Cerca

Vanchiglia-Chisola Under 16: implacabile Sbiera, in finale All Stars con il Lascaris ci vanno i vinovesi

Chisola 2005

Chisola 2005

Il Vanchiglia per la gloria della finale, il Chisola per riscattare i 4 gol subiti dai granata nei gironi. Le premesse per la seconda semifinale sono ottime, entrambe vogliono vendere cara la pelle per andare a giocarsi il primo posto con il Lascaris, neo finalista. A decidere è ancora una volta Alessandro Sbiera dopo nemmeno un quarto d'ora dall'inizio. Una gara che finisce 1-0 ma nella quale succede di tutto: gol annullati, parate incredibili all'ultimo secondo e gesti tecnici degni di nota. Andando con ordine, il Vanchiglia scende in campo con il solito 3-5-2 con Marcello tra i pali; Alfa, Ceraj e Crisafulli centrali; a centrocampo Floyd, De Andreis e Bonanno con Di Sparti e Rotella esterni e davanti Giorgio Tonino si affida alla coppia Amhrar-Keke come nel quarto di finale. Dall'altra parte Alessi schiera Cuniberti tra i pali; De Fazio e Cortese, che torna da titolare dopo un infortunio, coppia centrale con Sparascio e Di Lorenzo sulle fasce; a centrocampo Caschetto-Trtimarchi-Tomatis per una mediana incredibile; davanti Sbiera e Boscaro a supporto di Kevin Cena. Ancora Sbiera. Il Chisola vuole riscattare la sconfitta con i granata nel girone e infatti parte subito fortissimo. Il Vanchiglia però non è da meno, infatti vuole ripetersi. Di Sparti e Rotella spingono sugli esterni mentre Bonanno inventa in mezzo al campo. Non passa nemmeno un quarto d'ora che il Chisola trova già la rete. Sarà poi quel gol, al termine dei 70', a decretare per i vinovesi il passaggio in finale. Al 12' Sbiera su una ripartenza del Chisola si inserisce in area, ruba palla, se la aggiusta e trafigge l'incolpevole Marcello. Esplode la panchina vinovese e il Chisola continua a spingere sulla scia dell'entusiasmo. Dopo 5' infatti è Boscaro ad avere l'occasione per trovare il raddoppio, ma non trova la porta su suggerimento ancora di Sbiera. Dall'altra parte il Vanchiglia è ancora in gioco, infatti è Keke a far preoccupare la difesa ospite con un tiro in acrobazia che si stampa sulla base del palo. Sempre per i granata ci prova Di Sparti con un siluro dalla distanza che però finisce alto. Sul finire della prima frazione c'è ancora tempo per un altro tentativo che porta nuovamente la firma di Sbiera. Il numero 7 con un dribbling supera di De Andreis, sceso ad aiutare il reparto difensivo, e libera il destro che però viene sventato prontamente da Marcello. Il primo tempo si chiude sul vantaggio di misura del gruppo di Alessi. Caschetto-Boscaro-Cena. In avvio di ripresa si accende Boscaro che palla al piede è imprendibile anche se Di Sparti gli sta costantemente con il fiato sul collo. Dopo circa 10' altra incredibile occasione per il Chisola: Caschetto batte una punizione da poco dopo la metà campo per la testa di Sbiera (prima di battere in numero 8 fa segno con la testa indicando dove avrebbe messo il pallone) che di nuovo spedisce fuori. Dopo nemmeno un minuto è kevin Cena che, a tu per tu con Marcello, non trova la porta. Giorgio Tonino inizia a cambiare qualcosa, esce Amhrar e Bonanno sale in avanti in coppia con Cesano. Al 16' azione incredibile: Boscaro, in area, serve di tacco Caschetto che serve Cena, rete. Nemmeno il tempo di festeggiare però che il gol viene annullato per fuorigioco. Il Chisola però non molla e poco dopo Boscaro scende imperiosamente e mette un ghiotto pallone al limite, velo perfetto di Cena, sulla palla arriva Caschetto che tira a botta sicura: Marcello dice no con un super intervento. Nel recupero si fa vivo il Vanchiglia. Al 37' botta di Di Sparti da 30' metri ma c'è Ciquera, il numero 12 si supera pochi secondi dopo con un intervento incredibile sulla girata mancina di Cantone che, a botta sicura, cercava la porta. Triplice fischio, tripudio Chisola. Sarà Chisola-Lascaris.

IL TABELLINO

VANCHIGLIA-CHISOLA 0-1 RETI: 12' Sbiera (C). VANCHIGLIA (3-5-2): Marcello 6.5, Crisafulli 6, Alfa 6, Sonarae 6, Ceraj 7, Rotella 6.5, Di Sparti 7, De Andreis J. 6, Keke 6 (1' st Cesano 6), Bonanno 6.5 (27' st Bava sv), Amrhar 6.5 (12' st Cantone 6.5). A disp. Di Blasi, Maggio, Russo A., Arcudi. All. Tonino 7. Dir. Russo - Ceraj. CHISOLA (4-3-3): Cuniberti 6 (26' st Ciquera 8), Sparascio 6.5, Di Lorenzo 6.5 (14' st Vinci 6), Trimarchi 7, Cortese 7, De Fazio 7, Sbiera 7.5 (20' st Gramuglia 6), Caschetto 7.5 (23' st Fotia 6), Cena Kevin 7 (26' st Masciandaro sv), Boscaro 7, Tomatis 7.5. A disp. Romano, Finocchiaro, D'Anna. All. Alessi 7.5. Dir. Nordio - Sparascio. AMMONITI: 30' Caschetto (C).

LE PAGELLE

VANCHIGLIA Marcello 6.5 Decisivo in almeno due occasioni. Per tutto il corso della gara sprona i compagni e dà indicazioni. Personalità. Crisafulli 6 Deve concentrarsi sulla fase difensiva, dal suo lato spinge Sbiera. Però quando può cerca anche di salire portando palla. Alfa 6 Attento, non commette grandi imprecisioni. Quello che colpisce di lui sono i suoi lanci lunghi, di una precisione impressionante. Sonarae 6 Duelli con Caschetto che aumentano lo spettacolo in mezzo al campo. Grande fisicità, è mancata forse un po' di visione nel passaggio, ma è una pedina importante. Ceraj 7 Non ha paure del contrasto, è sempre presente e spesso imposta anche l'azione da dietro. È l'ultimo baluardo della difesa granata e un punto di riferimento per tutta la difesa. Rotella 6.5 Gran partita di sacrificio, tampona come può l'irruenza del Chisola. Esterno a tutta fascia, bene in entrambe le fasi. Di Sparti 7 La grinta di Di Sparti è il suo marchio di fabbrica. È il più pericoloso dei suoi (insieme a Cantone nel finale) ma è anche una personalità importante nello spronare il gruppo. Duella con Boscaro sulla destra e procura al 10 vinovese più di un grattacapo. De Andreis 6 Giocatore intelligente, raramente sbaglia la scelta e il passaggio. Mai in affanno, spezza il gioco avversario e cerca la giocata per avviare la ripartenza. Keke 6 Uno dei più propositivi in avvio. Non solo va vicino al gol ma corre, pressa, attacca lo spazio e sgomita. 1' st Cesano 6 Fatica ad arrivare al tiro, ben chiuso dalla difesa vinovese. Cerca però sempre di infilarsi tra le linee e farsi trovare pronto. Si muove bene. Bonanno 6.5 Che si dedichi più all'inventare o che aiuti a spezzare il gioco avversario, la classe a centrocampo di Bonanno si riconosce sempre. Nel finale Tonino lo avanza in attacco in coppia con Cesano. (27' st Bava sv) Amrhar 6.5 Lotta su ogni pallone senza mollare mai. Tecnicamente validissimo. Impressionano i sui dribbling e la sua capacità di rubare pala e di inserirsi. 12' st Cantone 6.5 Il motorino granata, anche questa volta Cantone si fa notare. Non solo per aver sfiorato il gol del pareggio che avrebbe rimesso in corsa i suoi ma anche per la grinta e la tenacia con cui ha combattuto gli ultimi minuti. All. Tonino 7 Un torneo che si può considerare assolutamente più che positivo. Ha preso un gruppo nuovo e ha già dato loro la sua impronta di gioco, chiara e decisa. Tiene i suoi sempre sul pezzo e in partita, tanto che va vicino a pareggiarla. CHISOLA Cuniberti 6 Chiamato poco in causa si fa comunque sentire dando indicazioni dalle retrovie. 26' st Ciquera 8 Un voto che racchiude sia il valore della parata (che equivale ad un gol fatto regalando, di fatto, la finale e salvando il risultato) sia la bellezza del gesto tecnico. In volo con la punta dei guantoni a togliere il pallone da sotto la traversa. Esplodono gli spalti e i compagni in panchina, anche Cuniberti applaude soddisfatto. Sparascio 6.5 È ovunque. Spinge, sale palla al piede, si inserisce. Buona gara sotto il lato tecnico ma anche per quanto riguarda la tenuta fisica. Di Lorenzo 6.5 Gara attenta, senza sbavature. Gli applausi nel momento della sua sostituzione sottolineano la buona gara. 14' st Vinci 6 Entra bene, subito in partita. Ruba palla e non ha paura di andare a contrasto. Trimarchi 7 Preziosissimo elemento in mezzo al campo. Interrompe il gioco granata e fa ripartire l'azione con grandissima visione di gioco. Non sbaglia mai la scelta. Cortese 7 Torna da titolare dopo l'infortunio e sembra che non abbia mai smesso di giocare. Sicuro, pulito, solido e intelligente. Riprende subito le redini della difesa. De Fazio 7 Preciso, pulito, poco falloso e sempre attento. È un elemento che fa la differenza in un reparto difensivo compatto e di alto livello. Sbiera 7.5 Non si smentisce mai. Anche oggi la gara la decide lui regalando ai suoi la finale ma non solo. Va vicino al raddoppio, si spende, serve i compagni. Inarrestabile. 20' st Gramuglia 6 Si nota il suo ingresso perché non si ferma un attimo. Pressa e cerca di rendersi pericoloso inserendosi tra le linee. Caschetto 7.5 Gara sopra le linee. In più di un'occasione regala dei gesti tecnici che indicano una padronanza del pallone notevole. In mezzo al campo dimostra il suo strapotere tecnico e fisico. 23' st Fotia 6 Si inserisce bene nell'arrembaggio finale. Gli manca solo ritrovare il gol. Cena Kevin 7 Elemento preziosissimo per l'idea di gioco di Alessi. Lavora da prima punta senza sosta, trova anche il gol poi annullato per fuorigioco e fa un velo per Caschetto che pare una magia (26' st Masciandaro sv) Boscaro 7 Tecnica sopraffina e intelligenza tattica eccellente. I duelli con Di Sparti tengono il fiato sospeso. Serve Cena con un gran tacco. Tomatis 7.5  Apre e suggerisce per i compagni con una velocità e visione di gioco che fanno sembrare le sue scelte una cosa facile. Grandissima prova. All. Alessi 7.5 Dopo un inizio non dei più. brillanti nel torneo per il Chisola, Giuseppe Alessi riesce a rimettere in carreggiata i suoi, che diventano inarrestabili. Prossima prova; il Lascaris di Balice.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400