Cerca

Under 16

Il big match perfetto: a Boffalora è un lavoro da Maniscalchi

I rossoblù non sbagliano e riscattano l'andata, grazie anche a Cislaghi e Maugeri

Boffalorese

Gli Allievi di Boffalora ripartono «col botto» e possono festeggiare tre punti meritati

La Boffalorese riparte, e non potrebbe andare meglio di così: la sfida d'alta quota col Pontevecchio si conclude con un risultato tondo, ma, meglio ancora, con una prestazione impeccabile e senza sbavature. Un risultato che dà soddisfazione ai padroni di casa, non solo perché complessivamente racconta d'una crescita costante della squadra - che guarda alla capolista Ticinia, sempre più vicina, con più fame - ma anche perché rappresenta il riscatto rispetto alla sconfitta della tornata d'andata proprio in casa Pontevecchio: ad ottobre, erano stati i biancazzurri di «Old Bridge» ad imporsi per 3-1, con doppietta e prestazione dirompente di Akel. Questo giro di ruota, invece, rappresenta un cambio di passo importante. Lo sottolinea anche il tecnico Pugliese, in post-partita, che - con malcelata gioia e straboccante orgoglio - commenta: «Niente da aggiungere: l'abbiamo dominata, con convizione e qualità. Questi tre/quattro mesi di lavoro, rispetto alla partita d'andata, si vedono ed incidono, e i risultati arrivano di conseguenza», e continua «Solitamente sono piuttosto critico, ma oggi non posso che fare i complimenti ai ragazzi. Come si suol dire: tanta roba!». In termin di classifica, la Boffalorese è adesso a 24 punti, a -1 dal Ticinia e +5 dal Pontevecchio, che ha però due partite ancora da recuperare ed ha ancora le carte in regola per insidiare un podio assolutamente parziale.

Ineccepibili. La concentrazione del match è spostata, già dai primi minuti, nella zona più pericolosa per il comparto ospite, che però è come ipnotizzato dal gioco dei ragazzi in rossoblù, che ci mettono tutto: intensità su ogni pallone, condita da una buona dose grinta ed aggressività, nonché una costruzione di trame filate in velocità. I gol, comunque, si fanno attendere: il primo arriva al 38' ed è Maniscalchi ad allungarsi su una ribattuta seguita da uno dei primi (e tanti) guizzi del compagno Cislaghi, che nel frattempo, servito da Pellegatta, centra lo specchio ma solo come indebito assist. Sarà ancora il numero 10 ad essere determinante per il gol del raddoppio, al 13' della ripresa: ancora un tentativo a rete, ancora una respinta da parte di Berra e ancora un piede giusto al momento giusto, stavolta del subentrato Maugeri. Il «man of the match» rossoblù, alla fine, guidato dalla fame, fa tutto da solo: parte, imprendibile, e salta in dribbling sia difesa che portiere, siglando il 3-0 e il punto fermo alla partita. Nonostante qualche scintilla di reazione ci sia, perché i biancazzurri di Pontevecchio hanno qualità da vendere, non è mai abbastanza, in questa gara, per impensierire la porta comunque ben tenuta da Bianchi. Solo per un momento, infatti, i suoi guantoni intercettano una palla dall'alto potenziale di rischio: al 30' della ripresa, un fallo in area su Akel fa fischiare al direttore di gara un rigore che non viene però realizzato da Lunardi, perché Bianchi si incaponisce e decide di mettere anche la sua firma.

IL TABELLINO

RETI: 38' Maniscalchi (B), 13' st Maugeri (B), 25' st Cislaghi (B).

BOFFALORESE: Bianchi, Zanella, Cafazzo, Garavaglia, Metuari, Carotenuto, Pellegatta, Loda, Maniscalchi, Cislaghi, Pallavicini. All. Pugliese.

PONTEVECCHIO: Berra, Cappiello, Capetti, Capuano, Aiello, Meraviglia, Valisi, Krasniki, Akel, Lunardi, Zaccaria. All. Colombini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400