Cerca

La Dominante-Villa Under 16: Esile è imprendibile, Ruscigno e Vaccaro completano il poker nerazzurro

Sephie Esile, La Dominante
E' stata una buona sgambata quella di questo sabato al campo di via Ramazzotti tra le formazioni Under 16 dei padroni di casa de La Dominante e il Villa. Tanto è stato l'equilibrio nei primi 40 minuti di partita, forse in verità ha giocato leggermente meglio il Villa allenato da Romeo mentre nella seconda frazione di gioco la panchina lunga dei monzesi, otto i giocatori a disposizione dell'allenatore nerazzurro Pedano, tre soltanto invece per Romeo, ha probabilmente fatto la differenza e ha guidato La Dominante fino al 4-0 finale, punteggio pesante per il buon Villa ammirato fino all'intervallo. Non è un caso che tre dei quattro gol monzesi siano venuti da giocatori subentrati a partita in corso, la doppietta di un imprendibile Esile e la bellissima rete di Ruscigno. Nessuna ruggine. La Dominante e Villa non dimostrano di avere addosso la ruggine di tanti mesi di inattività e sin dal primo pallone calciato dal dischetto del centrocampo si battono all'arma bianca, correndo in ogni zona del campo e su ogni pallone. Ci prova per primo Citarella per la formazione di casa al 6', Casamento blocca di piede; la risposta ospite è in un bel destro spiovente di Massari, di poco oltre la traversa della porta di difesa da Sparello. Al 15' il Villa è a un passo da sbloccare le marcature, Vitale si infila nello spazio e solo davanti a Sparello non riesce a superarlo con un tocco di destro. È migliore la manovra del Villa di Romeo nella prima metà del primo tempo, La Dominante cerca di rendere la pariglia con le iniziative del duo d'attacco Gadiaga-Vaccaro e del fantasista Scivoli, che giostra alle spalle dei due terminali offensivi nerazzurri. Finalmente La Dominante si fa più pericolosa dalle parti di Casamento, Scivoli allarga per Gadiaga, diagonale di pochi centimetri alto. Al 39' in pochi secondi La Dominante ha due opportunità per chiudere avanti all'intervallo, nella prima azione Casamento manda in corner un destro di Gadiaga, sul successivo corner tocco di esterno di Vaccaro e miracolo dell'estremo difensore del Villa. Sono le ultime emozioni di un primo tempo discretamente giocato da entrambe le formazioni. Esile non perdona. Si riprende a giocare dopo pochi minuti di pausa e La Dominante passa a condurre al 5' con un diagonale del nuovo entrato Esile, il numero 12 Beltramini non si può opporre. Il maggior numero di cambi a disposizione del tecnico nerazzurro Mirko Pedani, rispetto ai soli tre presenti sulla panchina di Romeo fa la differenza nel secondo tempo, con La Dominante che prende in mano il pallino del gioco e avanza il baricentro della squadra, mettendo in seria difficoltà la difesa dei bianchi che si schiera un po' troppo avanzata. Una seria ipoteca sul successo finale de La Dominante la mette i bellissimo destro a incrociare di Ruscigno al 20', Beltramini può solamente osservare il pallone che si insacca quasi all'incrocio dei pali. Il Villa non sin dà per vinto, si spinge subito all'attacco per segnare il gol che riaprirebbe il match e impegna Dono con una conclusione dalla lunga distanza. Al 30' il rientrato Vaccaro, è una partita amichevole, quindi, ci sono i cambi volanti come nel calcio a 5, impegna Beltramini con un diagonale insidioso. La parola fine su questa amichevole tra La Dominante e Villa la scrive Esile al 36', servito da Carati «fredda» Beltramini in diagonale. 40', Russo prova a calare il poker, Beltramini non ci sta e manda in calcio d'angolo. Il poker lo segna Vaccaro a pochi secondi dal fischio finale, diagonale di destro che non lascia scampo a Beltramini.

IL TABELLINO

LA DOMINANTE-VILLA 4-0 RETI: 5' st, 36' st Esile (L), 20' st Ruscigno (L), 40' st Vaccaro (L). LA DOMINANTE (3-4-1-2): Sparello 6.5 (1' st Dono 6), Formenti 6 (30' Ruscigno 7), Odetti 6.5 (11' st Punzi 6), Citarella 7 (1' st Ragusa 6), Epiglotti 6.5, Pinciaroli 6.5, Piacenti 6, Russo 6.5 (1' st Virgilio 6), Gadiaga 6.,5 (1' st Carati 7) Scivoli 7, (1' st Esile 7.5), Vaccaro 6.5 (1' st Salvi 6). All. Pedano 7. VILLA (4-3-3): Casamento 7 (1' st Beltramini 7), Mariani 6, Pelenghi 6, Andreoli 7, Negri 6.5, Stucchi 6.5, Agresta 6.5 (1' st De Rosa 6), Yenac 6.5 (1' st Cominelli 6), Partesana 6, Vitale 6.5, Massari 6.5. All. Romeo 6.5.

LE PAGELLE

LA DOMINANTE Sparello 6.5 Mette in mostra un'ottima sicurezza nelle uscite e nel guidare la difesa. 1' st Dono Non è impegnatissimo perché il Villa cala nella ripresa ma quando serve risponde prontamente. Formenti 6 Fa un po' di fatica all'inizio, meglio quando rientra a metà ripresa, mette sul campo tanta grinta. 30' Ruscigno 7 Non è sicuramente un giocatore abituato al gol, ne sigla uno bellissimo dalla distanza. Odetti 6.5 Difensore roccioso e possente, fa sentire il proprio peso specifico in retroguardia. 11' st Punzi 6 Sta attento a giocare con linearità e porta a casa il compito datogli da Pedano. Citarella 7 È il più pronto dell'undici di casa a carburare, è sua la prima opportunità da rete del match. 1' st Ragusa 6 Si piazza nella stessa posizione di Citarella e non lo fa rimpiangere. Epiglotti 6.5 Guida la difesa con una buona spigliatezza, anche se Agresta non è un cliente semplice da affrontare. Pinciaroli 6.5 Sul versante destro della difesa a 3 fa attenzione a non farsi scappare qualcuno. Piacenti 6 Non è un centrocampista appariscente, però il suo apporto non manca mai. Russo 6.5 Dà solidità alla mediana nerazzurra e non disdegna gli inserimento in attacco, andando vicino al gol. 1' st Virgilio 6 È meno dinamico di Russo, contrappone un migliore senso della geometria. Gadiaga 6.5 Vive sul filo del fuorigioco e quando presta più attenzione si rende pericoloso al tiro. 1' st Carati 7 Usa il fisico e lo fa al meglio contro una difesa ospite che nella ripresa è a corto di fiato. Scivoli 7 Classico fantasista alle spalle della coppia di attaccanti, sciorina dei bei colpi fino a quando resta in campo. 1' st Esile 7.5 Spacca la partita quando entra con una doppietta di pregevole fattura. Vaccaro 6.5 Chiude il tabellino dei marcatori quando Pedano lo rimette in campo, a coronamento di una discreta prestazione. 1' st Salvi 6 Come tutti i giocatori monzesi entrati nella ripresa dà più intensità e velocità alla manovra. All. Pedano 7 Gestisce perfettamente il materiale umano a sua disposizione. VILLA Casamento 7 Ottimo portiere sia tra i pali sia nelle uscite, con tanti centimetri a disposizione. 1' st Beltramini 6.5 Anche se subisce 4 reti para il parabile. Mariani 6 Non sta a guardare troppo per il sottile quando deve intervenire. Pelenghi 6 Dovrebbe stringere maggiormente la marcatura su Gadiaga. Andreoli 7 È un ottimo regista difensivo e pulitissimo negli interventi sugli attaccanti. Negri 6.5 Padrone della fascia sinistra, soprattutto nel primo tempo calibra dei buoni traversoni. Stucchi 6.5 Abbina una buona dote di corsa alla geometria nella costruzione della manovra. Agresta 7 Fisicamente possente per la categoria e il più intraprendente sul fronte offensivo. 1' st De Rosa 6 Parte con un buon piglio quando sostituisce Agresta, cala di rendimento alla distanza. Yenac 6.5 «Gemello» di Stucchi, non fa mai mancare il proprio apporto nella zona nevralgica del campo. 1' st Cominelli 6 Non demerita anche se la squadra nella ripresa è in fase calante. Partesana 6 È il meno brillante del trio offensivo dei bianchi, comunque mette in mostra delle buone potenzialità. Vitale 6.5 Si muove con intelligenza lungo tutto l'arco offensivo, deve osare di più nelle conclusioni. Massari 6.5 Dotato di un buon calcio dalla distanza, fa venire qualche brivido a Sparello. All. Romeo 6.5 Manovra fluida nei primi 40 minuti, servirebbe qualche cambio in più.

LE INTERVISTE

È soddisfatto alla fine del match amichevole con il Villa il tecnco dell'Under 16 de La Dominante Mirko Pedano: « Per essere soltanto alla seconda partita dopo la ripresa i miei ragazzi hanno dimostrato di essere un ottimo gruppo e di aver voglia di giocare. Siamo venuti bene alla ribalta nel secondo tempo contro un Villa che ha disputato una buona gara, soprattutto nei primi 40 minuti». Riguardo il numero maggiore di sostituzioni, il tecnico nerazzurro commenta: « Effettivamente avere cinque giocatori in più da ruotare è stato un bel vantaggio - ha spiegato Pedano -, però è stata anche essenziale la gestione dei cambi. So di avere a disposizione un ottimo materiale umano, l'importante è azzeccare le sostituzioni. Siamo sulla buona strada e proseguiamo ad allenarci e a giocare nel miglior modo possibile».
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400