Cerca

Under 16

Pro Eureka-Volpiano: Lista protagonista, Malagrinò si riprende dai fantasmi e batte i blucerchiati

Non basta l'eurogol iniziale di Zanzone, a cui risponde il subentrato e la zampata finale di Burruano. Davin al secondo KO di fila

La festa dopo la vittoria delle foxes

Il Volpiano di Malagrinò rimonta la Pro

Una risposta di carattere, di una squadra che non può certo limitarsi a guardare e subire. Il Volpiano di Alessandro Malagrinò mette da parte dubbi e insicurezze e grazie ad un ottimo secondo tempo rimonta una Pro Eureka decisamente in palla, che ha tenuto in scacco le foxes per più di un tempo. Il vantaggio iniziale di Zanzone con una gran botta al volo poteva sembrare una sorta di pietra tombale sui ragazzi di Malagrinò, dopo la batosta di una settimana prima, ma quando la squadra ha bisogno di una strigliata, ecco il tecnico salire in cattedra. Con i cambi giusti e un pizzico di fortuna i biancoblù la ribaltano nella ripresa, prima con il neo-entrato Lista e poi con Burruano su sviluppi di angolo. Grandissima reazione delle foxes, che dimostrano che nulla è ancora deciso.

La gabbia blucerchiata si affida ai colpi di Zanzone. In via Torino si affrontano due squadre con obiettivi diversi, ma momenti di forma simili. Entrambe arrivano da una sconfitta, e vogliono dimostrare di aver voltato pagina. Il Volpiano si presenta con il classico 4-3-1-2, con Odello a sostegno di Lazzaron e Vargas, mentre Romeo è in cabina di regia. La Pro risponde con il modulo speculare, affidandosi a Gallo sulla trequarti, mentre davanti Bruni e Zanzone sono pronti a creare grattacapi alla difesa biancoblù. I primi minuti di partita lasciano presagire come il campo condizionerà pesantemente l'esito della partita, con il Volpiano chiaramente penalizzato, abituato ad un calcio veloce e rasoterra, mentre la Pro si affida alle palle lunghe e alla velocità dei suoi attaccanti. Odello prova subito a scombinare le carte, arretrando moltissimo per ricevere palla e per dare opzioni in più ai difensori. Succede poco dalle parti di Jones e Rua, anche se al quarto d'ora una spettacolare ma debole rovesciata di Vargas chiama l'estremo difensore settimese al primo intervento di giornata, un pallone facile solo da bloccare. Il Volpiano non trova però la giusta continuità, mentre dietro Cena e compagni reggono bene. Davanti poi, gli attaccanti di Davin sono pronti a far male, e al 16' lo dimostrano: Bugnano batte una rimessa laterale per Bruni, che di testa riesce a spizzare; la palla arriva a Zanzone sulla corsa, che approfitta di un posizionamento non impeccabile di Landi e calcia al volo un missile terra-aria che non lascia scampo a Jones. Le foxes vedono riapparire i demoni di sette giorni prima, mentre i blucerchiati serrano ancora di più i ranghi e non lasciano ragionare i metodisti biancoblù. Il più in palla è Gallo, che grazie alla sua posizione avanzata e centrale riesce a dar fastidio sul primo controllo a chiunque, da Romeo a Odello. Come se non bastasse, nel Volpiano si fa male Landi, costretto ad uscire e a far posto a Lista, con Burruano che scala a centrale di difesa. Prima del duplice fischio, la Pro tenta addirittura l'allungo, quando Gallo batte un corner da destra per la testa di Cotroneo, che spedisce fuori.

La fenice Volpiano risorge dalle ceneri. Ci vuole un cambio di passo tra le file biancoblù, e Malagrinò lo sa bene. L'ex Vanchiglia tenta l'azzardo, e alza ulteriormente il baricentro dei suoi, lasciando ampi spazi alle mezzali, mentre il solo Romeo rimane dietro a fare da schermo. Dopo più di un tempo senza particolari pericoli, alla prima vera occasione cade la roccaforte della Pro: Odello si sveglia dal torpore e con un cambio gioco al millimetro serve un Lista tutto solo in area di rigore; il subentrato fa tunnel a Rebotti accorso per recuperare la posizione e, dopo un primo tentativo sventato da Rua, da terra batte il portierone avversario per l'1-1. Il più è stato raggiunto dal Volpiano, che ora può sfruttare il momento favorevole per dare il colpo decisivo. Il piano sembra chiaro e ora le foxes hanno fiducia. Passano neanche dieci minuti che la rimonta si completa: Lista va a battere un angolo da destra e, dopo una spizzata, la palla arriva dalle parti di Burruano ben posizionato in area, che non ci pensa due volte e calcia al volo, pescando l'angolino giusto, alla destra di Rua che non ci arriva. Esplode la gioia sugli spalti, ma in campo sanno tutti bene che la sfida non è per nulla finita. Soprattutto quando le foxes non possono contare sul loro solito giro palla. Al ventesimo Bruni va via sulla sinistra, ma arriva troppo defilato e trova solo l'esterno della rete da buona posizione. Due minuti dopo le foxes rispondono e vanno vicinissimi al colpo del KO: Odello vede uno spiraglio e dai 25 metri fa partire un sinistro violentissimo (suo piede debole) che sembra destinato in fondo alla rete, ma colpisce clamorosamente l'incrocio a Rua battuto. Il fantasista biancoblù non ci sta, e ci rirprova qualche minuto più tardi con un'azione personale che però termina con un tiro tra le braccia di Rua. Gli ultimi minuti sono uno scialbo tentativo dei padroni di casa di trovare il pari, ma dietro le foxes non ballano e conquistano i tanto agognati tre punti, che rimettono ufficialmente in carreggiata il Volpiano. La Pro, dal canto suo, può essere contenta della partita, soprattutto nel primo tempo, anche se strappare almeno un punto a questo Volpiano ferito avrebbe dato tanto morale ai ragazzi di Davin.

IL TABELLINO

PRO EUREKA-VOLPIANO 1-2
RETI (1-0, 1-2): 16' Zanzone (P), 8' st Lista (V), 16' st Burruano (V).
PRO EUREKA (4-3-1-2): Rua 6, Rebotti 5.5, Bugnano 6 (9' st Garetto 6), Cotroneo 6, Cena 6.5, Tortorella 6 (32' st Tornello sv), Gallo 6.5 (21' st Dinu 6), Canales 6.5, Zanzone 7.5, Baana 6.5, Bruni 6.5 (29' st Caforio 6). A disp. Ariello, Dalessandro, Filomeno, Sado, Tine. All. Davin 6.5. Dir. Brunetto - Cena.
VOLPIANO (4-3-1-2): Jones 6, Garavaglia 6, Notomista 6, Landi 5.5 (32' Lista 7.5), Romeo 6 (21' st Giardino 6), Alba 6.5, Passuello 6, Burruano 7, Lazzaron 6.5 (40' st La Scala sv), Odello 6.5, Vargas 6 (9' st Lucca 6). A disp. Marcone, Ferrante, Mesiano M., Di Giorgio, Imbergamo P.. All. Malagrinò 7. Dir. Di Giorgio - Azzalin.
ARBITRO: Rosamilia di Chivasso 7.
AMMONITI: 23' Rebotti (P), 25' st Lista (V), 37' st Canales (P).

LE PAGELLE

PRO EUREKA
Rua 6
I due gol esulano dalle sue competenze. Trema quando Odello colpisce in pieno l'incrocio da fuori, ma non si registrano altri grossi pericoli.
Rebotti 5.5 Non gioca una brutta partita, almeno fino all'occasione del pareggio di Lista, quando si perde il numero 18 che è alle sue spalle indisturbato.
Bugnano 6 Contro la velocità e l'estro di Lazzaron non è facile, ma riesce a contenere gli attaccanti delle foxes per quanto possibile, limitando le spinte e dando una mano dietro.
9' st Garetto 6 La fascia sinistra rimane la più colpita dagli assalti, e lui si difende come può.
Cotroneo 6 Soffre un po' la mobilità degli attaccanti avversari, ma riesce a limitare i danni dietro facendo fronte comune con i compagni.
Cena 6.5 Molto bravo, soprattutto nelle chiusure che sembrano complicate. Spesso costretto ad inseguire gli attaccanti delle foxes, ma grazie alla sua velocità non va sotto.
Tortorella 6 Si fa male verso la fine ed è costretto ad uscire prematuramente. Non tocca molti palloni in impostazione, ma si fa sentire quando c'è da difendere. (32' st Tornello sv)
Gallo 6.5 Una vera e propria peste. Si muove di continuo e va a dar fastidio a tutti quelli che passano dalle sue parti, sporcando palloni e mettendo pressione. Batte dei bei corner, che però non trovano giustizia.
21' st Dinu 6 Segue bene l'azione, restando in posizione ad attendere il momento.
Canales 6.5 Fa grande coppia con Baana a centrocampo, dando toccando tanti palloni e vincendo molti contrasti. Unica pecca, non tenta quasi mai la giocata, cercando sistematicamente il compitino.
Zanzone 7.5 Non solo la fucilata che dà il vantaggio alla Pro, ma una gara solida, fatta di sportellate e lotta per la posizione. Usa benissimo il fisico per avere la meglio sui difensori ed è un chiaro punto di riferimento per i suoi là davanti.
Baana 6.5 Una vera spina nel fianco per gli avversari, un'ancora di salvezza per i compagni. Non il più classico dei numeri 10, tutta tecnica e fantasia, ma un "Diez" da lotta, fango e contrasti. Con lui nelle vicinanze nulla viene facile.
Bruni 6.5 Con la sua velocità è un giocatore chiave per il gioco in profondità della Pro. Con la sua spizzata di testa libera Zanzone per il gol. Peccato non riesca a trovare la tanto sperata gioia personale, ci va vicino ma trova l'esterno della rete.
29' st Caforio 6 Non ha la stessa mobilità del compagno ma si rende utile in copertura.
All. Davin 6.5 Sembra reggere tutto il primo tempo, quando una difesa ben organizzata e un eurogol costringono il Volpiano a rivedere le proprie priorità. Ma alla prima vera occasione della ripresa per le foxes il fortino cade, e i blucerchiati non si avvicinano più dalle parti di Jones, se non sporadicamente.

Burruano e Canales in azione


VOLPIANO
Jones 6 Incolpevole sulla bordata di Zanzone, ha poche altre occasioni per sporcarsi i guanti. Non impeccabile sulle uscite alte, rischiando qualcosa.
Garavaglia 6 Va in difficoltà quando i settimesi ripartono in velocità, e lui è costretto spesso ad inseguire. Meglio quando deve gestire il pallone, riuscendo ad innescare più volte l'attaccante sul profondo.
Notomista 6 Esce fuori alla distanza. Sempre preciso negli interventi, un vero lusso averlo in difesa sulla sinistra.
Landi 5.5 Una giornata decisamente da dimenticare. Si fa male dopo pochi minuti ma stoicamente stringe i denti e continua a giocare. Sbaglia posizionamento sul gol, concedendo a Zanzone troppo spazio e alla mezzora si fa nuovamente male, ma stavolta è costretto ad uscire prematuramente.
32' Lista 7.5 Con il suo ingresso cambia la partita, soprattutto nel secondo tempo. Bravo a non mollare sul pari che porta la sua firma, si prende anche l'incarico di battere i corner, e proprio da uno di questi scaturisce il definitivo 2-1 di Burruano.
Romeo 6 E' in un momento no, ma questi campi così dissestati di certo non lo aiutano ad esprimersi al meglio. Ha bisogno di spazio e un terreno congruo, ma quando ha campo mostra di essere un play con i fiocchi.
21' st Giardino 6 Subito concreto con i suoi interventi, soprattutto di testa, sui tanti rilanci da dietro dei blucerchiati.
Alba 6.5 Una continua battaglia con Zanzone, il centrale riesce ad uscirne vincitore a più riprese grazie ad un'ottima abilità nell'anticipo.
Passuello 6 Un po' in ombra a Settimo, ma non ha tutti gli spazi che vorrebbe grazie alla compattezza del centrocampo della Pro Eureka.
Burruano 7 Parte centrocampista, viene spostato sulla linea di difesa per mettere una toppa all'infortunio di Landi e corona un'ottima gara con un tiro al volo che vale altri tre punti, per scacciare in fretta la debacle con il Lascaris.
Lazzaron 6.5 Sempre una minaccia, anche in una partita in cui non si registrano suoi tiri in porta. Costringe sempre i difensori o i centrocampisti avversari a pensare un attimo più in fretta, grazie ad una rapidità e una caparbietà fuori dal comune. ( 40' st La Scala sv)
Odello 6.5 Riscatta una partita decisamente sottotono con il cambio gioco che libera Lista in area e con un missile da fuori che prende in pieno l'incrocio dei pali. Prima di queste giocate tanti palloni persi e tempi di gioco sbagliati, ma i grandi giocatori sanno uscire dalle avversità.
Vargas 6 Si fa vedere pochissimo in avanti, e i compagni cercano sistematicamente l'altra fascia.
9' st Lucca 6 Porta in dote un'ottima tecnica di base, ma i suoi movimenti sono spesso troppo lenti. Sicuramente non è aiutato da un terreno così impantanato, e c'è ampio margine di lavoro su un fisico e un ragazzo che promettono scintille.
All. Malagrinò 7 Riscatta al meglio la brutta sconfitta contro il Lascaris rimontando una Pro Eureka ostica e quadrata. Reazione tutt'altro che scontata dei suoi, che dopo aver mantenuta inviolata la porta per sette giornate, subiscono un altro gol, ma si rialzano e la vincono nel secondo tempo.

ARBITRO: Rosamilia di Chivasso 7 Non una gara nervosa, anche se ricca di parecchi contrasti. Non fioccano i cartellini, scelta che paga alla lunga, visto che gli episodi da segnalare sono pochi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400