Cerca

Under 16

Juventus-Torino: Piccinin illude i bianconeri, Muratore con una prodezza riporta in parità il derby della Mole

Juventus che parte forte nel primo tempo, attaccando a tutto campo trovando la rete del vantaggio con Piccinin. Nella ripresa il Toro esce dal guscio e prova a fare la partita, la magia di Muratore riporta la partita in parità

Juventus-Torino: Piccinin illude i bianconeri, Muratore con una prodezza riporta in parità il derby della Mole

Allo Juventus center, va in scena il derby della Mole per la quarta giornata di campionato Under 16 nazionali. Match che vede i padroni si casa gestire e comandare il gioco nella prima frazione di gara, con un Toro che pressa molto per recuperare palla. Vantaggio bianconero che arriva al 31', Piccinin anticipa i difensori e insacca per l'1-0 momentaneo. La ripresa vede i granata molto più agguerriti, anche grazie a questo Muratore con una magia riporta in parità il derby. 

Juventus che prova a fare la partita, pressing asfissiante del Torino Al via la quarta giornata di campionato, Juventus che vuole vincere il derby per rimanere in scia al Monza (capolista a punteggio pieno), Torino che con una vittoria invece potrebbe scavalcare i concittadini in classifica. Le due formazioni entrano in campo con moduli speculari, entrambi con un 4-3-3 proiettato in avanti. Finocchiaro si mette subito in mostra al 4', quando con un dribbling secco sulla linea di fondo fa andare fuori tempo Sardo, serve in mezzo Pugno che calcia forte ma rasoterra, facile per Bellocci. Come detto la Juve fa la partita, o almeno ci prova, dato l'enorme pressing granata sui portatori di palla di Piero Panzanaro. Match che in queste fasi iniziali viene giocato soprattutto a centrocampo, tanti contrasti e qualche fallo, spezzettano il ritmo di gara. Al 9' un'invenzione di Boufandar pesca tra le linee Pugno, che calcia di prima intenzione, tiro alto sopra la traversa. Ospiti che riescono finalmente a farsi vedere dalle parti di Cabella, al 22' una bella azione tutta confezionata sulla fascia destra tra Di Paolo e Muratore, lo scambio tra i due manda il numero 2 al cross, un ottimo traversone per Raballo, che però non ci crede. Fase centrale di primo tempo che ribalta un po' gli equilibri che si sono visti ad inizio partita, ora sono gli ospiti a gestire la palla e a creare occasioni. Sempre dalla destra e sempre con Muratore che innesca Scarfiello, pescato però in fuorigioco. Juventus che fatica leggermente in questa fase di match ed è costretta a ripiegare e difendere con tutti gli uomini. Bianconeri che riescono ad uscire dal pressing avversario grazie alle giocate individuali di Finocchiaro, che al 31' guadagna bene di astuzia una rimessa laterale. Dalla stessa rimessa riceve palla proprio Finocchiaro, il diez salta facile Muratore crossa alla perfezione in mezzo alle spalle di Desole sbuca Piccinin che con la punta del piede tocca la palla e la insacca in rete, 1-0 Juventus, che si porta in vantaggio a pochi minuti dall'intervallo. Dal momento del gol fino al break, la formazione di Franco Semioli scompare dai radar offensivi e deve soffrire le avanzate dei giocatori bianconeri, galvanizzati dal gol. Si mette in mostra bene Scienza al 35', combina bene con Pugno e Ventre, il numero 8 va al tiro, ma la conclusione viene deviata in angolo, rimane la bella giocata sulla destra dei tre ragazzi di Panzanaro. L'ultima chanche è per Finocchiaro, viene pescato bene tra le linee da Scienza, il diez calcia di sinistro ad incrociare, palla però a lato di un metro. Primo tempo che si conclude sull'1-0 Juventus. 

Il vecchio Cuore Granata non tradisce mai, Juve troppa leggerezza Ripresa che vede un Torino molto più agguerrito dal punto di vista agonistico, Juve che comunque cerca di fare la partita, ma i granata spronati nello spogliatoio da loro allenatore entrano in campo un piglio diverso. La prima occasione però è per i bianconeri, che confezionano con l'asse Scienza-Ventre una bella azione sulla destra, al tiro va il numero 2 bianconero, palla però alta. Toro che riesce a gestire meglio il possesso palla nella ripresa, riuscendo a costruire anche dal basso, al 7' infatti Di Paolo, servito alla perfezione da Sacco, controlla e tira, conclusione potente ma imprecisa, granata che però sono più che mai in partita. Torino che però rischia di subire il 2-0, quando Scienza fa un sol boccone di Sacco e Armocida a centrocampo, serve Pagnucco ( subentrato ad inizio ripresa per Giorgi), il numero 15 entra in area crossa in mezzo all'area, ma non trova nessun compagno, difesa granata che era rimasta sguarnita e può tirare un sospiro di sollievo. Scarfiello, un po' in ombra nel primo tempo, al 14' mostra tutte le sue abilità di dribblatore, saltando secco Crafisto, serve poi con un fantastico pallone  Di Paolo, che calcia stavolta ad incrociare, Cabella però si distende e blocca. Torino che insiste con la manovra offensiva, mixata ad un pressing asfissiante nel momento in cui i granata perdono palla. Proprio questo atteggiamento, fa si che la difesa bianconera vada in ansia e sbagli un rinvio al 22', palla che arriva tra i piedi di Di Paolo, che serve Muratore in posizione centrale ai 30 metri, il numero 2 prende la mira e calcia di prima, di destro a giro, palla che va a togliere le ragnatele dall'incrocio dei pali, Cabella vola ma non può prenderla questa, gol fantastico del terzino granata, derby che torna in parità. Panzanaro decide di far entrare Pisano per Pungo, e dare più centimetri all'attacco bianconero. Pisano entra fantasticamente in partita, dopo solo 5'minuti, ha una chanche colossale, il cross di Pagnucco dalla sinistra e perfettamente indirizzato sulla sua testa, Pisano colpisce a botta sicura angolando bene la conclusione, ma Bellocci va giù in una frazione di secondo e con la manona compie un miracolo, salvando il risultato, disperazione per l'attaccante bianconero. Pisano è ancora protagonista al 26' quando percorre tutta la fascia sinistra saltando di velocità il neo entrato Gasti, entra in area calcia, ma la palla finisce sull'esterno della rete. Toro che quasi la vince nel finale, quando Scarfiello decide di fare tutto da solo, salta due avversari sulla destra, entra in area calcia fortissimo sul primo palo, Cabella ci mette i pugni e salva i suoi. Partita che finisce 1-1, risultato sostanzialmente giusto per quello visto in campo. Juventus che può fare mea culpa sul gol subito, ma il Torino comunque meritava il pareggio per le qualità e le giocate dei propri calciatori. 

IL TABELLINO

Juventus-Torino 1-1
RETI (1-0, 1-1): 31' Piccinin (J), 22' st Muratore (T).
JUVENTUS (4-3-3): Cabella 7, Ventre 6.5 (28' st Grosso 6), Giorgi L. 6.5 (1' st Pagnucco 7), Scarpetta 7, Boufandar 6.5, Meringolo 7, Crapisto 6.5 (28' st Nuti 6), Scienza 7.5 (18' st Ngana 6), Pugno 6.5 (18' st Biliboc 6), Finocchiaro 7 (5' st Pisano 6.5), Piccinin 7 (5' st Balzano 6). A disp. Piras, Nobile. All. Panzanaro 6.5.
TORINO (4-3-3): Bellocci 7, Muratore 7.5, Ponghetti 6, Sacco 6.5 (15' st Gasti 6.5), Desole 6.5, Sardo 6.5 (38' st Alfano 6), Di Paolo 7, Armocida 6, Raballo 6 (15' st Magnino 6), Dimitri 6.5, Scarfiello 7. A disp. Alloj, Vagnati, Chelotti, Carbone, Ragusa, Rota. All. Semioli 7.
ARBITRO: Teghille di Collegno 7.
ASSISTENTI: Marcella di Asti e Berisha di Asti.
AMMONITI: Scarpetta (J), Muratore (T), Scienza (J), Sardo (T), Di Paolo (T).

LE PAGELLE

Juventus

Cabella 7 Salva la squadra in un paio di occasioni, leader della difesa, sul gol, vola ma le ali non le ha.

Ventre 6.5 Terzino di spinta più che difensivo, in attacco va come un treno, in difesa soffre Scarfiello. 28'st Grosso 6 Ingresso in campo per dare equilibrio ad una difesa un po' ballerina nel finale.

Giorgi 6.5 A differenza di Ventre, lui predilige la fase difensiva a quella offensiva, si vede poco in attacco. 1'st Pagnucco 7  Entra benissimo in partita, da peso all'attacco con le sue innumerevoli sovrapposizioni, crossa perfettamente ogni volta che ne ha l'occasione. 

Scarpetta 7 Play basso dei bianconeri, difensore centrale alla "Bonucci" imposta e comanda la difesa e la squadra da vero capitano, non si fa mai sorprendere dagli avversari, Leader in campo. 

Bounfadar 6.5 Interditore con piedi sopraffini, recupera un'enormità di palloni a centrocampo, funge da diga davanti alla difesa. 

Meringolo 7 Centrale difensivo di carattere, unica pecca il pallone regalato al Torino sul gol, ma ce da dire che ha spazzato come poteva in una situazione molto difficile, mai è stato anticipato dagli attaccanti. 

Crapisto 6.5 Recupera tanti palloni e ne smista altrettanti, non sempre nel centro del gioco, da però un ottimo contributo alla manovra nel primo tempo, cala nella ripresa e viene sostituito. 28'st Nuti 6 Cerca di smistare e creare gioco, ma il pressing avversario lo costringe sempre a scaricare, aiuta bene la difesa nei minuti finali. 

Scienza 7.5 Giocate di classe per lui, dribbling, corsa e tanto sacrificio, serve più volte i suoi attaccanti che però sprecano i palloni pregiati che arrivano, è il play avanzato della squadra, piedi sopraffini. 18'st Ngana 6 Ruolo diverso da Scienza, lui è un interditore completo, recupera bene tanti palloni che smista per i compagni. 

Pungo 6.5 Ci prova tutto il tempo in cui rimane in campo, ma viene stretto tra la morsa dei difensori avversari. 9'st Pisano 6.5 Il gol gli viene negato prima da un miracolo di Bellocci, poi dal fuorigioco, oggi tanta sfortuna e un pizzico di imprecisione per lui. 

Finocchiaro 7 Dribbla bene quando ne ha l'occasione, suo l'assist per il gol di Piccinin, gioca a supporto della squadra, crea sempre la superiorità numerica in attacco. 18'st Biliboc 6 Viene sempre raddoppiato quando riceve palla, costretto a scaricare al compagno più vicino, da una grossa mano in fase difensiva. 

Piccinin 7 Gran gol di astuzia, sbuca alla spalle dei difensori e con una zampata porta in vantaggio i bianconeri, cala nella ripresa e viene sostituito. 9'st Balzano 6 Meno offensivo del compagno, ma costruisce un paio di ottime occasioni per gli attaccanti anche lui fondamentale nel ripiego difensivo. 

All. Panzanaro 6 I cambi, stravolgono la partita sia positivamente ( Pagnucco) che negativamente ( troppi giocatori difensivi), forse si aspettava qualcosa di più dai suoi ragazzi che hanno mostrato a tratti una bel calcio dominante. 

Torino

Bellocci 7 Un miracolo e tanti interventi importanti, sul gol non può nulla. 

Muratore 7.5 Corsa, dribbling e un gol fantastico all'incrocio per lui. Giocatore a tutto campo, parte terzino e finisce mezz'ala la sua partita, completo. 

Ponghetti 6 Poco efficace in attacco, molto in difesa, l'allenatore vuole però più spinta e lo sostituisce poco dopo l'inizio della ripresa. 15'st Gasti 6.5 Lui spinge eccome sulla fascia, ma rischia tanto in fase difensiva, fortunato che Pisano non ha trovato il gol. 

Sacco 6.5 é lui che ha il compito di creare gioco per il Torino, lo fa bene per tutta la partita, essendo anche importante per la fase difensiva. 

Desole 6,5 Bene per tutta la gara, assieme a Sardo, chiudono gli spazi agli attaccanti avversari che vogliono passare dalle vie centrali. 

Sardo 6.5 Come per Desole, ottima gara, ottime chiusure e anticipi. 33'st Alfano 6 Gioca poco, ma da il suo contributo in difesa, marcando e spazzando via bene. 

Di Paolo 7 Corsa infinita, fiato infinito, fino alla fine corre come un treno, ha 2 chanche per segnare ma Cabella dice no. 

Armocida 6 Partita difficile per lui a centrocampo, da e riceve tanti calcioni, bene però in fase di costruzione e in fase difensiva.

Raballo 6 Soffre il pressing dei difensori avversari che lo stringono in una morsa. 15'st Magnino 6 Anche lui viene braccato dalla difesa Juventina, partita difficile per le punte granata. 

Dimitri 6.5 Belle giocate di qualità per trovare tra le linee gli attaccanti, si sacrifica anche in fase difensiva. 

Scarfiello 7 In ombra nel primo tempo, nel secondo invece tira fuori le sue abilità dal taschino, dribbling e velocità lo contraddistinguono, sul finale quasi non regala la vittoria ai granata. 

All. Semioli 7 Cambi azzeccati, soprattutto portare Muratore dal terzino a mezz’ala sinistra, cambia la partita, infatti arriva il gol del pareggio proprio del numero 2 granata.

ARBITRO: Teghille di Collegno 7 Ottima prestazione e direzione in un derby. Non semplice e non scontato. Applausi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400