Cerca

Under 16

Casatese-Lombardia Uno: Raimondi e Summa trascinano i rossoneri alla vittoria. Ai biancorossi non basta una prova di carattere

Gara in bilico fino all'ultimo, ma alla fine il superiore talento dei giocatori rossoneri porta Innamorato al successo

La Lombardia Uno esordisce nel campionato regionale Under 16 vincendo 4-3 sul campo della Casatese. I rossoneri si aggiudicano i primi tre punti della stagione in una gara avvincente, ricca di gol, emozioni e ribaltamenti di risultato. La formazione allenata da Innamorato ottiene il successo giocando una prova solida e colpendo con le ripartenze fulminee dei propri giocatori, in particolare di Raimondi e Summa che fanno letteralmente impazzire la retroguardia biancorossa e si iscrivono al tabellino rispettivamente con una e due reti. Anche i lecchesi disputano nel complesso una buona partita, mostrando grande carattere nel saper ribaltare nel primo tempo il punteggio e riacciuffando nuovamente il pari anche nel secondo. La prima frazione si conclude 2-2 con i gol di Ripamonti e Daviddi per i padroni casa, mentre per gli ospiti la doppietta di Summa, ma nella ripresa – nonostante entrambe le compagini si gettino senza paura alla ricerca della vittoria – la Lombardia Uno dimostra di avere qualcosa in più, anche grazie all’ingresso decisivo di tre giocatori: La Mantia, Lisco e Bertoni, autore del definitivo 4-3. Alla fine, i due allenatori possono essere certamente soddisfatti delle prestazioni dei propri ragazzi, soprattutto per quanto visto in fase offensiva e per la fame agonistica messa in campo: se continueranno con lo stesso atteggiamento di oggi, potranno senza dubbio disputare un grande campionato.

Fuochi d'artificio. L’avvio di gara risulta abbastanza bloccato, con le due squadre in fase di studio per circa 15 minuti. La Lombardia Uno cerca di impostare la partita giocando palla a terra da dietro per poi innescare le accelerazioni dei propri giocatori offensivi, Raimondi e Summa su tutti. La Casatese risponde inizialmente con fatica, non riuscendo ad attaccare negli spazi e contenendo con qualche difficoltà le fiammate ospiti. Superato il periodo iniziale di assestamento, intorno al quarto d’ora cominciano i fuochi d’artificio. La prima chance è proprio per la formazione di Innamorato con Raimondi che lancia molto bene in profondità Summa, il numero 7 però calcia centralmente e non impensierisce Astori. Ma il gol per l’esterno rossonero è rimandato solamente di qualche minuto: al 23’ Raimondi crea apprensione nella retroguardia di casa con una super accelerazione, viene fermato in qualche modo dai difensori biancorossi ma non in modo definitivo, sulla palla vagante arriva Summa, che con un bolide insacca il pallone sotto al sette. Di primo acchito la Casatese sembra accusare il colpo, tuttavia con una giocata improvvisa agguanta il pareggio. Minuto 27: Todaro dalla destra mette un gran cross sul secondo palo, dove Ripamonti viene lasciato libero di colpire e di depositare in rete il pallone dell’1-1. Subito il gol, i milanesi cercano di non scomporsi e di continuare il proprio piano partita. Al 29’ centrano la traversa dopo una bella combinazione Nava-Raimondi. Ma i lecchesi, nuovamente, colpiscono dal nulla. Su un lancio lungo, Zanforlin e D’Agati non si intendono (il famoso “La prendi tu? La prendo io?”), ne approfitta Daviddi che si infila tra i due e scippa il pallone appoggiandolo nella porta sguarnita. Tutto d’un tratto i biancorossi sono avanti. Anzi, un minuto dopo hanno anche la possibilità di siglare il 3-1, tuttavia Zanforlin è bravo e reattivo ad opporsi al tentativo di controbalzo di Daviddi. La partita però non smette di regalare sorprese e ribaltamenti di risultato, e infatti nel giro di lancette successivo i rossoneri trovano il 2-2. Su un pallone alto Cara effettua una sponda precisa a smarcare Summa, che con un destro potente sul primo palo trafigge Astori. Nel finale di frazione Marra con uno schema su punizione innesca lo scatenato Raimondi, ma il suo tiro termina fuori di poco.

Lo spettacolo continua. Nella ripresa le due squadre ripartono come avevano finito: con i fuochi d’artificio. Infatti, non c’è neanche il tempo di metabolizzare il rientro in campo che il risultato cambia di nuovo. Al 6’, su una spazzata apparentemente innocua, Agostino si fa scavalcare dal rimbalzo, lasciando l’imprendibile Raimondi libero di involarsi verso la porta e di battere Astori per il 3-2. La Casatese risponde però con immediatezza, tanto che due minuti dopo serve una tempestiva uscita di Zanforlin per disinnescare il tentativo ravvicinato di Daviddi. Risultato salvato? Neanche per sogno. Al 12’ Barri calcia una punizione dai 25 metri, scavalca la barriera e beffa il portiere rossonero, non irreprensibile in questa circostanza. Nuova parità, 3-3. Da questo momento entrambe le formazioni vogliono vincere la partita e, senza alcun timore, si gettano in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio. Ma gli ospiti possono contare sull’apporto decisivo dei tre neoentrati: La Mantia, Lisco e Bertoni. E infatti a venire premiata è la Lombardia Uno. Al 18’ Marra dalla sinistra mette un cross perfetto sulla testa di Bertoni, che con una zuccata precisa piazza la sfera all’angolino e fa 4-3. Nei minuti successivi sia i padroni di casa che gli ospiti hanno altre chances per andare in rete, ma i tentativi di Raimondi, Marra e Barri non danno l’esito sperato. Nel quarto d’ora finale la Lombardia Uno si chiude dietro, iniziando a spazzare saggiamente il pallone piuttosto che rischiare guai. La Casatese si getta con il cuore alla ricerca del pari, ma il muro rossonero si rivela invalicabile e alla fine è la squadra di Innamorato a portarsi a casa i tre punti.

 

IL TABELLINO
CASATESE-LOMBARDIA UNO 3-4
RETI: 23’ e 33’ Summa (L), 27’ Ripamonti (C), 31’ Daviddi (C), 6’ st Raimondi (L), 12’ st Barri (C), 18’ st Bertoni (L).
CASATESE (4-3-1-2): Astori 5.5, Sanchez 6.5, Todaro 6.5 (38’ st Consonni sv), Spiga 6, Villano 5.5 (29’ st Barachetti sv), Agostino 5.5, Ripamonti 6.5 (40’ st Marinò sv), Barri 7, Cannarozzo 5.5 (20’ st Staka 5.5), Patti 5.5 (15’ st Puglisi 6), Daviddi 7. A disp: Gambirasio, Nava, Rea, Sala. All: De Cesare 6.5. 
LOMBARDIA UNO (3-5-2): Zanforlin 5.5, Raimondi 7.5, Cara 6.5 (3’ st La Mantia 6.5), Aguiari 6 (13’ st Bertoni 7), Marra 7, D’Agati 5.5, Summa 7.5, Minoia 6.5, Nava 6.5 (41’ st Bugada sv), Petruzzelli 6, Cannata 6 (7’ st Lisco 6.5). A disp: Cattaneo, Gagliardi, Lionello, Zippo. All: Innamorato 7.
ARBITRO: Salvioni di Bergamo 6
AMMONITI: Petruzzelli (L), Villano (C), D’Agati (L), Agostino (C), Summa (L).

 

 

LE PAGELLE
 

CASATESE
Astori 5.5 Subisce 4 gol, probabilmente solo sul secondo avrebbe potuto fare qualcosa in più. Reattivo invece su un tentativo molto pericoloso di Raimondi. Impreciso nei rinvii dal fondo. 
Sanchez 6.5 Bravo a chiudere in scivolata con interventi puntuali. Dei 4 dietro, difensivamente è quello che alla lunga regge meglio,
Todaro 6.5 Marchia la partita con una giocata in particolare: mette un cross con il contagiri sul secondo palo, dove Ripamonti di testa può segnare agevolmente l’1-1. (38’ st Consonni sv).
Spiga 6 Prova a fare a sportellate in mezzo al campo battagliando con i centrocampisti rossoneri. Prestazione sufficiente.
Villano 5.5 Va in difficoltà quando gli ospiti partono in velocità. È costretto a spendere un cartellino giallo per fermare una delle loro numerose ripartenze. (29’ st Barachetti sv).
Agostino 5.5 Nella prima frazione interviene sempre con i tempi giusti, dimostrandosi uno dei migliori tra i suoi. Nella seconda commette una frittata facendosi scavalcare da un pallone semplice e lasciando Raimondi libero di involarsi per il gol del 3-2.
Ripamonti 6.5 Con un ottimo inserimento sul secondo palo, si smarca e realizza l’1-1: bravo a leggere in anticipo la giocata e a beffare gli avversari. (40’ st Marinò sv)
Barri 7 Aggredisce il portatore di palla di turno con grinta. Nella ripresa calcia una buona punizione dai 25 metri che, anche con la complicità di Zanforlin, vale il 3-3. Trascina i suoi fino all’ultimo alla ricerca del pari.
Cannarozzo 5.5 Gioca tra le linee provando ad incidere come rifinitore, aiutandosi anche con il proprio fisico notevole. Tuttavia, non trova mai la giocata decisiva.
20’ st Staka 5.5 Buttato nella mischia per trovare un guizzo vincente, combina troppo poco.
Patti 5.5 Cerca di duettare con il proprio compagno di reparto Daviddi, ma non trova il feeling giusto per assisterlo.
15’ st Puglisi 6 Lotta senza paura facendo a sportellate con gli avversari.
Daviddi 7 Il migliore tra i biancorossi. Si mette in mostra da subito con buone accelerazioni per mettere in difficoltà la difesa avversaria. Furbo e scaltro ad infilarsi tra Zanforlin e D’Agati con lo scippo del pallone e il successivo appoggio in rete. Va vicino alla doppietta in più occasioni, ma è sempre bravo Zanforlin ad opporsi.
All. De Cesare 6.5 Ai suoi il carattere non manca di certo, infatti riescono a recuperare due volte lo svantaggio e nel finale si gettano con orgoglio alla ricerca pareggio. Con questa personalità potrà raccogliere buoni frutti.

 

LOMBARDIA UNO
Zanforlin 5.5 Non si intende con D’Agati in uscita facendosi fregare da Daviddi, libero di appoggiare in rete il 2-1. Anche sulla punizione di Barri è decisamente rivedibile. Si riscatta parzialmente con diverse parate di rilievo.
Raimondi 7.5 Crea scompiglio nella retroguardia biancorossa facendola impazzire con la sua rapidità: se prende velocità diventa praticamente imprendibile. Nel primo tempo manda in porta Summa con una gran palla filtrante; poi si mette in proprio prima sfiorando solamente il gol e successivamente portando a termine l’obiettivo. Anche nel finale continua a sprintare senza fermarsi
Cara 6.5 Produce movimenti interessanti in attacco. Ottima la sponda di testa che si tramuta nell’assist per il gol del 2-2
3’ st La Mantia 6.5 Entra da subito con il piglio giusto, portando benefici alla squadra. Va vicino al sigillo personale, ma conclude alto
Aguiari 6 Sulla corsia sinistra si fa vedere con corsa e sacrifico
13’ st Bertoni 7 Ingresso in partita assolutamente decisivo: sovrasta tutti in mezzo all’area e con una zuccata chirurgica mette il pallone sotto all’incrocio per il definitivo 4-3.
Marra 7 Sul finire della prima frazione crea un bello schema su punizione con Ripamonti, per poco non diventa vincente. Nella ripresa trova comunque l’assist con un ottimo cross sulla testa di Bertoni. Si dimostra il perno fondamentale del centrocampo.
D’Agati 5.5 Si addormenta e non si intende con Zanforlin sul secondo gol subito. Nella ripresa si fa ammonire ingenuamente per proteste. Manifesta nel complesso troppo nervosismo.
Summa 7.5 Corre come un pendolino sulla fascia destra. Nella prima frazione ha una buona chance per siglare l’1-0, ma calcia troppo debolmente e centrale. Rimedia poco dopo con un missile imprendibile sotto al sette. Sigla la doppietta con un tiro potente sul primo palo.
Minoia 6.5 Legge spesso in anticipo le giocate avversarie, infilandosi nelle linee di passaggio e recuperando numerosi palloni. 
Nava 6.5 Agisce come vertice basso del centrocampo, dirige la mediana dando indicazioni ai compagni. Mette una buona palla a rimorchio per Raimondi, che dal limite colpisce la traversa. (41’ st Bugada sv).
Petruzzelli 6 Gioca nel terzetto di difesa, si propone però spesso in fase di costruzione in zona avanzata.
Cannata 6 Porta a compimento diverse mansioni poco appariscenti ma utili.
7’ st Lisco 6.5 Si mette al servizio dei compagni correndo a dar manforte dove c’è bisogno.
All. Innamorato 7 La sua squadra sa bene come far male, e si vede soprattutto nel primo tempo con le ripartenze fulminee. Nel secondo riesce a riportarsi in vantaggio e nel finale dimostra pure di saper soffrire portando a casa il risultato, anche a costo di spazzare qualche pallone più del solito.

 

ARBITRO Salvioni 6 Non commette errori particolari, tuttavia in diverse occasioni non concede il vantaggio, penalizzando le ripartenze delle due squadre. In generale, però, la sua direzione è sufficiente.

 

 

LE INTERVISTE
 

Biagino De Cesare, allenatore Casatese: «La sconfitta dà sempre fastidio, però abbiamo giocato alla pari con una squadra che tutti reputano tra le favorite per la vittoria del campionato. Quindi siamo stati competitivi e potremo divertirci facendo buoni risultati in questa stagione. Non abbiamo mai mollato, colpo su colpo, e abbiamo dimostrato di crederci fino alla fine. Loro hanno giocatori importanti, sono veramente forti. La loro vittoria è un risultato giusto, anche se pure con un pareggio non ci sarebbe stato nulla da dire visto che pure noi abbiamo avuto le nostre occasioni. Oggi mi sono divertito un sacco, è stata proprio una bella partita. Loro hanno inserito giocatori di alto livello, a dimostrazione della rosa lunga e competitiva di cui dispongono. Anche io mi aspetto tanto dai cambi, ma in generale da chiunque: bisogna dare sempre il 100% in campo. Sono molto soddisfatto poi per l’ultimo quarto d’ora, in cui abbiamo messo in grande difficoltà e apprensione la Lombardia Uno».

Massimo Innamorato, allenatore Lombardia Uno: «La partita è stata rocambolesca, abbiamo rincorso uno svantaggio maturato per nostre disattenzioni. Il campo era veramente impegnativo: bagnato e lungo. Noi abbiamo sofferto visto che, avendo giocatori brevilinei, in spazi così ampi facciamo più fatica. Ad ogni modo, abbiamo condotto bene la gara, con un palleggio fitto e importante, facendo pure dei bei gol. Le ripartenze per noi sono un aspetto decisivo, imprescindibile. Le reti subite arrivano da nostre disattenzioni, su questo dovremo migliorare. Sono molto contento della doppietta dell’esterno (Summa, ndr), che solitamente invece gioca più arretrato. Pure Bertoni ha fatto molto bene, dimostrando come anche dalla panchina si possa incidere sulla partita. A tal proposito, anche gli altri cambi ci hanno dato una grossa mano: avere una panchina lunga è sicuramente una risorsa importante per noi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400