Cerca

Under 16

Laronca ha il ghiaccio al posto delle vene: e il sogno continua

La formazione di Fumagalli fa suo il big match della giornata e guarda alle posizione di vertice

Laronca Frog Milano Under 16

Laronca con la sua doppietta diventa l'eroe di giornata per la Frog Milano

Finisce 3-1 per la Frog Milano la sfida d'alta classifica nel girone F contro il Real Trezzano. Le due squadre si schierano in maniera speculare, 4-3-3 è il modulo prescelto dai due allenatori. Le danze vengono aperte, al 18', dall'ammirabile colpo di testa di Laronca che permette ai suoi di cambiare l'andamento del match. I cannonieri, però, non sono mai domi e Palmieri, dopo neanche dieci minuti, riesce a rimettere in parità il match. Le emozioni nel primo tempo sembrano non finire mai e Laronca sigla la doppietta personale a quattro dal termine. Il secondo tempo è stato reso frizzantino dall'intensità messa in campo dalle due squadre, ma l'imprecisione non ha permesso a nessuna delle due compagini di pungere a dovere. Solamente all'ultimo minuto, arriva la gloria anche per il subentrato Khalifa che da rapace chiude definitivamente i conti, permettendo alla Frog di continuare a sognare.
 
Botta e risposta. Sin dai primi minuti si rende evidente l'importanza della posta in palio: le squadre partono timorose, commettendo qualche errore tecnico di troppo e cercando di non scoprirsi a costo di essere meno incisivi davanti. Al 18' è la Frog a rompere l'equilibrio: Mauro si invola sulla fascia sinistra e mette in mezzo un gran pallone che, Laronca colpisce di testa e, indirizzandola sul secondo palo, sorprende Sellistri. Il gol comporta una maggior confusione nella partita, che cambia ritmo diventando più aperta e veloce. Passano solo dieci minuti e bomber Palmieri fa sentire il suo ruggito. Al 27', Alagni riesce a respingere un rinvio corto del portiere avversario, sulla respinta si avventa Palmieri. La punta, dopo aver saltato i due centrali, con un destro di grand e potenza supera Romeo. Quando le due squadre sembravano pronte ad andare in spogliatoio in parità, al 36', Sellistri manca la palla sul rinvio e permette a Laronca di gonfiare la rete tutto solo.
 
Fretta. Il secondo tempo si mostra sin da subito frizzantino e caratterizzato da un ritmo alto. Dopo soli due minuti, capitan Paredes, si invola di poco defilato e chiude troppo il destro. Nonostante il vantaggio è la Frog a tenere in mano il pallino del gioco, con gli ospiti che faticano in impostazione e non riescono a rendersi mai veramente pericolosi se non su iniziative di Palmieri. Sul finire del tempo trova la gloria anche il subentrato Khalifa, che chiude definitivamente il match, andando come un rapace a colpire il pallone in mischia.

IL TABELLINO

Frog Milano-Real Trezzano 3-1
RETI (1-0, 1-1, 3-1): 18' Laronca (F), 27' Palmieri (R), 37' Laronca (F), 37' st Khalifa (F).
FROG MILANO (4-3-3): Romeo 5.5, Accardo 6, Di Stefano 5.5, Mangiarotti 5.5, Marchesani 5.5, Bourkadi 5.5, Sperandeo 6, Zanini 6, Mauro 6.5 (18' st Khalifa 6.5), Paredes Ramirez 6.5, Laronca 8 (40' st Teruzzi sv). A disp. Fjerca, Armua Salazar, Boscarello Francesco. All. Fumagalli 7. Dir. Sperandeo.
REAL TREZZANO (4-3-3): Sellitri 5, Bassoli 5.5 (32' st D'Agostino sv), Pampalone 5 (8' st Monopoli 5.5), Alagna 6.5 (15' st Dieng I. 6), Gioè 5.5, Marconi 5.5, Carrara 6, Salzano 5.5, Palmieri 7, Murino 5 (32' st Quaceci sv), Rizzini 5 (1' st Dieng M. 5.5). A disp. Michaletti, Gilardoni, Predari. All. Rizzini 6. Dir. Alagna.
ARBITRO: Bacchini di Milano 6.5.
AMMONITO: Di Stefano (F).

LE PAGELLE

FROG MILANO

Romeo 6 Il suo rilancio sballato crea l'azione che porta al degli avversari, per il resto non viene mai realmente sollecitato. 
Accardo 6.5 Si mostra ordinato, mette equilibrio nelle due fasi non disdegnando l'offerta di appoggio in fase offensiva e mostrando delle buone lettura in quella difensiva.
Di Stefano 6 Non pulitissimo sul gol, qualche sbavatura in fase d'impostazione che però non macchia la sua solida prestazione
Mangiarotti 6 Prova spesso a sfruttare al meglio le sue apprezzabili dote fisiche, la sua sicurezza lo porta a commettere un errore di posizione su PalmierI in occasione della rete. Nel secondo tempo alza il livello del suo gioco andando spesso in anticipo.
Marchesani 6.5 Privilegia la fase difensiva a quella offensiva, non commette sbavature evidenti riuscendo a risultare sempre efficace nei contrasti. 
Bourkadi 6 Pesa tanto sulla sua partita il contrasto aereo perso con Alagni in occasione del gol subito, ma con la sua grinta riesce a rendere dura la giornata avversaria.
Sperandeo 6.5 Dona equilibrio alla squadra abbinando qualità e quantità, corre nello spazio compreso tra le due aree di rigore in continuazione.
Zanini 6 Si trova spesso a far legna non disdegnano l'aiuto in impostazione, polmoni e cervello al servizio della squadra.
Mauro 6.5 Il primo gol nasce da una sua grande giocata, anche a causa dei pochi servizi si incupisce con il passare dei minuti.
20' st Khalifa 6.5 Entra spingendo tanto, non permettendo mai un gioco pulito alla retroguardia avversaria e viene premiato anche dal gol nel finale.
Paredes 6.5 Lavora a meraviglia con i suoi compagni di reparto, sfruttando le sue caratteristiche fisiche crea numerosi spazi per i suoi esterni.
Laronca 8 Il suo colpo di testa in occasione del primo gol è ammirabile, il secondo è da opportunista e con la sua fatica aiuta molto i suoi. (40' st Teruzzi sv).
All. Fumagalli 7 Lo scontro diretto è suo, seppur con un po' di fortuna, ma il match si è mostrato ben preparato.

REAL TREZZANO

Sellitri 6 Non viene chiamato a compiere grandi interventi, l'incertezza che regala il 2-1 agli avversari è molto pesante. L'errore viene portato da una caratteristica molto utile per i portieri, stare alti pronti a interrompere velocemente l'azione offensiva. 
Bassioli 6
Non riesce mai ad incidere sulla sua fascia, fatica negli uno contro uno e in campo aperto. (32' st D'Agostino sv).
Pampalone 6 
Si mostra troppo timido e perde il confronto con La Ronca, troppe volte viene sorpreso dai cross esterno per esterno.
8' st Monopoli 6
è un cambio tattico il suo, ma non riesce ad incidere sul match finendo molte volte per intestardirsi inutilmente.
Alagna 6.5
È bravo in interdizione, il suo lavoro e la sua grinta gli permettono di servire Palmieri sul primo gol.
15' st Dieng I. 6
Nei minuti concessigli fatica molto per aiutare i suoi e permettere gli ultimi tentativi.
Gioè 6
Soffre la fisicità di Paredes, viene sempre messo alla spalle dal suo diretto avversario.
Marconi 6
Non riesce a mettere ordine nel reparto uscendo molte volte fuori tempo e concedendo pericolose azioni, anche quando viene alzato sulla linea del centrocampo fatica.
Carrara 6.5 
Inizialmente soffre il confronto con Mauro, una volta prese le misure riesce a gestirlo bene e a condurre una partita ordinata.
Salzano 6
Si ritrova troppo spesso preso in mezzo comportando un ritardo nel pressing e difficoltà per la linea difensiva.
Palmieri 7
Il suo gol è da bomber vero, punta due difensori e con un missile non lascia scampo al portiere. Nella ripresa si carica la squadra completamente sulle spalle.
Murino 6
Non riesce mai ad incidere, rimanendo ai margini del gioco. (32' st Quaceci sv).
Rizzini 6
Viene sostituito a fine primo tempo dopo una prova incolore.
1' st Dieng M. 6
Viene inserito per mettere brio nella manovra ma i conti non tornano, fatica ad entrare in partita.
All. Rizzini 6
La sua squadra fatica e tanto a rendersi pericolosa, pur mostrando una discreta organizzazione.

ARBITRO
Bacchini di Milano 6.5
La partita è corretta e lui fischia sempre cose giuste e le chiarisce con tranquillità.

LE INTERVISTE

Fumagalli, allenatore Frog «Abbiamo vinto questa partita perché ci abbiamo creduto. Abbiamo lottato sui palloni difficili e stiamo facendo un grande lavoro per giocare meglio a calcio. A volte non ci riesce, ma quando funziona è un piacere vederci. L'obiettivo è fare il meglio possibile, perché questa squadra ha delle difficoltà umane che delle volte incidono sulle prestazioni. Quando siamo in campo cerchiamo di lasciare tutto fuori per dare il meglio e divertici.»
 
Rizzini, allenatore Real Trezzano «Oggi è mancata la cattiveria. Abbiamo giocato male con diversi elementi sottotono rispetto alle loro capacità. Il risultato è giusto. Siamo una squadra che doveva ambire al secondo e la classifica è al di sotto delle nostre aspettative, evidentemente per nostri demeriti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400