Cerca

Under 16 A-B

Milan, non ce n'è per nessuno: Benevento battuto e quarti raggiunti

Martinazzi, Perina e Parmiggiani firmano il 3-0 che vale il passaggio del turno

Milan-Benevento Under 16

Luca Martinazzi, attaccante del Milan, marcato da dietro da Marco Ciurleo, terzino sinistro del Benevento

Missione compiuta, il Milan è ai quarti di finale. Il Diavolo fa fuori il Benevento al termine di un doppio confronto anomalo, con i rossoneri a soffrire un po' il dinamismo dei campani ma comunque sempre padroni della situazione. Dopo l'1-1 interlocutorio dell'andata, al Vismara finisce 3-0 per i ragazzi di Ignazio Abate. All'inizio scoppiettante dei giallorossi rispondono prima Martinazzi con un gol da vero centravanti, poi Perina con un mancino "alla Zidane", infine Parmiggiani in proiezione offensiva con un destro potente da centro area che chiude definitivamente i conti. Il Milan è uscito alla distanza, ma una volta presa in mano la partita non c'è stata più storia.

I due capitani agli ordini del direttore di gara, Akash Nuckchedy della sezione ci Caltanissetta: a sinistra Tommaso Mancioppi (Milan), a destra Vincenzo Pellegrino (Benevento)

GARA ATIPICA PER IL MILAN

Il Benevento deve per forza vincere, e la squadra di Fusaro comincia prendendo l'iniziativa. Partita strana per un Milan che fa della fase offensiva la sua miglior qualità: stavolta i due risultati su tre portano i rossoneri a giocare con più attenzione, ma l'atteggiamento più accorto rispetto al solito permette ai campani di guadagnare, almeno inizialmente, qualche speranza di qualificazione: della serie «se è così, ce la possiamo fare». Non che i giallorossi facciano chissà che, però la squadra gira bene: soprattutto a sinistra, dove la catena composta da Ciurleo e D'Ambrosio sembra funzionare a meraviglia. Il Milan, nel suo 4-2-3-1 comunque offensivo, si compatta in mezzo con Vitali e Mancioppi che rincorrono tutti e spezzano il gioco, ma gli ospiti vanno a mille e la prima occasione della gara è loro: Carfora sfonda sulla sinistra, bravissimo Colzani a opporsi al numero 10 (4'). L'occasione migliore per il Benevento capita al 25': angolo da sinistra, Pellegrino crossa sul secondo palo, sponda aerea di Patricelli che rimette in mezzo per Guerra che tutto solo mette alto di testa. Il Milan in tutto questo non è che subisca: al Diavolo infatti basta alzare leggermente il ritmo per ritrovare le trame che la squadra di Abate conosce a memoria. Già al 20' Sia aveva sfiorato il vantaggio con un colpo di testa insidioso, e al 40' con Martinazzi - dopo le prove generali di 10 minuti prima, sinistro a lato - i rossoneri passano: bella apertura di Parmiggiani che aziona l'attaccante sulla destra, numero e dribbling su Ciurleo e destro rasoterra che non lascia scampo a Salamone. È il gol dell'1-0 che di fatto mette al sicuro la qualificazione.

SCATTO ROSSONERO

Nella ripresa il Milan è padrone del campo. Abate nell'intervallo rimescola i ruoli degli offensivi spostando Martinazzi a destra, dirottando Manto a sinistra e affidando a Sia il ruolo di prima punta salvo voi ridisegnare tutto all'8' con l'ingresso di Di Siena. Il turbinio dei 4 là davanti toglie riferimenti a un Benevento che piano piano esce dalla partita. Le occasioni nella ripresa infatti sono tutte dei padroni di casa: Salamone salva tutto in uscita su Sia pescato in verticale da Mancioppi (8'), poi è lo stesso Sia a innescare Martinazzi che viene contrastato dalla difesa (11'), infine è ancora Salamone con un miracolo a dire di no alla girata di Martinelli azionato dall'assist da sinistra di Magni. Nel finale il Milan dilaga segnando altri due gol: al 35' il 2-0 porta la firma di Perina, che in posizione defilata a sinistra riceve palla da Martinelli e indovina la traiettoria potente sul primo palo, al 47' - in pieno recupero - Parmiggiani mette la parola fine sul match con un'azione offensiva centrale chiusa con un destro imparabile per Salamone.

Raffaele D'Ambrosio, numero 11 del Benevento, costringe al super lavoro Adam Bakoune, terzino destro del Milan

IL TABELLINO

MILAN-BENEVENTO 3-0
RETI: 40' Martinazzi (M), 35' st Perina (M), 46' st Parmiggiani (M).
MILAN (4-2-3-1): Colzani 6.5, Bakoune 6.5 (38' st Amarhal sv), Magni 6.5, Vitali 7.5, Tezzele 7, Parmiggiani 8, Manto 6.5 (8' st Di Siena 6.5), Mancioppi 7, Martinazzi 7.5 (26' st Martinelli 7), Perina 8, Sia 6.5 (38' st Mundula sv). A disp. Rutigliano, Frugnoli, Saporito, Scotti, Rugginenti. All. Abate 7.
BENEVENTO (4-4-2): Salamone 7, Esposito 6, Ciurleo 6.5 (42' st Bisogno sv), Guerra 6 (19' st Umile 6), Politi 6 (19' st Polverino 6), Eletto 6, Varone 6 (1' st Ciprio 6), Pellegrino 6.5, Patricelli 6 (1' st Fierro 6), Carfora 6.5, D'Ambrosio 7. A disp. Gargiulo, Napolitano, Ruggiero, Rispoli. All. Fusaro 6.
ARBITRO: Nuckchedy di Caltanissetta 7.
ASSISTENTI: Mastropieri di Milano e Urbani di Cinisello Balsamo.
AMMONITI: Bakoune (M).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400