Cerca

Alcione-Pro Sesto Under 16: Toldo segna e si procura un rigore, Caremoli è inesauribile

Andrea Toldo, Pro Sesto

Andrea Toldo, Pro Sesto

Un lampo improvviso nel finale di Lawrence Cotugno regala alla Pro Sesto una vittoria insperata, per 3-2, dopo essersi fatta recuperare per due volte dall’Alcione. La squadra di Schenato esce sorridente dal terreno di gioco al termine di una prestazione positiva che l’ha vista per larghi tratti della gara controllare il gioco, ma subire in altri le avanzate offensive degli Orange. I ragazzi di Saccaggi approcciano bene alla partita, ma calano di intensità in poco tempo lasciando spazio e campo agli avversari. È da elogiare però l’attitudine e il cambio di marcia avvenuto nella ripresa che ha permesso a capitan Caremoli e compagni di riconquistare il pareggio, sfumato però a pochi secondi dal fischio finale. Toldo Chiama, Caremoli risponde. La prima frazione comincia su ritmi elevatissimi e i padroni di casa sfiorano la rete del vantaggio due volte nei primi cinque minuti di partita, prima con Gorla e poi con Caimi ma entrambi trovano Tomea a chiudere ogni possibilità. Dopo l’exploit iniziale dei padroni di casa, la Pro Sesto alza il suo baricentro prendendo in mano le redini del match ed esprimendo un gioco fatto di possesso palla ma con l’idea di verticalizzare nel momento giusto per servire il tridente d’attacco. Al 7’ Toldo segna il gol del vantaggio: riceve palla dalla rimessa laterale e dopo averla aggiustata con uno stop di petto, scarica un tiro al volo di sinistro che lascia immobile Petris. I ragazzi di Schenato provano a consolidare il vantaggio ma gli unici pericoli che creano sono frutto di conclusioni dalla distanza, soprattutto con Brognara. A 5’ dal duplice fischio l’Alcione trova il pareggio con il suo capitano, Tommaso Caremoli, che calcia una punizione dalla trequarti con l’intenzione di trovare il colpo di testa di qualche compagno in mezzo all’area, invece trova l’indecisione di Tomea che, con la complicità di un difensore, lascia scivolare la palla in rete. Tutto nel finale. La ripresa comincia con ritmi ben diversi dal primo tempo, squadre che accusano un po’ la stanchezza e sbagliano troppo in mezzo al campo. A ravvivare l’incontro ci pensa ancora Toldo che, in maniera astuta, anticipa il difensore e si procura un calcio di rigore. Meriggi non si lascia intimorire e segna il gol del 2-1, certificando il nuovo vantaggio della squadra allenata dal tecnico Schenato. L’Alcione reagisce e dà prova del suo carattere, mai arrendevole. Il protagonista del forcing orange è De Petris che in un primo momento si lascia ipnotizzare da Cipolla, ma nella seconda occasione trova, grazie a un destro dal limite dell’area, l’angolino perfetto dove insaccare la sfera. Da sottolineare, nell’azione del gol, l’apporto incredibile del capitano Caremoli, nella cavalcata palla al piede lungo l’out di sinistra da cui poi nasce il gol del suo compagno. L’Alcione ci crede e prova a vincere la partita, ma solo un grande Cipolla nega all’Alcione la rete del sorpasso. A pochi secondi dal fischio finale però arriva la beffa per i ragazzi di Saccaggi: una rimessa laterale piuttosto profonda arriva al centro dell’area di rigore dove Cotugno è il più lesto ad avventarsi e con un tocco col destro indirizza il pallone dove Nocera non può arrivare.

IL TABELLINO

ALCIONE-PRO SESTO 2-3 RETI: 8’ Toldo (P), 36’ Caremoli (A), 22' st Meriggi (P), 36' st De Petris (A), 42' st Cotugno (P). ALCIONE (4-3-3): Petris 6 (1' st Nocera 6), Lauriola 6 (1' st Gabba 6), Torresani 6.5 (21' st Bonardi 6), Caremoli 7.5, Notarianni 6 (1' st Rebaudo 6.5), Baldi 6 (1' st Gasparetto 6), Keci 6.5 (15' st Squassante 6), Cozzi 6 (1' st Di Munno 6.5), Caimi 6.5, Pacifico 6 (15' st De Petris 7), Gorla 6 (1' st Inchingolo 6.5). All. Saccaggi 6.5. PRO SESTO (4-3-3): Tomea 6 (13' st Cipolla 6.5), Santambrogio 6.5, Ayokoue 6.5, Difini 6 (15' st Marson 6.5), Toldo 7.5, Saino 6 (15' st Parazzini 6), Molteni 6.5, Aquilino 6 (1' st Russo 6.5), Cotugno 7, Brognara 6.5 (6' st Stefanini 6), Meriggi 7. All. Schenato 6.5 ARBITRO: Bordone di Milano 7 Sempre sicuro e vicino all’azione, non perde mai di vista nulla e dimostra autorevolezza sia con giocatori in campo che con allenatori in panchina. Bordone di Milano

LE PAGELLE

ALCIONE Petris 6 Trascorre un primo tempo piuttosto tranquillo. Sull'eurogol di Toldo resta immobile, probabilmente non vede partire il pallone e non può farci nulla. È sempre pronto a dare la carica ai compagni di squadra guidando la difesa a suon di incitamenti. 1' st Nocera 6 Subisce due gol negli ultimi dieci minuti di gara, nel primo viene spiazzato dagli undici metri, nel secondo viene superato da un tiro fortunoso dell’attaccante avversario. Lauriola 6 Fatica ad entrare in partita e sbaglia qualche appoggio di troppo. Tutta la catena di destra è in difficoltà e insieme a Pacifico non riesce a creare nulla di pericoloso alla retroguardia avversaria. 1' st Gabba 6 Entra in campo sistemandosi sulla sua fascia di competenza, gioca una ripresa tutto sommato ordinata senza troppe sbavature anche se è complice dell’episodio del rigore assegnato alla Pro Sesto. Torresani 6.5 Nel primo tempo fatica a entrare nel vivo del match come la maggior parte dei compagni, la fascia sinistra in particolare è quella meno utilizzata dagli Orange. Nella prima parte di ripresa compie qualche discesa in più e quando rientra nel finale ha anche una palla gol importante ma trova di fronte a sé una super risposta del portiere. 21' st Bonardi 6 Si sistema inizialmente sulla fascia ma poi si assesta in posizione di difensore centrale. Dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo commette il fallo da rigore che consente alla Pro Sesto di portarsi sul 2-1. Caremoli 7.5 Nettamente il migliore in campo dell’Alcione. Dai suoi piedi nasce il gol del pareggio e da capitano trascina la sua squadra verso il gol del 2-2 nella ripresa. Un’azione individuale da giocatore di altissimo livello, porta a spasso un paio di avversari, serve la palla al centro dell’area e dalla successiva respinta De Petris calcia in porta trovando il gol. Notarianni 6 Riesce a smarcarsi bene in più di qualche occasione, ma proprio quando ha lo spazio per impostare il gioco e rendere fluida la manovra sbaglia tecnicamente gli appoggi, anche quelli più semplici. 1' st Rebaudo 6.5 Rimpiazza il compagno nel ruolo di mediano, è più preciso tecnicamente ma poche volte tenta la verticalizzazione limitandosi al compito facile. Nei minuti finali, quando l’Alcione sembra averne di più, aumenta i giri del motore. Baldi 6 Molto leggero nella marcatura sul primo gol biancoceleste, permette all’attaccante di girarsi liberamente e calciare in porta. Nel complesso una partita sufficiente, spesso riesce comunque ad anticipare e fermare le avanzate del tridente avversario. 1' st Gasparetto 6 La partita nella ripresa cala di intensità e la Pro Sesto si fa meno aggressiva. Sul gol del 3-2 nel finale c’è un concordo di colpe tra tutti i difensori e lui non è escluso. Keci 6.5 Si rende pericoloso con un paio di tiri da fuori area. Nella prima frazione prova ad accompagnare spesso l’azione, mentre nella ripresa lotta di più in mezzo al campo riuscendo ad uscire vincitore in più di qualche duello. 15' st Squassante 6 Gioca gli ultimi 25’ della partita, ma non riesce ad incidere troppo nelle azioni della squadra. Accompagna le azioni ricoprendo il ruolo da mezz’ala ma si vede poco dalle parti dell’estremo difensore avversario. Cozzi 6 Soffre la qualità del centrocampo avversario per gran parte del primo tempo. Cerca di svariare il suo raggio d’azione ma senza mai riuscire a perforare le maglie della difesa biancoceleste. 1' st Di Munno 6.5 Entra nella ripresa e quando l’Alcione aumenta i giri tra il 20’ e il 30’ regala alcune verticalizzazioni importanti per i suoi compagni. Imbuca bene per De Petris, un’azione che si rivelerà l’antipasto al gol del 2-2 pochi minuti più tardi. Caimi 6.5 Lotta, corre, difende palla e prova a far salire la squadra fino al momento della sostituzione a secondo tempo inoltrato. Nei primissimi minuti di gara ha un paio di chance per timbrare e aprire le danze, ci riprova anche nella ripresa ma non riesce a pungere. Pacifico 6 Prestazione sottotono, troppi passaggi sbagliati e troppe giocate fini a se stesse. Saccaggi prova a dargli fiducia anche nella ripresa ma alza solo di poco il livello della sua partita. 15' st De Petris 7 Il suo ingresso sembra dare nuova linfa agli Orange in una partita che fino a quel momento non aveva entusiasmato. Prima sfiora il gol trovando di fronte a sé un grande Cipolla, dopo lo batte con un gran destro rasoterra da fuori area. Gorla 6 La fascia sinistra nel primo tempo è quasi del tutto assente, grazie soprattutto all’ottimo lavoro dei terzini avversari. Prova a fare qualche strappo calciando anche in porta ad inizio gara, ma troppo poco il suo apporto alla fase offensiva della squadra. 1' st Inchingolo 6.5 Svaria su tutto il fronte offensivo, parte da sinistra per poi finire spesso al centro dell’area sperando di ricevere qualche pallone buono per colpire. Sfiora il gol in un paio di occasioni ma rappresenta comunque una carta di valore per il suo tecnico. All. Saccaggi 6.5. Inizio sprint della sua squadra che cala di intensità nel corso della partita. Il fuoco si riaccende a metà del secondo tempo, una reazione d’orgoglio che vale il pareggio prima della beffa finale. [caption id="attachment_282547" align="alignnone" width="900"] Tommaso Caremoli, Alcione Tommaso Caremoli, Alcione[/caption] PRO SESTO Tomea 6 Parte subito alla grande con un paio di parate decisive chiudendo la saracinesca. L’unico suo errore è nell’uscita che porta al pareggio dell’1-1 dell’Alcione. Incomprensione col centrale difensivo e palla che scivola in rete. 13' st Cipolla 6.5 Salva più volte la porta verso la metà del secondo tempo sia con parate (una sulla linea) in grande stile sia con un qualche uscita bassa provvidenziale. Santambrogio 6.5 Primo tempo da terzino destro e a metà ripresa spostato difensore centrale. Fa il suo dovere in maniera impeccabile, sia contenendo l’esterno avversario sia allontanando ogni pericolo nel finale di gara. Ayokoue 6.5 Non sbaglia neanche una diagonale difensiva, galoppa lungo l’out di sinistra utilizzando la sua forza fisica. L’unica pecca è qualche sbavatura tecnica, ma gliela si può perdonare. Difini 6 Qualche errore in fase di uscita, non è sicuro al cento per cento e soprattutto nei primi minuti subisce la velocità e gli spunti del centravanti avversario. 15' st Marson 6.5 Da una sua rimessa laterale nasce l’azione che porta poi al gol del 3-2 nei minuti finali. Spinge molto sull’out di destra ed entra in partita con l’attitudine giusta. Toldo 7.5 Man of the match: segna un gran gol al volo di sinistro, poi nella ripresa è astuto e si procura il rigore che vale il nuovo vantaggio della Pro Sesto. Saino 6 Stesso discorso pronunciato per Difini, si fa superare spesso e patisce la velocità degli avversari non garantendo massima affidabilità. 15' st Parazzini 6 Agisce sulla corsia di sinistra, ma nella ripresa il ritmo cala e lui avanza raramente limitandosi solo a compiti difensivi. Molteni 6.5 Quando ha la palla tra i piedi prova spesso lo spunto per superare il diretto avversario. Crea qualche grattacapo alla difesa orange, ma manca di quella cattiveria per pungere e rendersi veramente pericoloso. Aquilino 6 Inizia bene la partita accompagnando l’azione e supportando tutto il reparto di centrocampo. Conquista qualche buon pallone sulla trequarti ma ne spreca altrettanti dimostrandosi poco preciso. Cal di intensità alla distanza rientrando solo nel finale di gara. 1' st Russo 6.5 Si posiziona come mediano prendendo il posto di Brognara che avanza il suo raggio d’azione. Offre dinamismo al reparto portando palla senza paura e servendo precisamente i suoi compagni di squadra. Cotugno 7 Entra nel tabellino dei marcatori quasi a tempo scaduto regalando una vittoria alla sua squadra. Anticipa il difensore e con tocco di destro, un po’ fortunoso, indirizza il pallone sull’angolino dove Nocera non può arrivare. Brognara 6.5 Parte in posizione arretrata, quasi da playmaker per spostarsi poi nella ripresa in una zona più avanzata. In entrambi i casi è sempre partecipe all’azione dimostrandosi una pedina fondamentale all’interno dello scacchiere. 6' st Stefanini 6 Entra per sostituire l’infortunato Brognara, prendendo la sua posizione. A differenza del compagno fatica a mettersi in luce ma il suo apporto alla manovra è comunque da premiare. Meriggi 7 Glaciale in occasione del rigore trasformato. Agisce da regista avanzato toccando tantissimi palloni e li gioca con intelligenza. All. Schenato 6.5 La sua squadra è ordinata e ben messa in campo, soffre in alcuni frangenti della partita ma alla fine conquista una vittoria insperata dopo essersi fatta recuperare due volte.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400