Cerca

Under 15

Beiborg-Barcanova: 4-1, Drissi, Conte e Pomini travolgenti

Tre punti pesanti per i padroni di casa che sfruttano bene le palle inattive

Lucio Conte Beiberg

Lucio Conte, numero 4 del Beiborg

Al campo sportivo di Via Cervi va in scena uno dei big match della seconda giornata del girone C di Torino; in campo si affrontano i padroni di casa del Beiborg e il Barcanova. Entrambe le compagini di presentano all'appuntamento reduci da due vittorie convincenti nella gara di esordio, rispettivamente contro Andezeno e Atletico Torino.

I centimetri del Beiborg. Una delle chiavi tattica con cui la squadra di Beiborg si è accaparrato i tre punti è senza alcun dubbio la maggiore forza fisica messa in campo rispetto agli avversari; non è un caso infatti che tre delle quattro reti messe a segno dai ragazzi del tecnico Francesco Addesi arrivino con dei colpi di testa micidiali, due dei quali giunti sugli sviluppi di un calcio d'angolo. I gialloverdi scendono in campo con un 4-3-3 che esalta le qualità del tridente offensivo: Santonastaso tra i pali, Guarnieri terzino destro, Bellantoni terzino sinistro, Conte e Giorgis difensori centrali; Drissi si posiziona da schermo davanti alla difesa, affiancato da Paraschiv e Cappai; Buttini ala destra, Pomini ala sinistra e il leader tecnico nonchè capitano Godino centravanti. La partita si mette subito sui binari giusti per la sqaudra di Addesi: dopo meno di dieci minuti, sugli sviluppi di uno dei tanti corner magistralmente battuti da Cappai, arriva l'incornata vincente di Drissi, lasciato colpevolmente solo e libero di colpire al centro dell'area. Nei minuti successivi il Beiborg sfiora il raddoppio in più riprese, ma proprio nel momento di massima spinta arriva, come una doccia fredda, il pareggio avversario. I padroni di casa però non si perdono d'animo e poco prima della fine del primo tempo rimettono la testa avanti, letteralmente: Godino semina il panico in area calamitando su di sé le attenzioni dei difensori che si perdono l'inserimento a fari spenti di Conte, bravo poi da due passi a colpire di testa e siglare il 2-1. Nella ripresa il canovaccio tattico del match non cambia, con il Beiborg che fa la partita, crea varie palle gol e nel finale legittima la vittoria con altre due reti: al 60' è di nuovo Conte a trovare la torsione giusta di testa sul primo palo; pochi minuti più avanti arriva la gioia personale anche per Pomini, con un tap-in facile facile dal limite dell'area piccola. Vittoria di prestigio per Addesi e i suoi ragazzi che acquisiscono consapevolezza e ora vogliono davvero sognare in grande.

Barca sottotono. E' un Barcanova troppo timido quello che si è visto oggi, lontano dalla condizione migliore. Il tecnico Francesco Messina si affida ad un 4-4-1-1 che dovrebbe garantire copertura dietro e grande spinta sugli esterni: l'estremo difensore è Bava, Baravaglio terzino destro, Mecca terzino sinistro, capitan Burca e Metalla difensori centrali; i due esterni di centrocampo sono Petrillo e Ricciardelli, mentre in mezzo al campo si posizionano Cinquerrui e Passalacqua; tandem offensivo composto da Amordeluso e Zanda, con quest'ultimo leggermente più avanzato. Gli ospiti oggi fanno fatica ad entrare in partita e fin dalle primissime battute sembrano patire la fisicità e il dinamismo degli avversari. Il momento in cui le sorti dell'incontro potrebbero ribaltarsi è il 20' quando, in maniera piuttosto fortunosa, Petrilli si ritrova sul destro un pallone vagante al centro dell'area e con lucidità infila Santonastaso per il momentaneo pareggio. Il gol però non anima i ragazzi di Messina, né tanto meno demoralizza i padroni di casa che ricominciano subito a macinare palle gol per tornare avanti. Nel finale di gara poi subentra anche tanta stanchezza tra gli ospiti, che oggi avevano a disposizione in panchina solo due giocatori di movimento, contro i sette degli avversari. Sconfitta amara dunque per il Barcanova che la prossima partita dovrà cercare l'immediato riscatto contro il Lenci Poirino.

IL TABELLINO

BEIBORG-BARCANOVA 4-1

RETI (1-0, 1-1, 4-1): 8' Drissi (Be), 20' Petrillo (Ba), 26' Conte (Be), 26' st Conte (Be), 36' st Pomini (Be).

BEIBORG (4-3-3): Santonastaso 6.5, Guarnieri 6.5 (28' st Ienco sv), Bellantoni 6, Conte 7.5, Giorgis 6.5, Paraschiv Micuson 6.5 (8' st Asero 6), Pomini 7, Drissi 7 (33' st Iacob sv), Buttini 6 (5' st Caminiti 6), Godino 7, Cappai 6.5 (24' st Meroni 6). A disp. Cipriano, Ricotta, Esposito, Caputo. All. Addesi - Anzoletti 7. Dir. Paraschiv - Ricotta.

BARCANOVA (4-4-1-1): Bava 6 (28' st Borrione sv), Baravaglio 6.5 (25' st Squitieri 6), Mecca 6, Burca 6, Metalla 6, Petrillo 6.5, Zanda 6, Cinquerrui 6, Amordeluso 6 (5' st Gilli 6.5), Ricciardelli 6, Passalacqua 6. All. Messina. Dir. Amordeluso. ARBITRO: Di Girolamo di Collegno 6.

ESPULSI: Metalla (Ba) a fine partita.

LE PAGELLE

BEIBORG

Santonastaso 6.5 Poche parate complesse ma comunque prova di ottima personalità quando coinvolto nel palleggio dai compagni.

Guarnieri 6.5 Ottima gamba per fare su e giù sull'out di destra; bene in entrambe le fasi.

Bellantoni 6 Garra attenta, senza sbavature. Talvolta potrebbe essere più intraprendente in fase offensiva.

Conte 7.5 Due gol di testa, il secondo splendido. Prestazione da incorniciare per questo difensore centrale che oggi si è inventato goleador.

Giorgis 6.5 Partita molto concentrata in fase di marcatura, rischia poco e non sbaglia nulla.

Drissi 7 Ottimo senso della posizione e buona intelligenza tattica; abilissimo nel gioco aereo, è suo il gol dell'iniziale vantaggio.

Paraschiv 6.5 Grande tecnica e visione di gioco, gioca quasi sempre a due tocchi e perde pochissimi palloni.

8' st Asero 6 Punta centrale della grande stazza; difende bene palla per far salire i suoi compagni.

Cappai 6.5 Fisico più esile dei compagni ma piede destro educatissimo; i suoi corner tagliati sono un pericolo costante per la difesa del Barcanova.

24' st Meroni 6 Poche chance per mettersi in mostra; si posiziona largo a destra ma non ha grandi spazi per incidere nella gara.

Buttini 6 Il meno brillante del tridente di Addesi; cerca qualche bello spunto sulla corsia sinistra ma non trova la via del gol.

5' st Caminiti 6 Si posiziona a centrocampo per aggiungere qualità al possesso palla e far correre a vuoto gli avversari.

Pomini 7 Un gol, tante accelerazioni e dribbling da capogiro per il funambolo con il 7 sulle spalle.

Godino 7 Non trova la rete ma ispira i compagni e da prova di una tecnica decisamente sopra la media.

All. Addesi 7 I suoi ragazzi sono pressoché perfetti sia dal punto di vista tecnico-tattico che dal punto agonistico. Vittoria strameritata.

BARCANOVA

Bava 6 Tra i pali sfoggia grande istinto e reattività; da rivedere nelle uscite alte.

Baravaglio 6.5 Uno dei più positivi dei suoi; contenere Pomini non è semplice ma lui ci mette tanta grinta e un buon tempismo negli interventi in scivolata.

25' st Squitieri 6 Entra quando la partita ormai è ben più che indirizzata e fatica a lasciare il segno.

Burca 6 Partita complicata per i difensori del Barca; cerca di limitare quanto può l'estro di Godino.

Metalla 6 Bravo nel gioco areo, peccato per qualche distrazione di troppo in fase di copertura.

Mecca 6 Partita ordinata; si limita a fare il suo compito e lo fa con precisione.

Petrillo 6.5 Con astuzia e tecnica sigla la rete che riapre momentaneamente la gara.

Cinquerrui 6 Spesso fatica a trovare la posizione in un centrocampo in cui i padroni di casa dominano.

Passalacqua 6 Tanta corsa e personalità in campo quando c'è da richiamare i compagni.

Ricciardelli 6 Posizionato largo a sinistra sembra un po' fuori dalla gara; quando si accende duetta bene con i compagni.

Amordeluso 6 Cerca di fare da collante tra centrocampo e attacco ma oggi è davvero difficile per uno con le sue caratteristiche.

5' st Gilli 6 Con il suo ingresso Mecca si alza a fare l'ala e lui si posiziona terzino sulla fascia di Pomini con cui s'innesca un bel duello.

Zanda 6 Partita un po' sottotono; poche palle gol per incidere e spesso risulta troppo solo contro i difensori di casa.

All. Messina 6 Il campo ostico e la panchina corta sono indubbiamente attenuanti valide; nella prossima gara però ci sarà bisogno di un altro Barcanova per rimettersi in piedi in classifica.

Arbitro Di Girolamo di Collegno 6: partita tutto sommato semplice da gestire; dopo il triplice fischio estrae il rosso ai danni di Metallo reo di averlo insultato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400