Cerca

Under 16

Vis Nova-Accademia Inter: Lucertole a tutto Gas..lini! Seconda vittoria consecutiva per Mastropasqua

Un'imbucata del subentrato la decide. Bel balzo in classifica per la Vis, stop invece che complica i piani, per i nerazzurri

Gaslini e Bernocchi

I due migliori in campo della Vis Nova: Gaslini e Bernocchi

La cura Mastropasqua continua a dare i suoi effetti. La Vis Nova mantiene per la terza volta consecutiva la porta inviolata e vince, "di corto muso" contro l'Accademia Inter, che recrimina per un possibile gol buono annullato dall'arbitro ma che a livello di gioco e occasioni, produce qualcosa in meno dei padroni di casa. A decidere il match è Daniele Gaslini con una scivolata vincente che sorprende la difesa ospite. Nerazzurri che dunque rimangono fermi in classifica, costanti nei loro "alti e bassi", mentre la Vis Nova si "iscrive" ufficialmente al già folto gruppo di pretendenti alla promozione.

Palla a terra e giocare. Si intuisce subito che la partita vede in campo due compagini che vogliono arrivare al risultato tramite il gioco. I due 4-3-3 abbastanza speculari vedono coinvolte le difese nei tentativi di impostazione, le ali larghe e i centravanti (entrambi) un po’ isolati e privi dell’assistenza che servirebbe per piazzare la stoccata decisiva. I rari pericoli infatti arrivano dagli esterni e a produrli maggiormente è la Vis. In particolare De Rosa (già pericoloso al secondo minuto) e Fusco, sulla corsia di destra giocano con molta fluidità, registrando però qualche tentativo di contrattacco di Natoli. I neroverdi (in campo in maglia bianca) sono comunque più compatti, giocano meglio di prima e pur senza creare la grande chance sono costanti nella proposizione. I tiri in porta della prima frazione per la Vis saranno due: quello al 17’ di Crifo, su punizione forte ma centrale e quello più pericoloso di Hanouni, ben parato da Tosi al 35’. Per gli ospiti appunto, buona tenuta difensiva in generale ma un solo squillo offensivo, quello del tiro da lontano, alto di pochissimo, da parte di Natoli al 36’.

Dettagli da tre punti. Il secondo tempo ricalca la condotta del primo: con i cambi la Vis Nova aumenta, l’efficienza e la verve offensiva davanti, senza però impensierire particolarmente la retroguardia ospite che sembra tenere anzi, acquisisce sicurezza insieme a tutta la squadra. Fino alla mezz’ora di palle-gol non se ne vedono. L’unico tiro da annotare calciato in porta è di Fusco al 18’ che però trova ancora Tosi pronto. E quando, anche la stanchezza di 70 minuti tosti, giocati sotto la pioggia parrebbe rallentare le velleità di entrambe le squadre, arriva il gol decisivo. Su una palla filtrante dalla sinistra, Gaslini anticipa portiere e difensori e impatta con successo l’1-0 scatenando la gioia di tutta la panchina delle “lucertole”. A quel punto ferita, l’Accademia Inter ha una reazione, che forse lascia qualche recriminazione per l’intensità della spinta prodotta. Il forcing vede anche un episodio dubbio con l’assist di Liguori per Sartorelli che “libero” stoppa e gira a rete. L’arbitro fischia il fuorigioco qualche secondo prima della conclusione ma questo non placa le proteste ospiti che in pieno recupero hanno un’ultima possibilità di pareggiare ma il cross basso dalla sinistra di Molina è leggermente troppo lungo per Natoli che si allunga ma, a differenza di Gaslini, per qualche centimetro non trova il pallone. E’ l’ultimo acuto di una partita maschia, giocata correttamente da ambo le parti che vede però esiti opposti: la grande gioia per la Vis, che comincia veramente a fare sul serio dopo un inizio di campionato col freno tirato e la sconfitta dell’Accademia, che rimanda ancora il salto nelle primissime posizioni di classifica.  

IL TABELLINO

VIS NOVA-ACCADEMIA INTER 1-0
RETE: 30' st Gaslini (V).
VIS NOVA (4-3-3): Romano 6.5, De Rosa 7, Pizzera 7, Monti 5.5 (33' Vian 6.5), Bernocchi 8, Ferracane 7.5, Fusco 7.5, Crifo 6.5 (42' st Nocera sv), Morotti 6 (1' st Bottan 6.5), Bosco 6 (6' st Gaslini 7.5), Hanouni 6.5 (6' st Lionetti 7). A disp. Lettiero, Valente, Biffi, Anghileri. All. Mastropasqua - Sambruna 7.
ACCADEMIA INTER (4-3-3): Tosi 7, Cerriku 7, Pusterla 6.5, Liguori 6.5, Piazzolla 6, Sarno 6.5, Natoli 7, Sartorelli 7, Bianchi 6 (21' st Molina 7), Calia 7, Greppi 5.5 (30' st Calò 6). A disp. Vitolo, Esposito, Pinello, Innamorato, Ceva, Vittalone. All. Stillittano 6.5. Dir. Felter.
ARBITRO: Fontolan di Monza 6.5.
AMMONITI: Lionetti (V), Fusco (V).

LE PAGELLE

VIS NOVA

Romano 6.5 Fa buona guardia in generale e nelle rare circostanze pericolose.
De Rosa 7 Spinta e concretezza sulla corsia di destra.
Pizzera 7 Gagliardo e concreto.
Monti 5.5 Sbaglia qualche pallone di troppo, un po’ sottotono.
33’ Vian 6.5 Senza strabiliare, presidia bene la zona nevralgica del campo.
Bernocchi 8 Non sbaglia un intervento. Sia sul breve che nei duelli più fisici risulta sempre vincente; una certezza.
Ferracane 7.5 Sicuro e a suo agio al centro della difesa.
Fusco 7.5 Bene non solo a spingere (ci prova più di una volta) ma anche a ripiegare. Ottimo tandem con De Rosa.
Crifo 6.5 Pressa bene, ha i tempi giusti. Paga un pizzico di stanchezza nella ripresa ma comunque positivo (42’ st Nocera sv).
Morotti 6 Le sponde ci sono e anche i movimenti. Non riesce però a concludere mai a rete.
1’ st Bottan 6.5 Aggiunge un po’ di “presenza” in più. Ingresso proficuo.
Bosco 6 Senza errori ma anche senza acuti. Partecipa comunque al buon possesso palla casalingo del primo tempo.
6’ st Gaslini 7.5 Corsa, voglia di lottare e gol vincente: proprio quello di cui la Vis necessitava per arrivare ai tre punti.
Hanouni 6.5 Non sempre costante ma il tiro più pericoloso del primo tempo per la Vis è il suo.
6’ st Lionetti 7 Aggiunge quello sprint di cui l’attacco neroverde beneficia subito.
All. Mastropasqua 7 La sua Vis Nova ha le idee chiare e non si scompone mai. La difesa è “di ferro” e la qualità del gioco si nota.

ACCADEMIA INTER

Tosi 7 Le sue parate le fa e non sono nemmeno facili. Sul gol subito, difficile capire le responsabilità ma l’impressione che lascia è positiva.
Cerriku 7 Costante per tutti gli 80 minuti. Difende e propone.
Pusterla 6.5 Spesso impegnato sulla sua corsia, non se la cava male anche se non riesce a spingere molto.
Liguori 6.5 Perde qualche palla è vero ma prova comunque sempre a smarcarsi, a portare avanti l’azione. L’assist sul “gol annullato” è suo.
Piazzolla 6 Pari e patta con i centravanti della Vis. Paradossalmente non molto impegnato.
Sarno 6.5 Un po’ più sicuro del suo collega di reparto, presente.
Natoli 7 Veloce, non banale nelle giocate (un paio di veli interessanti) e nelle conclusioni tentate in porta: il suo lo fa certamente.
Sartorelli 7 Bravo nell’anticipo, nella gestione e anche in zona gol (sua la girata a rete poi invalidata dall’arbitro).
Bianchi 6 Difende discretamente il pallone pur senza riuscire mai a rendersi realmente pericoloso.
21’ st Molina 7 Ingresso indubbiamente sferzante. Porta molta vivacità nell’attacco nerazzurro.
Calia 7 E’ il principale e migliore facitore di gioco dell’Accademia. Apprezzabile la sua gestione del pallone.
Greppi 5.5 Non riesce a sfondare a destra.
30’ st Calò 6 Partecipa con coraggio alle offensive finali.
All. Stillittano 6.5 I suoi ragazzi sono ordinati e mostrano buona tecnica. Manca forse un po’ di coraggio e di spinta offensiva nel rendersi veramente pericolosi.

ARBITRO

Fontolan di Monza 6.5 Primo tempo perfetto, secondo dove ha qualche impiccio in più da sbrigare (sul gol difficile nella sua posizione valutare). Comunque presente e autorevole.

LE INTERVISTE

Ci dice che non si tratta di una vittoria decisiva o che possa cambiare il corso della stagione, l'allenatore dei padroni di casa Mastropasqua ma l'impressione è che il successo "stappi" il campionato della Vis. «Non sempre i risultati coincidono col gioco. Quello che mi conforta e che mi avrebbe confortato anche in caso di pareggio è la gestione della partita, il provare a giocare sempre». Il successo comunque è arrivato ed è inevitabile non registrare, ancora il merito della difesa, imbattuta per la quinta volta in sei occasioni. «Abbiamo un reparto difensivo molto organizzato che sa sia difendere che impostare». Il tecnico punta molto sulla manovra dunque e sul gruppo, attestando di disporre di un numero di potenziali titolari molto alto: «Oggi i subentrati hanno fatto molto bene, ho una rosa molto valida e cercherò di fare giocare tutti, possibilmente».

Di umore opposto, troviamo il collega Stillittano, amareggiato soprattutto per il gol annullato: «I ragazzi mi hanno detto che era buono, per me Sartorelli era in posizione regolare. In una partita così combattuta i dettagli fanno la differenza e così avremmo evitato la sconfitta». Posizione chiara la sua dunque che però non impedisce di riconoscere qualche lacuna dei suoi: «La Vis ha fatto meglio all'inizio di gara, noi siamo partiti un po' troppo arretrati. In queste trasferte, su questi campi, non è facile imporre il proprio gioco; i ragazzi inoltre avevano difficoltà nel controllare il pallone per questo la partenza è stata rallentata». L'Accademia però è squadra valida e sicuramente ha le potenzialità anche per essere più pericolosa, in zona gol: «Davanti dobbiamo essere più concreti, dobbiamo lavorare meglio, ci è mancato proprio l'ultimo passaggio». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400