Cerca

Under 16

Aldini-Brianza Olginatese: a Russo basta Ferrando dal dischetto per ottenere tre punti fondamentali

Nonostante la grande prova dei suoi Cadelano esce sconfitto, fondamentali gli episodi tra cui un rigore sbagliato dai bianconeri nella ripresa

Ferrando Daniele

Ferrando Daniele, autore del gol vittoria su rigore per l'Aldini

Vince di misura per la squadra di Russo, che sa soffrire e concretizzare al massimo le occasioni create a differenza della squadra di Cadelano. Mattatore di giornata è senza dubbio Ferrando, non solo per il rigore segnato nel primo tempo ma per la prestazione di qualità e quantità in mezzo al campo. Le squadre iniziano rispettivamente con un 4-3-3 ed un 4-3-1-2, inizialmente proprio grazie all'uomo in più in mezzo al campo i bianconeri riusciranno ad acquisire il pallino del gioco mettendo in difficoltà i padroni di casa, fallendo però diverse occasioni da gol. Concreta al massimo invece la squadra di Russo che dopo venti minuti in apnea esce fuori con personalità, nel finale si soffre a causa dell'uomo in meno ma senza mai scomporsi e deconcentrarsi. Probabilmente oggi il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, premiata la grinta dei padroni di casa, punita la mancanza di cinismo degli ospiti.

La sblocca Ferrando. Primo tempo di grande calcio che non disattende le attese visto il valore delle squadre: i bianconeri iniziano forte acquisendo subito il possesso della sfera e tessendo trame di gioco palla a terra. Al 6' gli ospiti creano il primo pericolo sulla corsia di destra, Tironi va via in velocità a Ciullo, mette in mezzo ma Haida che però viene colto in contro tempo e non riesce ad impattare la sfera. Continua il monologo degli uomini di Cadelano, che al decimo ancora sfruttando la corsia di destra creano una grande occasione: Manzoni mette una grande palla tagliata sul centro destra, Gjonaj buca l'intervento e la sfera arriva Tironi che calcia di prima intenzione sul primo palo ma il portiere di casa è attento e respinge. Al 22' gli ospiti costruiscono l'ennesima palla gol: Manzoni pesca splendidamente Haida in verticale, l'11 passa davanti al difensore ed è provvidenziale l'uscita di Finoli, che restringe lo spazio per calciare all'attaccante e si oppone alla conclusione ravvicinata. Finalmente arriva la reazione dei padroni di casa con Maffi che lascia partire un diagonale insidioso che termina di poco alla sinistra del portiere. Ancora Maffi si mette in mostra alla mezz'ora girandosi bene in area sugli sviluppi di un fallo laterale, la conclusione però termina sull'esterno della rete. Trovato coraggio i padroni di casa iniziano il forcing verso l'area avversaria: al minuto 36' Ciarrapica va sul fondo e lascia partire un traversone insidioso fermato da Aiello. Per il direttore di gara è mano ed assegna punizione dagli undici metri in favore dell'Aldini. Dal dischetto si presenta Ferrando che con freddezza incrocia la conclusione con un potente rasoterra che si infila alle spalle di Moncigoli. Per il resto del primo tempo non ci sono grandi occasioni, solo tanta lotta in mezzo al campo. 

Manzoni spreca. La ripresa inizia così come era iniziato il primo tempo: con la Brianza Olginatese decisamente più propositiva, infatti dopo soli 5 minuti i bianconeri hanno l'occasione del pareggio con Belinghieri che da pochi passi calcia su Fioroni che è bravissimo prima a prolungare sulla traversa e poi ad avventarsi sulla seconda palla, da segnalare però la probabile posizione di fuorigioco del dieci. Com'è giusto che sia i padroni di casa si limitano a gestire e a ripartire in contropiede grazie alla velocità di Maffi, mandato in verticale all'undicesimo e fermato solo dall'uscita disperata di Moncigoli che allontana di piede. Nonostante la grande mole di gioco espressa gli uomini di Cadelano non trovano un varco nell'attenta difesa di casa, l'occasione del pareggio arriva un po' a sorpresa intorno al 20': Haida si libera splendidamente in area della marcatura e viene atterrato abbastanza ingenuamente. Dal dischetto si presenta Manzoni che però si fa ipnotizzare da Finoli, la conclusione dell'8 infatti non è né particolarmente forte né angolata e per l'1 è facile intuire e respingere. Dopo soli 5 minuti si ripropone la sfida Manzoni-Finoli: il numero 8 viene innescato dalla spizzata di Battistessa e calcia una sassata di prima da buona posizione, la conclusione però è abbastanza centrale e Finoli riesce a rifugiarsi in calcio d'angolo. Poco prima della mezz'ora però gli uomini di Russo rimangono in dieci, come spesso gli capita, a causa del fallo di reazione di Maffi. Severo il provvedimento preso dal direttore di gara in questo caso, ingenuo il 9 a cadere nella provocazione dell'avversario avendo preso un cartellino pochi minuti prima. Allo scoccare della mezz'ora rischiano di chiudere comunque la partita però i padroni di casa, con Ciarrapica che di testa incrocia bene ma non trova la porta di pochissimo. Gli ospiti negli ultimi minuti forzano la mano buttandosi in avanti e andando vicino in un paio di occasioni venute da palle sporche giocate in mischia ma senza riuscire a superare un Finoli oggi insuperabile. 

IL TABELLINO

ALDINI-BRIANZA OLGINATESE 1-0
RETE:
36' rig. Ferrando (A).
ALDINI (4-3-3): Finoli 8, Ciarrapica 7, Gjonaj 6.5 (22' st Tanzi 6), Medicea 7, Serralunga 6.5, Ciullo 6.5, Di Chiara 7 (34' st Marchese sv), Lione 7, Maffi 6.5, Ferrando 8, Torti 6.5 (23' st Ardizzone 6). A disp. Zappatore, Faragau Mindrean, Garavaglia, Vieriu. All. Russo 7. Dir. Tiriolo.
BRIANZA OLGINATESE (4-3-1-2): Moncigoli 6.5, Brambilla 6, Duca 7, Valsecchi 6.5, Aiello 6, Sala 7.5, Frigerio 6.5 (21' st Scaramellini 6), Manzoni 7, Tironi 6.5 (1' st Battistessa 6), Belingheri 6.5 (13' st Simonetti 6), Haida 7. A disp. Falcone, Garota, Lentini, Mauri, Castagna. All. Cadelano 6.5. Dir. Aiello.
ARBITRO: Godino di Milano 6.5.
AMMONITI: Sala (B), Aiello (B), Valsecchi (B), Marchese (A).
ESPULSO: 30' st Maffi (A).

LE PAGELLE

ALDINI

Finoli 8 Nel primo fa correre più di un brivido lungo la schiena di tecnico e tifosi a causa di una scarsa intesa coi difensori che lo porta a rischiare di fare la frittata più di una volta. Tra i pali è però ben più che determinate: non solo compie diverse parate importanti che tengono a galla i suoi, ma nella ripresa ipnotizza Manzoni parandogli il rigore. 
Ciarrapica 7
Prima fase di partita in sofferenza cresce alla distanza con corsa e qualità; dal suo cross arriva il rigore che porta in vantaggio la squadra. Nella fase finale di gara è uno dei pochi ad avere ancora benzina per pressare con lucidità. 
Gjonaj 6.5 Grazie alle sue lunghe leve ogni tanto parte con delle belle progressioni, giocate tecniche e puntuali in fase offensiva anche se a volte è un po' troppo macchinoso, qualche imprecisione in fase difensiva che poteva costare caro. 
22' st Tanzi 6
Grintoso e sul pezzo, entra nel momento di massima sofferenza della squadra e aiuta come può.
Medicea 7
Davanti alla difesa fa la solita partita di quantità e qualità, insieme a Lione è lui a dettare i tempi della squadra.
Serralunga 6.5
Inizialmente in difficoltà sulla velocità delle punte avversarie, più passa il tempo però e meglio prende le misure fino a concedere davvero poco nella parte finale di gara.
Ciullo 6.5
Voto di coppia insieme al compagno di reparto, bravo a non scoraggiarsi dopo le prime difficoltà e ad approcciare la gara con personalità.
Di Chiara 7 Tantissima corsa e sacrificio a disposizione della squadra, a volte si fa soffiare la palla con troppa facilità ma spesso fa cose pregevoli. 
Lione 7
Muscoli e cervello, anche lui fatica ad inizio gara ma esce bene alla distanza in particolare grazie alle diverse aperture veloci e puntuali, chiave della vittoria di oggi. 
Maffi 6.5
Espulso ancora una volta, ma questa volta probabilmente era dalla parte della ragione e l'arbitro è stato severo. Tolte le questioni caratteriali, si sbatte per la squadra correndo su ogni pallone sia in fase offensiva che difensiva, vera mina vagante al centro dell'attacco.
Ferrando 8
Migliore in campo di gran lunga nel primo tempo per palloni rubati e gioco costruito. Trasforma freddamente un rigore fondamentale per l'ottenimento dei tre punti.
Torti 6.5
Inizialmente fatica non poco a trovare il ritmo giusto, poi la sua prestazione sale di qualità come quella di tutta la squadra, ci sono ampi margini di miglioramento però.
23' st Ardizzone 6
Entra per dare battaglia e così fa, non tira mai indietro la gamba e lotta con ogni avversario nella sua zona.
All. Russo 7
La squadra soffre e non brilla contro un avversario davvero tosto, ma in tutto questo arriva lo stesso una vittoria fondamentale per morale e classifica.

BRIANZA OLGINATESE

Moncigoli 6.5 Impegnato poco e nulla oggi, però quando serve risponde sempre presente anche e soprattutto nelle uscite.
Brambilla 6 Ordinato e preciso sia in fase offensiva che difensiva, sbaglia poco e nulla ma cala di intensità nella ripresa.
Duca 7 Un motorino sulla fascia, tantissime sovrapposizioni di qualità e chiusure sempre puntuali e precise, partita da incorniciare o quasi.
Valsecchi 6.5 Fa il suo davanti alla difesa dettando i tempi di gioco per i compagni, spesso si abbassa sulla linea dei centrali per sfuggire al pressing avversario.
Aiello 6 Ha sulla coscienza l'aver procurato il rigore della sconfitta, anche il braccio era decisamente attaccato al corpo. Rischia anche di essere espulso nel primo tempo, da ammonito prima provoca il rigore e dopo cinque minuti stende in scivolata un avversario e viene nuovamente graziato dal direttore di gara.
Sala 7.5 Da capitano vero è l'ultimo ad arrendersi, in ogni caso concede praticamente nulla agli attaccanti avversari guidando la squadra dalle retrovie in più di un'occasione. Nell'assalto finale sale per cercare gloria ma non è fortunato.
Frigerio 6.5 Tanta quantità, le seconde palle sono state quasi tutte sue per lunghi tratti della gara. Gli è mancato però qualcosa nella realizzazione dell'ultimo passaggio.
21' st Scaramellini 6 Prova a mettersi in mostra negli scampoli di partita concessi dal tecnico, non è facile vista la situazione ma tutto sommato il suo lo ha fatto.
Manzoni 7 Sbaglia il rigore è vero, ma le occasioni più importanti della squadra passano tutte dai suoi piedi, assist, tiri da fuori... peccato aver fallito il rigore che avrebbe portato al pareggio. 
Tironi 6.5 Nel primo tempo ha due occasioni ghiotte per portare in vantaggio la squadra ma le sciupa malamente, prestazione un po' evanescente.
1'st Battistessa 6 Con il suo fisico prova a fare breccia nell'attenta difesa avversaria ma gli concedono ben poco salvo qualche sponda.
Belingheri 6.5 Lotta su ogni pallone in tutte le zone del campo con cattiveria abbinata a qualità invidiabile, sostituito probabilmente perché esausto.
13' st Simonetti 6 Prova a dare una scossa ai suoi ma senza grandi risultati, da apprezzare però il grande impegno.
Haida 7 Guadagna un rigore in maniera ottima dopo un bel dribbling in area, tra gli attaccanti è stato sicuramente il più pericoloso grazie alla sua velocità, peccato abbia peccato di lucidità sotto porta.
All. Cadelano 6.5 Esce sconfitto ma a testa più che alta, consapevole di aver per lunghi tratti imposto il proprio gioco su un campo tra i più difficili, la strada è tracciata, prossimo step concretizzare di più le molte occasioni create.

LE INTERVISTE

A fine gara ecco il parere dei tecnici, soddisfatto ovviamente Russo: «Abbiamo avuto delle difficoltà ad inizio gara ma poi siamo venuti fuori bene. Il gol annullato a metà primo tempo ci ha dato coraggio e abbiamo capito di potercela fare. Nella ripresa dopo l'espulsione abbiamo dovuto difendere il risultato, e lo abbiamo fatto con grande carattere e voglia».
Altrettanto netta l'analisi di Cadelano: «Paghiamo ancora una volta il non saper concretizzare: non puoi sbagliare tutti questi gol davanti alla porta e pensare di vincere partite come questa, mi tengo la prestazione ma non è la prima volta in cui alla fine perdiamo punti in questo modo, c'è da migliorare».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400