGELLE 

  JUVENTUS Graneri 7 Brava a farsi trovare pronta nelle poche occasioni in cui è chiamata in causa. Come al 5' su Colombi e al 16' su Cocconi quando devia bene in tuffo mettendo in corner. Bertora 6.5 Subentra nella seconda metà quando il Genoa ha già perso un po' della sua verve. La situazione le facilita il compito ma lei amministra bene la situazione. Pelizza 7.5 Ottima partita da terzino destro. Lavora benissimo in corsia assieme a Xhumaqi e sono davvero pregevoli i tocchi con l'esterno del piede destro per servire la compagna. Apprezzabile anche il fatto che giochi sempre a testa alta. Bovolenta 7.5 È l'unica a portare a termine la gara avendola inizia da titolare. Gioca tutti e sessanta i minuti e non può che essere una nota di merito. Si disimpegna alla grande in entrambe le fasi nonostante la grande fatica a cui è chiamata. Falvo 6.5 Borgetto è un osso duro che la centrale difensiva bianconera riesce comunque ad arginare con abilità. Le consente giusto un paio di conclusioni ma mai da posizione ravvicinata. La Rocca 6.5 Tante corse sulla destra senza però trovare lo spunto decisivo per pungere e andare dentro per concludere. Nel complesso una prestazione degna di nota soprattutto dal punto di vista atletico. Lo Faro 8 Ad aprire i giochi è di fatto la sua giocata sull'out mancino impreziosita da una splendida veronica nei pressi della linea di fondo. Vederla tentare sempre la soluzione di qualità è un privilegio non di poco conto. Robino 8 Si prende la scena sostituendo al meglio la capitana Iannacone e regala lampi di classe purissima come in occasione del sesto gol bianconero quando imbuca perfettamente per Santarella dopo un bel movimento di agilità in mezzo al campo. Santarella 9 Trenta minuti giocati e una tripletta. Una media-gol da far invidia ai migliori. In più regala anche un assist con un cross perfetto per Tosello e giostra tutto il gioco offensivo con sponde di qualità. Iannacone 7.5 Meno in luce rispetto ad altre occasioni ma la sua qualità per migliorare la prima costruzione juventina è come sempre importantissima. Straordinaria quando elude il pressing alto rossoblù destreggiandosi tra le maglie avversarie. Tosello 8 Entra e le ci vuole giusto una decina di minuti per trovare un'incornata in elevazione degna del miglior CR7. Ottima poi in ogni sgroppata sul suo out mancino. Sossai 7 Così come la compagna Graneri è anche lei bravissima a farsi trovare pronta in un paio di occasioni: su Borgetti allo scadere del secondo tempo e poi su Galetti in chiusura di terza frazione. La Greca 6.5 Subentra da terzino sinistro e lavora bene in tandem con Tosello per fare male da quella parte. Ordinata e precisa anche dal punto di vista difensivo. Xhumaqi 8 È un'altra volta lei ad aprire le marcature juventine. Dopo il gol-vittoria contro l'Inter questa volta dà il via alle danze con una zampata di scaltrezza. Bellissimo vederla provare sempre giocate non scontate nell'uno contro uno. Macagno 6.5 Così come il terzino opposto La Greca, anche lei è brava a gestire la situazione da subentrante sulla fascia destra. Giaquinto 8 Scrofani la sceglie come punta di rapidità e lei lo ripaga subito con il gol del raddoppio in contropiede. Da riproporre magari anche in coppia con Santarella. Guarnaccia 6.5 Subentra nel ruolo di centrale difensiva e permette alla sua squadra di chiudere un'altra volta senza subire gol. All. Scrofani 7 Lascia che a tratti sia il Genoa a condurre la gara e ne ha ben donde: la scelta di una punta veloce come Giaquinto in tandem con Xhumaqi è azzeccatissima e all'11' la Juve è già 2-0. Le sue ragazze escono poi alla distanza portando a casa un'altra prestazione di grande sicurezza rimanendo con la rete inviolata.   GENOA Parodi 6.5 Sfortunata nel mancare la presa in apertura ma è poi brava a riscattarsi su una punizione di Giaquinto nel secondo tempo. Panizzi 6 Lo Faro e Tosello sono avversarie toste per chiunque. Il terzetto difensivo genoano è mobile e anche lei quando scivola centralmente è più a suo agio. Salemi 6 Encomiabile per la grinta e la voglia di riconquistare ogni pallone. Difficile contenere Xhumaqi dalla sua parte ma nel complesso non va troppo in affanno. Odoni 6.5 Tanti scatti a sinistra cercando di dare filo da torcere alle avversarie dirette. La solidità difensiva bianconera è però un osso duro. Izzo 7 La più positiva del pacchetto arretrato. Si fa vedere con alcuni ottimi break in anticipo e sfiora anche il gol con un gran destro dalla distanza in estirada. Cocconi 7 Ottimo lavoro in mezzo al campo nonostante abbia da affrontare una come Iannacone. Presente in entrambe le fasi, si rende anche pericolosa con un bel destro al 16' del primo tempo. Galetti 7.5 Capitana vera in tutto e per tutto. Ha carisma, lotta senza sosta ma dimostra anche grande visione di gioco con delle belle sventagliate. Anche quando tenta il dribbling si fa rispettare. Colombi 7.5 È quella che mette più in difficoltà la difesa juventina grazie alla sua rapidità sulla destra e tentando spesso l'uno contro uno. Suo il primo sussulto rossoblù al 5'. Borgetti 8 Centravanti vera. Bravissima a far salire la squadra ripulendo palloni sporchi ma anche nel mettersi in proprio cercando la porta. Il voto è otto ma il numero nove cucitole sulle spalle le calza a pennello. Matzedda 7.5 Entra per gli ultimi venti minuti e si rende subito pericolosa sfiorando l'incrocio. Di qualità ce n'è a volontà ed è un peccato poterla apprezzare solo per una frazione. Bascherini 6 Prova qualche sgasata sull'out sinistro ma anche l'avversaria diretta Macagno è fresca e riesce a fermarla a dovere. Barile 6 Giusto cinque minuti durante i quali non è chiamata ad alcun intervento. Non può nulla sul gran destro all'incrocio di Santarella che chiude i giochi. De Cantellis 6 Subentra nel ruolo di centrale difensiva e dovere affrontare una centravanti avversaria in giornata di grazia sembra una punizione immeritata. Sarchielli 7 Dà un buon apporto da terzino sinistro riuscendo a chiudere spesso con precisione da quella parte e non disdegnando qualche sortita offensiva interessante. All. Gallo 6.5 L'esito finale è pesante ma solo per quanto riguarda il risultato che in un test match conta meno che mai. Molto più importante constatare che il suo Genoa si comporta egregiamente per lunghi tratti dimostrando ottima organizzazione e meccanismi offensivi da gruppo rodato. Torna in Liguria con tanti spunti positivi.   ARBITRO Arangio di Pinerolo 6.5 Partita senza difficoltà per la giovane maturanda. Le diciotto in campo non si lamentano praticamente mai a dimostrazione del fatto che la direttrice di gara sa già ampiamente il fatto suo.  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400