Cerca

Under 16

Toro che rumba: tra andata e ritorno il derby dice 10-3. Juve ai quarti

I bianconeri frantumano ogni speranza di rimonta granata dopo 4'. Sassuolo prossima avversaria

Toro che rumba: tra andata e ritorno il derby dice 10-3. Juve ai quarti

Dopo la Caporetto psicologica dell'andata, arriva la Rumba che dà il colpo di grazia. La Juve di Piero Panzanaro infila altri 5 gol ad un Torino già in vacanza con la testa (eccezion fatta per Andrea Bellocci tra i pali senza il quale il passivo sarebbe stato ben peggiore) e passa ai quarti di finale permettendosi anche un ampio turnover tra le due fazioni. Tra andata e ritorno, il derby dice 10-3 per la Juventus.

Subito senza storia • Al Toro servono almeno 3 gol di scarto nei tempi regolamentari per arrivare ai supplementari e almeno uno di scarto nell'extra time per evitare che la Juventus passi come meglio piazzata. Non servono troppi calcoli, serve cominciare col piede sull'acceleratore.

La Juve dal canto suo non ha fretta e neanche pressione, tanto che dopo 3' di palleggio basso punge subito: Lorenzo Biliboc al 4' e strada in salitissima. Praticamente la partita finisce qui, dopo 4' di gioco. I bianconeri, per evitare quella sarebbe già stata una rimonta storica, pensano bene di raddoppiare al 9' con Filippo Grosso e triplicare con un gran tiro da fuori di Diego Pugno al 27'. Strapotere bianconero che ipoteca in 40' l'accesso al prossimo turno nel quale incontrerà il Sassuolo.

Testa ai quarti • Piero Panzanaro non registrando reazioni granata opta per 5 cambi all'intervallo. La gara è in controllo e in controllo rimane, anche dopo il 3-1 granata firmato da capitan Simone Rossi che chiude in rete una mischia in area. L'unica occasione granata, perché le altre sono tutte bianconere con protagonista Andrea Bellocci che, nonostante non riesca a chiudere sul gol di Nuti (22' del secondo tempo) e sul rigore di Michele Scienza (30' del secondo tempo su fallo di un Audinis decisamente fuorigiornata), si erge a diga su un passivo che sarebbe potuto essere ben peggiore.

IL TABELLINO

JUVENTUS-TORINO 5-1
RETI (3-0, 3-1, 5-1): 4' Biliboc (J), 9' Grosso (J), 27' Pugno (J), 19' st Rossi (T), 22' st Nuti (J), 30' st rig. Scienza (J).
JUVENTUS (4-3-1-2): Piras 6.5, Ventre 7.5, Pagnucco 7 (1' st Nisci 7), Scarpetta 7 (1' st Crapisto 7), Boufandar 7 (1' st Giorgi L. 7), Meringolo 7, Ngana 7 (11' st De Salvo 7.5), Scienza 7.5, Pugno 7.5 (1' st Finocchiaro 7), Grosso 7.5 (10' st Brossa 7), Biliboc 7.5 (15' st Nuti 7). A disp. Cabella, Balzano. All. Panzanaro 7.5.
TORINO (4-3-3): Bellocci 7.5, Muratore 6.5 (33' st Sacco sv), Desole 6, Rossi 6 (33' st Gasti sv), Sardo 5.5, Audinis Nojus 5, Dimitri 5.5 (42' st Vagnati sv), Armocida 5.5 (42' st Carbone sv), Di Paolo 5, Ponghetti 5.5 (24' st Csank Takacs 5.5), Alfano 5.5 (1' st Rota 5.5). A disp. Ribero, Magnino, Kalala. All. Semioli 5.
ARBITRO: Isoardi di Cuneo 7.
COLLABORATORI: Bono di Torino e Badando di Nichelino.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400