Cerca

Chisola-Vda Charvensod All Stars Under 16: Boscaro e Sbiera in rimonta, vinovesi ai quarti

Alessandro Sbiere, Chisola 2005

Alessandro Sbiere, Chisola 2005

Uno scontro all'ultimo pallone quello tra Chisola e Charvensod. Un ottavo di finale che, come da pronostico, ha regalato più di una sorpresa. Ad accedere ai quarti al termine dei 70' è il Chisola di Giuseppe Alessi che, non senza fatica, va in rete con Tommaso Boscaro e Alessandro Sbiera, ribaltando l'iniziale vantaggio valdostano firmato Tommaso Gobbo. Che lo Charva avrebbe venduto cara la pelle era chiaro a tutti. Il gruppo di Edi Volpone ha dimostrato una compattezza invidiabile e una chiarissima idea di calcio. I valdostani arrivavano da un girone che li ha visti vincere con il Venaria e uscire sconfitti con Bra e Alpignano ma assolutamente a testa alta. Il Chisola invece, cercava il passaggio ai quarti di finale per riscattare il pareggio con il Bsr e la sconfitta con il Vanchiglia avvenute nei gironi. Ci vuole un fisico bestiale. Il Chisola scende in campo con il 4-3-3. Sparascio e Piovan sulle fasce, Romano e, l'ex Pro Eureka, De Fazio centrali; il solito Trimarchi davanti alla difesa con Boscaro e Tomatis mezzali, davanti invece Finocchiaro e Dejan Cena sugli esterni e Kevin Cena punta centrale. Dall'altra parte Volpone schiera Maruca tra i pali, Zocco e l'ispiratissimo Bionaz sulle facce con Lucianaz e Mendez coppia centrale. Il centrocampo, composto per due terzi da ex Aygreville, è formato da Treves, Nastasi e Chianese; capitan Gazzera inventa sulla trequarti dietro a Gobbo e Boussik. La gara è intensa e fisica fin dai primi minuti. Il campo piccolo non aiuta i due gruppi che si vedono costretti a puntare molto sui lanci lunghi. A lanciarsi prima in avanti è il Chisola, soprattutto con Kevin Cena, ma la solidità dei valdostani è impressionante. I contrasti sono duri ma corretti. Nonostante sia il Chisola ad attaccare, facendo girare palla al limite dell'area avversaria, è lo Charva a trovare il vantaggio, approfittando proprio di un contropiede che sorprende il Chisola. Lancio lungo a cercare Gobbo che con uno stop a seguire da manuale si sistema la palla e, indisturbato, trafigge l'incolpevole Cuniberti. 0-1. Sotto di un gol il Chisola si lancia all'attacco. Sparascio è un treno a sinistra e Kevin Cena pressa senza tregua. Nonostante le azioni manovrate, il primo vero pericolo per i valdostani arriva da un calcio piazzato, una punizione da circa 20 metri battuta da Piovan, sventata da un ottimo intervento di Maruca. Rimonta vinovese. Al 30' cambiano le sorti di una partita che sembrava bloccata. Punizione a favore del Chisola dai 25 metri, sulla palla va Trimarchi che mette un ghiottissimo pallone in area. È bravissimo Boscaro che supera tutti e in acrobazia calcia in porta: palo-gol, 1-1. Dopo il pareggio la gara diventa accesissima, entrambe le squadre sanno che è fondamentale segnare un'altra rete per evitare la roulette dei rigori. Ipotesi che sembra farsi sempre più certa man mano che scorrono i minuti del secondo tempo sul cronometro. I cambi offensivi piovono da entrambe le parti: nel Chisola entrano Fotia, Masciandaro, Gramuglia e Sbiera; nello Charva Borrelli e Servidio. Ma nessuno sembra trovare la giocata vincente che regalerebbe i tre punti. Va vicino alla rete Kevin Cena, ma c'è ancora Maruca. Poi ci prova anche Boscaro, con un pallonetto da manuale che per una frazione di secondo dà l'idea di gonfiare la rete ma che poi si spegne vicino all'incrocio. La svolta però ha un nome, ed è Alessandro Sbiera. L'esterno va vicino al vantaggio intorno al quarto d'ora non trovando la porta dopo un'azione personale nella quale, palla al piede, ha arato la fascia destra. Poi, al 30', stesso minuto del primo tempo e stesso assist-man (Tommaso Trimarchi), Alessandro Sbiera non sbaglia e trafigge Maruca. Gli ultimi minuti sono all'insegna del furore, lo Charva non vuole mollare, ma non c'è più tempo. Triplice fischio, Chisola ai quarti. Esce a testa alta la squadra valdostana che ha mostrato carattere da vendere; può ritenersi più che soddisfatto Alessi, il Chisola è pronto a dire la sua.

IL TABELLINO

CHISOLA-VDA CHARVENSOD 2-1 RETI (0-1, 2-1): 13' Gobbo (V), 30' Boscaro (C), 30' st Sbiera (C). CHISOLA (4-3-3): Cuniberti 6.5 (1' st Ciquera 6.5), Sparascio 7, Piovan 7.5 (31' st Vinci sv), Trimarchi 7, Romano 6.5, De Fazio 7, Finocchiaro 6.5 (10' st Sbiera 7.5), Tomatis 6.5 (25' st Masciandaro 6.5), Cena Kevin 6.5 (17' st Gramuglia 7), Boscaro 8, Cena Dejan 6.5 (10' st Fotia 6.5). A disp. Domiziano, Di Lorenzo, D'Anna. All. Alessi 7.5. Dir. Fanti - Sparascio. VDA CHARVENSOD (4-3-1-2): Maruca 6.5, Zocco 6.5, Bionaz 7, Lucianaz 6.5 (10' st Cugnach 6), Mendez 7, Nastasi 6, Treves 6 (27' st El Ouatassi sv), Chianese 6.5 (10' st Borrelli 6), Boussik 6.5, Gazzera 6.5, Gobbo 7.5 (1' st Servidio 6.5). A disp. Caruso, Rosset. All. Volpone 7. Dir: Lodi - Zocco AMMONITI: 28' st Boussik (V), 29' st Borrelli (V).

LE PAGELLE

CHISOLA Cuniberti 6.5 Sul gol non può nulla per il resto attento e sempre pronto. 1' st Ciquera 6.5 Con personalità, guida il gruppo da dietro. Numero uno esperto. Sparascio 7 Spinge costantemente sulla corsia di destra. Dribbla, salta l'uomo e mette in mezzo dei cross goniometrici per gli inserimenti di Kevin Cena. Piovan 7.5 Partita sontuosa. Abilissimo in entrambe le fasi, prova il lancio lungo ad innescare le punte ma è anche bravissimo a portare palla fino al fondo e ad inserirsi. Protagonista (31' st Vinci sv) Trimarchi 7 Fa da filtro davanti alla difesa e aiuta in chiusura, in fase di costruzione imposta l'azione con grandissima visione di gioco. Fulcro de centrocampo. Romano 6.5 Sempre in controllo non rischia nulla. Ultimo baluardo della difesa vinovese. De Fazio 7 Benissimo in marcatura ma anche bravo ad uscire palla al piede e ad impostare dal basso. Quando esce palla al piede lascia Romano a presidiare la difesa. Ottima coppia. Finocchiaro 6.5 Un primo tempo all'insegna della lotta. Non si risparmia e non ha paura di buttarsi e provare a rubare palla. partita di sacrificio. 10' st Sbiera 7.5 Entra e cambia la partita. Non solo segna il gol che regala al Chisola i quarti di finale ma si rende pericoloso fin da subito sfiorando il gol dopo pochissimo dal suo ingresso. Quando parte è una furia. Tomatis 6.5 Leader del centrocampo e della squadra. Imposta l'azione con tranquillità e inventa servendo gli esterni. Giocatore intelligente. 25' st Masciandaro 6.5 Subito in partita, lotta e sgomita. Non arriva al tiro ma si sacrifica. Cena K. 6.5 Si muove benissimo in area, sa attaccare gli spazi e si fa trovare sempre al posto giusto. Dà del tu al pallone, tecnica invidiabile. È Mancata solo un po' di lucidità sotto porta quando ha avuto la possibilità di portare i suoi in vantaggio. 17' st Gramuglia 7 Ha voglia di giocare e si vede. Non molla un centimetro, va a rubare palla anche davanti alla sua area di rigore. Dà ai suoi la freschezza che serve nel finale di gara. Boscaro 8 MVP della partita. Vederlo giocare è un piacere. Dribbla, inventa, sa quando servire i compagni e quando provare lui. Un fantasista di prima categoria. Bravo nell'approfittare della punizione di Trimarchi per trovare l'1-1. Cena D. 6.5 Presidia la corsia di sinistra. Ottima intesa con Boscaro con il quale dialoga alla perfezione. Non parte solo dall'ala ma spesso si accentra. 10' st Fotia 6.5 Buon ingresso in campo con la giusta intensità. Sa tenere palla e far salire la squadra, liberando lo spazio per gli esterni. All. Alessi 7.5 Partita di sacrificio nella quale i suoi non mollano mai. Il campo piccolo lo costringe a cambiare approccio e puntare molto sulle palle lunghe e la squadra risponde bene. Sostituzioni giuste che cambiano le sorti della partita. VDA CHARVENSOD Maruca 6.5 Dà continuamente indicazioni ai suoi, li tiene sempre sull'attenti. Sui gol non può fare nulla ma sventa tiri pericolosissimi con interventi da manuale. Zocco 6.5 Sacrifica la fase di spinta per concentrarsi sulla chiusura. Tiene bene la posizione ma non è facile limitare le discese di Dejan Cena. Bionaz 7 Protagonista delle retrovie, chiude tutto. non ha paura dei contrasti duri. Non molla un pallone senza lottare. Incarna la tenacia dei valdostani. Lucianaz 6.5 Centrale roccioso e difficilmente permeabile. Sicuro. In coppia con Mendez creano un muro che è difficile da superare. 10' st Cugnach 6 Entra bene nelle trame di gioco, dà tutto. Mendez 7 Solita solidità in difesa. È cresciuto tantissimo soprattutto in personalità, la tecnica l'ha sempre avuta, adesso si fa sentire. Cliente ostico per ogni attaccante. Nastasi 6 Interrompe il gioco avversario e avvia le ripartenze. Dialoga bene con gli esterni e li serve, cercando, quando ha spazio, di inserirsi. Treves 6 Prova ad affondare sulla destra ma è difficilissimo passare Piovan. cerca comunque il dialogo con Gazzera e Gobbo (27' st El Ouatassi sv) Chianese 6.5 Buona visione di gioco, cerca sempre il dialogo. In fase offensiva cerca di rendersi pericoloso trovando inserimenti interessanti. 10' st Borrelli 6  Dentro per l'attacco finale. Non si risparmia e partecipa attivamente all'azione. Boussik 6.5 Riferimento offensivo. Prima punta solida, ha corsa, fisico e velocità. È il perno dell'attacco valdostano e, attaccando bene lo spazio, si porta dietro i centrali vinovesi permettendo a Gobbo di agire in libertà. Gazzera 6.5 È un motorino, pressa e attacca bene gli spazi, ma è anche la mente sulla trequarti per le manovre offensive. Gobbo 7.5 Sfrutta il suo fisico per penetrare la difesa vinovese, il tecnico Volpone gli chiede più dialogo e lui lo accontenta all'istante. Sul gol del vantaggio fa un gesto tecnico da manuale stoppando la palla lunga che gli arriva da dietro e piazzandola alle spalle di Cuniberti. 1' st Servidio 6.5 Veloce e potente fa subito tremare la difesa del Chisola. Bravi Romano e De Fazio a non farlo arrivare al tiro. All. Volpone 7 Il suo Charva si è dimostrata essere una squadra che dà del filo da torcere a chiunque si trovi sul suo cammino. Sono compatti, fisici e con le idee chiare. Un torneo da cui escono avendo segnato in tutte le gare e avendo dimostrato di saper giocare un ottimo calcio.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400