Cerca

Under 16

Football Leon-Base 96: ci provano fino all'ultimo i padroni di casa, ma il rigore di Popa nella ripresa è decisivo per i tre punti conquistati dai sevesini

La Base 96 apre con due gol, la Football Leon fa di tutto per restare in partita, accorciando le distanze con Nitel, ma gli ospiti poi riportano il risultato in sicurezza

Football Leon-Base 96: ci provano fino all'ultimo i padroni di casa, ma il rigore di Popa nella ripresa è decisivo per i tre punti conquistati dai sevesini

La rosa della Base 96 al gran completo

Arrivano altri tre punti pesanti nella stagione della Base 96 di Aguzzi che supera in trasferta la Football Leon di Argelli. Una gara tirata e combattuta sino all’ultimo secondo, dove alla fine restano sullo sfondo due episodi dubbi che condizionano fortemente il match. In termini di gioco si fa preferire la formazione di Argelli, capace per lunghi tratti del match di trattare con maggior cura la sfera; la Base al contrario non offre la solita qualità nel gioco, affidandosi spesso a soluzioni poco ragionate, che vadano a lucrare sulle tante disattenzioni della retroguardia lesmese. Il buon gioco dei padroni di casa va però a scontrarsi con il cinismo della formazione sevesina che sia nel primo tempo, che nella ripresa, trova la via del gol per l’ottava vittoria stagionale che permette ad Aguzzi di restare attaccata al treno di vetta con Limbiate e Biassono. Argelli può sorridere e recriminare: il rigore di Popa nasce da un contatto dubbio, nel finale poi manca il penalty in favore della formazione di casa per una vistosa parata in mischia da parte di un difensore avversario. Resta di buono il gioco espresso e la determinazione messa in campo per rimanere aggrappati ad una speranza in una sfida complessa ma comunque alla portata.

Ospiti cinici. Argelli opta da subito per la compattezza e l’ordine, sfruttando al meglio le qualità di Pilli al centro del campo dove riesce a farsi valere in entrambe le fasi di gioco. Sugli esterni vanno Nitel e Ruboni, con Mannucci che lavora alle spalle di Tutone. Una soluzione valida che porta la Football a creare da subito delle buone soluzioni in avanti, contro una Base che parte con un baricentro basso che complica l’uscita ed il palleggio della formazione ospite. Nonostante l’impegno iniziale, è proprio la formazione sevesina a trovare il vantaggio, al minuto 11’ con Gomis che riesce in allungo ad spingere il bel cross di Magon sul secondo palo, con D’Amato in ritardo che non può far altro che vedere la sfera terminare alle sue spalle. La Football però non demorde e torna sin da subito alla carica: per primo ci prova proprio Ruboni, che viene servito in area da Pili; ottimo il controllo e la sterzata per andare sul destro per un piazzato sul primo palo che Vaghi riesce a respingere con un super intervento. Allo sforzo offensivo della Football corrisponde una soluzione della Base che si tramuta in gol, il tutto favorito però dal brutto infortunio di D’Amato. Siamo al 25’ quando Popa s’incarica di una punizione dalla lunga distanza sulla sinistra; la palla viene giocata dentro lenta con D’Amato che fa sua la sfera solo in un primo momento, dato che il pallone gli scappa dalle mani per il tap-in vincente di Ballabio.

La Football ci prova. Uno-due che può assumere i colpi di un K.O. definitivo per la formazione di Argelli, che nella ripresa prova a mischiare le carte andando a portare Ruboni dentro il campo e Mannucci invece largo a sinistra. Una soluzione che paga inizialmente, vista la facilità di corsa del numero 10, il quale abbina una buona qualità di palleggio che gli permette di portarsi spesso sul fondo per creare dei potenziali pericoli. Da qui ecco arrivare una fase di gioco costellata di continue interruzioni e poche soluzioni valide nel gioco proposto poi in fase offensiva da parte di entrambe le compagini. Fase di poco spettacolo che viene interrotta solamente al 22’, con il primo episodio di giornata. Un lancio lungo diventa facile preda di Gomis, che viene però recuperato da Rovelli abile nel portarsi davanti con il corpo; l’arbitro vede però un contatto dubbio tra i due che punisce poi con il penalty che Popa realizza senza troppi problemi. La Football allora si riversa in avanti alla ricerca di una rimonta pare impossibile ma che diventa alla portata poco più tardi. Al minuto 27’ arriva infatti il 2-3, figlio di un ottimo recupero sul secondo palo di Rovelli che va al tiro respinto sul secondo palo per il tap-in vincente di D’Onofrio che sembra riaprire i conti. Tanto lo sforzo messo in atto nel finale ma che si tramuta poi in un nulla di fatto. Prima del fischio finale c’è tempo però per il secondo episodio dubbio di giornata, con il tiro di Nitel da fuori che viene murato dalla mano di uno dei difensori di Aguzzi, con la panchina di casa che esplode per un penalty che anche da fuori sembrava netto. Sorride la Base, per tre punti sofferti, conquistati su un campo difficile. Resta però una prova matura, che in stagioni e campionati del genere può spesso fare la differenza.

IL TABELLINO

Football Leon-Base 96 2-3
RETI (0-2, 1-3, 2-3): 11’ Gomis (B), 25’ Ballabio (B), 6’ st Nitel (FL), 22’ st rig. Popa (B), 27’ st D’Onofrio (FL).
FOOTBALL LEON (4-4-1-1): D’Amato 5.5 (36’ Mariani 6), Pirovano 5.5, Scirano 6.5, Sironi 6, Rovelli 6.5, Costin 6, Nitel 6.5, Pili 7, Tutone 5.5 (23’ st D’Onofrio 6.5), Mannucci 6.5, Ruboni 7. A disp. Donato, Magrisi, Longo. All. Argelli 6.5.
BASE 96 (4-2-3-1): Vaghi 7, Magon 6.5 (26’ st Navarra 6), Elli 6.5, Buonomo 6 (22’ st Morena 6), Benetti 6, Romano 6 (39’ st Marra sv), Meco 6.5, Viganò 7, Gomis 6.5, Popa 7 (22’ st Canì E. 6), Ballabio 6.5. A disp. Govoni, Bragatto, Canì. All. Aguzzi 6.5.
ARBITRO: Davide Nobili sez. Seregno 5.5.
AMMONITI: Scirano (FL), Magon (B), Rovelli (FL), Nitel (FL).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400