Cerca

Under 16 A-B

Alessandro Patelli ha stregato l'Inter: chi è il fenomeno di 15 anni che firmerà per i nerazzurri

Classe 2007 bergamasco, nella giornata di venerdì 15 luglio sarà a Milano per la firma ufficiale

Alessandro Patelli

UNDER 16 INTER: Alessandro Patelli, classe 2007 passato dal Sarnico all'Inter

«Sei dei nostri anche domani, vero?» chiede ingenuamente Nello Russo, al tempo allenatore dell'Under 15 dell'Inter. «Non lo so mister, io sono qui in prova» risponde Alessandro Patelli, in quel momento impegnato in un allenamento tra le fila nerazzurre. É il 24 marzo 2022 e quello tra Russo e Patelli non è un botta e risposta qualunque, bensì il momento esatto in cui il classe 2007 bergamasco si è guadagnato il trasferimento all'Inter dopo averla stregata a suon di prestazioni fenomenali. Poco meno di quattro mesi dopo, venerdì 15 luglio, il giovane centrocampista sarà di nuovo a Milano - precisamente a Interello - per mettere nero su bianco il suo trasferimento in viale Liberazione: questa volta nessun allenamento di prova, bensì la firma ufficiale sul contratto che lo legherà al club nerazzurro per i prossimi anni. 

I NUMERI DI ALESSANDRO PATELLI

  • PRESENZE: 18
  • MINUTI: 1149
  • MEDIA VOTO: 6.8
  • GOL: 7
  • RIGORI: 3
  • MINUTI/GOL: 164
  • SOSTITUZIONI IN: 2

STORIA

Due allenamenti a cavallo di marzo - per giunta andati decisamente alla grande - sono sufficienti per guadagnarsi la grande chiamata dai professionisti? La risposta è apparentemente sì, ma nel caso di Patelli il discorso è leggermente diverso. Il motivo è racchiuso in un brutto infortunio avuto giusto qualche settimana dopo l'esperienza di Interello: una frattura al metatarso del piede destro. Un episodio che potenzialmente avrebbe potuto compromettere il suo passaggio in nerazzurro ma che, col senno di poi, ha rappresentato solamente un piccolo incidente di percorso. Da quel momento il classe 2007 non è più sceso in campo con la maglia del suo Sarnico, tant'è che dal prossimo agosto il suo ritorno sul rettangolo verde sarà con indosso nientepopodimeno che la maglia dell'Inter. Coraggiosa nell'aspettarlo nonostante il forfait degli ultimi mesi, intelligente nel mettergli gli occhi addosso: i nerazzurri di Milano hanno battuto la concorrenza di diverse altre realtà professionistiche, sia della bergamasca che dell'intera regione, assicurandosi un giocatore di prospettiva e con ampi margini di crescita.

LA SCHEDA DI ALESSANDRO PATELLI

  • NOME: Alessandro Patelli
  • ANNO: 2007
  • RUOLO: Centrocampista
  • PIEDE: Destro
  • SKILLS: Fisicità, velocità

CARATTERISTICHE

Per capire che tipo di giocatore sia Patelli bisogna partire da ciò che non è, ovvero un centrocampista di tecnica, estro e fantasia. Negli ultimi due anni è stato impiegato in un reparto mediano a tre e quasi sempre ha occupato il ruolo di mezzala destra: con il numero sette sulle spalle e la fascia da capitano al braccio si è distinto per fisicità, personalità e carisma. Parliamo infatti di un piccolo gigante di 183 centimetri, il cui strapotere fisico lo ha reso efficace anche in un ruolo - almeno sulla carta - tutt'altro che congeniale alle sue caratteristiche. Di conseguenza il suo futuro, magari già dal ritiro con l'Under 16 dell'Inter, potrebbe essere sulla corsia di destra: sia come classico terzino destro in un reparto a quattro, che come "quinto" in un'eventuale difesa a cinque. Ruoli comunque tutt'altro che sconosciuti i quali, uniti ad un miglioramento fisiologico confrontandosi con giocatori come quelli dell'Inter, potrebbero fargli fare il tanto osannato salto di qualità.

Atleticamente ha qualcosa in più, è un mostro. Si merita questo passaggio, sono felice davvero per lui e molto orgoglioso

DICONO DI LUI

Un aspetto a cui ha lavorato in prima persona anche il Sarnico, a cui va il merito di aver capito dal primo momento di avere tra le mani un potenziale gioiello. «La prima volta che l'ho visto ho subito capito la caratura del giocatore, tant'è che come società ci siamo impegnati a tenerlo d'occhio per fargli fare il grande salto». E se a dirlo è Matteo Magri, allenatore di Patelli nell'ultima stagione nonché uno dei tecnici con più esperienza a livello giovanile, c'è da credergli. Tralasciando gli aspetti prettamente tecnici, il focus del giovane allenatore dei blues riguardo l'aspetto umano del giovane classe 2007: «Difficilmente ho visto ragazzi di questo tipo, specie a soli 15 anni. Parliamo di un ragazzo d'oro: in campo è fenomenale ma anche fuori è pazzesco. Ha sempre tenuto i piedi per terra e tiene molto alla scuola: il figlio che tutti vorrebbero». Elementi che, se amalgamati alla qualità sul rettangolo verde, possono portare alla formazione di un potenziale fuoriclasse. Un dettaglio che non è sfuggito alla società di Walter Duci, tant'è che da due anni a questa parte gli ha riservato un trattamento particolare: «Quando individuiamo ragazzi potenzialmente di prospettiva gli proponiamo di lavorare di più. Nel caso di Patelli, il mercoledì prima dell'allenamento veniva al campo e lavorava per migliorare l'esplosività e la tecnica. Era sempre il primo ad arrivare e l'ultimo ad andarsene».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400