Cerca

Torino-Renate Under 16-17: Terranova e Gerarca rimontano i nerazzurri, capitan Comi firma il colpo esterno al 90'

D'Amato-Comi

D'Amato e Comi, Renate Under 17

Sul campo del Lascaris a Pianezza va in scena un frizzante Test-Match tra il Torino Under 16 e il Renate Under 17: a spuntarla sono i brianzoli di Giancarlo Robbiati grazie al rigore di capitan Comi all'ultimo minuto della ripresa. Un risultato che rispecchia abbastanza fedelmente quanto visto sul terreno di gioco, con i granata di Roberto Fogli che spesso si sono fatti apprezzare per la costruzione di gioco ma sono mancati al momento di concludere l'azione; il Renate, d'altro canto, dopo un avvio in sordina ha sbloccato la situazione sul finire della prima frazione con Ghibellini sfruttando al meglio un'indecisione della difesa granata (male Serra nell'occasione), per poi colpire al momento giusto anche nella ripresa: prima con il piattone facile facile di Mariani su assist fornito direttamente dal portiere Tanzi, poi con il penalty trasformato con freddezza da Comi per fallo di Gallea su Trecozzi. All'improvviso Ghibellini. Caldo torrido e ritmi blandi: così si potrebbero sintetizzare le prime fasi di gioco tra Torino e Renate. I granata si schierano con il 4-4-2: a protezione di Lando, il tecnico Fogli schiera la coppia centrale da Gallea e Serra, con sugli esterni Prete e Omoregbe; Colletta cucisce gioco coadiuvato da D'Abramo, cercando spesso la corsa e i dribbling di Patruno e Ferreri; in avanti Jarre spazia su tutto il fronte con Ceica pronto a sfruttare la prima occasione. Robbiati risponde disponendo i suoi nerazzurri con il 4-3-3: Tanzi in porta, cerniera difensiva con D'Amato e Valussi come colonne portanti e Fardella e Bovi ad agire sulle corsie laterali; capitan Comi comanda le operazioni davanti alla difesa, mentre ai suoi lati ci sono gli inserimenti di Ciarmoli e Baioni; tridente formato da Resnati a destra, Ghibellini a sinistra e Lisco punta centrale. Come detto, ritmi molto blandi nei primi minuti e nessuna vera occasione da gol: da una parte D'Abramo calcia alto da fuori area, dall'altra risultato analogo per Resnati, il cui tiro non spaventa Lando. La prima vera opportunità arriva al 21' ed è di marca granata: D'Abramo scippa il pallone a Bovi sul versante sinistro e mette in mezzo, Ceica incorna a colpo sicuro ma trova il riflesso d'istinto di Tanzi che salva il risultato. Il Renate fatica a costruire anche e soprattutto a causa della continua pressione del Toro, ma alla prima occasione si rende pericoloso: Comi scatta a sinistra, arriva sul fondo e mette al centro un preciso rasoterra per l'accorrente Resnati, botta a colpo sicuro e gran risposta di Lando. La sensazione è che per sbloccare la situazione ci voglia un episodio, e questo arriva al 39': Serra, apparentemente in controllo agevole, si fa rubare la palla da Resnate che serve Ghibellini in profondità, sinistro preciso e vantaggio dei brianzoli. Il fischio del direttore di gara Spinelli della sezione di Cuneo arriva con 5' di anticipo, e all'intervallo il Renate è avanti. Alzatevi e fate gol. Al rientro dagli spogliatoi il Toro mostra tutta l'intenzione di voler recuperare: passano 2' e Serra prova a farsi perdonare con un preciso lancio per Patruno, ma l'ex Alpignano apre troppo l'interno destro e manda a lato; al 4' invece Jarre pennella una punizione interessante in area, Omoregbe colpisce di testa in totale solitudine ma non inquadra lo specchio della porta. Gol sbagliati, gol subito: passa appena un giro di lancette e il rilancio del portiere nerazzurro Tanzi trova il subentrato Mariani che, complice la dormita generale della retroguardia granata, si invola tutto solo verso Brezzo e lo batte per il raddoppio del Renate. Il Toro non ci sta e si riversa in avanti mandando al tiro Ferreri e Prete, ma la difesa brianzola si salva grazie agli straordinari D'Amato, Valussi e Fardella che intercettano le conclusioni. Un barlume di speranza per i ragazzi di Fogli arriva al 26': Colletta, tra i migliori dei suoi, disegna una bellissima traiettoria per Manissero, che calcia a giro; respinta corta di Tanzi su cui si avventa Terranova, che al secondo tentativo insacca e dimezza lo svantaggio. Le sostituzioni si rivelano fondamentali per i granata, che al 41' trovano anche il 2-2: è ancora Colletta ad inventare per Gerarca, che controlla e batte il numero 12 del Renate Melillo. Tre delle quattro reti messe a segno nella ripresa portano la firma dei subentrati: Mariani, Terranova e Gerarca. Il pareggio sarebbe forse il risultato più giusto, considerando le occasioni da gol, ma il calcio è fatto di episodi ed ecco che all'ultimo respiro arriva l'ennesimo ribaltone: un altro subentrato, Trecozzi viene a contatto in area da Gallea e per il direttore di gara non ci sono dubbi, rigore per il Renate; sul dischetto si presenta capitan Comi che spiazza Brezzo e sigla il definitivo 3-2. Giancarlo Robbiati può sorridere per la prestazione decisa ed accorta dei suoi ragazzi, mentre Fogli può comunque ritenersi soddisfatto per la reazione dei granata e per l'impatto positivo dei subentrati dalla panchina.

IL TABELLINO

TORINO-RENATE 2-3 RETI (0-2, 2-2, 2-3): 40' Ghibellini (R), 6' st Mariani (R), 27' st Terranova (T), 41' st Gerarca (T), 45' st rig. Comi (R). TORINO (4-4-2): Lando 7 (1' st Brezzo 6), Prete 7, Omorogbe 6.5 (27' st Scariano 6), Colletta 7.5, Gallea Beidi 6, Serra 6, Patruno 6.5, D'Abramo 6.5 (38' st Panetta sv), Ceica 6 (27' st Gerarca 6.5), Jarre 6.5 (13' st Terranova 6.5), Ferreri 6 (13' st Manissero 6.5). A disp. Laureana, Haratau, Tahiri. All. Fogli 6.5. RENATE (4-3-3): Tanzi 6.5 (28' st Melillo 6), Bovi L. 6 (13' st Zaccaria 6), Fardella 6.5 (28' st Vaccani 6.5), Comi 8, D'Amato 8, Valussi 7.5, Baioni 6 (1' st Mariani 7.5), Ciarmoli 6 (1' st Bovi C. 7), Lisco 6.5 (13' st Molteni 6), Resnati 7 (21' st Adamo 6), Ghibellini 7 (13' st Treccozzi 6.5). All. Robbiati 7. ARBITRO: Spinelli di Cuneo 6. CALCI D'ANGOLO: 7-1

LE PAGELLE 

TORINO Lando 7 Una solo parata, sullo 0-0, ma mostruosa: chiude lo specchio a Resnati con un riflesso felino che vale un gol. 1’ st Brezzo 6 Spiazzato sul rigore finale, vere e proprie parate non è chiamato a farne. Incita e dà indicazioni per tutti e 46 i minuti in cui è in campo. Prete 7 Intensità in quantità industriale, entrate decise e intraprendenza sulla fascia destra. Ferma anche una ripartenza del Renate nel primo tempo. Omoregbe 6.5 Quasi un terzo centrale, difende con grande fisicità la sua zona e si propone quando l’azione glielo permette. 27' st Scariano 6 Partecipa all'assalto finale dei granata scodellando qualche pallone nella mischia. Colletta 7.5 Tra i migliori in campo, corre e percorre km fino all’ultimo secondo. Quasi sempre accerchiato dai centrocampisti del Renate, ne esce bene e imposta la manovra. (38' st Panetta sv) Gallea 6 Il fisico ce l’ha, la tecnica ce l’ha, lo dimostrano i lanci millimetrici con cui dalle retrovie imposta l’azione. Cade nella trappola di Trecozzi nell’episodio del rigore. Ma le amichevoli sono fatte per questo, per imparare e trarre giudizio dagli errori, no? Serra 6 Anche lui come Gallea ha il piede per tessere trame di gioco, pasticcia sul gol di Ghibellini ciccando il pallone che poi arriva a Resnati. Patruno 6.5 C’è tanto da scrivere sulla partita di Lorenzinho, anche cresciuto fisicamente: schierato largo a sinistra è molto cercato dai compagni nei cambi di gioco, tuttavia non sempre riesce a saltare l’uomo. Tutto sommato mette in difficoltà la retroguardia del Renate. Con l’ingresso di Manissero avanza a seconda punta. Ha anche qualche bella occasione per buttarla dentro, la più pulita quando il suo diagonale attraversa tutto lo specchio della porta dopo un bell'affondo. D’Ambramo 6.5 Gran mole di gioco, dà man forte a Patruno sul centrosinistra, in più tampona tanto in mezzo al campo. Ceica 6 Tanzi gli nega il gol del vantaggio granata con un gran riflesso sul suo colpo di testa, si muove tanto sul fronte offensivo, scattando sul filo del fuorigioco, come piace a lui. Pur trovando sulla sua strada un ottimo marcatore come D'Amato, si ritaglia qualche occasione in zona gol. 28’ st Gerarca 6.5 Crea scompiglio in attacco, segnando il gol di che sembrava potesse fissare il 2-2 finale. Jarre 6.5 Nella prima parte del match la sua posizione e i suoi movimenti mettono in difficoltà tatticamente il Renate, costretto a rivedere l’assetto. Arriva anche pericolosamente al tiro. 13' st Terranova 6.5 Entra bene anche lui, si trova al posto giusto per la deviazione sporca sul gol dell'1-2. Ferreri 6 Parte benissimo, senza sbagliare il minimo passaggio, poi cala un po' di intensità e di lucidità. 13' st Manissero 6.5 Mette a ferro e fuoco la fascia destra con le sue avanzate nel finale di partita. RENATE Tanzi 6.5 Grande risposta su Ceica nel primo tempo e assist al bacio per Mariani nel secondo. Mezzo voto in meno per l'indecisione sul primo gol dei granata. 28' st Melillo 6 Alcune uscite tempestive, per un pelo non salva anche su Gerarca. Bovi L. 6 Soffre le incursioni di Patruno, prestazione di contenimento senza grandi sortite offensive. 13' st Zaccaria 6 Si piazza davanti alla difesa ed alza la diga giocando con ordine e semplicità. Fardella 6.5 Buona intesa con Ghibellini, prova la sovrapposizione e nella ripresa sbroglia più di una matassa fungendo anche da "portiere aggiunto". 28' st Vaccani 6.5 Spunti interessanti ed accelerazioni preziose sulla corsia di sinistra. Comi 8 Inizia da play basso, quando Robbiati decide di alzarlo arriva la svolta: tocchi precisi, assist, tiri e la freddezza del rigore trasformato. Nel finale fa addirittura il centrale di difesa: capitano vero (in foto copertina con D'Amato). D'Amato 8 L'incubo di qualsiasi attaccante: puntuale negli anticipi, asfissiante nella marcatura, non ha paura di spazzare quando serve e non tira indietro la gamba nei contrasti. Malgrado la stanchezza, chiude la partita da terzino destro: gladiatore. Valussi 7.5 Insieme a D'Amato forma una coppia difensiva davvero efficace, toglie le castagne dal fuoco con salvataggi di testa e scivolate provvidenziali. Baioni 6 Piuttosto evanescente, prova a costruire qualcosa con Bovi e Resnati sul versante di destra ma non trova mai il guizzo giusto. 1' st Mariani 7.5 Segna con astuzia dopo appena 5' dal suo ingresso, poi si adatta a giocare prima da terzino destro e poi sinistro: jolly alla Maehle. Ciarmoli 6 Robbiati lo riprende spesso chiedendogli di alzarsi di più, non riesce ad imprimere la sua impronta sulla gara se non con qualche traversone sporadico. 1' st Bovi C. 7 Carro armato, porta muscoli e polmoni alla mediana. Quando parte palla al piede è praticamente inarrestabile. Lisco 6.5 Tanto lavoro sporco, si abbassa spesso per dare una soluzione ai compagni e giocare di sponda; ripiega anche sugli esterni per permettere gli inserimenti centrali dei colleghi. 13' st Molteni 6 Prova a sfruttare il fisico e la statura imponenti, ci riesce di rado e non fa salire quasi mai la squadra. Resnati 7 Bravo a sfruttare il momento di difficoltà di Serra, suo l'assist per il vantaggio brianzolo. Un grande Lando gli nega la gioia personale. 21' st Adamo 6 Prova ad inserirsi negli spazi lasciati dal Toro a destra. Ghibellini 7 Parte in sordina come il resto della squadra, ma nel momento cruciale non sbaglia e porta in vantaggio i suoi. 13' st Treccozzi 6.5 Ha il grande merito di guadagnarsi il rigore che vale 3 punti. All. Robbiati 7 Non appena percepisce le difficoltà della squadra, è bravo ad intervenire con cambi e suggerimenti vincenti. ARBITRO: Spinelli di Cuneo 6 Rigore che sembra esserci, non si capisce come mai il primo tempo duri solo 41 minuti. [caption id="attachment_270057" align="alignnone" width="900"] Ghibellini-Mariani Ghibellini e Mariani, Renate Under 17[/caption]
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400