Cerca

Under 16

La zampata vincente di Leanza rompe l'equilibrio di un match indirizzato verso il pareggio

Nel primo match del 2022 di Juvenilia e Carugate non si risparmiano e serve un acuto finale per metterla in discesa per una delle due squadre

Badalati, Leanza Juvenilia Under 16

Pablo Badalati e Orazio Leanza, i due mvp che hanno deciso la gara della Juvenilia

Riprendono i campionati anche nel cuore della Brianza, con Juvenilia e Carugate che scendono in campo con tanta voglia di giocare e darsi battaglia, pur rispettando le regole. La gara tra le due squadre, infatti, è piacevole e decisamente corretta. Al triplice fischio dell'arbitro, che ha diretto in modo impeccabile, a strappare i primi tre punti di questo 2022 sono i padroni di casa, che si hanno aperto e chiuso le marcature grazie ai gol di Badalati e Leanza. A nulla è servito, se non a regalare ulteriori dosi di spettacolo a coloro i quali erano presenti in tribuna, il gol di Battiston per il Carugate, che ha inizialmente accorciato le distanze ma non è riuscito a far girare l'inerzia della partita a suo favore dopo un primo tempo in cui aveva trionfato perlopiù l'equilibrio tra i giocatori in campo. Col passare dei minuti, infatti, i ragazzi hanno scrostato la ruggine dalle gambe, sciolto i muscoli e hanno sostanzialmente preparato il terreno per la gara che c'è stata nel secondo tempo, decisamente diverso dalla prima frazione. 

Portieri protagonisti. Le forze a inizio gara sembrano equivalersi, con le varie iniziative delle due squadre che si vanno ad infrangere sulle rispettive difese avversarie, pronte poi a far ripartire centrocampo e attacco. Il Carugate, a dirla tutta, sembra averne un po' di più: l'impressione, infatti, è che i ragazzi di Tacchino possano avere quello sprint necessario che potrebbe mettere in discesa la gara per gli ospiti. La pausa prolungata si fa sentire maggiormente, dunque, nella Juvenilia e gli avversari ne approfittano sfruttando la loro velocità, cercando così maggiormente la porta e provando a mettere in difficoltà Francani, che deve esibire tutti i suoi riflessi per evitare di far andare i compagni sotto sin dalle prime battute. Se lì davanti il Carugate viaggia a velocità altissime, le crepe in difesa ci sono e proprio in quelle fratture si infilano i terminali offensivi della Juvenilia per trovare la via del gol. Tra i pali, però, Ndiaye non è da meno e riesce a respingere i tentativi di Badalati, Leanza e Mariani, esibendo anche una certa estetica nei suoi interventi. Per tutti primi 40 le squadre sono ordinate e cercano la via del gol, dando vita ad una partita piacevole da guardare ma che dà l'impressione secondo cui nessuna delle due compagini possa avere quel lampo utile a battere i due portieri, in grandissima giornata.

Ruggine scrostata. Al rientro in campo le squadre approcciano la gara sostanzialmente nello stesso modo del primo tempo e manca ancora quel mordente che vale il mettere la testa in avanti. Col passare dei minuti, però, qualcuno dei giocatori inizia a spingere maggiormente, dando vita ad una serie di duelli non poco interessanti a centrocampo. All'11' la Juvenilia rompe gli indugi e il ghiaccio, con Badalati che raccoglie un pallone e fulmina Ndiaye con uno scatto che lo lascia sul posto e, a porta ormai vuota, l'attaccante deve solo depositare in rete. Badalati si conferma così un pezzo imprescindibile nello scacchiere di Paglia e uno dei più convincenti nel match di oggi. Sulle ali dell'entusiasmo la Juvenilia si riversa tutta in avanti, volenterosa di trovare immediatamente il raddoppio e chiudere così la gara. Questo porta a spazi che vengono lasciati scoperti e ne approfitta subito il Carugate, perché Battiston alla prima vera occasione del secondo tempo per gli ospiti riesce a mettere la palla in rete, facendo 1-1. Nonostante il gol, però, la squadra di Tacchino sembra accusare l'inizio roboante e ad alti livelli, perché il bel gioco corale delle prime battute lascia spazio a errori individuale e tante palle sprecate, in particolar modo sulle fasce. Quando manca circa un quarto d'ora alla fine i padroni di casa passano nuovamente in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Di Marco, a mettere la palla in porta è Leanza per il 2-1 Juvenilia. È sostanzialmente l'ultimo highlight del match tra Juvenilia e Carugate: a vincere sono i padroni di casa, ma la prova è positiva anche per gli ospiti e l'appuntamento con la vittoria è solamente rimandato. 

IL TABELLINO 

Juvenilia-Carugate 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 11' st Badalati (J), 13' st Battiston (C), 24' st Leanza (J).
JUVENILIA (4-3-3): Francani 7, Crintea 6.5, Hidalgo 6, Di Cintio 6, Romagnolo 6, Torzillo 6.5, Re De Paolini 6.5, Di Marco 7.5, Badalati 8, Leanza 7.5, Mariani 7. A disp. Sironi, Ibrahim Saged Khaled, Bonetto, Garofano. All. Paglia 7
CARUGATE (4-3-3): Ndiaye 7, Fondrini 6 (26' st Donghi sv), Spiz 6, Stucchi 6, Balsama 6.5, Ba 6, Bergomi 7, Barassi 6.5 (1' st Vellutino 6), Bubba 7, Laaribi 6.5, Battiston 8. A disp. Demasi, Del Corno, Galimberti. All. Tacchino 7
ARBITRO: Nobili di Seregno 7.5.

Tutti i membri del Carugate allenato da Tacchino

LE PAGELLE

JUVENILIA
Francani 7 Nel primo tempo quasi non gli danno tregua, lui è bravissimo a respingere praticamente tutti gli attacchi che gli piombano letteralmente addoso.
Crintea 6.5 Si spende tantissimo per i compagni portando a casa una prestazione pulita, fatta di solidità ma anche di estrema correttezza.
Hidalgo 6 Una partita discreta da parte sua. Non ha particolari spunti decisivi, però gioca con sicurezza, riducendo all'osso le sbavature.
Di Cintio 6 Nel primo tempo un po' in ombra, col passare dei minuti cresce e riesce a strappare una prova sufficiente.
Romagnolo 6 Un po' troppo disattento in difesa, sopratutto nel primo tempo. Mostra più grinta nel secondo tempo. 
Torzillo 6.5 Ottimo giocatore, quando si scioglie nella ripresa diventa uno degli uomini in più tra le fila dei padroni di casa, mettendo in seria difficoltà gli avversari.
Re De Paolini 6.5 Un ottimo elemento per la squadra, perché le sue caratteristiche sono importanti. Riesce a sostenere e accompagnare l'azione.
Di Marco 7.5 Un centrocampista che non si limita al suo ruolo, mostrando capacità a tutto tondo. Con un pizzico di fortuna in più avrebbe lasciato un impronta importante sul match.
Badalati 8 Sin dalle prime battute fa intendere di aver voglia di incidere e, soprattutto, di giocare a calcio. Apre le marcature con un bel gol e per tutta la gara è nel vivo dell'azione.
Leanza 7.5 Nel posto giusto al momento giusto, non solo per il gol segnato, ma anche per altre situazioni del match. Mette in seria difficoltà la difesa avversaria nel secondo tempo.
Mariani 7 Si spende parecchio per la squadra, anche se spreca diverse occasioni, essendo meno cinico dei compagni. Nel finale di gara capisce che gli ospiti possono fare male e si abbassa per dare sostegno alle retrovie.
All. Paglia 7 Sostiene i suoi ragazzi e cerca di dar loro la giusta grinta per portarsi a casa la vittoria: la squadra lo segue e infatti i tre punti arrivano.

CARUGATE 
Ndiaye 7 Nonostante le due reti subite, compie parate davvero d'effetto. Spettacolare l'intervento ad una mano che evita un gol che sembrava praticamente certo.
Fondrini 6 L'80% della partita è giocato in maniera molto buona. Finisce però in calando, lasciandosi andare a forse troppi errori individuali. (26' st Donghi sv).
Spiz 6 Difficile per lui oggi lasciare il segno. Gli avversari lo circondano, lui fa quel che può ma non riesce ad emergere.
Stucchi 6 Inizia bene e svolge nel migliore dei modi i suoi compiti. Con l'andare dell'orologio, però, sparisce lentamente dal campo.
Balsama 6.5 Si spende tantissimo per i suoi compagni, determinato a mordere le caviglie, con buona pace degli avversari che devono evitarlo in tutti i modi.
Ba 6 Non ha paura dei contrasti fisici e lo dimostra: tutto quanto per conquistare anche solo un pallone in più. Si immola più volte.
Bergomi 7 Per tutto il tempo è stato l'ombra del numero 9, senza mai dimenticare di giocare la propria partita, non dando tregua e mettendo in seria difficoltà gli avversari. 
Barassi 6.5 Dosa bene le energie, recupera tanti palloni ed ha anche degli spunti offensivi veramente interessanti, rendendosi importante in entrambe le fasi.
1' st Vellutino 6 Entra e porta tanta quantità in campo, ma il suo apporto qualitativo, per quanto positivo, è inferiore rispetto a quello di Barassi.
Bubba 7 Mette in seria difficoltà tutta la difesa avversaria sopratutto nel primo tempo. Nel secondo, invece, gioca più per la squadra, pressando parecchio.
Laaribi 6.5 Prova a fare a sportellate, tenendo impegnati i difensori in molte occasioni, ma comunque oggi gli hanno preso le misure e lui non riesce ad inventarsi una giocata delle sue.
Battiston 8 Non smette mai di crederci: accorcia le distanze e prova in tutti i modi a dare qualcos'altro alla sua squadra, ma in alcuni frangenti è poco supportato dai compagni.
All. Tacchino 7 Dalla panchina grida ai suoi ragazzi dispensando consigli: nonostante il risultato, la sua squadra gioca una gara veramente buona.

Mohamed Ndiaye e Riccardo Battiston sono i migliori in campo per il Carugate

ARBITRO
Nobili di Seregno 7.5
Arbitraggio semplice e pulito, perfettamente in linea con la partita. Molto lucido anche nei momenti più concitati.

LE INTERVISTE

JUVENILIA
L'allenatore Paglia si complimenta con gli avversari e i suoi ragazzi, rimanendo ovviamente contento per il risultato: «Partita equilibrata, noi forse siamo stati più convinti, il risultato giusto sarebbe forse stato il pareggio, noi però siamo stati più bravi a sfruttare le occasioni». La testa è già alla prossima partita: «Si gioca domenica per domenica, è la miglior partita che abbiamo fatto dall'inizio dell'anno. Sotto il profilo della convinzione siamo sempre stati concentrati, dall'inizio alla fine».

La rosa della Juvenilia festeggia la vittoria a fine partita

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400