Cerca

Under 16 A-B

Alessandro Lupi: «Al Monza per volere di Galliani, Daniel Maldini fenomeno già da piccolo. Scudetto? Dico Milan»

Il tecnico biancorosso parla della stagione dei suoi 2006 e fa un salto nel suo passato rossonero

Alessandro Lupi: «Al Monza per volere di Galliani, Daniel Maldini fenomeno già da giovane. Scudetto? Dico Milan»

Forse non si sarà conclusa con lo Scudetto come con il Milan nel 2017, ma la stagione di Alessandro Lupi alla guida dell'Under 16 del Monza ha tutto per essere definita eccezionale. Arrivato tra i biancorossi la scorsa estate per volere di Adriano Galliani, suo grande estimatore già dai tempi del Milan, Lupi si è rimesso in gioco in una piazza che fin da subito lo ha fatto sentire al centro del progetto. Non a caso gli ha affidato le redini della formazione Under 16, una rosa composta da una lunga serie di giocatori di talento e capace di spingersi fino ai quarti di finale Scudetto: una cavalcata iniziata con il secondo posto in campionato dietro solamente alla Juventus, proseguita con il passaggio del turno agli ottavi contro il Cagliari e conclusa dopo la doppia sfida contro il Milan. «I ragazzi sono cresciuti in maniera esponenziale e di questo sono molto soddisfatto. Abbiamo raggiunto un traguardo importante, quasi insperato all'inizio della stagione visto che ci siamo dovuti confrontare contro squadre di Serie A. Sono però sempre stato fiducioso e i risultati hanno pagato».

Beretta, Monza Under 16

SODDISFAZIONI

Una stagione eccezionale per la sua Under 16 ma non solo, visto che è stato l'intero settore giovanile brianzolo a mettersi in mostra giocando alla pari - se non addirittura meglio - di alcune squadre di Serie A. Tolta la formazione Primavera di Raffaele Palladino e l'Under 17 di Riccardo Monguzzi, la prima a un passo dalla promozione e la seconda uscita comunque a testa alta da un girone di ferro con dentro squadre del calibro di Inter, Milan e Atalanta, la differenza si è vista soprattutto tra i più giovani. Dall'Under 14 di Luca Morin all'Under 15 di Vito Lasalandra, passando per l'Under 16 dello stesso Alessandro Lupi. Rose che si sono dimostrate all'altezza di quelle appartenenti ai migliori settori giovanili della Penisola, come afferma lo stesso tecnico: «La società, l'area scouting e il responsabile Roberto Colacone hanno svolto un lavoro eccellente con tutti i gruppi. Il merito va sicuramente a loro e a un ambiente che ha permesso che venissero fuori le qualità: posso dire che si è potuto lavorare con serenità».

LA STAGIONE DEL MONZA

  • PRIMAVERA 2: 4° posto (eliminata in semifinale)
  • UNDER 17: 8° posto
  • UNDER 16: 2° posto (eliminata ai quarti di finale)
  • UNDER 15: 1° posto (eliminata ai quarti di finale)
  • UNDER 14: 3° posto
  • UNDER 13: 3° posto

Alessandro Lupi in maglia Milan

FUTURO

Archiviata la prima stagione in via Ragazzi del '99, per Lupi è già di guardare al futuro. Se quello che accadrà la prossima stagione dipenderà molto dalle scelte che verranno fatte per la prima squadra, una certezza ce l'abbiamo: Alessandro Lupi resterà al Monza. Da capire in che ruolo e in quale categoria, anche se tutti gli indizi porterebbero a pensare a una riconferma con i classe 2006: magari replicando il percorso fatto quest'anno, sfruttando le qualità di un gruppo già di per sé competitivo e di qualche innesto che, da qui a qualche settimane, potrebbe regalare ai biancorossi nuovi talenti da coltivare. Da qui una domanda con dentro una risposta: chi meglio di Alessandro Lupi per tirare fuori il meglio dai calciatori? Lo sa bene Adriano Galliani, suo grande estimatore dai tempi del Milan, che si sarebbe mosso in prima persone per portarlo a Monzello: «Mi fa molto piacere la considerazione che ha di me Adriano Galliani, è stato lui a volermi al Monza e sono soddisfatto di questa prima esperienza con questa maglia».

I NUMERI DELL'UNDER 16 BIANCOROSSA

  • POSIZIONE IN CLASSIFICA: 2ª
  • PUNTI: 42
  • VITTORIE: 13
  • PAREGGI: 3
  • SCONFITTE: 2
  • GOL FATTI: 50
  • GOL SUBITI: 30
  • OTTAVI DI FINALE DI ANDATA: Cagliari-Monza 3-1
  • OTTAVI DI FINALE DI ANDATA: Monza-Cagliari 3-1 (clicca per la cronaca)
  • QUARTI DI FINALE DI ANDATA: Monza-Milan 2-4 (clicca per la cronaca)
  • QUARTI DI FINALE DI RITORNO: Milan-Monza 1-0 (clicca per la cronaca)

Adriano Galliani ai tempi del Milan al Vismara

RICORDO

Che il Diavolo sia una costante nella vita sportiva di Alessandro Lupi è fuori discussione. Per la precisione lo è da più di 10 anni, quando arrivò al Vismara in punta di piedi dando poi il via ad un'escalation fenomenale: Esordienti, Giovanissimi, Allievi, Primavera e prima squadra. Nel mezzo uno Scudetto Under 16 vinto con i classe 2001, per quello che - almeno fino ad oggi, in attesa della fina della stagione - rappresenta l'ultimo Tricolore nella bacheca rossonera. «Ho ricordi bellissimi dei miei anni al Milan, sono stati più di 10 anni davvero emozionanti. Lo Scudetto con i 2001? Una storia che ha dell'incredibile. Ricordo che quando mi diedero in mano quel gruppo - racconta Alessandro Lupi - mi dissero che era in difficoltà e che bisognava lavorarci molto. Il bello dell'annata non è stato solamente lo Scudetto, bensì il percorso che ci ha portato a vincerlo». Dopo una regular season conclusa al quarto posto dietro Atalanta, Cesena e Inter, l'epilogo che mai ti aspetteresti: 5-0 alla Juventus e all'Inter ai playoff, poi nell'ordine passaggio del turno con Atalanta, Genoa e infine il 5-2 alla Roma nell'ultimo atto.

Daniel Maldini ai tempi delle giovanili del Milan

PREVISIONI

Erano gli anni dei vari Alessandro Sala, Lorenzo Colombo, Giacomo Olzer e Daniel Maldini. Un elogio di Lupi va proprio al figlio d'arte rossonero, quest'anno diventato campione d'Italia con la formazione di Stefano Pioli: «Daniel un fuoriclasse. Già da piccolo si capiva che era un fenomeno, aveva un grandissimo talento. In generale l'intera squadra in quell'anno crebbe molto, soprattutto sotto l'aspetto tattico. Ricorderò per sempre una frase che i ragazzi mi dissero a fine stagione: "La cosa più bella è stata essere liberi di scegliere in campo"». Ironia della sorte, o più semplicemente destino, il percorso del Monza di Lupi verso lo Scudetto si è interrotto ai quarti di finale contro il Milan di Ignazio Abate, impostasi per 5-2 sommando i risultati della doppia sfida: 2-4 a Monzello, 1-0 al Vismara. «Sono una squadra davvero molto forte, sia fisicamente che tecnicamente. Certamente sono tra ai favoriti per vincere, credo abbiamo ottime possibilità di farlo. Ritornando alla doppia sfida contro di loro - analizza Lupi - c'è il rammarico di non aver sfruttato qualche occasione per quantomeno provare a riaprire il discorso qualificazione, ma siamo comunque contenti».

IL PERCORSO SCUDETTO

  • STAGIONE REGOLAR: 4° posto
  • PLAYOFF: 5-0 alla Juventus
  • PLAYOFF: 5-0 all'Inter
  • QUARTI DI FINALE D'ANDATA: Milan-Atalanta 3-1
  • QUARTI DI FINALE DI RITORNO: Atalanta-Milan 2-1
  • SEMIFINALE: Milan-Genoa 1-0
  • FINALE: Roma-Milan 2-5
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400