Cerca

Torino - Pro Vercelli Under 16, super Bazzan e l'incornata di Gallina piegano i granata

Under-16-Torino-Pro-Vercelli
Passo falso per i ragazzi guidati dal tecnico Roberto Fogli. I granata rimediano due volte a situazione di svantaggio dimostrando carattere ma nei minuti di recupero la Pro trova inaspettatamente il nuovo vantaggio, stavolta definitivo, con il colpo di testa perentorio di Gallina. Torino beffato nonostante la mole di gioco proposta; vittoria di prestigio invece per i bianchi allenati da Gianluca Mero. Il Torino scende in campo con un 4-4-2 scolastico, ordinato e compatto: Pietroluongo tra i pali, Prete terzino destro, Omorogbe e Gallea centrali di difesa, Laureana terzino sinistro; la diga a metà campo è composta dal capitano Colletta e D'Abramo; Terranova ala sinistra, Ferreri ala destra e la coppia offensiva Jarre - Patruno. Gli ospiti invece si presentano con un 4-3-3 roccioso a metà campo e imprevedibile in attacco: Cucinotta estremo difensore, capitan Ricotti laterale basso a destra, Peritore a sinistra, Gallesio e Gallina difensori centrali; Mosca davanti alla difesa, Rezzaro e Testa interni di centrocampo; il tridente composto da Bazzan a sinistra, Coppola centravanti e Cornetti a destra. Partono meglio i granata che sembrano essere padroni del campo, soprattutto grazie al grande senso della posizione di Giuseppe Colletta, mediano brevilineo e vero metronomo della squadra. Dopo quindici minuti, come un fulmine a ciel sereno, ecco il vantaggio della Pro: il giro palla granata coinvolge Pietroluongo che goffamente sbaglia il rinvio, consentendo ad un astutissimo Bazzan di siglare l'uno a zero con un gran sinistro in diagonale. Il Torino prova subito a scuotersi e lo fa affidandosi al suo talento più prezioso, Ashenafi Jarre che, al minuto 32', dopo una clamorosa occasione in mischia non capitalizzata dagli ospiti, fa valere la più antica regola del calcio: gol sbagliato, gol subito. Il fuoriclasse con il 10 sulle spalle prima si procura una punizione dal limite, poi la trasforma con estrema naturalezza, aggirando la barriera e permettendo ai granata di andare negli spogliatoio sul risultato di 1-1. Alla ripresa Fogli decide di inserire da subito Gerarca e Scariano, passando dal 4-4-2 al 3-5-2 con Jarre a svariare alle spalle della boa Gerarca. Dopo solo 3 minuti il nuovo posizionamento difensivo del Torino non legge adeguatamente la transizione vercellese; Coppola riceve palla tra le linee e trova il filtrante giusto per Bazzan che a tu per tu con Pietroluongo non sbaglia. Con gli ospiti di nuovo avanti, il Torino si riversa subito all'attacco alla ricerca del nuovo pareggio. L'immediato forcing granata ci mette ben poco a dare i suoi frutti: al 6' della ripresa Gerarca fa valere tutta la sua fisicità, sfonda sull'out di destra e deposita in rete dopo un rimpallo fortunato con il portiere Cucinotta. Ristabilita la parità, i due allenatori si concedono diversi cambi e nuovi aggiustamenti tattici; i granata tornano a difendersi a 4 con Scariano e Laureana terzini, mentre la sfortuna si abbatte sulla Pro, costretta a rimanere in 10  per metà del secondo tempo quando, a cambi esauriti, il neoentrato Buscemi lascia il campo per infortunio. La sensazione è che il Torino possa portarsi in vantaggio da un momento all'altro grazie ad una pressione costante e una manovra avvolgente che coinvolge tutti gli elementi a disposizione di Fogli. L'occasione per i padroni di casa arriva a 5 minuti dal triplice fischio quando, sul cross da sinistra di Haratau, l'intelligente sponda di Jarre regala a D'Abramo il pallone della vittoria; ci vuole un miracolo di Cucinotta a negare la gioia all'incontrista torinese. La partita sembra ormai indirizzata verso il pareggio, con la Pro arroccata dietro e in inferiorità numerica. Mancano ormai una manciata di secondi alla fine quando sull'ultimo ribaltamento di fronte, un'incertezza della difesa genera un'ultima e inattesa chance da calcio d'angolo per gli ospiti; corner di Franchin da sinistra e incornata di Gallina, colpevolmente dimenticato dei difensori granata. Il colpo di testa del centrale di difesa è perfetto per scelta di tempo, precisione e forza; palla all'angolino basso, 2-3 e festa grande per i Vercellesi che trovano così una vittoria importantissima per il morale. Al Torino non resta che leccarsi le ferite, riflettere sui cali di concentrazione che hanno portato ai gol avversari e ripartire dalla mole di gioco mostrata in campo, sebbene sia risultata un po' sterile. PAGELLE  TORINO All. Fogli 6 I suoi ragazzi si dimostrano ordinati in campo a prescindere dallo schiaramento tattico proposto. Non approfittano a pieno della superiorità numerica nella fase finale di gara ma la sfortuna è decisiva. Pietroluongo 5.5 rinvio sciagurato in occasione del primo vantaggio vercellese; negli altri due gol è incolpevole. Prete 5.5 timido in fase offensiva e non perfetto nel contenere le scorribande di Bazzan. Scariano 6 Entra come quinto di sinistra per poi chiudere da terzino nella difesa a 4. in Entrambi i ruoli sbaglia poco ma non viene molto coinvolto in fase offensiva Laureana 6 abile sia da centrale che da terzino. Primo tempo così così, nel secondo cresce e in un paio di occasioni arriva fin sul fondo e crossa bene dentro. Albertario 6 Colletta 6.5 punto di riferimento per i compagni. Tutte le azioni passano dai suoi piedi. Bene anche in fase di non possesso, dove chiude con maestria le linee di passaggio Omorogbe 6 Solido e attento in entrambe le fasi, pecca di cattiveria agonistica. Gallea 6 Leader del pacchetto difensivo granata. Individualmente non sbaglia nulla, ma come reparto la retroguardia è sembrata rivedibile. Ferreri 5.5 L'esterno granata non riesce ad incidere particolarmente in nessuna delle due fasi. La Vecchia 6 Entra per dare freschezza alla mediana granata e lo fa con un paio di uno contro uno spettacolari anche se fini a se stessi. D'Abramo 6.5 Non tira mai indietro la gamba, vincendo diversi duelli in mezzo al campo. Sfiora anche il gol che avrebbe probabilmente ribaltato le sorti dell'incontro. Patruno 5.5 Non riesce a dare il giusto sostegno a Jarre e viene travolto dalla fisicità dei centrali di difesa vercellesi. Haratau 6 Jarre 7 Punizione capolavoro. Tutti i pericoli creati dai granata passano dal destro del funambolo in maglia 10. Terranova 5.5 Schierato largo a destra non gioca la sua migliore partita; imbrigliato bene dalla difesa ospite. Gerarca 6 Trova un gol fortunoso ma anche frutto di tanta caparbietà e strapotere fisico. [caption id="attachment_261854" align="aligncenter" width="900"] Francesco Bazzan, doppietta[/caption] PRO VERCELLI All. Mero 7 Trasmette tanta grinta e spirito di sacrificio ai suoi. Adatta Testa terzino e Federico ricambia con una grande gara. Cucinotta 6.5 Sfortunato sul gol di Gerarca; strepitoso in chiusura bassa su D'Abramo. Maftei 6 Nessun miracolo ma si fa trovare pronto quando chiamato in causa Ricotti 6.5 Il capitano dimostra doti da leader e, con grande concentrazione e grinta, argine le avanzate granata. Peritore 6 Ha l'arduo compito di contenere Jarre; fa del suo meglio e sbaglia pochissimo. Buscemi  6 Mosca 6 Diga davanti alla difesa. Chiude bene le linee di passaggio e recupera diversi palloni. Franchini 6.5 Entra in una fase in cui la Pro si difende ordinata, creando grande densità in mezzo al campo. E' ordinato e deciso nei contrasti. Gallesio 6.5 Parte benissimo nel primo tempo. Nella ripresa ha il difficile dovere di fronteggiare Gerarca ma non si scompone. Gallina 7 Segna un gol pesantissimo a coronamento di una partita senza sbavature. Rezzaro 6 Meglio in fase di rottura che in fase di impostazione. Iaria 6 Ci mette grinta per contenere gli avversari in inferiorità numerica a metà campo. Testa 6.5 Spirito di sacrificio prima di tutto. Inizia come mezz'ala tutto fare e chiude da terzino sinistro adattato. Coppola 6.5 Diverse sponde utili a far salire i suoi. Assist splendido per Bazzan in occasione del 2 a 1. Basciu 6 Non ha molte opportunità per mettersi in mostra ma fa a sportellate con i difensori del Torino su tutti i palloni contesi. Bazzan 7.5 La sua doppietta gli vale il titolo di migliore in campo. Abbina astuzia, talento e un tiro invidiabile. Barone 6 Cornetti 5.5 Forse il meno brillante del reparto offensivo dei suoi, fatica a trovare spazio. Mengozzi 6 Non incide particolarmente in fase offensiva ma ripiega costantemente ad aiutare i suoi compagni.

IL TABELLINO DI TORINO - PRO VERCELLI UNDER 16

TORINO - PRO VERCELLI 2-3 RETI (0-1, 1-1, 1-2, 2-2, 2-3): 15' Bazzan (P), 32' Jarre (T), 3' st Bazzan (P), 6' st Gerarca (T), 40' st Gallina (P). TORINO  (4-4-2): Pietroluongo 5.5, Prete 5.5 (1' st Scariano 6), Laureana 6.5 (26' st Albertario 6), Colletta 6.5, Omorogbe 6, Gallea 6, Ferreri 5.5 (13' st La Vecchia 6.5), D'Abramo 6.5, Patruno 5.5 (25' st Haratau 6), Jarre 7, Terranova 5.5 (1' st Gerarca 6). All. Fogli 6. PRO VERCELLI (4-3-3): Cucinotto 6 (9' st Maftei 6), Ricotti 6.5, Peritore 6 (17' st Buscemi 6), Mosca 6 (5' st Franchin 6.5), Gallesio 6.5, Gallina 7, Rezzaro 6 (9' st Iaria 6), Testa 6.5, Coppola 6.5 (9' st Basciu 6), Bazzan 7.5 (20' st Barone 6), Cornetti 6 (5' st Mengozzi 6). All. Mero 7. Ammoniti: 16' st Mingozzi  (P), 38' st Ricotti (P). Arbitro: Francesco Loiodice di Collegno 6. Collaboratori: Ameglio di Torino e Anonio di Milano.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400