Cerca

Under 16

Monregale-Pinerolo: Andreello, Scatena, Pussetto e Laveglia regolano i ragazzi di Filippi

Non basta il cuore più i gol di Bajrami e Bessone ai cuneesi

Mattia Andreello (Pinerolo)

Mattia Andreello (Pinerolo)

Match combattuto ma alla fine il risultato premia il Pinerolo che, con un 2-4, porta a casa i primi tre punti della stagione. Il punteggio non inganni dal punto di vista del gioco espresso, visto che gli ospiti sono stati più concreti nel creare azioni pericolose, ma grande onore e merito al cuore che i monregalesi mettono nel cercare di recuperare il match. Sotto di ben 3 reti - due nel primo tempo con la punizione di Andreello e il fulmine di Scatena - gli ospiti allungano ad inizio ripresa con Pussetto, reo d’aver fallito il tris già a fine della prima frazione di gioco. I padroni di casa, però, la riaprono dalla panchina con Bajrami che approfitta di una mischia in area per segnare la prima rete stagionale dei suoi, e poi 2’ più tardi è Bessone a spizzare la palla in rete sempre da corner. Nonostante questo la chiude un altro numero 14 entrato dalla panchina, Laveglia, che al 17’ sigla il definitivo 2-4.

Pinerolo in controllo Primo tempo che si apre con un Pinerolo in cattedra nei primi minuti, che però ne impiega comunque 6 prima di arrivare al tiro con Incandela. Gli ospiti però giocano molto bene in ampiezza, costringendo la Monregale ad allargarsi tanto e di conseguenza ad abbassarsi per respingere i loro assalti. I padroni di casa faticano infatti ad ingranare e, complice un pasticcio dei due centrali con il portiere Martinego, concedono una pericolosa palla gol a Fillia, che però non riesce a concludere velocemente a rete. All’8’ accade l’inevitabile: Fillia crossa verso De Dominicis che viene agganciato in area. Inizialmente sembra rigore ma l’arbitro vede correttamente che il contatto è avvenuto fuori area e comanda calcio di punizione. Sulla sfera si presenta Andreello e scaraventa il palllone oltre la barriera e alle spalle di Martinego! Gran punizione e 0-1 per il Pinerolo, anche se va detto che la barriera era mal posizionata. La partita poi prosegue e il Pinerolo mantiene il controllo del gioco con continui cambi da destra a sinistra che fanno correre a vuoto gli attaccanti in maglia rossa, con i monregalesi che, in totale balia degli avversari si limitano a spazzare la sfera sempre nella metà di campo avversaria, non trovando però spunti offensivi. Archiviato il primo quarto d’ora inizia anche a rallentare il Pinerolo che, nonostante due corner, non arriva mai pericolosamente dalle parti di Martinego. Il primo errore degli ospiti però non tarda ad arrivare, forse a causa di questo rallentamento, ma il pallone orizzontale sprecato dal Pinerolo non viene adeguatamente sfruttato dai padroni di casa. La Monregale però inizia a crederci e col passare dei minuti aumenta i giri, complice anche un ottimo Manuello che recupera palloni a ripetizione e fa salire i suoi. Al 21’ arriva il primo fuorigioco del match a sfavore dei padroni di casa, i quali però iniziano finalmente a prendere campo e metri. Martinego è poi di nuovo protagonista con un’uscita rischiosa ma che salva i suoi. Da un lancio dalle retrovie, infatti, Dhari si libera della marcatura ma prima di arrivare al pallone trova l’estremo difensore che compie un autentico miracolo, subendo poi anche fallo. Il Pinerolo, però, non si scompone e prova diverse soluzioni da fuori, tutte preda del numero 1 dei monregalesi. Al 37’ tocca poi a Zhuri mettersi in mostra con una splendida azione personale, ma l’estremo difensore della Monregale si supera. Un minuto più tardi arriva però il raddoppio con un fulmine da fuori area di Scatena che trafigge Martinego, il quale non aveva visto partire il pallone. Il primo tempo si chiuderà quindi 0-2 per gli ospiti su una ripartenza in cui Pussetto fallisce il possibile tris, con la sfera che rotola inesorabilmente sul fondo da ottima posizione.

E’ un’altra Monregale Proprio come da titolo è tutta un’altra squadra quella che scende in campo nel secondo tempo agli ordini dell’allenatore Filippi Federico. E no, non per i cambi che avverranno, ma per la voglia di riaprire un match che sembrava indirizzato verso un solo binario. Ma lo spirito e la buona volontà non bastano quando su una conclusione è Randazzo a respingere col corpo la sfera che cade però nei pressi della zona presidiata da Pussetto che si fa perdonare spedendo il pallone alle spalle di un incolpevole Martinego, che era rimasto a terra dalla conclusione di pochi istanti prima. 0-3 e palla al centro, ma proprio quando tra gli spalti serpeggia malcontento ecco una nuova reazione dei monregalesi. L’allenatore inserisce in un solo colpo al 9’ Bajrami e Sciandra, ed un minuto più tardi è proprio Bajrami neo-entrato che approfitta di un pasticcio della retroguardia ospite su un corner per siglare la rete dell’1-3. Sembra il classico gol della bandiera, ma 3’ più tardi Bessone pesca dal cilindro un colpo di testa, sempre da corner, che vale il 2-3. La partita sembra decisamente riaperta e i padroni di casa sono rigenerati nello spirito da questo 1-2 in rapida successione e ripartono con convinzione mordendo le caviglie degli ospiti. La prima risposta timida arriva intorno al 16’ quando Martinego smanaccia via un cross dalla sinistra, ma sulla ribattuta del suddetto cross la palla attraversa minacciosamente l’area di rigore dei padroni di casa non trovando nessuno per ribadire a rete. Le premesse per un secondo tempo scoppiettante, visti i primi 15’, ci sono tutte, ma al 17’ è il Pinerolo a mostrare la sua superiorità con Laveglia, anche lui entrato giusto qualche minuto prima, che incorna di testa una punizione sulla trequarti e inchioda il risultato sul definitivo 2-4 in favore del Pinerolo. Da qui abbiamo una girandola di cambi, due cartellini gialli per gli ospiti Bonino e De Dominicis e poco altro, se non un po’ di nervosismo e tensione che accompagnano i ragazzi verso la conclusione del match. Il girone D del campionato Under 16 piemontese si apre dunque con 3 punti a favore del Pinerolo, ma il carattere messo in campo dalla Monregale può essere di buon auspicio per il proseguio del campionato. Il prossimo turno vedrà la Monregale in trasferta a Saluzzo, uscito anche lui sconfitto per 4-2 dalla Saviglianese, mentre per il Pinerolo ci sarà il debutto casalingo contro il Fossano, uscito anche lui sconfitto di due reti dal difficile match con la Cheraschese.

IL TABELLINO

MONREGALE CALCIO-PINEROLO 2-4
RETI (0-3, 2-3, 2-4): 9' Andreello (P), 37' Scatena (P), 9' st Pussetto (P), 10' st Bajrami (M), 13' st Bessone (M), 17' st Laveglia (P).
MONREGALE CALCIO (4-3-3): Martinengo 5.5, Dadone 6 (15' st Odasso 6), Manuello 6.5, Gallo 6.5, Cardone 6, Bessone 7 (30' st Aimone sv), De Michelis 7 (30' st El Ouariti sv), Lorenzi 5.5, Sagnelli 6 (9' st Sciandra 6.5), Randazzo 6.5 (9' st Bajrami 7), Dhari 5.5. A disp. Danna, Preci, Arciuolo. All. Filippi 5.5.
PINEROLO (4-4-2): Veneziano 6, Giglio 6.5, Scatena 7.5 (25' st Bonino sv), De Dominicis 6.5, Serini 6 (12' st Laveglia 7), Ghiano 5.5, Zhuri 6.5 (38' st Barna sv), Incandela 7 (30' st De Salvo sv), Pussetto 7 (32' st Crosetti sv), Andreello 7.5 (32' st Duarte sv), Fillia 6.5 (20' st Finotti 6). A disp. Cain, Priola. All. La Spina 7.
ARBITRO: Girardi di Cuneo 6.5 6.5.

LE PAGELLE

Monregale (4-3-3)

Martinego 5.5 Inizia con una barriera mal posizionata, prosegue con un secondo gol su cui poteva fare meglio ma nonostante gli altri gol subiti, su cui nulla può, mette in campo tanta personalità e guida il reparto infondendo sicurezza con ottime parate.

Dadone 6 Primo tempo straripante sulla fascia, esce stremato ad inizio ripresa.

15’ st Odasso 6 Entra e poco dopo gli ospiti segnano e i suoi compagni si spengono, però corre tanto e cerca sempre la verticalizzazione.

Manuello 6.5 Partita giocata ad alto ritmo, è l’unico a metterci una pezza assieme a Martinego nella prima frazione, con chiusure e anticipi anche rischiosi ma che vanno sempre a buon fine.

Gallo 6.5 Insuperabile come il compagno, cala ad inizio ripresa ma comunque non si arrende mai e lotta su ogni pallone.

Cardone 6 Non si fa vedere tanto nel secondo tempo, ma nel primo è uno dei pochi che sa tenere palla tra i piedi senza spazzarla via.

Bessone 7 Partita da incorniciare come il suo gol di grinta e rabbia che riapre tutto, corre a tutto campo finché ne ha. 30’ st Aimone sv.

De Michelis 7 In mezzo è l’arma in più della Monregale dato che le ripartenza che portano i due corner dei due gol monregalesi partono dai suoi piedi. È inoltre uno dei più pericolosi tra le fila di casa con anche due conclusioni all’attivo. 30’ st El Ouariti sv.

Lorenzi 5.5 Se fosse andato a chiudere sul secondo gol parleremmo forse di un altro match, per il resto nessun acuto degno di nota.

Sagnelli 6 Partita in cui gioca molto basso, ma qualche suo strappo aiuta i suoi dietro a rifiatare.

9’ st Sciandra 6.5 Entra anche lui col piglio giusto ed è lui a sfiorare il gol del 1-3 che relizzerà poi Bajrami sullo sviluppo della stessa azione.

Randazzo 6.5 Gioca un match attento e prova a controllare i diversi palloni spazzati dai compagni nella prima frazione, poi alla fine scarica anche lui le pile.

9’ st Bajrami 7 Entra con una aggressività pazzesca e sigla il gol che riapre i giochi, non molla mai e lotta tanto, peccato non averlo visto magari in azione un po’ prima.

Dhari 5.5 Ha una gran voglia di fare e lo si vede, ma viene lasciato solo là davanti e da solo rincorre i due centrali che col loro portiere lo fanno correre a vuoto e stancare.

All. Filippi Federico 5.5 Partita che nel primo tempo vede in campo una squadra confusa e spaventata, specie dopo il primo gol. La reazione nella ripresa è da manuale del calcio, ma è mancata alla lunga una concentrazione alla fase difensiva che è costata cara ai suoi.

Pinerolo (4-4-2)

Veneziano 6 Gioca bene e sa gestire anche la palla coi piedi, incolpevole sui gol.

Giglio 6.5 Partita in cui corre sulla fascia avanti e indietro senza risparmiarsi un minuto, ha anche un paio di squilli degni di nota, uno dei quali lo porta al tiro.

Scatena 7.5 Nel primo tempo pesca dal mazzo un jolly rarissimo con il quale spedisce la palla in gol e già questo vale il prezzo del biglietto. 25’ st Bonino sv.

De Dominicis 6.5 Bravo in diverse occasioni, non si fa mai saltare nell’1 contro 1 ed è sempre attento nella gestione della palla sulla propria trequarti difensiva.

Serini 6 Il suo match lo gioca onestamente senza strafare, qualche accelerata ma per il resto è normale amministrazione della mediana.

12’ st Laveglia 7 Entra e gli bastano 5’ per lasciare il suo segno nel tabellino dei marcatori alla voce gol vittoria.

Ghiano 5.5 Errore che poteva costare caro nel primo tempo, con un pallone orizzontale davvero lento, ma anche nel secondo rischia in un paio di occasioni e nella mischia in area del primo gol monregalese non è impeccabile.

Zhuri 6.5 A posteriori gli si può dire che manca solo la rete per suggellare un’ottima prestazione in ambedue le fasi. 38’ st Barna sv.

Incandela 7 Ecco un altro a cui manca solo il gol, ma prestazione maiuscola del numero 8 ospite che non sbaglia praticamente nulla. 30’ st De Salvo sv.

Pussetto 7 Il mezzo voto in meno perchè nel primo tempo si divora un gol allo scadere, meno male per lui si rifarà ad inizio ripresa con un bel destro al volo. 32’ st Crosetti sv.

Andreello 7.5 Il migliore dei suoi. Passa in maniera precisa, dribbla, tira e serve ai compagni ottimi palloni, per poi coronare il tutto con un’ottima punizione che vale lo 0-1 per i suoi. 32’ st Duarte sv.

Fillia 6.5 Esce dopo aver battagliato in lungo e in largo senza esclusione di colpi.

20’ st Finotti 6 Normale amministrazione del finale di gara in cui è bravo a non farsi innervosire dagli avversari.

All. Laspina Gianfilippo 7 Si dà un gran da fare coi suoi ragazzi senza mai lasciarli senza indicazioni. Non si scompone nemmeno dopo il secondo gol della Monregale ed anzi invita i suoi a giocare come sanno, ed è merito anche suo se sanno farlo bene.

Arbitro Giorgio Girardi di Cuneo 6.5: Una partita non complicata da arbitrare e che il direttore di gara non si complica nonostante qualche protesta di casa per un rigore nella ripresa invocato. Buona partenza e direzione di gara lineare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400