Cerca

Under 16

Appuntamento col destino rimandato: big match che lascia l'amaro in bocca

Al gol di Sala poco dopo il quarto d'ora del primo tempo risponde Meroni per gli ospiti al 6' della ripresa: bilancia perfettamente in equilibrio e classifica che non si muove

RUFFINI - POZZUOLO UNDER 16

Samuel Ruffini è la diga della difesa: non rischia e sceglie bene i tempi di intervento

È un pari che non accontenta l’1-1 che scaturisce dalla gara giocata al campo Sandro Pertini tra il Pozzuolo di Della Sala e il Cernusco di Nava, il quale ha dovuto reinventare il reparto difensivo perché molti dei suoi ragazzi erano assenti. Il risultato tra le due squadre prime nel Girone E non cambia niente a livello di classifica, il campionato è ancora lungo, anche se negli scontri diretti è il Cernusco a sorridere. Continua quindi la sfida a distanza tra le due compagini che sul campo hanno dato vita a una bella partita, equilibrata, nonostante i primi minuti un po’ con il freno a mano tirato più per la paura di sbagliare che per la voglia di vincere e provare la giocata giusta, con la conseguenza di annullarsi un po’ a vicenda. Partita sentita anche sugli spalti, dove trombe, cori e tifo nei confronti dei ragazzi non sono mancati.

Sala, fulmine a ciel sereno. Nel primo quarto d’ora di gioco succede poco e nulla, entrambi gli schieramenti cercano soprattutto di lavorare sulle fasce, ma le difese tengono bene e non danno modo agli attaccanti di sfondare. Il Cernusco al 6’ prova a impensierire i padroni di casa da calcio d’angolo dalla destra con Canessa alla battuta e con uno scambio tra Meroni e Mastrototaro, ma Romero è sul pezzo e in due tempi para agevolmente. Al 9’ è Pangelliere a bucare la difesa di casa superando Fersula e Ruffini, che però poi recuperano prontamente rifugiandosi in corner. Il Pozzuolo non sta a guardare e appena può riparte in contropiede, come in occasione del gol che al 18’ sblocca il parziale: Mihai e Pastori arrivano fin dentro l’area, Sala segue tutta l’azione e trova lo spiraglio giusto inserendosi con un tap-in vincente che vale l’1-0 per i suoi. I rossoblù non demordono e continuano a creare pericoli in area avversaria, al 33’ è di nuovo Pangelliere a non riuscire ad agganciare la palla perdendo il tempo giusto per poter calciare in porta, con la difesa bianconera che riesce a chiudere e a spazzare via la sfera. L’ultima azione del primo tempo è ancora appannaggio degli ospiti che imbastiscono la manovra partendo da Formoso per Crippa che passa a Canessa, il quale a sua volta serve Pangelliere fermato poi in modo falloso. Al calcio piazzato si presenta proprio lui, ma la barriera fa il suo dovere respingendo il tiro.

Si accende la miccia, partita più viva. Il secondo tempo riprende come si era concluso il primo e cioè con il Cernusco in attacco alla ricerca del gol. Già al 2’ minuto Meroni spalle alla porta scambia con Pangelliere che va al tiro, ma la palla finisce a lato. I bianconeri non sono da meno e al 4’ sfondano dalla destra con Pastori che arriva fino in fondo al campo e calcia trovando però la parata di Castellini, il quale allontana la sfera, ma si ritrova ancora ad opporsi sulla successiva conclusione di Candidi. Di nuovo ribaltamento di fronte e questa volta c’è il gol che vale il pareggio: i ragazzi di Nava ottengono una punizione calciata da Formoso, il quale tira trovando la traversa con Meroni che più veloce della luce si fionda sulla palla ribadendola in rete. Le risposte dei padroni di casa non tardano ad arrivare e prima Toscani all’8’ da punizione e poi Candidi con un tiro insidioso creano più di un brivido a Castellini, che sulla conclusione dell’attaccante bianconero è costretto nuovamente a rifugiarsi in corner. Dalla parte opposta al 19’ e al 25’ sono Meroni prima e il duo Mastrototaro-Pangelliere poi a scompaginare la difesa di Della Sala che però ha tra i suoi punti di forza Ruffini, bravo nelle chiusure e a permettere ai suoi di respirare e ripartire. Qualche punizione e qualche conclusione non angolata da entrambe le parti accompagnano gli ultimi scampoli di partita. Pozzuolo compatto e che tiene botta, quando si creano gli spazi li sfrutta al meglio e quando colpisce non perdona. Cernusco un po’ incerottato, ma che non rimpiange nulla della gara. Il destino del campionato è ancora tutto da decidere.

IL TABELLINO

Pozzuolo-FC Cernusco 1-1
RETI (1-0, 1-1): 18’ Sala (P), 6’ st Meroni (C).
POZZUOLO (3-5-2): Romero Segarra 6.5, Fersula 7, Bonicalzi 7, Angrisano 6.5, Galbiati 6.5, Ruffini 8.5, Pastori 7, Toscani 6.5 (37’ st Farina sv), Candidi 6.5, Sala 8.5 (28’ st Sgambetterra 6.5), Mihai 6.5. A disp. Brambilla, Maatugh, Lodetti, Stucchi, Santoro, Kourouma, Magnoni. All. Della Sala 7.
FC CERNUSCO (4-1-3-2): Castellini 7, Viviani 7, Formoso 8, Crippa 6.5, Fratini 6.5, Ingrosso 6, Mastrototaro 7, Canessa 6.5, Pangelliere 6.5, Concardi 7 (36’ st Muschera sv), Meroni 8.5. A disp. Valota, Ponsiglione, Tufaro, Varisco. All. Nava 7.
ARBITRO: Villarà di Monza 6.5.
AMMONITI: Angrisano (P), Viviani (C), Fratini (C).

LE INTERVISTE

A fine gara il tecnico del Pozzuolo Andrea Della Sala, parla così della partita giocata dai suoi ragazzi: «Nel primo tempo abbiamo giocato una partita brutta, però poi abbiamo trovato il gol. Nel secondo invece abbiamo fatto benissimo e avremmo meritato la vittoria. Il loro gioco si basava sul lancio lungo, noi invece abbiamo manovrato. Il campionato è ancora lungo, peccato per il gol subìto che è stato un gol stupido. È stata la nostra unica disattenzione e l’abbiamo pagata, poi dietro siamo sempre stati attenti e sempre concentrati. È mancato solo il guizzo finale, noi abbiamo cercato la vittoria, loro invece il pareggio».

Anche Cristian Nava, allenatore rossoblù, è contento solo a metà: «È un pari che non soddisfa, perché è la dimostrazione che siamo due squadre attrezzate e che meritiamo di arrivare in fondo. Per come siamo messi al momento con tutta la difesa fuori comunque è un pareggio che interessa. Ho dovuto chiedere tanto ai ragazzi che oggi hanno fatto gli straordinari. È stata una partita equilibrata alla fine con pericoli corsi e occasioni da gol per entrambi. Il pareggio è il risultato giusto. La partita di oggi avrebbe potuto indirizzare gli equilibri, ma se considero che all’andata abbiamo vinto e che oggi abbiamo pareggiato, quindi contro di loro non abbiamo mai perso, mi ritengo soddisfatto. All’inizio della stagione ci siamo posti un obiettivo, sappiamo dove possiamo arrivare e stiamo mantenendo la rotta. Quello che abbiamo dimostrato oggi sul campo è che siamo due squadre che meritano di stare lì ai primi posti, dispiace solo che una delle due arriverà seconda».

CLICCA QUI PER LE PAGELLE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400