Cerca

Under 16

Cisanese-Tritium: Manzoni e Romeo inventano, Stancalie finalizza per la vittoria di Holban

I biancocelesti espugnano Cisano Bergamasco dopo un gran primo tempo: nella ripresa Scuri fa doppietta ma non basta per la rimonta

cisanese tritium under 16 regionale - da sinistra matteo manzoni, andrei stancalie e gabriele romeo

Il trio delle meraviglie biancocelest: da sinistra, Matteo Manzoni, Andrei Stancalie e Gabriele Romeo

È la Tritium di Holban ad aggiudicarsi la sfida di cartello dell'undicesima giornata del girone C, vincendo per 3-2 una gara emozionante e incerta fino alla fine. A Cisano Bergamasco i biancocelesti mettono in scena un ottimo primo tempo, legittimato dal doppio vantaggio con Stancalie e Manzoni (rispettivamente al 10' e 37'). Nella ripresa la doppietta di Scuri (30' e 44') non basta per evitare la sconfitta dei ragazzi di Conti, resa più amara dal gol del subentrante ospite Strignano (35').

Manzoni, l'uomo in più. È proprio dell'attaccante ospite la prima occasione della partita. All' 8' il numero undici
viene imbeccato in profondità ma dopo aver fintanto su Danesi manca di potenza per indirizzare in porta. Risponde la Cisanese
al 9' con Balossi che approfitta di un errore dell'estremo difensore Silivonchyk in fase di uscita, ruba palla e calcia di
sinistro verso il secondo palo: la conclusione termina a lato. Al 10' episodio chiave che rompe l'equilibrio: ripartenza
fulminea dei ragazzi di Holban con Manzoni e Stancalie che scappano nello stretto, il tiro di Manzoni viene respinto dalla difesa
ma sul rimpallo fortunato si avventa il numero nove che è freddo a tu per tu con il portiere per depositare in rete. La Cisanese
di Conti fatica a ripartire, mancando di precisione sulle fasce mentre è proprio dalla destra che la Tritium crea i maggiori
pericoli. Al 15' azione in bello stile di Manzoni che riparte e converge verso il centro, in no-look manda in porta Romeo che
davanti a Danesi non riesce a calciare con forza, permettendo al portiere locale di respingere. Al 17' la Cisanese costruisce
l'azione più pericolosa della prima frazione. Il capitano Barri recupera palla a metà campo, serve in profondità Vavassori che a sua volta mette in mezzo per il ben posizionato Scuri: l'attaccante stoppa la sfera e calcia verso la porta ma una deviazione manda in corner la traiettoria (poi nulla di fatto). La Tritium reagisce con veemenza e trova superiorità nella coppia Manzoni-Stancalie, bravi a giocare nello stretto e non dare punti di riferimento nelle ripartenze. La manovra di gioco ospite si materializza al 32' quando è il numero nove a involarsi verso il portiere: è prodigioso l'intervento di Danesi che evita il raddoppio. Ma al 37' non può nulla sulla giocata di Manzoni: Romeo, servito sul vertice alto dell'area di rigore, punta l'uomo e serve dal limite Manzoni che si sposta il piede dal sinistro al destro, si allarga sulla destra e trafigge l'estremo difensore locale con un diagonale basso. È 2-0 Tritium.

Finale rovente. Nella ripresa la Cisanese rientra in campo con un piglio diverso, prediligendo le giocate uno contro uno sull'out di destra. Al 8' Balossi semina il panico su Palmeri, un po' in difficoltà nella circostanza, entra in area ma è il portiere ospite Silivonchyk a chiudere lo spazio uscendo in anticipo. Il canovaccio tattico si conferma anche al 10' quando Conti sostituisce la catena di destra inserendo Gastoldi e Matteo Valenza al posto di Perico e Balossi. Holban avverte la difficoltà dei suoi ad uscire palla al piede e scuote i suoi dalla panchina. La strigliata si fa sentire e al 20' è la Tritium ad andare vicino al vantaggio grazie a un gran giocata di Romeo che con un passo secco brucia i difensori, converge dalla sinistra verso il centro e serve in area l'accorrente Manzoni, il quale per un nulla manca il più facile dei tap-in. E' ancora Romeo a creare i pericoli sulla sinistra, impegnando non poco Valenza in fase di copertura impedendogli di alzarsi in fase di transizione offensiva: al 23' tacco spalle alla porta dell'esterno biancoceleste per Palmeri che da posizione defilata lascia partire un tiro che per poco non sorprende Danesi. La gara sembra avviarsi verso la fine ma nel finale succede di tutto. Al 30' Scuri la riapre sfruttando l'errore del portiere ospite che, non capace di trattenere uno spiovente di Gastoldi, serve involontariamente l'attaccante bianconero che segna sotto misura. Il gol accende la squadra di casa, desiderosa di agguantare il pari ma Strignano al 35' segna il 3-1 grazie a una giocata deliziosa nello stretto su cui la difesa bianconera ci capisce ben poco. Gli animi si surriscaldano con l'arbitro, il signor Ravelli di Bergamo, impegnato a distribuire diversi cartellini tra cui il più pesante ai danni di Riccardo Monti al 39' per somma di ammonizioni. C'è ancora tempo per l'ultima azione della Cisanese che trova il gol del 2-3 praticamente allo scadere con Scuri, lesto a ribadire in rete una palla vagante in area di rigore dopo che il compagno di squadra Francesco Valenza aveva colpito la traversa piena di testa. 

IL TABELLINO

CISANESE-TRITIUM 2-3
RETI (0-2, 1-2, 1-3, 2-3): 10' Stancalie (T), 37' Manzoni (T), 30' st Scuri (C), 35' st Strignano (T), 44' st Scuri (C).
CISANESE (4-1-4-1): Danesi 6.5, Perico 6.5 (10' st Valenza 6), Monti R. 5.5, Seminara 6.5, Barri 5.5 (38' st Valenza 6.5), Longoni 6.5, Balossi 6 (10' st Gastoldi 7), Adamoli 6.5 (27' st Sfinjari 6), Scuri 7, Maestrini 5.5 (18' st Monti P. 6), Vavassori 6 (36' st Colombo sv). A disp. Ciresa, Rizzuti, Seck. All. Conti 6.5. Dir. Monti.
TRITIUM (4-3-3): Silivonchyk 6.5, Ferri 6.5, Palmeri 7, Carnevale 7 (21' st Manfredi 6), Fumagalli 7, Pirovano 6.5, Romeo 7.5 (27' st Treviso 6.5), Airoldi 6, Stancalie 7, Zecchinello 6.5 (27' st Strignano 7), Manzoni 8. A disp. Gironi, Cattaneo. All. Holban 7. Dir. Manzoni.
ARBITRO: Ravelli di Bergamo 7.
AMMONITI: Romeo (T), Pirovano (T), Strignano (T), Seminara (C), Barri (C).
ESPULSO: 39' st Monti (C).

LE PAGELLE

CISANESE

Danesi 6.5 Salva i suoi nel primo tempo con una prestazione sopra le righe. Strignano fa gol sul primo palo che avrebbe dovuto marcare meglio. 
Perico 6.5 Disputa una buona partita e concede poco agli avversari, in special modo a Romeo. Scende sulla fascia e aiuta i compagni a stringere le marcature.
10' st Valenza M. 6 Romeo fa un po' quel che vuole e lui va in difficoltà. Un vero peccato perché i primi minuti aveva dimostrato di avere la gamba giusta per offendere.
Monti R. 5.5 L'espulsione pregiudica la sufficienza. Lascia in dieci i suoi compagni nel momento emotivo più importante della partita. Nel primo tempo subisce il gioco nello stretto di Manzoni e Stancalie, si riscatterà. 
Seminara 6.5 Ci prova al 25' del secondo tempo con una bella rasoiata che impegna il portiere ospite in corner. Soffre nel primo tempo per via dell'aggressività degli avversari, nella ripresa ritrova fiducia e le distanze giuste.
Barri 5.5 Gara dai due volti per il capitano che dopo un primo tempo tutto sommato equilibrato rischia il secondo giallo per un comportamento litigioso nella ripresa. Irriconoscibile per quanto fatto vedere in campo, Conti lo sostituisce. Può dare sicuramente un apporto diverso.
38' st Valenza F. 6.5 Pochissimi minuti ma è sulla sortita del centrale che nasce la palla del secondo gol bianconero. Sfrutta la sua elevazione e solo la traversa gli nega la gioia del gol. 
Longoni 6.5 Prestazione convincente per il centrale, meno in difficoltà di Barri. Esce bene palla al piedi e quando c'è da spazzare la sfera lo fa senza problemi. 
Balossi 6 Le premesse per fare male sulla fascia ci sono tutti ma gli manca la giusta incisività per tentare la conclusione e raddrizzare i suoi spioventi. 
10' st Gastoldi 7 Il suo ingresso cambia l'inerzia della partita. Bene nei contrasti, crea superiorità quando la sua squadra riparte. 
Adamoli 6.5 Gara di sacrificio per il centrocampista che nel primo tempo gioca molto alto e forse concede qualcosa di troppo agli avversari. Nella ripresa contribuisce a tenere vive le speranze di rimonta. 
27' st Sfinjari 6 Entra con il piglio giusto anche se non partecipa in maniera concreta alle azioni di gioco. 
Scuri 7 Una doppietta da vero attaccante, sfrutta a dovere il suo senso gol segnando due reti da rapina. 
Maestrini 5.5 Da lui ci si aspettava molto di più, non riesce a creare i presupposti per tagliare in due il centrocampo e avviare la transizione offensiva. 
18' st Monti P. 6 Si colloca a ridosso degli ultimi venticinque metri per creare densità in fase d'attacco: per alcuni tratti della seconda frazione ci riesce.
Vavassori 6 Con Balossi cerca di creare i presupposti per fare male ma è poco fortunato e cattivo nell'inquadrare lo specchio della partita. Esce esausto (36' st Colombo sv).
All. Conti 6.5 Un primo tempo sottotono permette agli avversari di andare a riposo sul doppio vantaggio. Nella ripresa muove le corde giuste e prova con i cambi a raddrizzare la partita. 

TRITIUM

Silivonchyk 6.5 La topica alla mezz'ora della ripresa permette ai padroni di casa di tornare in partita. Si tratta dell'unico errore dopo una partita di grande attenzione. 
Ferri 6.5 Sicuro, ci mette una pezza chiudendo un paio di diagonali pericolose. Concede qualcosa di meno in fase offensiva ma dà un apporto vitale alla retroguardia. 
Palmeri 7 Va in difficoltà a inizio secondo tempo prima con Balossi e poi con Gastoldi ma alla fine riesce a prendere le distanze giuste e giganteggia nella restante parte di gara. Capacità offensiva notevole. 
Carnevale 7 Un paio di palloni sanguinosi gestiti in maniera lucida e accorta da parte del capitano che si dimostra molto importante per questa squadra. 
21' st Manfredi 6 Entra con l'atteggiamento di chi vuole conquistarsi una maglia da titolare, buone giocate a livello individuale ma dopo pochi minuti si spegne. 
Fumagalli 7 Prestazione davvero convincente, autoritario e solido sia in fase di copertura che impostazione. Aiuta Palmeri stringendo le marcature. 
Pirovano 6.5 Più che sufficiente, non ci sono grosse sbavature e assieme a Fumagalli guida un reparto ben assortito. Può fare poco o nulla sui gol presi. 
Romeo 7.5 Esce dal campo rammaricato perché avrebbe voluto giocare di più. Corsa, dribbling e intelligenza tattica sono le sue cifre distintive. Sulla fascia è a tratti imprendibile. 
27' st Treviso 6.5 Non fa rimpiangere Romeo e anche lui si mette in proprio con grande energia. Permette ai suoi di restare sul pezzo anche dopo il gol preso. 
Airoldi 6 Gara di sacrificio la sua anche se nella ripresa non si muove come ad inizio gara, quando cerca di sfondare centralmente. 
Stancalie 7 Struttura fisica importante, sfrutta a dovere l'azione in velocità siglando la rete del vantaggio. Si intende alla meraviglia con Manzoni. 
Zecchinello 6.5 Lavoro oscuro del fantasista che però c'è quando viene chiamato in causa. Nel primo tempo recupera diversi palloni e dà man forte alla manovra di gioco. 
27' st Strignano 7 La sua giocata nello stretto lo premia con il gol che beffa Danesi. Una rete davvero importante che spegne in un certo senso le grandi speranze cisanesi. 
Manzoni 8 Giocatore in stato di grazia. Il secondo gol dimostra tutta la sua qualità tecnica, sopra le righe in questa categoria. Sulla fascia non si risparmia e quando converge è letale. Nella ripresa tanto carattere a servizio dei compagni. 
All. Holban 7 Una grande prima frazione che sarebbe potuto finire con qualche rete di scarto in più. Nella ripresa i suoi perdono qualcosa nella gestione nervosa della gara ma indovina la mossa Strignano che lo ripaga con il gol. 

ARBITRO

Ravelli di Bergamo 7 Direzione di gara all'altezza di una sfida così importante. Lascia giocare in diverse circostanze e fa bene, mentre nel finale distribuisce con saggezza i cartellini spegnendo nervosismi inutili da parte dei giocatori. Unica pecca il mancato rigore al 34' per la Tritium: il contatto di Barri su Manzoni in area di rigore è piuttosto energico. Forse troppo. 

LE INTERVISTE

A fine gara il tecnico della Tritium Mihai Holbananalizza così la vittoria dei suoi: «La prestazione della squadra è stata convincente - afferma - Le partite sul 2-0 non sono mai chiuse e infatti dopo un primo tempo importante dovevamo tornare in campo più determinati. Anche nelle ripartenze dovevamo avere più lucidità, loro ci hanno messo in difficoltà giocando palla su rimessa e anche lì bisognava essere più concentrati: ad ogni modo abbiamo portato a casa uno scontro diretto e faccio i complimenti alla mia squadra ma anche alla Cisanese».
Disamina lucida invece di Fabio Contidella Cisanese: «Probabilmente ci è mancata la manovra iniziale e abbiamo concesso una buona mezzora ai nostri avversari - spiega - Nell'intervallo ho chiesto ai miei calciatori di giocare a calcio come sappiamo e in effetti la partita è stata più equilibrata: davanti ci siamo messi a due per cercare di fare gol ma la chiave è stata, credo, il centrocampo dato che riuscivamo a dare palle pulite per i nostri attaccanti. Dobbiamo ripartire da quei secondi quaranta minuti». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400