Cerca

Monza-Milan Under 16: il Diavolo veste Longhi, Perrucci e Cifuentes, tris rossonero a Biassono

Monza-Milan Under 16
Una sfida tra la ricca Brianza e la bella Milano è sempre uno spettacolo, non può essere altrimenti. Un test match molto avvincente quello tra Monza e Milan, che si studiano e danno vita ad un incontro tirato e deciso da tre episodi, uno per tempo. La spunta il Milan di Bellinzaghi, che controlla bene in toto il match e non concede grandi occasioni ai biancorossi di Abbate. Spazi chiusi. La prima occasione del match è una conclusione rossonera da parte di Piantedosi che colpisce potente col mancino e colpisce in pieno il palo alla sinistra di un’ormai battuto Vergani. Il Milan è leggermente più propositivo del Monza e si avvicina al vantaggio all’11’, quando potrebbe concludere Longhi verso la porta, dopo aver sfruttato un errore di Vergani e Colombo, ma non riesce a calciare perché ostacolato da D’Aletti. La partita è molto aperta ma povera di occasioni: i rossoneri cercano spesso di sfondare sul lato sinistro con la verve di Piantedosi, ma i biancorossi si chiudono molto bene e provano ad impostare per via centrali, sfruttando invece il movimento di Cattaneo, che svaria in tutte le zolle della trequarti. Al 25’ non sfrutta un buon corridoio di Benedetti, Longhi, che calcia debolmente murato da D’Aletti. Non centra il bersaglio neppure Perrucci, che qualche minuto più tardi, emulando Cahlanoglu, si accentra da sinistra e prova il destro dal limite. I biancorossi di Abbate non riescono solo nell’ultimo passaggio, come al 28’, quando dopo una bella combinazione tra Strada e Infantino è Cattaneo a finire anticipato da un ottimo Tezzele. Il vantaggio è infatti rossonero ed arriva al 37’, quando Longhi, ben servito a centro area da Benedetti, aggira D’Aletti e supera con estrema dolcezza, di mezz’esterno, Vergani, che non può nulla. Allungo Diavolo. Nella ripresa il test match vale diverse sostituzioni ma il Milan, al rientro in campo, allunga con la gran giocata di Perrucci che, dopo uno slalom, conclude col mancino sul secondo palo raddoppiando le marcature. Al 12’ potrebbe triplicare le marcature Mangiameli, che ben servito da Zeroli non riesce a superare Greco, che si oppone con un buon intervento plastico. Prova a rispondere al 16’ il Monza con il sinistro dal limite di Pedrazzini, che impegna Lionetti, costretto a deviare in corner. Il Monza nei minuti finali preme a caccia del gol che accorcerebbe le distanze ma produce solo due conclusioni dalla distanza di Poropat e Brugarello, che terminano ampiamente sopra alla traversa. L’esito del match è però già scritto: i rossoneri provano a chiudere all’attacco e al 37’ viene fuori lo 0-3 con Cifuentes, che non perdona solo di fronte a Greco e lo silura col mancino. Sfiora, invece, lo 0-4 Sala, che trova sui suoi passi un’ottima risposta di Greco, che respinge il pallone sui piedi di Cifuentes, che trova il palo. A Biassono passa il Milan, che si aggiudica un blasonato test match.

 IL TABELLINO

MONZA-MILAN 0-3 RETI: 38' Longhi (Mi), 7' st Perrucci (Mi), 37' st Cifuentes (Mi). MONZA (4-3-1-2): Vergani 6 (10' st Greco 6.5), Ferrandino 6.5 (23' st Zotkaj sv), Sironi 6 (1' st Pedrazzini 6.5), Colombo 6, Caccia 6.5, D'Aietti 6, Raccosta 6 (23' st Poropat sv), Speroni 6 (10' st Brugarello 6), Strada 6.5, Cattaneo 6.5 (10' st Eranio 6), Infantino 6. All. Abbate 6. MILAN (4-3-3): Lionetti 6.5, Paloschi 6.5 (1' st Casali 6), Piantedosi 7.5 (13' st Bartesaghi 7), Baricchio 6 (1' st Nicotra 6), Tezzele 7.5, Malaspina 7.5, Nahrudnyy 6 (23' st Sala sv), Zeroli 6.5, Longhi 7 (1' st Mangiameli 6), Perrucci 7, Benedetti 6.5 (18' st Cifuentes 7.5). A disp. De Lucia, Rossi. All. Bellinzaghi 7.5. ARBITRO: Palmucci di Milano 7. ASSISTENTI: Zaretti di Seregno e Ghita di Voghera.

LE PAGELLE

MONZA Vergani 6 Non può nulla sulle due reti subite, nel complesso interviene ove necessario. 10’ st Greco 6.5 Risponde presente a Mangiameli, non può nulla sul gol di Cifuentes. Ferrandino 6.5 Prova spesso l’azione in ripartenza solitaria, uno dei migliori. (22’ st Zotkaj sv). Sironi 6 Un po’ timidino, fatica ad incidere. 1’ st Pedrazzini 6.5 Grande ingresso il suo, sprinta proponendosi spesso in avanti Colombo 6 Tuttavia tiene ben salde le redini del centrocampo, non inventa grandi traiettorie ma agisce nel mezzo. Caccia 6.5 Saldamente nonostante i continui attacchi rossoneri, solido e roccioso. D’Aletti 6 Aggirato un po’ facilmente da Perrucci, rimedia con il carattere del capitano. Raccosta 6 Poco propositivo anche lui, non riesce a sfondare su quella fascia, complici le grandi giornate di Piantedosi e Bartesaghi. (22’ st Poropat sv). Speroni 6 Prova a ragionare ma finisce spesso ingabbiato dalla mediana rossonera. (10’ st Eranio 6). Strada 6.5 Vivace e propositivo per tutta la partita, fatica solo a trovare lo specchio. Cattaneo 6.5 Sulla trequarti inventa con grande continuità, svaria da fascia a fascia e crea pericoli. (10’ st Brugarello 6). Infantino 6 Prova a usare la rapidità, ma nel complesso non lascia grandi tracce. All. Abbate 6 I suoi propongono un buon gioco ma faticano a creare grandi occasioni, alla fine del match la vittoria è meritatamente rossonera.

 LE PAGELLE

MILAN Lionetti 6.5 Presente anche nella manovra, portiere di personalità che dà supporto. Paloschi 6.5 Si propone in avanti e chiude bene dietro, fluidificante. (1’ st Casali 6). Piantedosi 7.5 Anche l’Under 16 ha il suo Theo Hernandez, che partita la sua. 18’ st Bartesaghi 7 Che ingresso il suo, non fa sentire la mancanza di Piantedosi. Fulmine. Baricchio 6 Metronomo, distribuisce palloni linearmente, sufficienza piena. (1’ st Nicotra 6). Tezzele 7.5 Strepitoso sia in fase di copertura che in fase di impostazione, difensore completo. Malaspina 7.5 Rendimento eccezionale anche il suo, chiude ogni spazio e non lascia scampo. Nahrudnyy 6 Timidino, prova ad entrare nelle azioni da gol ma non lascia il segno. (30’ st Sala sv). Zeroli 6.5 Entra in campo con un grande spirito, sia in mediana che negli inserimenti ci mette la faccia. Longhi 7 Attaccante letale, nei movimenti e nelle conclusioni lascia il segno. (1’ st Mangiameli 6). Perrucci 7 Funambolo, spazia su tutta la trequarti e diventa l’incubo della difesa biancorossa. Benedetti 6.5 In ogni azione è un punto di riferimento, non riesce ad andare in “bonus”. 18’ st Cifuentes 7.5 Ha pochi minuti a disposizione ma squarcia in due la partita, gol e palo All. Bellinzaghi 7.5 Porta a casa una vittoria brillante, il blasonato test match è suo ed è frutto di una grande gestione del gruppo. ARBITRO Palmucci di Milano 7 Direzione ottima, la partita scorre più che tranquilla.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400