Cerca

Under 16

Galli sbuca all'improvviso in un pazzo finale e fa sognare l'Assago

Gli ospiti rimontano due gol e si portano a 4 punti nel girone, strada in salita ora per gli Orange

Alessandro Galli

Alessandro Galli, subentrato dalla panchina e autore del gol decisivo per il pareggio

Un 5-5 più che rocambolesco tra Atletico Alcione e Assago. I padroni di casa hanno messo in campo tutte le loro carte vincenti e si sono imposti per buona parte della gara, portando a segno Destro due volte nel primo tempo. Al netto di qualche svista difensiva, e poca ispirazione in fase di possesso, la formazione ospite ha risposto a ogni rete subita creando grattacapi alla difesa avversaria con Scotti e Zanotti, rendendosi pericolosi soprattutto lungo le fasce. Nel finale, quando gli Orange sembravano avere la partita in cassaforte col parziale di 5-3, i gialloblù hanno prima accorciato le distanze con Maimeri, e al 40' hanno trovato il definitivo pareggio con la stoccata di Galli. Al termine di una partita giocata a mille, le due compagini si trovano ancora in bilico nella classifica del girone, dove non sono più ammessi errori per centrare il primo posto, l'unico valido per la qualificazione.

La formazione di Manini dovrà vincere contro Baranzatese e Lombardina per sperare nella qualificazione

DESTRO SI IMPONE

Nei primi minuti di gara solo l'Atletico Alcione sembra essere sceso in campo, con la prima occasione da gol che arriva dopo soli due minuti. Il protagonista è Destro, che approfitta di una svista della difesa per rubare palla e fiondarsi in area: una volta arrivato, però, il suo tiro si scaglia contro il numero uno avversario. Ma la marcatura del numero 11 non tarda ad arrivare: tre minuti dopo si esibisce in un'azione simile alla precedente, Andreoni respinge il primo tiro ma non può nulla sulla ribattuta. Nei minuti successivi ci sono Kirsch e Pellegrino a rendersi pericolosi con le loro giocate con cui riescono ad arrivare al tiro - e a salvare la porta dell'Assago ci sono spesso gli interventi di Andreoni. Ma gli ospiti stanno lentamente prendendo confidenza col campo, e al 15' riescono a capitalizzare la loro prima vera azione offensiva. Incursione di Scotti da destra, palla in mezzo per Zanotti che imbuca senza pensarci due volte. L'Assago sfrutta il buon momento per mantenersi in avanti e creare qualche assedio all'area avversaria, ma i padroni di casa ristabiliscono presto l'equilibrio e si inizia a giocare da una parte all'altra del campo. Il finale del primo tempo riserva ancora qualche emozione. Al 35' c'è la rete del 2-1 di Destro, che sigla la doppietta scaraventando in rete un pallone vagante nella mischia in area. Due minuti dopo c'è Del Duca a cercare nuovamente il pareggio, ma il suo bel tiro in mezza rovesciata trova la degna risposta di Cellini in tuffo.

Destro, protagonista dell'Atletico Alcione con una doppietta nel primo tempo

PARTITA QUASI CHIUSA

Che sarà un secondo tempo scoppiettante lo si vede sin dai primissimi minuti, che regalano subito una rete per squadra. La prima, quella del pareggio dell'Assago, con la girata di testa di Sandberg su cross di Zanotti, il secondo su rigore trasformato da Kirsch che ristabilisce il vantaggio dei padroni di casa. La partita s'infiamma a partire da quest'ultimo episodio, che accende gli animi in campo e in tribuna a causa dei dubbi riguardo l'assegnazione del tiro dagli undici metri (su un contatto reputato fuori area dalla formazione ospite). La situazione peggiora all 11', quando sono i padroni di casa a protestare per un fallo sul portiere e conseguente rete del 3-3 di Del Duca. Inizia così una fase concitata della partita, caratterizzata da lanci lunghi, contrasti e scintille tra i giocatori e le panchine. L'Atletico Alcione riesce comunque a mantenere la lucidità e si impone a centrocampo, ai danni dei gialloblù poco ispirati in fase di possesso e che sbagliano troppo in difesa. Il 4-3 è solo questione di tempo, e arriva con un traversone di D'Amore dalla traiettoria beffarda, che sorprende il portiere e atterra in rete alle sue spalle. Vista l'imprevedibilità della partita i padroni di casa non si accontentano e cercano un'altra rete per chiudere la partita, portandosi in avanti grazie agli ampi spazi concessi dagli avversari a D'Amore, Mercurio e al subentrato Leo. Gli Orange devono aspettare però il 33' per agguantare il 5-3 grazie all'autorete di Cuni, che nel tentativo di spazzare il cross di Kirsch indirizza il pallone nella propria rete. E qui, la partita sembra chiusa: i gialloblù non sembrano nella giusta condizione tattico-mentale per trovare in pochi minuti i due gol che li sperano dal pareggio, soprattutto ai danni di una squadra che ha ormai preso controllo del campo e continua a trovare la profondità senza sbilanciarsi. Ma forse è proprio qui che i padroni di casa mollano il colpo forti dei due gol di vantaggio, e gli ospiti, senza più nulla da perdere, riescono a portarsi in attacco in diverse occasioni con le giocate dei due trascinatori offensivi Scotti e Zanotti. È quest'ultimo che propizia la rete in grado di riaccendere le speranze gialloblù, con un pallone teso in area che trova la zampata vincente del terzino Leonardo Maimeri. Due minuti dopo è Scotti a fornire l'assist, e in questo caso è Galli a imbucare mandando gli ospiti in visibilio. 

A 4 punti nel girone, sulla via dell'Assago verso la qualificazione c'è l'Atletico CVS

IL TABELLINO

ATLETICO ALCIONE-ASSAGO 5-5
RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-2, 3-2, 3-3, 5-3, 5-5): 8' Destro (At), 15' Zanotti (As), 35' Destro (At), 4' st Sandberg (As), 5' st rig. Kirsch Giroletti (At), 11' st Del Duca (As), 14' st D'Amore (At), 33' st aut. Cuni (As), 38' st Maimeri L. (As), 40' st Galli (As). 
ATLETICO ALCIONE (4-4-1-1): Cellini 6.5, Venturi 7, Merlin 6.5, Tadini 6.5 (21' st Leo 6.5), Pellegrino 7 (10' st Bergogni 6.5), Madera 6.5, D'Amore 7.5, Mercurio 7, Kirsch Giroletti 8 (34' st Castelli sv), Tonon 7 (36' st Lo Conte sv), Destro 7.5. A disp. Cogliati, Cardeti, Imperato. All. Manini 7. Dir. Venturi.
ASSAGO (4-4-2): Andreoni 7, Maimeri L. 7, Garrò 6.5, Del Duca 7.5, Cuni 6.5, Sandberg 7, Zanotti 7.5 (41' st Palma sv), Pierucci 7 (16' st De Angelis 6.5), Scotti 7, Miotto 7 (25' st Galli 7.5), Martinelli 6.5 (29' st Bomparola sv). A disp. Amiranda, Morittu, Fanello, Maimeri E., Baracchi A. All. La Rocca 7. Dir. Conti.
ARBITRO: Khir Alla di Milano 6
AMMONITI: Andreoni (As), Tadini (At).

LE PAGELLE

ATLETICO ALCIONE
Cellini 6.5 Decisivo con alcuni suoi interventi, anche in uscita, dove riesce ad anticipare diverse giocate avversarie.
Venturi 7 Tempestivo in molte delle sue chiusure. Grazie al suo senso della posizione concede pochissimi spazi lungo la sua fascia.
Merlin 6.5 Dialoga coi compagni di reparto e argina gli avversari meglio che può. Prova diverse volte a costruire dal basso coi palloni recuperati.
Tadini 6.5 Lucido in copertura, costringe gli avversari a ripiegare lungo le fasce nelle offensive.
21' st Leo 6.5 Lotta su ogni pallone e accompagna la manovra di possesso, riuscendo ad alzare il baricentro della squadra.
Pellegrino 7 Si fa trovare al posto giusto sia in fase di copertura che di manovra. Avanza insieme alla squadra e costruisce sulla trequarti, sfiorando il gol in diverse occasioni.
10' st Bergogni 6.5 Spinge lungo la fascia e per vie centrali. In fase di non possesso si rende protagonista di qualche recupero decisivo.
Madera 6.5 Buona visione di gioco. Concede poco in marcatura e copre bene la sua porzione di campo, neutralizzando molti lanci lunghi avversari.
D'Amore 7.5 Traina il suo reparto offensivo palla al piede lungo la fascia. Fornisce assist e trova un gol fortuito ma comunque decisivo.
Mercurio 7 Lotta in mezzo al campo e concede pochi spazi. In fase di possesso gestisce la manovra e riesce a portare su la squadra.
Kirsch Giroletti 8 Riesce a rendersi imprevedibile alla difesa avversaria. Trova spazi per entrare in area e si rende pericoloso andando in moltissime azioni offensive (34' st Castelli sv).
Tonon 7 Smista nella metà campo avversaria, dando fluidità alla manovra e proponendo un gioco rapido e verticale. (36' st Lo Conte sv).
Destro 7.5 Ottima la sua intesa coi compagni. Accompagna prontamente ogni azione e s'inserisce al meglio negli schemi offensivi, trovando una doppietta letteralmente fondamentale.
All. Manini 7 I suoi scendono in campo con la giusta mentalità, proponendo un gioco offensivo e senza mai risultare sbilanciati. Nonostante il controllo della partita, la sua squadra paga qualche incertezza sotto porta e la poca prontezza sui palloni vaganti nella propria area.

ASSAGO
Andreoni 7 Spettacolare, nonché decisivo, con alcune sue parate su tiri a botta sicura. Diffonde sicurezza a un reparto difensivo non impeccabile; ma quel pallone preso con le mani era in area o no? Nel dubbio, meglio spazzare coi piedi.
Maimeri L. 7 A tratti soffre la fisicità degli avversari, ma copre bene la fascia e chiude spesso gli avversari in cerca di spazi per crossare. La sua buona prestazione è impreziosita da un gol nel finale fondamentale per la rimonta.
Garrò 6.5 Non risulta sempre reattivo sulle incursioni avversarie, ma compensa con qualche intervento decisivo che sfrutta per far ripartire la squadra.
Del Duca 7.5 Dà una mano in tutto il campo e dà un grande apporto alla manovra offensiva, mantenendo alta la squadra, fraseggiando nella metà campo avversaria e avanzando palla al piede.
Cuni 6.5 L'autorete non intacca la sua buona prestazione. Concede pochi pertugi agli avversari e chiude lo spazio di tiro a bordo area.
Sandberg 7 Raramente si lascia sorprendere dalla rapidità avversaria. In fase di possesso fraseggia bene coi compagni e segna il gol del 2-2.
Zanotti 7.5 Trascina il reparto offensivo per buona parte della gara, rendendosi imprevedibile con la sua rapidità lungo la fascia e creando diverse palle gol, fornendo un assist e mettendo anche il suo nome nel tabellino. (41' st Palma sv).
Pierucci 7 Lotta in mezzo al campo e recupera diversi palloni, mantenendosi lucido proprio nella zona di campo in cui gli avversari provano a imporre il loro gioco.
16' st De Angelis 6.5 Accompagna la manovra di possesso palla e tiene alta la squadra, provando a prender parte ad alcune azioni offensive.
Scotti 7 Pericolo costante per gli avversari. Trova spazi sia per vie centrali che lungo le fasce, riuscendo a filtrare anche nell'uno contro uno.
Miotto 7 Smista il pallone con lucidità, dettando la manovra sia in orizzontale che con precisi lanci alla ricerca della profondità.
25' st Galli 7.5 Presente in ogni azione in fase di possesso, facendosi trovare al posto giusto nel fraseggio coi compagni e trovando un gol pesantissimo nel finale.
Martinelli 6.5 Fatica a trovare spazi, ma non smette mai di provarci e si rende protagonista di alcuni dei migliori momenti della gara dell'Assago, mantenendo la squadra in zona pericolosa (29' st Bomparola sv). 
All. La Rocca 7 Al netto di una fase difensiva approcciata non al meglio, riesce a cambiare gli assetti in corso d'opera rendendo la sua squadra più incisiva e imprevedibile.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400