Cerca

Arconatese Under 16: voglia di mettersi in gioco e di vincere, c'è Spaltro sulla panchina gialloblù

Arconatese Under 16
Giovanni Spaltro, allenatore dell’ Arconatese Under 16, è arrivato quest’anno fra le fila gialloblù tramite il Direttore Sportivo Marco Rossi e sposando il progetto interessante che ha convinto il tecnico per sedersi sulla panchina dell’Arconatese. Spaltro, in passato ha giocato a calcio iniziando nelle giovanili della Soccer Boys e poi trasferendosi al San Giorgio, dove ha disputato i campionati degli Allievi e con i quali vinse il campionato. Successivamente si trasferì alla Castanese per due anni grandiosi e successivamente giocò cinque anni proprio nell’Arconatese. Infine, il tecnico si spostò a Vanzaghello e poi a Rescaldina, in Seconda Categoria, chiudendo qui la sua carriera da calciatore. Dopo pochi anni, iniziò ad allenare, cominciando nella Bustese per cinque anni: il primo anno con i '98 con i quali vinse il campionato provinciale, poi si occupò di 2004 e di 2000 vincendo il campionato e tutti i tornei giocati in quell’anno. L’ultimo anno a Busto, il tecnico prese in mano i 2005, allenando due squadre e avendo in rosa un totale di 35 ragazzi. Successivamente il tecnico si sposta alla Cedratese, fino ad arrivare ad Arconate l’anno scorso, prendendo in mano i 2005. Il tecnico racconta: «Sono molto contento di essere in una società piena di ambizioni e voglia di fare come l’Arconatese, c’è aria positiva e di tranquillità, questa cosa viene trasmessa a me e in primis ai ragazzi. La società si prende cura di ogni categoria, l’unica che manca sono i 2008, ma l’anno prossimo la squadra sicuramente ci sarà. Il mio è un gruppo forte, composto da 17 ragazzi con tanta voglia di giocare e applicarsi; quest’anno abbiamo giocato solo la prima giornata di campionato, vinta contro il Magnago, squadra molto organizzata e forte. La cosa bella e che mi rende felice, è che ci sono ragazzi che mi hanno seguito per loro volontà, rinunciando a giocare un campionato Elite piuttosto che Regionale, per giocare nei provinciali con me in panchina; ciò vuol dire che ho lasciato qualcosa a questi ragazzi e ne sono molto fiero. A inizio anno abbiamo fatto una collaborazione con i 2006, allenati da Marco Moretto, facendo allenamenti insieme in modo che i più piccoli crescessero. Non abbiamo mai smesso di allenarci, anche tutt’ora continuiamo con le sedute online e i ragazzi sono quasi tutti sempre presenti; apprezzo molto l’impegno e la voglia, che in situazioni come queste molte volte viene a mancare. Ci sono dei ragazzi del 2005 che a volte salgono con la Juniores Nazionale: faremo girare tutti i ragazzi della rosa, in modo che ognuno provi questa emozione, c’è un salto di qualità da fare e questi ragazzi possono permetterselo. Quest’anno ho preso il patentino Uefa C, abbiamo fatto l’esame online e qualche seduta sui campi, è stata un’esperienza positiva grazie al confronto che c’è con altri allenatori. Sicuramente la società farà mercato quest’estate, anche se è ancora presto, ma vedremo come si evolveranno le cose. Pensiamo prima di tutto a tornare in campo». Il tecnico infine presenta il suo staff: «Ho un vice allenatore, Biagio Bellito, allenavamo insieme alla Bustese, era fermo da due anni e alla mia chiamata ha accettato subito; lui non è un secondo allenatore ma un primo, lavoriamo molto bene insieme, c’è molta intesa. La società ha un preparatore atletico per tutte le categorie, si chiama Paolo Morrone, poi ci sono i preparatori dei portieri, Giuseppe Russo e Fabio Mattavelli, e infine abbiamo un dirigente che ci accompagna il fine settimana, Emilio Parriani, il quale gestisce molto bene il lavoro, non ha mai fatto il dirigente e per essere il primo anno sta facendo un gran lavoro, dando una grossa mano alla squadra».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400