Cerca

Under 16 A-B

Sia ne segna tre e il Milan dilaga: la capolista vola dritta alle finali

2-0 nel primo tempo; nella ripresa spazio anche a una doppietta di Martinelli

Milan Under 16

Diavolo in festa dopo aver chiuso il girone da capolista

9-1. La squadra di Ignazio Abate non poteva chiudere meglio una stagione memorabile, giocata ad alti livelli (e con qualche grande rimonta) e che proprio nelle ultime giornate aveva messo in discussione il suo primo posto nel girone. I rossoneri si sono qualificati alle fasi finali da capolista e l'hanno fatto in grande, riuscendo a mettere a segno due reti in un primo tempo comunque sofferto a tratti. Nella ripresa non c'è stata storia, in campo c'era solo il Milan che si è messo in mostra con una goleada a cui ha contribuito quasi tutto il reparto offensivo (subentrati inclusi), al netto dell'unico gol degli ospiti su rigore. Insieme alla squadra e all'allenatore, a confermarsi è stato il suo bomber Diego Sia, autore dei primi tre gol che lo tengono saldo al primo posto della classifica marcatori.

MILAN BENE (TUTTO SOMMATO)

La formazione ospite non si fa intimorire dal nome o dal posto in classifica della squadra rivale, e parte subito all'attacco mettendo i rossoneri in affanno nei primi minuti. Ma questi ultimi ci mettono poco a prendere le misure e passano in vantaggio dopo appena tre minuti: cross in area di Bakoune, Sia colpisce di fronte piena e indirizza il pallone nell'angolino del primo palo. Seguono minuti che vedono un Milan aggressivo ma che fatica ad avvicinarsi alla porta, rischiando qualcosa sulle ripartenze avversarie. È infatti al 3' che Cogo ha spazio per avanzare sulla destra ed entrare in area, dove fa partire un tiro che viene però respinto prontamente da Colzani. La gara prosegue combattuta e si gioca da una parte all'altra del campo. I milanesi attaccano all'unisono con la rapidità di Scotti e il tridente Martinazzi-Perina-Sia, andando vicini al secondo gol in una sola occasione al 17', con il filtrante di Scotti per Sia che calcia addosso al portiere. Ma nei minuti finali i rossoneri raddoppiano con un'azione simile, dove il numero 11 questa volta non sbaglia e sigla la sua doppietta. Al 39' è lo stesso Scotti a provarci ribattendo un pallone deviato da Polato e dalla traversa, ma il numero 1 ospite è bravo ancora una volta a respingere la conclusione. La prima metà termina col Milan in vantaggio ma che non ha saputo imporsi, lasciando l'incognita sulla ripresa.

Il numero 11 Diego Sia, capocannoniere con 11 reti

SUPERIORITÀ NUMERICA E PIOGGIA DI GOL

È un episodio a caratterizzare sin da subito il secondo tempo. Al 3' il veneto Cogo riceve il suo secondo cartellino giallo per una trattenuta su una ripartenza avversaria. Forte della superiorità numerica il Diavolo si lancia subito all'attacco, rendendosi protagonista di una serie di arrembaggi che lasciano ben poca voce in capitolo agli avversari. La rete del 3-0 arriva all'11' e porta ancora il nome di Sia, che di testa schiaccia in rete il traversone di Bonomi. Un minuto dopo Scotti firma il poker, ricevendo palla in area da Martinazzi e capitalizzando con un tiro incrociato. Dopo 5 minuti Sia cerca il quarto gol personale con una botta da fuori che si stampa sulla traversa e rimbalza per terra, in agguato c'è Bonomi che ribadisce di testa in rete. Il Milan è incontenibile: fa girare palla con precisione e rapidità, approfittando dell'inerzia della gara (e della superiorità numerica) per tenersi in attacco e dilagare anche coi subentrati. Sono proprio questi ultimi a firmare tutti i gol dei rossoneri nei minuti finali, iniziando con Di Siena che insacca di testa su calcio d'angolo al 20'. Al 26' la fiamma dei veneti, fin qui soffocata dal dominio avversario, si accende per un momento con il contropiede di Ferronato che supera Mundula e si lancia in area: il numero 3 rossonero è in ritardo e si invola in una scivolata disperata che atterra l'attaccante, lasciando ben pochi dubbi all'arbitro che indica il dischetto. Dagli 11 metri c'è lo stesso Ferronato, che spiazza il portiere e firma l'unico gol del Cittadella. Una magra consolazione ai danni di un Milan che non perde la carica e la fame di gol, e al 29' è di nuovo in attacco con Martinelli, che approfitta di un rimpallo a centrocampo per fiondarsi in area avversaria e siglare il 7-1. Un minuto dopo è il bello scambio tra Di Siena e Manto a propiziare il gol di quest'ultimo, mentre al 35' Magni prova a impreziosire la sua ottima prestazione con un gol personale, e dopo essersi accentrato a bordo area fa partire un tiro a giro che però sfiora soltanto il secondo palo e termina fuori. La partita è ormai chiusa – da un pezzo – ma nel finale Martinelli trova spazio per siglare una doppietta, capitalizzando l'assist filtrante di Manto. È 9-1 al fischio finale. I rossoneri si qualificano primi nel girone.

IL TABELLINO

MILAN-CITTADELLA 9-1
RETI (6-0, 6-1, 9-1): 3' Sia (M), 39' Sia (M), 11' st Sia (M), 12' st Scotti (M), 17' st Bonomi (M), 20' st Di Siena (M), 26' st rig. Ferronato (C), 29' st Martinelli (M), 30' st Manto (M), 36' st Martinelli (M).
MILAN (4-3-3): Colzani 6.5, Bakoune 7, Magni 7.5, Mancioppi 7 (24' st Saporito 6.5), Tezzele 6.5, Parmiggiani 6.5 (24' st Mundula 6.5), Scotti 7 (14' st Di Siena 8), Bonomi 7 (19' st Gualdi 6.5), Martinazzi 6.5 (14' st Martinelli 8), Perina 7, Sia 8.5 (19' st Manto 7). A disp. Rutigliano, Vitali, Rugginenti. All. Abate 8.
CITTADELLA (4-3-1-2): Polato 6.5, Beghetto 6, Canton 7, Doro 6, Cabras 6, Pellegrini 6.5 (35' st Tolio sv), Cagnolini 6, Libralon 6, Cogo 6, Basso 6 (1' st Ferronato 7), Marinello 6 (35' st Lo Casto sv). A disp. Gasperini, Bellio, Bonotto, Graziotto, Satriano, Squizzato. All. Zulian 6.
ARBITRO: Mazzer di Conegliano 7.
ASSISTENTI: Buratti di Busto Arsizio e Skrypnik di Busto Arsizio.
ESPULSI: 3' st Cogo (C).
AMMONITI: Parmiggiani (M), Cogo (C).

LE PAGELLE

MILAN
Colzani 6.5
Poco impegnato durante la gara, ma sempre attento in uscita sulle giocate avversarie.
Bakoune 7 Firma l'assist per il primo gol, poi fa una partita impeccabile dal punto di vista difensivo e offensivo.
Magni 7.5 Non sbaglia nulla in difesa. Nel secondo tempo, visto l'ampio vantaggio, regala anche qualche bella giocata in attacco, costruendo sulla trequarti e andando vicino al gol.
Mancioppi 7 Lotta su ogni pallone e chiude gli spazi a centrocampo. Molte manovre passano da lui, che riesce così a dettare il tempo in fase di possesso e ripartenza.
24' st Saporito 6.5 Recupera palloni preziosi, chiudendo gli spazi di ripartenza agli avversari e tenendo alta la squadra.
Tezzele 6.5 In difesa non lascia passare nessuno. Non sempre trova spazi per costruire, ma quando lo fa riesce a far ripartire la squadra.
Parmiggiani 6.5 Chiude ogni pertugio agli avversari, costringendoli spesso a ripiegare sulle fasce.
24' st Mundula 6.5 La sua svista sul gol subito è compensata da una serie di interventi tempestivi e ripartenze palla al piede con cui porta su la squadra.
Scotti 7 Incute costantemente timore alla retrovia avversaria, nella cui metà campo è inarrestabile. Sfrutta la sua fisicità per recuperare palloni, e a bordo area costruisce azioni di fino coi compagni trovando anche un gol personale.
14' st Di Siena 8 Entra in campo e segna poco dopo, dando così inizio a una prestazione offensiva impeccabile.
Bonomi 7 Col suo controllo palla e i suoi passaggi si rende pericoloso sia per vie centrali che lungo le fasce.
19' st Gualdi 6.5 Recupera molti palloni, neutralizzando qualsiasi tentativo di ripartenza avversaria che passa per la sua zona.
Martinazzi 6.5 Non trova la gloria personale, ma la sua presenza costante in attacco crea diversi pericoli alla difesa avversaria.
14' st Martinelli 8 Trova subito il suo posto in campo, dialoga con disinvoltura coi compagni d'attacco e mette a segno una doppietta.
Perina 7 Gestisce la manovra di possesso nella metà campo avversaria, smistando palloni con ordine e inventando per i compagni in attacco.
Sia 8.5 I primi tre gol sono tutti suoi, e questo basta a descrivere la sua gara in cui ha costantemente cercato la profondità, mettendo in mostra la sua abilità nello smarcarsi e cercare la porta.
19' st Manto 7 Gol e Assist: il suo ingresso dà ulteriore energia al reparto offensivo del Milan.
All. Abate 8 La sua squadra riesce a neutralizzare gli avversari anche quando questi sembravano provare a imporsi. Ha costruito un gioco fluido e organizzato in tutti i settori, da cui ne risultano azioni offensive concrete e letali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400