Cerca

Under 16

Settimo-Pianezza: Birtolo brilla nella rimonta rossoblù, Galassi e Abrate ribaltano le violette

Primo tempo di studio, sbloccato dal guizzo di De Luca, nella ripresa salgono in cattedra gli ospiti con Gentile e conquistano tre punti fondamentali

Lorenzo Abrate, Steven Birtolo e Riccardo Gentile

Tre dei protagonisti rossoblù nella rimonta del Pianezza

Cinque minuti di fuoco bastano al Pianezza per sbancare Settimo. Primo tempo di puro agonismo, smosso soltanto dal missile di De Luca che illude i viola. Nella ripresa si accendono i rossoblù e con Galassi prima e Abrate poi regalano ad Alex Birtolo tre punti fondamentali. Al Settimo rimane una buona prima frazione, seppur senza particolari spunti, e un atteggiamento comunque combattivo, nonostante l'ennesima beffa.

De Luca desta tutti dalla quiete. In via Primo Levi va in scena uno scontro salvezza importantissimo tra Settimo e Pianezza. I ragazzi di Squillace, dopo la prima vittoria nella partita con lo Spazio Talent, vogliono aprire un ciclo vincente, bissando il successo. Per farlo Giuseppe Squillace sfodera gli artigli e sceglie un 4-2-3-1 con capitan Alfinito da trequartista a sostegno di Cannone, mentre sulle fasce spazio a Campaniello e Burba. Per gli ospiti, gli obiettivi sono gli stessi, anche se la posizione in classifica è più clemente rispetto agli avversari. Alex Birtolo si presenta senza punte di ruolo e il 3-5-1-1 iniziale rimarca proprio questo problema, con Gentile davanti supportato da Abrate, mentre il tridente di difesa è Scalise-Salubro-Monteriso. La partita è sentitissima, e i primi minuti mostrano due squadre più impegnate a non perdere che non a vincere. Il Settimo sembra però avere più successo con i propri tentativi, anche se le violette (in tenuta verde fluorescente) si accontentano troppo spesso di conclusioni da fuori non felici, che Crescenzo non ha alcun problema a controllare. La gara non ha padrone, qualche iniziativa personale di Burba da una parte e la lotta in mezzo al campo dall'altra contribuiscono a tenere in tensione gli spettatori, che però per vedere la prima vera azione devono aspettare fino al 37esimo: Campaniello riceve con ampio spazio sulla sinistra, ma invece di sfruttarlo e avanzare prova quasi subito la conclusione; il pallone è rimpallato dalla difesa del Pianezza, ma la respinta è corta e De Luca non ci pensa due volte, calciando di prima intenzione dal limite e scheggiando il palo interno per l'1-0 dei suoi colori. Una doccia fredda per Alex Birtolo e i suoi che potrebbe condizionare il secondo tempo.

Pianezza alla riscossa, rimonta che vale i tre punti. I rossoblù devono cambiare marcia, troppo passivi in un primo tempo dove i pericoli creati sono stati praticamente nulli. Alex Birtolo lo sa e dal rientro in campo prova una mossa che si rivelerà decisiva: abbassare Gentile da trequartista e dare spazio ad Abrate in avanti. La mobilità e l'intesa tra i due crea più di un grattacapo alla difesa viola, che dopo quattro minuti trema: Abrate prolunga per Gentile che riesce ad evitare l'uscita di Rigoni ma perde l'equilibrio al momento di calciare, tra il campo in pessime condizioni e l'intervento della difesa. La festa è però soltanto rimandata, perché dopo altri quattro minuti gli ospiti pareggiano: Steven Birtolo e Gentile chiamano lo schema su un calcio d'angolo da sinistra; la palla viene calciata in mezzo e Galassi, dimenticato completamente, è liberissimo di arrivare da dietro e calciare al volo con il piattone. Un bel gol che punisce una difesa settimese troppo statica. I padroni di casa sembrano accusare il colpo, e dopo un'estemporanea punizione di Alfinito ben sventata da Crescenzo i rossoblù tornano a premere sull'acceleratore: da un rinvio di Crescenzo la palla arriva dalle parti di Gentile, che sfrutta il malposizionamento di Bava e scavalca il terzino di Squillace; l'ex Rivoli avanza e manda in profondità Abrate che supera in qualche modo due difensori avversari e a tu per tu con Rigoni non sbaglia, ribaltando il risultato in borghesina maniera. I ritmi calano di colpo e il Pianezza serra i ranghi lasciando spazio ad un Settimo che non sembra trovare il bandolo della matassa. I viola, infatti, spesso ha troppa fretta con il pallone tra i piedi, finendo per perdere scioccamente il pallone. I rossoblù ringraziano e respingono al mittente ogni tentativo della squadra di Squillace, spesso ridotto a lanci lunghi senza grandi pretese. Alfinito ci prova da fuori ma non è giornata, e sul finale c'è anche spazio per una splendida azione personale dell'instancabile Gentile che dribbla avversari come birilli e calcia alto di poco dal limite. Tre punti che per il Pianezza sono ossigeno puro, nel marasma dei playout, e permettono ad Alex Birtolo e i suoi di chiudere il girone di andata con il sorriso. Umore opposto, ovviamente, per Squillace & co., che perdono una ghiotta opportunità per dare una scossa seria alla stagione e allontanare qualche fantasma. Nel girone di ritorno servirà un miracolo.

IL TABELLINO

SETTIMO-PIANEZZA 1-2
RETI (1-0, 1-2): 37' De Luca (S), 8' st Galassi (P), 13' st Abrate (P).
SETTIMO (4-2-3-1): Rigoni 6, Bava 6, Notarrigo 6.5, Salvatore 6 (35' st Zippari sv), Dini 6.5, Zmau 5.5, Campaniello 6, De Luca 7, Cannone 6 (6' st Carola 6), Alfinito 6, Burba 6. A disp. Bna, Grassia, Pulitano, Rindone, Randazzo, Sgherzi. All. Squillace 6. Dir. Rigoni.
PIANEZZA (3-5-1-1): Crescenzo 6.5, Scalise 6, Monteriso 6, Birtolo 7.5, Salubro 6.5, Ligas 6, Galassi 7 (34' st Galasso sv), Marrone 6.5 (9' st Delussu 6), Gentile 7.5, Abrate 7 (27' st Busceti 6), Luongo 6 (31' st Chioccia sv). A disp. Navilli. All. Birtolo 7. Dir. Monteriso.
AMMONITI: 24' st Salvatore (S), 24' st Abrate (P).
ARBITRO: Poesio di Chivasso 6.5.

LE PAGELLE

Il Settimo di Giuseppe Squillace

SETTIMO
Rigoni 6
In controllo su quasi tutti i palloni che arrivano dalle sue parti. Incolpevole sui due gol, due conclusioni che non ammettono replica.
Bava 6 In confusione sul secondo gol, calcola male il rimbalzo del pallone e si fa scavalcare da Gentile. Ha il suo bel da fare contro Gentile e Abrate, che spesso scelgono la sua fascia per duettare con il pallone.
Notarrigo 6.5 Ci mette cuore e polmoni per limitare i danni. Chiude la saracinesca come può e non ha paura a ripartire palla al piede, cercando di mettere ordine.
Salvatore 6 Nonostante abbia una buona tecnica risulta troppo macchinoso in campo e gli avversari finiscono per avere la meglio su di lui. Si destreggia bene quando è sotto pressione. Costretto ad uscire per una botta. ( 35' st Zippari sv)
Dini 6.5 Nel primo tempo salva ripetutamente la baracca con interventi esteticamente non impeccabili ma efficaci. Nella ripresa cade sotto i colpi dei rossoblù che si fanno sempre più pressanti, e anche lui va in bambola contro la dinamicità di Gentile.
Zmau 5.5 Sul primo gol rimane immobile ad osservare l'anticipo netto di Galassi che vale il pareggio, e sul secondo non è abbastanza deciso nell'intervento per fermare Abrate. Frettoloso con la palla tra i piedi.
Campaniello 6 Mostra qualche buono spunto in dribbling, ma i flash sono pochi e fini a se stessi per risultare davvero efficace. Con la sua tecnica potrebbe dare parecchio fastidio alla difesa ma non si crea lo spazio. Tarda a rientrare in occasione del secondo gol del Pianezza.
De Luca 7 Il migliore dei suoi aldilà del gol, che completa una partita di sacrificio. In mezzo al campo rende la vita difficile a tutti, ed è tra i primi a proiettarsi in avanti quando i viola attaccano. Tuttocampista.
Cannone 6 Alterna momenti brillanti ad errori grossolani derivanti dalla troppa fretta nel giocare il pallone. E' lui a dover inseguire i palloni lunghi che arrivano dalle retrovie, senza però trovare fortuna.
6' st Carola 6 Occupa una posizione più defilata, lasciando campo in mezzo all'estro di Alfinito.
Alfinito 6 Manca il suo tocco magico per dare una scossa decisiva alla partita. Non è il solito faro per i suoi, che spesso si accontentano di verticalizzare frettolosamente, e anche quando può avanzare palla al piede non mostra quelle idee che tanto fanno bene ai compagni. Solo qualche conclusione velleitaria da fuori e poco altro.
Burba 6 Altro grande assente di giornata, anche lui ingabbiato tra le maglie avversarie. Qualche buona discesa da registrare e anche qualche dribbling, ma le occasioni davvero pericolose sono zero.
All. Squillace 6 Dopo un primo tempo chiuso in vantaggio alla prima vera palla gol, ci si sarebbe aspettato un secondo tempo di controllo e lotta. Invece la squadra si allunga e lascia voragini tra le linee che Abrate e soprattutto Gentile sono abilissimi a sfruttare. Chance sfumata.

Il Pianezza di Alex Birtolo

PIANEZZA
Crescenzo 6.5 Interventi non scontati su un campo difficilissimo per un portiere. I rimbalzi non lo mettono mai in difficoltà e dimostra un'ottima capacità di presa sul pallone.
Scalise 6 Dopo qualche difficoltà iniziale si riprende presto e guida la difesa facendosi sentire con la voce. Contro un cliente ostico come Burba ha bisogno di un aiuto per i raddoppi, ma cade sempre in piedi.
Monteriso 6 Nonostante a volte sia costretto a ripiegare verso il centro per coprire i buchi non va quasi mai in difficoltà. Dalle sue parti i pericoli sono pochi e lui può controllare.
Birtolo 7.5 Il silenzioso MVP di questa sfida. Nel primo tempo tiene il baricentro basso, come tutta la squadra, e dà una grossa mano dietro fungendo da schermo e limitando Alfinito sul primo controllo. Nella ripresa coglie il momento e si lascia andare a qualche scampagnata in avanti, senza però tralasciare una fase difensiva e un sacrificio fondamentali per i suoi. Barometro della squadra.
Salubro 6.5 Centrale di difesa ideale nello schieramento a tre di Alex Birtolo. Con la sua visione d'insieme riesce a capire con qualche istante d'anticipo dove piazzarsi per coprire la posizione lasciata libera da qualcun altro. Tanti interventi importanti.
Ligas 6 Il più in ombra a centrocampo, ma il suo allenatore non può fare a meno di lui per la sua propensione alla fase difensiva che aiuta gli equilibri di squadra.
Galassi 7 Un fulmine nell'inserimento che vale il pareggio dei suoi. Nonostante qualche ritardo nella copertura è prezioso sulla fascia destra, tornando spesso e volentieri a dare una mano a Scalise. ( 34' st Galasso sv)
Marrone 6.5 Importante nella ripresa la sua posizione in mezzo al campo che permette un passaggio pulito ai suoi. Non gli piace stare fermo e spazia parecchio a centrocampo, arrivando anche a giocare sulla trequarti quando l'azione lo consente.
9' st Delussu 6 Decisamente meno arrembante del compagno, ma prezioso in copertura sulle sortite offensive viola.
Gentile 7.5 Un diavolo là davanti. Dopo un primo tempo silente, nella ripresa ha molto più campo per giocare e per mettere in mostra tutto il suo bagaglio tecnico. I centrocampisti del Settimo non accorciano mai su di lui e il risultato è un dominio incontrastato in fase offensiva. Con Abrate forma una coppia decisamente interessante.
Abrate 7 Bravo a crederci e ad inseguire costantemente i lanci lunghi dei suoi, mettendo pressione alla difesa viola che molto spesso sbaglia. Si merita il gol del 2-1 per aver fatto reparto quasi da solo.
27' st Busceti 6 Usa il fisico per proteggere il pallone con la squadra in vantaggio.
Luongo 6 Se Campaniello ha un po' di spazio in fascia è perché lui ritarda un po' il rientro, lasciando Monteriso a tratti isolato. per fortuna sua e della squadra non è giornata per i viola e l'ex Lascaris può concentrarsi sul supporto in attacco. ( 31' st Chioccia sv)
All. Birtolo 7 Era fondamentale vincere, e nonostante qualche patema fuori dai calcoli i tre punti sono arrivati. la mossa vincente è senza dubbio la posizione di Gentile, che da trequartista mette a ferro e fuoco il Settimo e non dà mai punti di riferimento ai viola. La squadra, oltretutto, a tratti mette in mostra un possesso palla tecnico e rapido, segno che le basi per lavorare ci sono. Serve più continuità da parte di tutti, ma questa rimonta può sicuramente dare slancio per il girone di ritorno.

ARBITRO: Poesio di Chivasso 6.5 Non una partita complicata, quasi non usa i cartellini. Gestisce con fermezza e personalità le poche proteste in campo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400