Cerca

Under 16

Lombardina-Cinisello: i rossoblù bloccano la capolista e rischiano il colpaccio nel finale, Corzani salva gli orange e certifica un giusto pareggio

I ragazzi di Porcelli creano ma sono imprecisi in zona gol, quelli di Brancaccio sbattono contro il palo e il portiere avversario

Lombardina-Cinisello Under 16

Samuel Falcone (Cinisello) va via palla al piede, Marco Conti (Lombardina) lo marca stretto

Zero gol ma diverse occasioni, tabellino intonso ma due squadre che si sono affrontate a viso aperto mostrando entrambe un bel gioco. Stavolta vincono le difese, con il Cinisello che riesce a imporre lo 0-0 alla capolista Lombardina (ora seconda a causa della concomitante vittoria del Real Crescenzago sul campo dello Schuster) rischiando anche di piazzare il colpaccio nei minuti finali, quando il palo sul colpo di testa di Rivellini salva la squadra di Porcelli da una sconfitta che, tutto sommato, sarebbe stata immeritata. I padroni di casa infatti, per la prima volta a secco di gol fatti, hanno comunque creato occasioni ma senza riuscire a scardinare la difesa rossoblù guidata alla grande da De La Vega su tutti: dopo la sconfitta proprio col Real Crescenzago, agli orange serviva una risposta immediata ma arrivata solo a metà. La prestazione però c'è stata, e il campionato è ancora lungo: sia per la Lombardina che per un Cinisello che, giocando così, può ambire a rientrare nella lotta per il primo posto.

Lombardina. La capolista si presenta con il 4-2-3-1 e con tanta voglia di riscattare il ko di settimana scorsa. Le intenzioni, guidate soprattutto dall'ottima coppia di mediani Papandrea-Giuliano, sono quelle giuste e anche il gioco, rifinito dal lavoro sottopunta di Camposei e dalle iniziative sulle corsie di Ali e Ferrari, sembra funzionare. Bene anche il giropalla da dietro, con Conti e Hrovat che impostano e con Rossi e Balsamo che si propongono con costanza. La manovra è ariosa e se dopo due minuti Bertaggia impattasse bene il cross basso dalla destra di Camposei forse saremmo qui a parlare di un'altra partita. Quello che è mancato ai padroni di casa è stato proprio il cinismo sottoporta, come al 16' quando una bella azione avviata da Papandrea si conclude con l'assist di Ferrari per Ali che non ci arriva di pochissimo. E se la palla gira ma di palloni da buttare in porta a Bertaggia ne arrivano pochi, allora ci si prova su palla inattiva sull'asse Papandrea-Hrovat: il primo pennella da angolo, il secondo di testa mette a lato di poco al 28'. Nel secondo tempo si passa ai tentativi da lontano (conclusioni alte di Bertaggia e Papandrea) e poi con la manovra avvolgente soprattutto dalla destra con Rossi che sfonda e crossa per la testa di Bertaggia che allarga troppo l'inzuccata. Porcelli prova anche la carta Roviello abbassando Ali come quarto di sinistra in difesa, e un'altra occasione prima della fine (35' st) arriva sempre con lo schema "angolo di Papandrea-colpo di testa di Hrovat", ma il capitano colpisce alto graziando Chiatto. È l'ultima palla gol prima del palo di Rivellini: brividi sulla schiena, pericolo scampato e punto portato a casa.

Cinisello. Dal canto suo, la formazione di Brancaccio fa una grande figura sul campo della prima della classe. Grazie a un atteggiamento di squadra compatto e a un 4-3-3 ben messo in campo: De La Vega e Ori blindano la difesa aiutati ai lati da Todisco e Vescera, davanti Falcone fa salire bene la squadra con Cometa e Giacobbe a completare il tridente ma la vera forza dei rossoblù è in mezzo al campo dove Sacchetto, Rivellini e Andreoni dettano legge grazie a una fisicità importante e a una organizzazione tattica non certo da "provinciali". Il Cinisello comincia benissimo con Cometa che stuzzica Corzani da distanza ravvicinata (1') e con il numero 7 che a metà primo tempo prova a prendersi la rivincita calciando a botta sicura e costringendo il portiere della Lombardina alla respinta di piede (19'). Qualcosa i rossoblù rischiano, e sarebbe strano il contrario contro una corazzata come la formazione orange, ma nella ripresa si compattano ulteriormente provando anche a dare più spinta sulla destra con Zaidani al posto di Todisco. A provarci è sempre Cometa, stavolta su punizione, ma la sua conclusione è alta e non dà problemi a Chiatto (17' st). La squadra di Brancaccio rimane in partita fino alla fine e a 60 secondi dal termine rischia pure di fare il colpo grosso: prima Fortuna costringe Corzani alla parata laterale che mette in angolo il destro velenoso dalla distanza del numero 15, poi sul corner successivo Rivellini colpisce il palo di testa. Il montante salva la Lombardina e lo 0-0 diventa il risultato finale.

IL TABELLINO

LOMBARDINA-CINISELLO 0-0
LOMBARDINA (4-2-3-1): Corzani 7.5, Rossi 7, Balsamo 6.5 (14' st Enciso Bravo 6.5), Papandrea 7, Conti 6.5, Hrovat 6.5, Ali 6.5 (44' st Zucco sv), Giuliano 7.5, Bertaggia 6.5, Camposei 6.5 (21' st Ardenghi sv), Ferrari 6.5 (34' st Roviello sv). A disp. Skoff, Trentin. All. Porcelli 6.5. Dir. Zucco.
CINISELLO (4-3-3): Chiatto 6.5, Todisco 6.5 (1' st Zaidani 6.5), Vescera 7, Sacchetto 7, Ori 6.5, De La Vega 7.5, Cometa 7 (38' st Fortuna 6.5), Rivellini 7, Falcone 6.5 (13' st Atzeni 6.5), Giacobbe 6.5 (28' st Agrati sv), Andreoni 7.5. A disp. Mazzei, Leonardo, Marturano, Brienza. All. Brancaccio 7. Dir. Sacchetto.
ARBITRO: Corrado di Cinisello Balsamo 6.5.
AMMONITI: Hrovat (L).

LE PAGELLE

LOMBARDINA
Corzani 7.5
Vince la sfida diretta con Cometa sfoderando due ottime parate nel primo tempo, bravissimo anche alla fine con un intervento non semplice su Fortuna. Ottimo anche nelle prese, infonde sicurezza all'intero reparto.
Rossi 7 Attenzione difensiva e propulsione, a destra ara la fascia servendo anche un grande cross per Bertaggia.
Balsamo 6.5 Copre bene la sua zona di competenza e mette a disposizione il suo piede per la fase di costruzione del gioco. (14' st Enciso Bravo 6.5).
Papandrea 7 In mezzo al campo con muscolarità ma anche qualità. Un martello, rincorre tutti e consegna a Giuliano palloni puliti grazie al suo lavoro di filtro. Ottimo anche sui calci piazzati.
Conti 6.5 Battaglia con falcone come meglio riesce, e porta a casa il risultato.
Hrovat 6.5 Bravissimo in fase difensiva, sia nella marcatura che nella costruzione, e altrettanto positivo nel farsi vedere nell'area avversaria sulle palle inattive: mezzo voto in meno solo perché su almeno uno dei due colpi di testa con i quali prova a segnare avrebbe potuto fare un filino meglio, soprattutto sul secondo.
Ali 6.5 Comincia da esterno alto a sinistra, poi passa destra e infine chiude da laterale basso in mancina: duttilità massima e anche un buon piede. (44' st Zucco sv).
Giuliano 7.5 Gambe veloci e cervello velocissimo, quando ha il pallone tra i piedi fa sempre la scelta giusta dettando i ritmi del gioco orange.
Bertaggia 6.5 Si sbatte tantissimo, combatte con i difensori avversari e riesce a farsi sentire in area di rigore: gli manca solo il guizzo per andare a segno.
Camposei 6.5 Perno centrale del trittico di trequartisti, lavora bene sia in fase offensiva che in quella difensiva legandosi con profitto ai due mediani. (21' st Ardenghi sv).
Ferrari 6.5 Sgasa sugli esterni cercando di creare situazioni interessanti. Non sfonda ma la sua parte riesce a farla. (34' st Roviello sv).
All. Porcelli 6.5 Piccola risposta dopo il ko nello scontro diretto. Forse si aspettava di più, la prestazione è stata comunque abbastanza buona.

Lombardia Under 16

CINISELLO
Chiatto 6.5
I tentativi della Lombardina sono tutti fuori misura, a lui non resta che l'ordinaria amministrazione. Bravissimo nel secondo tempo con un'uscita fuori area a sbrogliare una situazione complicata.
Todisco 6.5 Tutto ok dalla sua parte, poche sbavature in un primo tempo più che sufficiente.
1' st Zaidani 6.5 Ha un bel lavoro da sbrogliare contro un Ali sempre pericoloso.
Vescera 7 Blinda la corsia mancina con una fase difensiva di ottimo livello. Non fa passae praticamente nessuno.
Sacchetto 7 Grande prova sul centro-destra del centrocampo, ci mette sia il fisico che il passo mettendo in difficoltà la mediana avversario.
Ori 6.5 Positivo nel cuore della retroguardia, limita Bertaggia e protegge l'area di rigore.
De La Vega 7.5 Immenso, va a chiudere tutti i varchi e va a raddoppiare tutto e tutti.
Cometa 7 Il più pericoloso del Cinisello con due tentativi sui quali però Corzani si fa trovare pronto. Bravissimo nell'arretrare il proprio raggio d'azione per creare superiorità e spazi nei quali si inseriscono i compagni. (38' st Fortuna 6.5).
Rivellini 7 Perno centrale di una mediana che funziona alla grande, fosse entrato il colpo di testa all'ultimo minuto sarebbe stato senza dubbio l'eroe della giornata.
Falcone 6.5 Viene incontro, accelera, gioca spalle alla porta e ci prova con un bel colpo di testa ma non è fortunato. Gara generosissima la sua. (13' st Atzeni 6.5).
Giacobbe 6.5 Non molla mai, gioca in quasi tutti i ruoli dell'attacco facendo valere una buona tecnica di base. (28' st Agrati sv).
Andreoni 7.5 Il migliore dal centrocampo in su, non a caso è il capitano. Grandi chiusure e raddoppi di marcatura, presenza fondamentale sul centro-sinistra.
All. Brancaccio 7 Costringe la Lombardia a non segnare per la prima volta nel suo campionato e sfiora anche il colpo grosso nel finale. Prestazione da grande, giusto sognare in questo senso.

Cinisello Under 16

ARBITRO
Corrado di Cinisello 6.5 Il giovane Gabriel continua a migliorare. Dopo aver esordito in Under 14 fa già il doppio salto in avanti. Sbaglia solo un corner e un fallo non fischiato su Rossi, per il resto tutto ok. Anche il giallo per proteste a Hrovat.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400