Cerca

Under 16

Sempione Half-Sedriano: Parrella e compagni non lasciano scampo alla banda di Siliberti, è manita gialloblù

La squadra di via Aldini sprofonda sotto i colpi degli ospiti, la rete dal dischetto di Eltaras rende il risultato meno amaro

Sempione-Sedriano: Parrella migliore in campo autore di una doppietta

Il numero dieci gialloblù Parrella autore di una doppietta contro il Sempione

Partita sostanzialmente senza storia quella andata in scena in Via Aldini tra Sempione Half e Sedriano, gli ospiti si sono infatti imposti per 5-1 prendendo in mano la gara fin dai primi minuti grazie alla rete iniziale di Parrella. Da evidenziare il fatto che probabilmente oggi la squadra di Siliberti non si è espressa al meglio, i due gol subiti nei primi minuti hanno sicuramente pesato sull'atteggiamento mentale dei ragazzi, al contrario la squadra allenata da Randisi ha mostrato tutta la propria personalità rimanendo sempre compatta e nel vivo della partita. Il risultato finale dunque probabilmente non riflette per intero la differenza tra le due squadre. 

Inizio shock. Iniziano alla grande gli ospiti che si portano in vantaggio sostanzialmente alla prima azione: Moda viene innescato con un bel passaggio filtrante sul centro sinistra, recuperato all'ultimo dal buon intervento di Adamo, la palla arriva però a Parrella che da appena fuori area lascia partite un bolide che piega le mani di Pizzi. Il Sempione prova a reagire cambiando posizione a diversi giocatori della difesa ma il pallino del gioco rimane nelle mani degli ospiti che continuano a spingere sull'acceleratore. Dopo una fase abbastanza confusa in cui i padroni di casa hanno provato a reagire, gli ospiti gialloblù trovano il raddoppio in contropiede: palla recuperata in mediana e ripartenza fulminante, un'incontenibile Parrella si libera bene sulla fascia destra lasciando partire un destro potente respinto ottimamente da Pizzi che però non può nulla sulla ribattuta di Mora che tutto solo in area arriva per primo sulla sfera appoggiandola in rete. Poco prima della mezz'ora ancora Mora sfiora la doppietta personale. Saltata la difesa con un tocco di testa l'ala va in progressione verso il portiere ma sbaglia l'ultimo tocco facilitando la sua uscita bassa. La doppietta personale per il 7 gialloblù arriverà pochi minuti dopo con un pallonetto dal limite che non lascia scampo al portiere avversario. Negli ultimi scampoli del primo tempo sarà Camera a sfiorare il gol con una bella azione personale conclusasi a tu per tu con Pizzi, bravo in uscita.

Brividi e gestione. Nella ripresa il tecnico di casa prova a cambiare volto alla squadra facendo diverse sostituzioni che in effetti hanno il loro impatto, dopo soli due minuti infatti Eltaras sfrutta bene una rimessa laterale per entrare in area palla al piede, steso da un difensore. Il direttore di gara concede il calcio dagli undici metri, trasformato con freddezza da Eltaras stesso permettendo alla squadra di accorciare le distanze. Il 3-1 però non dura che un battito di ciglia: nella prima azione utile gli ospiti del Sedriano trovano nuovamente la via del gol: palla tagliata verso la fascia destra ad attivare Russo che, facilitato dall'intervento bucato da Calderon e dall'uscita forse un po' avventata di Pizzi, è abile ad anticipare tutti e superare il portiere avversario con un bel tocco sotto che s'infila all'angolino. Il quarto gol subito in questo modo taglia le gambe ad i padroni di casa che speravano di avere riaperto la partita. Gli ospiti a questo punto rallentano leggermente il ritmo limitandosi a gestire, mentre la squadra di Siliberti tenta timidamente di accorciare le distanze. Al quarto d'ora ci prova da fuori il solito Eltaras, che scalda le mani di Gasperini con una conclusione potente e angolata su cui è bravo ad intervenire il numero 1 ospite. Al minuti 23 i gialloblù trovano anche il quinto gol questa volta su rigore, trasformato con potenza e precisione da Parrella. Le ultime emozioni della gara sono provocate dall'assalto finale del Sempione, più con l'orgoglio che con una reale speranza di riprendere in mano la partita. Alla mezz'ora il subentrato Scotti lascia partire un siluro di sinistro che si stampa sulla traversa, mentre cinque minuti più tardi Matera di testa da distanza ravvicinata schiaccia troppo la conclusione facendosela intercettare dal sempre attento Gasperini.

IL TABELLINO

Sempione Half-Sedriano 1-5
RETI: 4' Parrella (Sed), 20' Moda (Sed), 30' Moda (Sed), 2' st rig. Eltaras (Sem), 4' st Russo (Sed), 23' st rig. Parrella (Sed).
SEMPIONE (4-3-3): Pizzi 5.5, Adamo 5.5 (1' st Colangelo 6), Matera 6, Quartuccio 6 (19' st Roncaglio S. 6), Marazzi 6.5 (27' st Castillo sv), Calderon 5.5 (23' st Galullo sv), Eltaras 7, Rota 5.5 (1' st Scotti Masoud 6), Barletta 6 (36' Samb sv), Ouajib 7, Albanese 6 (1' st Latino 6). A disp. Marzorati, Somaschini. All. Siliberti 6. Dir. Marazzi.
SEDRIANO (4-3-3): Gasperini 6.5, Martello 6.5, Piasentin 6 (21' st Ferrari 6), Sole 6.5, Granconato 7, Tolve 6.5 (27' st De Maio sv), Moda 8 (1' st Fabris 6), Russo 7, Brugnone 7 (27' st Marieni sv), Parrella 8.5, Camera Lorenzo 6.5 (21' st Montel 6). A disp. Cretone, Sforza. All. Randisi 7.5. Dir. De Maio.
ARBITRO:Zuccalli di Milano 6.
AMMONITI: Parrella (Sed), Brugnone (Sed), Scotti Masoud (Sem).

LE PAGELLE 

SEMPIONE HALF
Pizzi 6
Probabilmente avrebbe potuto fare meglio in occasione del primo gol sebbene la conclusione fosse stata molto potente. Oltre a questo errore si distingue per uscite preziose e diverse parate pregevoli. Dai suoi rinvii profondi nasce qualche problema per la difesa avversaria. 
Adamo 5.5 In grande difficoltà nei confronti della fisicità avversaria, troppo timido. Cambia diverse posizioni, da terzino a mezz'ala, ma il suo rendimento non cambia. 
1' st Colangelo 6 Con il suo ingresso la fascia acquisisce più fisicità e spinta, prestazione ampiamente sufficiente nonostante le difficoltà della squadra.
Matera 6 Anche lui viene spostato in diverse posizioni del campo, forse rende al meglio come mediano rispetto al suo ruolo iniziale di terzino. Spreca una grande occasione di testa nel finale da distanza ravvicinata ma chiaramente non è la sua specialità. 
Quartuccio 6 Soffre tantissimo la fisicità avversaria sopratutto nel primo tempo, quando viene spostato sul laterale il suo rendimento sale leggermente ma spesso tiene troppo palla invece che scaricare velocemente.
19' st Roncaglio S. 6 Entra con tanta voglia di fare, ci riesce a tratti parzialmente ma non era semplice visto il momento. 
Marazzi 6.5 Nonostante non fosse al meglio è il più solido del reparto arretrato. Nelle difficoltà emerge comunque come leader difensivo e fa anche dei bei recuperi. 
Calderon 5.5 Diverse amnesie in fase difensiva costano alla squadra gol subiti, nello specifico il secondo ed il quarto. Passato da mediano a terzino non riesce a cambiare passo e risollevare una prestazione troppo timida.
Eltaras 7 Partito come esterno nel primo tempo, praticamente mai servito, passa nella ripresa a riferimento centrale. Lotta e si sbatte per la palla nonostante molto spesso sia lasciato a sé stesso, trova il gol conquistandosi con furbizia il rigore che stava per riaprire la partita, oltre a questo anche un altro paio di conclusioni pericolose.
Rota 5.5 Si piazza davanti alla difesa ma non riesce né a fare da filtro né ad impostare. Probabilmente ha sofferto la maggiore fisicità avversaria ed è stato davvero troppo poco deciso in più di un'occasione.
1' st Scotti Masoud 6 Sfortunato nel provocare il rigore di mano, fa quello che può in un momento difficile per tutta la squadra.
Barletta 6 Si vede pochissimo, sostituito nel primo tempo probabilmente perché troppo nervoso. 
Ouajib 7 Di gran lunga il migliore dei suoi nonostante la condizione non ottimale. Passa da centrale a terzino a mezz'ala con facilità dimostrandosi un giocatore completo. Da capitano sprona i compagni e si dispera di fronte ai loro errori, la base da cui ripartire per le prossime sfide. 
Albanese 6 Fatica non poco come riferimento centrale nonostante la sua buona fisicità, c'è da dire che riceve davvero pochi palloni giocabili; sostituito ad inizio ripresa in favore di dinamicità e qualità.
1' st Latino 6 Mostra buonissimi spunti in mezzo al campo alternati ad errori banali. Porta troppo palla in più di un'occasione facendo ripartire pericolosamente gli avversari, ma colpisce una traversa clamorosa. Limando qualche difetto può dare una grandissima mano in mezzo al campo visti i suoi piedi educati.
All. Siliberti 6 La squadra ha vissuto palesemente una giornata no, prova a cambiare qualcosa fin dai primi minuti ma il problema è sembrato essere più di personalità e testa piuttosto che di modulo.

SEDRIANO
Gasperini 6.5
Parate importanti al momento giusto che permettono alla squadra di chiudere la partita con una certa serenità. Battuto solo su rigore, risponde presente in tutte le altre situazioni dimostrando buona reattività e mente sveglia. 
Martello 6.5 Preciso e puntuale nelle chiusure, concede poco e niente in fase difensiva creando belle trame di gioco in quella offensiva.
Piasentin 6 Ordinato e puntuale, non una gara sopra le righe ma fa quanto richiesto dal tecnico facendo la sua parte.
21' st Ferrari 6 Entra col piglio giusto in un momento di stanca della squadra, mette corsa e sacrificio a disposizione dei compagni per portare a casa tre punti importanti.
Sole 6.5 Centrale grintoso e tosto, stimola i compagni dalle retrovie a dare il massimo. Sbaglia poco e niente in fase difensiva e quando serve imposta con personalità.
Granconato 7 Mezzo voto in più del compagno di reparto per i suoi impeccabili interventi aerei, pulito e puntuale sempre in anticipo. La sua fisicità certamente lo aiuta ma un plauso per l'attenzione mostrata per tutta la partita.
Tolve 6.5 Metronomo del centrocampo, macina chilometri senza dare segni di stanchezza creando trame di gioco interessanti con personalità.
Moda 8 Un crack nel primo tempo, segna due gol e se ne divora un altro paio, giocatore importante che può dare davvero molto in questa categoria.
1' st Fabris 6 Da lui partono molte delle ripartenze nella ripresa, gli manca solo il gol e l'ultimo passaggio ma la sua è una prestazione largamente positiva.
Russo 7 Pregevolissimo il suo gol ad inizio ripresa che riporta serenità all'intera squadra. Spina nel fianco sulla fascia destra per tutta la gara, per quantità e qualità è uno dei più positivi.
Brugnone 7 Corre tantissimo per tutta la gara recuperando palloni importanti e aiutando a fare ripartire le azioni in modo veloce. Fisicità importante e piedi educati al servizio della squadra, gli è mancato solo il gol.
Parrella 8.5 Di gran lunga il migliore in campo nonostante non fosse al meglio. Suo è il gran gol che apre le danze, suo l'ultimo sigillo su calcio di rigore. Dominatore incontrastato del centrocampo per lunghi tratti.
Camera Lorenzo 6.5 Anche a lui manca solo il gol, nervoso nel finale a causa delle attenzioni di Marazzi ma poi si calma. Fisicità, sponde pregevoli e tanta tanta volontà di sacrificio.
21' st Montel 6 Entra per fare rifiatare la squadra, in parte ci riesce sbattendosi non poco nel fronte offensivo. 
All. Randisi 7.5 Gara praticamente perfetta da parte dei suoi ragazzi che hanno avuto il controllo della partita per lunghissimi tratti. Da elogiare la volontà di giocare palla a terra sempre e comunque nonostante la squadra sia molto fisica.

ARBITRO
Zuccalli di Milano 6 Concede due rigori che ci stanno, utilizza i cartellini in maniera abbastanza opinabile non sanzionando falli duri e ammonendo solo nella ripresa. Comunque un arbitraggio sufficiente considerando la giovane età.

LE INTERVISTE

Al termine della gara i tecnici fanno la loro analisi della partita: il giudizio del tecnico di casa Siliberti riguardo la prestazione dei suoi è ovviamente amaro: «Dopo un mese di buone prestazioni, che non hanno portato a molti punti a causa di episodi avversi, oggi abbiamo fatto una prestazione davvero negativa che sinceramente fatico a spiegarmi completamente. Certo andare sotto di due gol a causa di errori individuali è tosta, però mi sarei aspettato qualcosa di più da molti. I prossimi scontri diretti saranno fondamentali per uscire dalle zone basse della classifica e allontanarsi dalla zona playout».
Dal canto suo Randisi è invece molto soddisfatto della gara disputata dai suoi:«Sono contento della prestazione dell'intero gruppo più che di quella dei singoli. Non eravamo tranquilli nel venire qui perché conoscevamo il valore dei nostri avversari ma siamo riusciti a mettere la gara nella direzione giusta. Sono felice di come abbiamo espresso calcio costruendo dal basso per lunghi tratti».

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400