Cerca

Under 16 A-B

Match point per il Milan: Filippo Scotti fa sognare anche in Azzurro e guida il Diavolo

Reduce dai due gol all'Ungheria, il classe 2006 rossonero contro il Cittadella cercherà di regalare a Ignazio Abate il primo posto

Filippo Scotti

Scotti, protagonista della doppia amichevole con l'Ungheria (da figc.it)

Ci siamo. Il Milan Under 16 ha in mano il colpo del match point: a 80 minuti dalla fine, infatti, i rossoneri sono primi in classifica nel Girone B e battendo il Cittadella nell'ultima giornata di campionato in programma domani (sabato) al Vismara festeggerebbero il primo posto matematico davanti a Verona, Inter e Atalanta. Niente male per Ignazio Abate, alla sua prima stagione da allenatore. L'ex terzino rossonero si affiderà, come spesso è successo in questa stagione, anche e soprattutto a Filippo Scotti, jolly offensivo classe 2006 reduce da due ottime prestazioni con la maglia della Nazionale di categoria: nella doppia sfida che l'Italia ha giocato contro l'Ungheria, infatti, il ragazzo ha messo a segno le uniche reti Azzurre.

Gli Azzurrini di Zoratto sono infatti tornati sconfitti dalla doppia amichevole con l'Ungheria, del 12 e 14 aprile. Il primo incontro ha visto la formazione ospite trovare il gol del definitivo 1-2 dopo il momentaneo pareggio firmato Scotti, e nella seconda gara, alla prima rete degli ungheresi, risponde ancora Scotti per l’1-1, questa volta definitivo. Protagonista in azzurro, il nome del giocatore del Milan è uno dei più riecheggianti anche nell’ambiente del Vismara, in particolare per chi ha seguito la stagione dei rossoneri classe 2006 allenati da Ignazio Abate. Avevamo già avuto modo di parlare del giovane centrocampista, che ha iniziato nel K2 Caselle (una piccola squadra di un altrettanto piccolo comune del lodigiano) e dopo essere passato per l’Atletico CVS è diventato un pilastro del Diavolo e della Nazionale. Centrocampista offensivo, impiegabile come regista o esterno alto, è uno di quei giocatori che sa coniugare al meglio qualità e versatilità, che alla visione di gioco abbina una sopraffina tecnica palla al piede che lo porta, non di rado, a trovare il gol. Uno dei suoi punti di forza è infatti il tiro da fuori, grazie alla potenza e alla precisione da cui è caratterizzato. Ma Scotti, in mezzo al campo, sa farsi valere anche per dribbling e velocità, che gli permettono di far salire la squadra e, all’occorrenza, immettersi nei lanci lunghi in fase offensiva - il tutto condito dalla grinta e dal senso del sacrificio di cui è sempre stato dotato. Non è la prima volta che Scotti si rende decisivo in Nazionale col suo gioco e i suoi gol (la sua penultima marcatura era stata nell’amichevole con la Germania del 26 marzo), tanto da entrare in pianta stabile nella formazione del CT Zoratto, che alla luce del doppio incontro con l'Ungheria parla così di Scotti ai microfoni della FIGC: «È un ragazzo interessante: ha carattere, temperamento e gamba. Attacca la profondità e vede la porta, ha una progressione notevole e quando parte è difficile riprenderlo. Ottime sia le potenzialità che le prospettive».

Filippo Scotti nella stagione 2018/19 con la maglia del suo Milan

Il CT della Nazionale è quindi soddisfatto di lui, e non può che esserlo altrettanto la società rossonera che può contare su di lui ogni settimana dal 2017. In quella stagione del suo arrivo militava negli Esordienti, ma è stato nel primo anno di calcio a 11, nella stagione 2019/20, che ha trovato la sua consacrazione mettendo a segno 11 gol in 16 presenze. Nel campionato in corso è uno degli uomini chiave della formazione che punta a vincere il girone. Il suo contributo l’ha dato in 1069 minuti, spalmati su 16 presenze in cui è andato a segno 10 volte, piazzandosi al quarto posto della classifica marcatori e con un'ultima giornata a disposizione per eguagliare o superare il suo record. In questo Milan viene impiegato come regista offensivo o come esterno destro, creando un reparto d'attacco letale, per qualità tecnica e fantasia, coi compagni Sia e Perina. Fondamentale sia in Azzurro che in rossonero, Filippo Scotti si conferma uno dei giocatori più promettenti dell'ambiente giovanile italiano, e il suo contributo nell'attuale stagione del Milan potrebbe venire impreziosito dall'ultima gara in vista sabato, dove una vittoria significherebbe il primo posto nel girone alla sua squadra.

I SUOI NUMERI DELLA STAGIONE

  • Presenze: 16
  • Minuti: 1069
  • Gol: 10
  • Media gol/minuto: 107
  • Media voto: 7.1
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400