Cerca

Fiorente Colognola Under 16, Antonio Giupponi: «Sono un tecnico che cerca di stimolare al massimo i suoi atleti»

Giupponi Under 16 Fiorente Colognola
Antonio Giupponi inizia la sua lunga carriera da allenatore negli anni '80 alla guida del Mariano di Dalmine. Dopo una corta parentesi da calciatore terminata prematuramente all'età di 19 anni a causa di un problema di salute, decide di buttarsi in questa nuova avventura, ma i tanti imprevisti lavorativi non gli permettono di portare avanti in modo continuativo questa grande passione e per un lungo periodo è costretto ad abbandonare. Dal 2008 torna a sedere su una panchina girando diverse squadre fino ad approdare tre anni fa al Fiorente Colognola. Ormai è 3 anni che fai parte della società, come ti trovi? «Mi trovo molto bene, la società ha voglia di crescere e di investire, ciò non è scontato sopratutto al giorno d'oggi. Una cosa che apprezzo tanto a livello societario è l'aiuto che danno al settore giovanile per migliore e cercare di portarlo tra i top». Primo anno che hai i classe 2005 come vi state trovando? «Abbiamo iniziato a lavorare al massimo sin da subito, logicamente rispettando tutte le norme e l'approccio è stato ottimo da parte di tutti i ragazzi che mi ascoltano e hanno capito cosa pretendo da loro sia a livello tecnico che a livello tattico. Lo stop ci ha un po' tagliato le gambe anche perché avevamo preso bene la forma fisica e la vittoria alla prima di campionato aveva alzato il morale. Ora aspettiamo di iniziare con gli allenamenti individuali». Qual'è la mentalità che cerchi di insegnare hai tuoi ragazzi? «Quella del non accontentarsi mai. Sono un tecnico che cerca di stimolare al massimo i suoi atleti così che loro siano capaci di tirare fuori il massimo da ogni situazione e questo non è facile sopratutto con ragazzi così giovani; non ho un modulo fisso e non mi piace imporne uno anche perché secondo la mia filosofia sono gli allenatori che devono adattarsi alle caratteristiche tecniche dei giocatori che hanno a disposizione». Tatticamente parlando invece come ti definiresti? «Sicuramente offensivo. A livello tattico amo che le mie squadre abbiano il pallino del gioco: giro palla e verticalizzazioni al momento giusto sono a parer mio la tattica vincente. Sia negli allenamenti tecnici che in quelli fisici cerco di utilizzare tanto pallone e per quanto sia possibile preferisco usarlo così per non perdere mai la confidenza». Secondo te quanto sarà dura riprendere dopo questo stop? «Sarà molto difficile riprendere là dove ci eravamo fermati; ho deciso di non dare schede da fare a casa ai ragazzi, ma ho solo di consigliato loro di muoversi un po' e tenere comunque i muscoli in allenamento per evitare di arrivare alla ripresa in difficoltà. Certamente la parte di fiato sarà da rifare completamente, ma spero almeno di aver salvato la parte tecnica». Com'è il rapporto con il tuo secondo Diego Cattaneo? «Il rapporto con lui è dei migliori, l'ho conosciuto tre anni fa quando sono arrivato alla Fiorente Colognola e sin da subito si è creato un ottimo rapporto di fiducia e serietà. Oltre che con i ragazzi, mi dà una grossa mano anche nella parte tattica e tecnica pre-partita». FIORENTE COLOGNOLA UNDER 16 STAGIONE 2020/2021 STAFF ANTONIO GIUPPONI, ALLENATORE DIEGO CATTANEO, VICE ALLENATORE TRA I PALI: 2005 - CARLO ALBERTO ALBINI 2005 - DAVIDE CREVENA 2005 - FILIPPO MAGGIONI IN DIFESA: 2005 - KARTIK BASSI 2005 - IGOR BERETTA 2005 - MATTEO CREVENA 2005 - LORENZO GENTILE 2005 - GABRIELE PULLANO A META' CAMPO: 2005 - LUCA AGAZZI 2005 - STEFANO DEL ROSSO 2005 - MATTEO DI CICCO 2005 - TOMMASO GARLINI 2005 - MATTEO LOCATELLI 2005 - GIORGIO ROTA 2005 - JACOPO TRIBBIA IN ATTACCO: 2005 - EMANUELE CASON 2005 - DANIELE PAGNONI 2005 - PAOLO PARATI 2005 - GUALTIERO PREVITALI 2005 - DANIELE SAMPINO 2005 - NICOLA TROVESI
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400