Cerca

Under 16

Angolo Statistiche, analisi della differenza reti: quanto conta davvero ai fini della classifica e cosa ci raccontano i numeri

Le squadre con le migliori differenze reti si trovano certamente nelle parti, ma andando verso il basso si possono trovare alcune sorprese

Rosa Villa Under 16

La formazione bianconera seconda in classifica

Nel girone E si sono già delineate alcune gerarchie, specialmente nelle zone alte della graduatoria. Oltre le prestazioni dei singoli giocatori che portano ogni formazione a vincere le partite, una delle prime statistiche che saltano all'occhio è la differenza reti, spesso importante per capire quanto dominante sia una squadra sul rettangolo di gioco, soprattutto quando il numero di reti subito è molto basso. Se nelle posizioni alte è scontato trovare squadre con differenze reti molto efficienti, nella parte centrale della classifica possiamo trovare situazioni ben diverse. Alcune compagini presentano questa statistica non in linea con la propria situazione di classifica, il che spinge a cercare dei motivi che possano aver portato a questo squilibrio. In questa rubrica analizzeremo coloro che trovano nella differenza reti un'ulteriore conferma delle ottime prestazioni e coloro che invece, attraverso questa statistica, meriterebbero forse una posizione diversa. 

Ausonia. L'Ausonia, senza nessun stupore, ha la miglior differenza reti con 28 gol segnati e solo 4 subiti, con un +24 all'attivo che suona come l'ennesima prova che i neroverdi siano meritatamente i padroni del girone E. Oltre alla nota produzione offensiva di Marco De Crescenzo, del capocannoniere del girone Leonardo Colombo e di Matteo Del Prete, la squadra di Mario Di Benedetto si dimostra una squadra molto ben organizzata in difesa, avendo subito gol solo in tre occasioni e avendo subito più di una rete solo contro l'Enotria. Il merito sicuramente va dato ai giocatori che compongono la retroguardia della squadra, i centrali Federico Pascarella e Alessandro Cravino e i terzini Christian Bombara e Pietro Braiotta che compongono un quartetto difensivo quasi impenetrabile per tutte le squadre. Con questi presupposti, affrontare i neroverdi diventa sempre più difficile. 

Villa. Un grandissimo inizio di campionato per la squadra di Mattia Bosco, al momento sola al secondo posto a quota 20 punti, frutto di 6 vittorie e 2 pareggi nelle prime otto giornate. Saltano all'occhio sicuramente i soli sei gol subiti dalla formazione bianconera, capace di mantenere la porta inviolata per ben tre volte e di vincere di misura in quattro occasioni, dimostrando una grande compattezza e la capacità di essere forti mentalmente nei momenti critici delle partite tirate fino alla fine. Grande merito di questa solidità è sicuramente di due elementi fondamentali come Alessandro Tranchellini e Arturo Trezzi. La voce 15 gol segnati, dimostra anche un buon gioco offensivo - quasi due gol segnati a partita - che però non trovano nessun vero bomber, il che rende il Villa ancor più temibile in quanto la squadra segna con tanti effettivi e non vi si trovano punti di riferimento da dover arginare per limitare la produzione offensiva della squadra.

Enotria. Le ultime prestazioni delle ultime settimane hanno fatto scivolare la squadra di Catera al quinto posto. La differenza reti non dice lo stesso: con 24 gol segnati, il secondo miglior attacco del girone, ha dimostrato di essere una macchina da gol importante - grazie alle reti di Gianluca Nisticò, Daniele Lombardo e Luca Lupano - e che la squadra domina il gioco per lunghi tratti della gara. Il dato gol subiti fa scattare qualche campanello d'allarme: i rossoblù hanno subito 15 reti e hanno incassato più di un gol nelle ultime sei partite giocate. I ragazzi, dovranno invertire la rotta per tornare a vincere come ad inizio stagione e a scalare posizioni di classifica.

Club Milanese. Fino ad ora la squadra del tecnico Coscelli ha disputato un'ottima stagione con 10 punti raccolti e occupando la settima posizione in classifica. La differenza reti è anche buona con 15 gol a segno e 16 subiti. I milanesi, alla luce di questa statistica meriterebbero la sesta posizione di classifica, superando il Segrate, che ha una differenza reti minore. I rossoneri nelle ultime giornate sono in un ottimo periodo di forma e, trascinati dai gol di Leonardo Chiello, possono ambire a migliorare questa statistica per puntare inoltre ad un miglior piazzamento in classifica. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400