Cerca

L'intervista

Il Sergio Ramos di Muggiò

Difensore con l'incarico di battere i calci di rigore, Luca Rossi è al primo anno con la maglia gialloblù ed è assolutamente determinato ad aiutare la squadra a superare tutti gli ostacoli

Luca Rossi, Muggiò Under 16

Luca Rossi, difensore del Muggiò di Marco Pantano

I calci di rigore non sono esclusivamente un business degli attaccanti. Sempre più di frequente si vedono centrocampisti incaricarsi dagli undici metri, ma anche difensori. Anzi, alcuni di questi sono tra i più infallibili realizzatori dal dischetto, basti pensare a giocatori come Sergio Ramos o Leonardo Bonucci, giocatori delle retrovie che fanno del carisma il loro punto forte e lo scaricano anche sul pallone nel duello uno-contro-uno davanti al portiere

Situazione analoga la si ritrova nel Muggiò di Marco Pantano, squadra nella quale il rigorista incaricato è Luca Rossi, difensore che quest'anno ha già trovato la rete proprio su calcio di rigore contro la Gerardiana nel girone d'andata: «Prima di questa stagione non avevo mai calciato i rigori. Durante la preparazione estiva, però, abbiamo fatto una sessione di allenamento proprio sui tiri dal dischetto e devo dire di essermi trovato molto a mio agio. Il mister lo ha notato ed ha incaricato me di questo compito. Prendermi responsabilità in campo mi piace e quindi sono felice di poter aggiungere questo tassello».

Il difensore è un classe 2006 ed è alla prima stagione con la maglia del Muggiò, dopo un lungo passato con i colori de La Dominante. Nei mesi precedenti all'inizio del campionato, infatti, si era palesata in lui la voglia di cambiare aria e la scelta di Luca è ricaduta proprio sui gialloblù di Marco Pantano. La squadra sta vivendo una stagione di alti e bassi, ma nelle ultime giornate sembra che sia stata imbeccata la strada giusta, perché i muggioresi sono ancora imbattuti nel 2022, con due vittori ed un pareggio. «Siamo in crescita e dobbiamo continuare a fare ciò che sappiamo, per provare a risalire la china», aveva dichiarato Luca Rossi a metà del girone d'andata, mentre il tecnico Pantano si era augurato uno step mentale per il nuovo anno. Al momento il campo sta dando ragione ad entrambi, perché il Muggiò sta esibendo una voglia di crescere non indifferente.

Voglia di crescere che non è certamente da circoscrivere unicamente al discorso corale, perché Luca lavora costantemente per migliorarsi anche a livello individuale. Se il ragazzo ha indicato come sue caratteristiche principali la velocità di reazione e la buona visione di gioco che gli permette di essere il classico difensore perfetto per l'impostazione dal basso, è anche vero che il giocatore ha parlato di come desideri migliorarsi soprattutto «sotto l'aspetto fisico. Con gli attaccanti più piazzati faccio fatica e invece voglio essere in grado di stare al passo con loro. Durante gli allenamenti settimanali mi concentro su come imparare ad utilizzare al meglio il corpo, in modo intelligente».

Il Muggiò di Marco Pantano

Come spiegato da Luca, gli allenamenti nel corso della settimana sono fondamentali, anche perché sono occasioni di confronto con i propri compagni di squadra, nuovi per il difensore in questo primo anno, ma con i quali nel corso di questi mesi è nata una chimica fortissima: «Mi sono integrato sin da subito al meglio con la squadra. Poi ovviamene col passare del tempo il rapporto si è rafforzato ed ho potuto conoscere al meglio le dinamiche del gruppo. Adesso vado d'accordo con tutti e ne guadagna l'intesa in campo. E questo, per noi difensori che dobbiamo essere sincronizzati, è fondamentale».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400