Cerca

Capriolo Under 16: Andrea Baglioni racconta il suo Capriolo, un’isola felice ai piedi del Lago d’Iseo

Andrea Baglioni Capriolo 16

Andrea Baglioni Capriolo 16

Una volta passato negli Amatori Adro ed aver chiuso col calcio-giocato nei campionati federali, dal 2013 Andrea Baglioni sta dedicando il suo tempo all'insegnamento del calcio. Lo fa con passione e voglia di fare, memore di quando cresceva come piccolo portiere nelle giovanili dell’Adrense, prima di giocare anche per Rovato e Montorfano. Giovane tecnico classe ‘90, quest’anno è al suo debutto negli Under 16 del Capriolo dopo le passate esperienze sempre nella stessa società con Giovanissimi, Pulcini ed Esordienti. In questa intervista l’allenatore confida le sue sensazioni positive sull’annata in attesa di tornare sul campo. Allora, Andrea, come si sta a Capriolo? «È molti anni ormai che sono qui al Capriolo. Se non mi fossi trovato bene avrei già cercato da un'altra parte! C'è un ottimo clima e un ambiente che ti permette di crescere in ogni ambito». Un luogo ideale quindi. «È una società composta da tanti allenatori giovani che piano piano si stanno inserendo negli staff e si stanno facendo guidare da quelli più esperti: inoltre seguiamo tutti un corso interno di aggiornamento. Il clima è sereno e ideale per vivere il calcio di paese in modo sano, cercando di crescere e imparare divertendosi». È il primo anno che allena questa categoria, come le sembra la squadra? «Un'ottima squadra che ha fatto un gran bel lavoro negli anni precedenti e che stava lottando per la vittoria nel campionato scorso, purtroppo interrotto a causa del Covid». Quindi secondo lei dove potrà arrivare quest’anno? «Sicuramente potremo lottare nelle primissime posizioni, ogni partita ce la giocheremo alla pari con chiunque». Come scende in campo la domenica il Capriolo? «Il modulo deve far esprimere al meglio i giocatori in base alle loro caratteristiche. Il miglior gioco che si può vedere in una squadra è quando tutti sanno quello che devono fare e provano a farlo». E come si riesce ad istruire così bene i giocatori? «Diciamo che avendo la fortuna di essere in uno staff con 3 allenatori sul campo possiamo permetterci di dividere la squadra in più gruppi di lavoro, così ognuno può curare un aspetto specifico concordato ad inizio settimana». Uno staff affiatato e numeroso dunque, può descriverlo?   «Un super staff composto Alberto Loda (con il quale ho giocato negli anni degli Amatori ad Adro) che si occupa principalmente con me della parte tattica e Cristian Belotti che si occupa principalmente della parte tecnica e situazionale. Riccardo Reccagni è un mio carissimo amico che fa il preparatore dei portieri di più categorie, compresi i 2005 appunto. A completare lo staff ci sono i dirigenti accompagnatori Mario Santinelli e Agostino Plebani, pronti a soffrire con noi sul campo durante le partite». È riuscito ad accedere al corso-allenatori? «Sono iscritto al Corso Uefa C che si terrà nell'arco del 2021, quindi sono regolarmente in deroga per l'annata in corso». Si ispira a qualcuno in particolare?   «Mi piacciono tanti allenatori professionisti, da ognuno si può apprendere qualcosa. Però, senza scomodare quelli di Serie A, anche nella nostra società ci sono allenatori preparati con il quale si può condividere e imparare tanto. Tra questi mi piacerebbe citare Davide Moraschi e Luca Salogni (del direttivo della società), Marco Fenaroli (che gioca in prima squadra) e Alessandro Belussi (tecnico Under 19), colui che mi ha portato a scoprire la realtà di Capriolo». Cosa c’è nel futuro di Andrea Baglioni? «Il progetto futuro è semplicemente quello di crescere come allenatore, divertirmi  e far divertire i ragazzi che alleno cercando di lasciar loro qualcosa. A Capriolo ci sono tutti i presupposti per farlo». È stato un piacere conoscerla, in bocca la lupo per la stagione. «Grazie mille! Però vorrei ringraziare in primis chi dedica del tempo a questa realtà solo ed esclusivamente par passione per permettere a noi allenatori e ai ragazzi di essere sul campo. In particolare mi riferisco a dirigenti, custodi, segretari e ai tanti genitori che ci supportano… oltre che al presidente Massimo Lisiari ovviamente!».   [caption id="attachment_255979" align="alignnone" width="900"] L'allenatore del mese: Andrea Baglioni insieme al presidente Massimo Lisiari durante uno scherzoso momento conviviale nel quale viene insignito di questo riconoscimento goliardico.[/caption]

CAPRIOLO UNDER 16 - 2020/2021

STAFF ANDREA BAGLIONI, ALLENATORE ALBERTO LODA, VICE ALLENATORE CRISTIAN BELOTTI, VICE ALLENATORE RICCARDO RECCAGNI, PREPARATORE PORTIERI MARIO SANTINELLI, DIRIGENTE AGOSTINO PLEBANI, DIRIGENTE PORTIERI 2005 MARIO BARUTI 2005 MOUHAMET GUEYE 2005 FEDERICO MASSETTI DIFENSORI 2005 DAVID FRACCHIOLLA 2005 SEBASTIANO GATTI 2005 LUCA LANCINI 2005 EDOARDO MARINI 2005 LUCA MORETTI 2005 ALESSANDRO SANTINELLI 2005 FALLILUO SEYE CENTROCAMPISTI 2005 MARCO PATRICELLI 2005 ANDREA SALERI 2005 LUCA SUARDI ATTACCANTI 2005 ANDREA GIORDANI 2005 FABIO BELTRAMI 2005 PAOLO BRESCIANINI 2005 CRISTIAN CLARETTI 2005 ADAM JEBALI 2005 EDUARDO MAATESCU 2005 MICHELE MURATORI 2005 ALBERTO PLEBANI 2005 DANIELE TERZI 2005 RICCARDO USANZA  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400