Cerca

Inter-Vicenza Under 16: Owusu ci mette la firma, nerazzurri primi a punteggio pieno

Inter-Vicenza Under 16
Basta un gol nel primo tempo di Owusu All'Inter per archiviare la pratica Vicenza. Non senza difficoltà, soprattutto nella ripresa, i nerazzurri mettono a segno il quarto successo consecutivo confermandosi saldamente in vetta alla classifica. Un successo meritato quello della squadra di Polenghi, protagonista dell’ennesima prova di forza in una stagione - almeno fino a questo momento - pressoché perfetta. Zero punti in tasca ma tante certezze acquisite. Così il Vicenza lascia “Interello”, al termine di una partita iniziata con il freno a mano tirato ma proseguita - grazie ad una grandissima ripresa - nel migliore dei modi. I biancorossi pagano un approccio alla partita forse troppo timido, il quale ha favorito - soprattutto nel primo tempo - i nerazzurri. Si affrontano due squadre in salute e ben messe in campo, che oltre ai tre punti si giocano il primo posto nel girone. Da una parte l’Inter non ci mette molto a dimostrare la propria forza, mettendo subito in grande difficoltà la retroguardia vicentina. Dall’altra i ragazzi di Bistore soffrono e non poco l’inizio aggressivo dei milanesi, faticando ad uscire dalla propria metà campo. A mettere in difficoltà per gli ospiti c’è sicuramente lo schieramento tattico dell’Inter. Nel 4-3–1-2 disegnato da Polenghi sono i due vertici del rombo a fare la differenza: Stankovic come mediano e Ricordi come trequartista. I primi pericoli arrivano però dalle due mezzali (Liserani e Di Maggio) le quali, con il loro continuo movimento tra le linee, favoriscono la salita dei due terzini: Grieco a destra e Motta a sinistra. Proprio dai piedi del terzino destro nerazzurro nasce la prima occasione per l’Inter. Il due di casa è bravo nella triangolazione con Di Maggio, così come nel mettere un pallone al bacio per Liserali, il quale però colpisce debolmente. Con il passare dei minuti cresce anche la manovra dell'Inter, che dopo qualche occasione potenziale per Owusu (al 14' con un tiro debole e al 17' con una conclusione da fuori area) trovano il gol che decide la partita. I protagonisti? Ancora una volta le mezzali dell'Inter. Liserali entra in area dal lato corto di sinistra, serve l'undici nerazzurro che trova l'angolo di destra con un gran tiro da fuori area. Quarto gol stagionale per il centravanti, che si conferma in grandissima forma in questo inizio di stagione super per lui. Il gol subito stenta a dare una scossa agli ospiti, i quali si affidano al solo Crestani (in giornata di grazia) per provare a fare male. Il nove biancorosso risulta però essere fin troppo solo in avanti. Nel corso del primo tempo, infatti, la coppia formata da Casani e Stabile non concede praticamente nulla al Vicenza. L'unica potenziale occasione passa proprio dai piedi di Crestani, che al 26' ci prova dal limite dell'area, con Tommasi che risponde presente. La partita però cambia radicalmente nella ripresa. L'ingresso di Djordjevich rinvigorisce la squadra di Bistore, che entra in campo con tutto ciò che non aveva avuto nei primi quaranta minuti: grinta, voglia e cattiveria. L'occasionissima arriva al 12' quando ancora Crestani, servito dal neo entrato Djordjevich, impegna Tommasi. Il baricentro biancorosso inevitabilmente si alza, concedendo spazi importanti in ripartenza all'Inter. Se dalle parti di Tommasi non arrivano particolari pericoli, è l'estremo difensore vicentino Rodeghiero a dover fare gli straordinari per tenere in partita i suoi. Prima al 17' (gran risposta tiro di Grieco) poi al 21' (gran salvataggio sul colpo di testa di Di Maggio), Rodeghiero salva il risultato facendo una grandissima figura. L'Inter cerca però con insistenza il vantaggio, ma fatica molto a chiudere la gara. Neanche l'ingresso di bomber Vedovati (già in gol nel derby in questa stagione) aiuta l'Inter nel trovare il terzo gol. Al 22' il tiro dell'ex Virtus Ciserano Bergamo finisce sul palo, mentre nel finale (35') il tentativo al volo - su assist millimetrico di Di Maggio - termina di poco alto. Prima sconfitta stagionale per il Vicenza, che esce comunque a testa alta dalla sfida contro la prima della classe. Si conferma dunque al primo posto l'Inter, che nonostante qualche difficoltà nella ripresa mantiene la rete inviolata e si porta a casa tre punti fondamentali. La classifica ora sorride ancor di più ai milanesi, che si trovano al primo posto in solitaria con ben due punti di vantaggio dalla Spal, prima inseguitrice.

IL TABELLINO

INTER-VICENZA 1-0 RETE: 25' Owusu (I). INTER (4-3-1-2): Tommasi 7.5, Grieco 7, Motta 6.5 (19' st Miconi 6.5), Stankovic 7.5 (27' st Mazzola 6), Casani I. 6 (19' st Casani T. 6), Stabile 6, Liserani 6.5 (38' st Venturini sv), Di Maggio 8, Esposito 6 (19' st Vedovati 7), Ricordi 7.5, Owusu 7 (27' st Martins 6.5). A disp. Del Vecchio, Castegnaro, Fois. All. Polenghi 7.5. VICENZA (4-2-3-1): Rodeghiero 7.5, Dall'Igna 6 (30' st Todesco 6), Parlato 6.5, Sellati 6, Violato 6.5, Vescovi 6.5, Mores 7, Mion 7, Crestani 7, Mogentale 6 (15' st Iseppi 6), Pavan 6 (1' st Djordjevic 7). A disp. Ratzenbech, Contarin, Battilana, Postolache, Faedo, Zaghetto. All. Bistore 7. ARBITRO: Vacca di Saronno 7.

LE PAGELLE

INTER (4-3-1-2) All. Polenghi 7.5 Disegna un undici quadrato e di assoluta qualità. I cambi nella ripresa risultato essere tutti azzeccati, peccato solamente per non aver trovato il gol del 2-0, il quale avrebbe sicuramente reso il finale meno tirato. Tommasi 7.5 Dopo un primo tempo da spettatore non era semplice farsi trovare pronto nella ripresa, ma ci riesce alla grande. Chiamato in causa al 12', risponde presente. Gioca da sotto età ma può vantare già tanta esperienza sia tra i pali che nel gioco palla a terra. Grieco 7 L'inizio super dell'Inter è soprattutto merito suo. Aggredisce qualsiasi spazio lasciato libero sulla destra, aggiungendo ad una grandissima velocità e fisicità una tecnica niente male. Va vicino all'assist vincente per più volte nella prima frazione, mentre non concede praticamente nulla in fase difensiva. Arrangiato a centrale difensivo nel finale, risponde alla grandissima. Motta 6.5 Ci mette lo zampino nell'azione che porta al gol di Owusu, garantendo spinta in fase offensiva e buona guardia dietro. Con Liserani forma una coppia, sulla sinistra, che crea non pochi pericoli alla retroguardia vicentina. Esce stremato nella ripresa: prova solida ( 19' st Miconi 6.5 Entra in un momento non semplice e risponde alla grandissima). Stankovic 7.5 Tanti, troppi gli aggettivi per provare a descriverlo. Proveremo con uno: fondamentale. Vertice basso nel rombo nerazzurro, garantisce sicurezza ai compagni di reparto e non solo. Pulisce qualsiasi pallone che passa tra i suoi piedi, offrendo un contributo non scontato anche in fase di non possesso davanti ai due centrali ( 27' st Mazzola 6 In campo aperto sa fare male e lo dimostra pur avendo giocato pochi minuti). Casani I. 6 Gioca assieme al suo compagno di reparto a campo aperto, ma nonostante ciò corre pochi pericoli in fase difensivo. Chiamato spesso ad impostare dal basso palla a terra, si fa trovare sempre presente ( 19' st Casani T. Sostituire sulla destra Grieco e non farlo rimpiangere non è un compito facile, ma ce la fa alla grande 6). Stabile 6 Il capitano si fa trovare presente in qualsiasi situazione. In una gara nella quale gli interventi da fare sono pochi, uscire dopo ottanta minuti senza errori non è scontato. Ci riesce però alla grande, non mollando fino all'ultimo secondo neanche un centimetro. Liserani 6.5 Quando prende palla tra le linee è micidiale. Offre a Owusu una grande palla per il gol, mentre nella ripresa si fa vedere anche un paio di volte da protagonista dalle parti di Rodeghiero ( 38' st Venturini sv). Di Maggio 8 Il migliore dei suoi. Abbina tecnica a tanta quantità, oltre ad una visione di gioco e senso tattico da fare invidia: la mezzala che tutti vorrebbero. L'assist nel finale a vedovati è da cineteca: roba da fare vedere ai ragazzi nelle scuole calcio. Esposito 6 Si muove bene nel primo tempo, ma di occasioni ne arrivano poche. nella ripresa potrebbe fare male ma risulta troppo lezioso: gli manca quel qualcosa in più per fare la differenza. Parliamo comunque di un prospetto davvero interessante ( 19' st Vedovati 7 Semplicemente micidiale. Una sentenza in area di rigore, gli manca solo il gol in una mezz'ora di partita davvero formidabile). Ricordi 7.5 Il trequartista che farebbe comodo anche ad Antonio Conte. Corre, ci mette grinta e non molla un centimetro. Non dimentichiamoci però che è un fantasista: ha un destro educatissimo e viene sempre cercato dai suoi compagni. Travolgente. Owusu 7 Quarto gol stagionale a dimostrazione della fame e della grinta che ci mette in zona gol. Gioca attorno ad Esposito, con il quale forma una coppia niente male per tecnica e qualità.( 27' st Martins 6.5 La sua velocità, seppur per pochi minuti, mette in difficoltà la retroguardia avversaria)
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400