Cerca

Under 16

Masseroni-Alcione: Barbieri, Forni e Laurora stordiscono la partita e regalano la prima gioia a Fontana, Palomba prova a riaprirla

Vince dominando la partita la squadra ospite e ne fa tre nel giro di mezz'ora, i padroni di casa irriconoscibili

Mattia Barbieri Alcione 2006

Matti Barbieri, anno 2006, attaccante dell'Alcione

L'Alcione batte la Masseroni 3-1 e si dimostra la vera volontà di potenza del Girone F. Il destino fa scendere subito a duello alla prima giornata di campionato le favorite: Piccirillo monta alla propria squadra un 4-4-1-1 che gli garantisce superiorità numerica a centrocampo e libertà di movimenti in attacco per supplire alla mancanza del centroavanti di manovra squalificato, mentre Fontana allestisce un 4-3-2-1 più ardito, con l'idea di stritolare fin dal primo minuto l'avversario con tante verticalizzazioni e portando molti uomini in area di rigore. 

Arroventato. «Abbiamo fatto un primo tempo importante e creato tante palle gol, forse avremmo potuto sfruttarle meglio e chiudere subito i conti, ma è stata un'ottima prova da parte dei miei ragazzi e la strada è quella giusta», dichiara consapevole l'allenatore Emilio Fontana dell'Alcione. Sono infatti scesi in campo con un'aggressività che ha immediatamente intimorito i padroni di casa, costringendoli a trincerarsi nella propria metà campo e subire l'ira funesta degli ospiti. A 10 minuti dall'inizio è Barbieri a squarciare la gara: dal limite dell'area salta l'uomo e calcia fortissimo sotto il sette ed è subito 1-0. Dopo 5 minuti viene fischiato un calcio di rigore a favore dell'Alcione. Si presenta il numero dieci Argint sul dischetto ma ipnotizzato sbaglia e Zocchi respinge, la palla carambola sui piedi di Forni che è lesto a ribadire in rete. La partita nel primo tempo è a senso unico e al 28' arriva anche il 3-0 da parte di una giocata individuale di Aurora che dribbla il difensore e incrocia sul lato opposto.

Chimera. Alla ripresa però qualcosa è cambiato e la girandola dei cambi non permette più all'Alcione di fare il proprio gioco e preferisce difendere e gestire con astuzia il risultato. «Nel secondo tempo sono passato al 4-3-3 e ho fatto entrare Intini e Melegari. Siamo riusciti a mettere l'agonismo che mancava nel primo tempo, alzando l'intensità e prendendo fiducia, ma il risultato per quello che si è visto è stato giusto. Ci dispiace solo non essere riusciti a giocarcela alla pari perché siamo diversi da quelli visti oggi», dice rammaricato Geatano Piccirillo, allenatore della Masseroni. Prendono quindi coraggio i padroni di casa che al 20' del secondo tempo provano anche a riaprirla su una bellissima punizione di Intini che colpisce la traversa e consegna la vera a Palomba che prova a suonare la carica. Oltre a questo moto d'orgoglio tuttavia l'Alcione è sempre riuscito a controllare la sfida e non è mai sembrato che si potesse veramente riacciuffare.

IL TABELLINO

MASSERONI-ALCIONE 1-3
RETI: 10' Barbieri (A), 15' Forni (A), 28' Laurora (A), 20' st Palomba (M).
MASSERONI (4-4-1-1): Zocchi 6, Sotelo 6.5, Galantucci C. 6, Villasanta, Luciano 6.5, Palomba 7, Bassani 6 (1' st Melegari 6), Martino 6.5, Sabatino 6, Gianola 6.5 (1' st Intini 6.5, 35' st Cannone 6), Mazzon 6.5. A disp. Prati, Grasso, Brivio, Sandonati, Palomba, Bognani. All. Piccirillo 6.
ALCIONE (4-3-1-2): Gasperi 6.5, Buratti 7 (35' st Rutigliano 6.5), Mazzola 6.5, Morlacchi 6.5 (20' st Aimerito 6.5), Ronchi 7, Capozza 6.5, Forni 7.5 (1' st Tesoro 6), Mocchi 6.5, Laurora 7.5, Argint 6.5 (10' st Bianchi 6.5), Barbieri 7.5 (1' st Gallazzi 6). A disp. Cocilovo, Aliata, Diaferio, Nicastro. All. Fontana 7.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400