Cerca

Under 16 A-B

A Mosconi risponde Scotti, il derby si chiude senza vincitori

Ad Abate non basta un gran secondo tempo, rossoneri scavalcati dall'Atalanta a due giornate dal termine

Milan-Inter Under 16

I due autori dei gol: a sinistra Mosconi dell'Inter, a destra Scotti del Milan

Al Vismara si chiude in parità il derby milanese tra il Milan di Abate e l' Inter di Annoni, che assapora il colpo grosso con Mosconi ma viene raggiunta nella ripresa dalla rete di Scotti. I rossoneri così si fermano, dopo tre vittorie consecutive, mentre i nerazzurri trovano risposte positive rispetto al ko di due settimane fa contro il Vicenza. Annoni perde per squalifica Ciardi e dal primo minuto rilancia Tigani; le altre novità sono rappresentate da Della Mora, preferito a Bordoni, e dal rientro dal primo minuto di Spinaccè, che affianca Mosconi davanti, con De Pieri sulla trequarti. Lato Milan, Abate ritrova Ruggimenti e Scotti e li schiera immediatamente dal primo minuto; difesa e centrocampo confermati in toto rispetto alla convincente vittoria di Udine.
A spezzare l'equlibrio ci pensa Mosconi Milan e Inter partono con idee chiare fin dal primo minuto, con pressing alto da entrambe le parti e ricerca, pur difficoltosa, di partire sempre dal basso. A partire con più intensità sono però i ragazzi di Annoni, che mostrano inizialmente più gamba e più ferocia sulle seconde palle; il centrocampo nerazzurro approccia meglio il match e i duelli individuali a metà campo vedono prevalere i nerazzurri. In una di queste occasioni arriva la prima chance, con Venturini che riconquista palla e scarica un destro da fuori che lambisce il palo. Abate chiede costantemente ai suoi di mantenere alta la linea del pressing e le situazioni in mischia che ne derivano sono numerose, pur senza mai impensierire Castelnuovo. Chi beneficia della pressione è invece l'Inter: su un cambio gioco forzato di Bonomi, Magni si vede sottratta palla da De Pieri, che conduce e innesca in profondità Mosconi. Il destro del bomber nerazzurro è perfetto e non lascia scampo a Rugginenti. Una volta trovato il vantaggio, la colpa della squadra di Annoni è però quella di abbassarsi troppo, con tutti gli undici schierati in un 4-4-2 dietro la linea della palla e col Milan costantemente in controllo del possesso. Il forcing rossonero non porta però risultati, mentre i contropiedi nerazzurri rischiano di far male e Rugginenti si deve esaltare per negare la rete al mancino di Spinaccè e a quello di De Pieri, lanciato in campo aperto.
A furia di provare, spunta Scotti Dopo l'intervallo, dagli spogliatoi esce però un Milan assatanato, come dimostra dopo solo un minuto il sinistro di Martinazzi chiuso in angolo da Castelnuovo. Fin da subito, quello rossonero si dimostra un assedio; l'Inter, rispetto al finale di primo tempo, non trova mai il modo di ripartire e di cercare transizioni offensive, con tutto il Milan a chiudere i nerazzurri nella propria metà campo. Bakoune e Magni viaggiano costantemente in sovrapposizione e da sinistra arriva il pareggio a metà tempo; il numero 3 scambia con Sia e arriva sul fondo, mettendo un pallone perfetto a centro area per il sinistro vincente di Scotti. Dopo il meritato pareggio rossonero, il copione della partita non cambia; pur senza creare grandi pericoli, la squadra che prova con costanza a trovare i tre punti è quella di Abate. Sull'unica grande opportunità, però, avviata da uno scambio tra Magni e Sia, Chiesa è strepitoso nell'opporsi col corpo al destro del capocannoniere del girone. La squadra di Annoni, pur pensando esclusivamente a difendersi, ne esce così con un punto prezioso, in attesa dell'Atalanta; bergamaschi che nel frattempo scavalcano in classifica proprio il Milan, che a 180 minuti dalla fine non ha più il destino nelle proprie mani.

IL TABELLINO

MILAN-INTER 1-1
RETI (0-1, 1-1): 21' Mosconi (I), 22' st Scotti (M).
MILAN (4-3-3): Rugginenti 7, Bakoune 7, Magni 7, Vitali 6.5 (18' st Perina 6.5), Tezzele 6.5, Parmiggiani 7, Scotti 7.5 (42' st Di Siena sv), Mancioppi 6.5, Martinazzi 6 (42' st Manto sv), Bonomi 6, Sia 6.5. A disp: Colzani, Saporito, Martinelli, Rutigliano. All. Abate 7.
INTER (4-3-1-2): Castelnuovo 6.5, Della Mora 6 (26' st Bordoni sv), Cocchi 6.5, Zanchetta 6.5 (36' st Sotgia sv), Garonetti 7, Chiesa 7.5, Venturini 6.5 (26' st Djbril sv), Tigani 7, Mosconi 7 (26' st Lavelli sv), De Pieri 7 (9' st Mocchetti 6), Spinaccè 6.5 (36' st Gaverini sv). A disp: Zamarian, Granziera, Re Cecconi. All. Annoni 6.5.
ARBITRO: Gangi di Enna 7.
ASSISTENTI: Marasco di Saronno e Susini di Saronno.
AMMONITI: Bakoune (M), Magni (M).

LE PAGELLE

MILAN

Rugginenti 7 Nulla può sul destro di Mosconi, viene sollecitato da Spinaccè e De Pieri ed è perfetto nel negare il raddoppio in un paio di occasioni. Ripresa da spettatore non pagante.
Bakoune 7 Gamba impressionante, spinge dal primo all'ultimo minuto, entrando spesso dentro al campo; mostra anche qualità con alcuni palloni interessanti messi in mezzo.
Magni 7 Insieme a Bonomi, è responsabile della palla persa che dà il là all'azione del vantaggio nerazzurro; nella ripresa è però un trattore, mettendo in ambasce la difesa di Annoni e trovando l'assist perfetto per Scotti.
Vitali 6.5 Si abbassa tantissimo tra i centrali di difesa per impostare e fare gioco; tanti passaggi in orizzontale alternati a qualche buona idea di verticalità.
18' st Perina 6.5 Entra per cambiare assetto al Milan e si piazza sulla trequarti; gran fisico, aiuta a mantenere alta la linea del pressing dei suoi.
Tezzele 6.5 Sempre ben posizionato, vede Spinaccè allargarsi sempre dal suo lato e leggermente lo soffre; nella ripresa senza lavoro, in serenità.
Parmiggiani 7 Imperioso in mezzo alla difesa, Mosconi segna ma sarà l'unico tiro della sua partita. Tanti anticipi e ottime letture di posizionamento.
Scotti 7.5 Dialoga tantissimo con Bakoune, scambiandosi spesso la posizione col terzino dalla sua parte. Ha il grandissimo merito di farsi trovare al posto giusto sul cross di Magni e trovare massima precisione per il pareggio rossonero. (42' st Di Siena sv).
Mancioppi 6.5 Parte mezz'ala di palleggio e si abbassa a fare gioco quando esce Vitali a metà ripresa. Pur senza eccellere, mostra buona qualità ed è preciso nelle scelte.
Martinazzi 6 A parte un tiro a inizio ripresa che impegna Castelnuovo, non si fa notare per grandi cose; è anzi spesso anticipato da Garonetti e Chiesa e fatica ad entrare in partita (42' st Manto sv).
Bonomi 6 Prova a legare il gioco tra centrocampo ed attacco, è però responsabile del brutto pallone che porta all'azione del gol nerazzurro; non trova colpi di qualità, si perde nei ritmi del match.
Sia 6.5 Non riesce a segnare, e già questa è una notizia. Entra comunque in tante azioni dei suoi, dialogando spesso con Magni come in occasione del pareggio.
All. Abate 7 Se lo sport in questione fosse la boxe, ai punti il Milan avrebbe meritato la vittoria. Ne esce invece con un solo punto, lasciando la vetta all'Atalanta; la prova però è da grande squadra, con secondo tempo di dominio assoluto.

INTER
Castelnuovo 6.5 Nonostante l'assedio avversario, non deve compiere parate importanti; è sveglio e rapido nell'opporsi al sinistro di Martinazzi a inizio ripresa.
Della Mora 6 Nel secondo tempo soffre parecchio il connubio Magni-Sia; il Milan attacca spesso dalla sua parte e lui, nonostante l'aiuto di Tigani, fatica a contenere le scorribande del duo rossonero. (26' st Bordoni sv).
Cocchi 6.5 Partita di ordine tattico e disciplina, senza mai affondare nella metà campo altrui; ben coadiuvato da Spinaccè sulla sinistra, soffre senza però mai sbandare definitivamente.
Zanchetta 6.5 Guida inizialmente la pressione dei suoi e conquista qualche buon pallone; poi però vede poco la sfera, deve spesso rincorrere e cala alla distanza. (36' st Sotgia sv).
Garonetti 7 Capitano di grande personalità, con l'andare della partita si incolla a Martinazzi e non gli concede più nulla; che sia di testa o con un anticipo, lascia solo le briciole al 9 rossonero.
Chiesa 7.5 Guidato da Garonetti, è concentratissimo fin dal primo istante; rispetto al compagno di reparto, gioca più di letture che di marcatura, chiudendo alla grande sul destro ravvicinato di Sia.
Venturini 6.5 Parte con grande gamba, lo sprint iniziale è notevole e va vicino al gol dopo pochi minuti; poi però cala progressivamente, fino al cambio. (26' st Djbril sv).
Tigani 7 Il più continuo nella metà campo nerazzurra, mantiene alta l'intensità per tutto il match lottando fino all'ultimo pallone e riconquistandone un numero notevole.
Mosconi 7 Perfetto nel movimento e nella conclusione che lo porta a festeggiare la rete personale; nella ripresa non vede mai palla, complice il baricentro molto basso della squadra di Annoni. (26' st Lavelli sv).
De Pieri 7 Si prodiga nel pressing, come dimostra la riconquista palla e l'assist per il gol di Mosconi; sempre lucido, pur toccando pochi palloni.
9' st Mocchetti 6 Entra per dare più freschezza, ma l'atteggiamento tattico della squadra non lo aiuta; fatica a tenere palla nelle poche occasioni in cui ne avrebbe l'opportunità.
Spinaccè 6.5 Impegna Rugginenti ad una grande parata nel primo tempo, per poi sacrificarsi con grande abnegazione a sinistra aiutando Cocchi da quella parte. (36' st Gaverini sv).
All. Annoni 6.5 I suoi ragazzi partono con atteggiamento perfetto, dando intensità da subito alla partita. Poi però la squadra si abbassa troppo, accontentandosi più del pareggio che cercare i tre punti.

ARBITRO
Gangi di Enna 7 Partita correttissima, che lo aiuta nel dirigere senza nessun patema; dimostra buona personalità, con fischi giusti nei momenti giusti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400