Cerca

Under 16

Club Milano-Mazzo: Gualtieri e Martellotta firmano la cinquina che conferma il primato in classifica dei rossoblù

I padroni di casa sfortunati protagonisti di un avvio schock, che ha di fatto indirizzo la partita sin dalle sue prime battute

Gualtieri Mazzo Under 16

Fabio Gualtieri, con le sue giocate ha illuminato l'incontro

È ancora il Mazzo la squadra da battere nel Girone F. La formazione allenata da Grande gioca una partita sontuosa e vince 5-2 sul campo del Club Milano, confermandosi nuovamente in testa alla classifica con la quarta vittoria consecutiva in altrettante gare. Nulla da fare per i padroni di casa che nonostante una buona reazione nell'ultimo quarto d'ora che li ha portati a segnare due volte, torna a casa con zero punti. Protagonisti sopra tutti Martellotta e Gualtieri, che insieme a Tiritto e Ongari firmano il successo ospite, biancorossi che invece entrano in campo poco concentrati e nel corso della gara ne pagano caro il prezzo, riducendo se non in meri termini statistici la doppietta segnata da Gallo.

Partenza in salita per Rufo. La gara inizia immediatamente a ritmi alti ed è merito soprattutto dell'immediata intraprendenza del Mazzo, che prende la palla al balzo e segna addirittura due volte nel giro di pochi minuti: prima al 3' minuto, con Calderone che apre sulla destra per il cross di Gualtieri che attraversa tutta l'area di rigore, arriva a Tiritto che raccoglie il pallone e la mette in porta a Vignati battuto e fa 1-0, poi al 7' con Gualtieri, che dopo un dai e vai da sogno con Ghitti si presenta in area e calcia al volo con la palla che sbatte sul palo e si insacca alle spalle del portiere. Dopo dieci minuti di confusione totale il Club Milano prova ad uscire dal guscio affidandosi alle giocate di De Giosa e Gallo e al 14' per poco non segna la rete che accorcia le distanze dopo un pallone non trattenuto da Gagliuso, bloccato poi dallo stesso giocatore. È però solo un lampo di luce in un cielo grigio e al 24' minuto si scatena l'uragano Martellotta. Il numero nove riceve da Tiritto e si invola a campo aperto verso la porta avversaria, sfrutta un'indecisione di Vignati nell'uscita, lo fulmina e cala il tris. La retroguardia casalinga continua a sbandare in maniera preoccupante e al 36' ancora Martellotta, con un gol in fotocopia ma questa volta su assist di Ghitti, fissa il punteggio del primo tempo sul 4-0.


Gallo di rabbia ma non basta. Nel secondo tempo il filo conduttore non si discosta in maniera eccessiva rispetto a quello tenuto insieme nella prima frazione di gara, nonostante i numerosi cambi operati da entrambe le compagini che hanno mischiato e parecchio le carte in tavola. Arriva proprio dalla panchina la marcatura del 5-0 siglata da Ongaro, a cui bastano due minuti per ricevere palla, entrare in area e scaraventare il pallone alle spalle dell'estremo difensore. Subito il quinto gol, la formazione allenata da Rufo riesce a prendere in mano per quanto possibile la situazione e ad emergere è Gallo che al 25' esce vincitore da una mischia in area di rigore e segna il gol che accorcia le distanze, ripetendosi poi al 37' trasformando un calcio di rigore conquistato da Solazzo. Gara che termina sul 5-2 finale in favore del Mazzo, sempre più dominante e al comando del Girone F.  

IL TABELLINO

Club Milano-Mazzo 2-5
RETI: 4' Tiritto (M), 7' Gualtieri (M), 24' Martellotta (M), 36' Martellotta (M), 13'st Ongaro (M), 25'st Gallo (C), 37'st Gallo (C)
CLUB MILANO (4-1-4-1): Vignati 6, Merlotti 6.5 (16'st Romeo 6), Bellomo 6 (26'st Casagrande), Galasso 6, Meroni 6.5 (26'st Casagrande s.v.), Losa 6.5 (2'st Vaccarella 6.5), De Giosa 6.5 (11'st Vivaldi), Gallo 7, Bertani 6 (1'st Bambaren 6), Bazzoni 6.5 (11'st Vivaldi 6), Solazzo 6.5. A disp. Krunic, Mattacola, Casera. All. Rufo 6.
MAZZO (4-3-1-2): Gagliuso 6, Roccamatisi 6, Perfetti 6.5 (33'st Danailov s.v.), Calderone 6.5, Zen 6.5, Borghi 7, Gualtieri 8 (35'st Rezzonico s.v.), Sandrini 6.5, Martellotta 7.5 (20'st Divenosa s.v.), Ghitti 7.5 (11' Arias 6.5), Tirrito 7.5 (11'st Ongaro 7).  A disp: Nanni, Paonessa, Cormanni, La Mattina.  All. Grande 7
AMMONITI: Roccamatisi (M), Borghi (M)
ARBITRO: Calli di Saronno 6.5

LE PAGELLE

CLUB MILANO
Vignati 6
Si trova davanti gli attaccanti del Mazzo con una costanza impressionante, esce forse in ritardo in occasione del terzo gol subito, ma per il resto è esente da colpe sulla maggior parte delle reti incassate.
Merlotti 6.5
Prova ad andare sulla fascia e quando ci riesce mette in difficoltà i suoi duellanti, discreto anche quando deve difendere nonostante tutta la retroguardia vada in bambola già dopo nemmeno dieci minuti,regge il colpo e ottiene il massimo possibile.
11' st Romeo 6
Entra in campo per dare continuità alla spinta offensiva e la maggior parte delle occasioni nel finale di gara passano spesso dai suoi piedi e da quelli di Solazzo e Gallo.
Bellomo 6
Dopo i primi minuti di grande difficoltà in cui le sortite offensive del Mazzo gli fanno girare la testa, riesce a stabilizzarsi e ad allinearsi con tutta la linea limitando almeno in parte la trama di gioco ospite.
Galasso 6
Pecca di attenzione nel momento stesso in cui inizia la partita, risultando fuori fase e facile preda per il trio offensivo avversario oggi in grande giornata, ci mette una pezza nella ripresa quando la situazione è già ben delineata.
Meroni 6.5
Come i suoi compagni di reparto inizia con lo shock delle due reti subite in pochi minuti, ma si distingue dagli altri per una più veloce capacità di ripresa ed è anche merito suo se la formazione di Grande non dilaga nel secondo tempo.
Losa 6.5
Prova a scuotere i suoi compagni prendendo spesso il pallone e provando a smistarlo in avanti, corre, si impegna e lotta ma la sua buona volontà non va di pari passo con la prestazione più che altalenante di tutto il collettivo.
2' st Vaccarella 6.5
Chiamato in causa per dare qualcosa di diverso alla manovra offensiva risponde in maniera più che adeguata, sgusciando più volte alle spalle dei difensori con discreta repentinità.
De Giosa 6.5
Dai suoi piedi passano le occasioni pericolose create dal Club Milano, entra spesso dentro il campo e prova a dettare i tempi di gioco e inserimenti dei suoi, calcia più volte da fuori area e per poco non beffa un Gagliuso non perfetto nella presa.
Gallo 7
L'ultimo a mollare, dopo i primi quaranta minuti vissuti in apnea nel secondo tempo tira fuori dal cilindro una super reazione risolvendo una mischia per il primo gol e segnando, seppur con qualche brivido, il calcio di rigore che vale la sua doppietta personale.
Bertani 6
Non riesce a tenere il pallone per poter permettere alla squadra di respirare vista la costante pressione esercitata dal Mazzo, qualche buono spunto ma inefficace in termini produttivi viene sostituito per cambiare strategia in attacco.
2' st Bambaren 6
Non brillantissimo nella sua performance ma comunque merita una nota per l'impegno e la voglia dimostrate, nel finale schianta sulla traversa un pallone che avrebbe ridotto ulteriormente le distanze.
Bazzoni 6.5
Nel primo tempo è uno di quelli che nonostante le enormi difficoltà nel creare gioco ci prova di più e da come tratta il pallone fa intravedere sprazzi di talento, ma non abbastanza da incidere sul risultato.
11' st Vivaldi 6 Lì in mezzo al campo la lotta è furente e lui si rimbocca le maniche dando l'anima ogni volta che implicato in un contrasto, prova a dare una mano alla difesa ma trascura inevitabilmente l'attacco, povero di palloni ricevuti dai suoi piedi.
Solazzo 6.5
Davanti arrivano pochi palloni e spesso imprecisi, ma lui non si perde d'animo e dà tutto se stesso per mettere alle corde la retroguardia ospite, atteggiamento premiato con la conquista del calcio di rigore che vale il 5-2 finale.
All. Rufi 6
Pronti via i suoi ragazzi si trovano sotto di ben due reti e la reazione non è semplice e nemmeno immediata e infatti arriva al tramonto del match, da premiare la veemenza mostrata dopo il quinto gol subito.

MAZZO
Gagliuso 6
Sicuro nelle uscite, guida la sua difesa con grande maestria e si fa trovare pronto quando chiamato in causa, vivendo da spettatore non interessato la maggior parte dell'incontro, ma non puo' fare nulla sulla deviazione vincente che accorcia le distanze di Gallo.
Roccamatisi 6
La sua prestazione difensiva è solidissima e dalle sue parti non passano mai, meno efficace è la spinta che offre in fase offensiva vista la continua pressione impostagli da De Giosa.
Perfetti 6.5
Un cognome e una garanzia, attento in copertura sceglie sempre il tempo giusto per intervenire rispedendo al mittente ogni sortita in zona d'attacco degli avversari.
Calderone 6.5
Partita impeccabile, si ritrova spesso a dare una mano ai centrocampisti e lo fa più che bene, in quello scorcio di campo per lui non ci sono preoccupazioni vista soprattutto la perfetta sintonia con i suoi compagni di reparto.
Zen 6.5
Difende con ordine e qualità dimostrando tutta la sua fisicità, non lascia passare nessuno formando con Borghi una coppia a dir poco granitica.
Borghi 7
Non fosse per la performance a dir poco sensazionale del reparto avanzato meriterebbe senza dubbio lo scettro di migliore in campo, una vera e propria roccia con impresso il numero 6 sulle spalle.
Gualtieri 8
Un uragano che si abbatte sul Club Milano con una potenza inaudita, segna un gol di grande fattura calciando al volo dopo una combinazione da intenditore con Ghitti e i suoi strappi e i movimenti non vengono mai capiti dai padroni di casa.
Sandrini 6.5
Svolge per lo più un lavoro di raccordo tra centrocampo e retroguardia, forse è quello che si mette meno in luce ma la sua presenza è preziosa ai fini dell'economia generale della squadra.
Martellotta 7.5
Ogni volta che scatta in profondità, i suoi continui cambi di direzione vengono sofferti enormemente da Meroni e Galasso, segna una doppietta da grande centravanti che già nel primo tempo mette la parola fine alla partita.
Ghitti 7.5 Fornisce un assist al bacio per la rete del raddoppio di Gualtieri e illumina costantemente l'incontro con giocate sopraffine riuscendo sempre a non far intendere le sue intenzioni agli avversari.
11' st Ongari 7 Entra in campo con la voglia di spaccare e lo si vede dalla grinta con cui lotta su ogni pallone che capita dalle sue parti, va spesso in profondità e fa girare la squadra, infila Vignati con una staffilata che vale il quinto gol.
Tirrito 7.5
Segna la rete che stappa la partita dopo pochissimi minuti avendo il merito di seguire l'azione, recuperando così il pallone al momento giusto per poter colpire, finché resta in campo i giocatori di Rufo non lo prendono mai.
11' st  Arias 6.5 Subentra e crea scompiglio tra le fila dei padroni di casa, riceve palloni che addomestica in maniera egregia ed è sempre concreto quando ha la palla tra i piedi.
All. Grande 7 Il suo undici è a dir poco uno schiacciasassi che funziona a meraviglia come una macchina perfetta tanto che dopo il primo tempo è già avanti di tre gol e nella ripresa, nonostante subisca due reti, amministra il vantaggio e porta a casa il successo che conferma il primato.

ARBITRO Calli di Saronno 6.5 Dirige  l'incontro con buona autorità, qualche dubbio sulla posizione di Martellotta in occasione della terza rete ma il bilancio è più che positivo.

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400