Cerca

Under 16

De Luca e Italiano spadroneggiano sulle fasce, prima gioia per Ragusa in bianconero

Il Lascaris riparte subito dopo il pari di Settimo, seconda sconfitta di fila per i Cervotti di Petrucci

Lascaris Under 16

Da sinistra: Simonetti, Italiano, Ragusa e De Luca

L'importante era ripartire, e la ripartenza c'è stata. Dopo il pareggio a reti bianche sul campo del Settimo ultimo in classifica, il Lascaris torna al successo grazie al 4-1 rifilato al Venaria; pratica già quasi archiviata nel primo tempo, con i ragazzi di Ricardo che calano il tris con De Luca, Simonetti e Italiano; in mezzo il sussulto d'orgoglio dei Cervotti che accorciano con Coda, ma nella ripresa Ragusa chiude i conti trovando anche la sua prima rete in maglia bianconera.

Traffico sugli esterni. I padroni di casa vogliono riscattarsi, e lo mettono in chiaro sin dai primi minuti: al 2' Mammolenti recupera un buon pallone e lo serve a Simonetti, che calcia centrale col mancino; passano una manciata di secondi e De Luca pennella un buon pallone da destra ancora per Simoonetti, ma il numero 9 manda alto di testa da ottima posizione. Si tratta del preludio al vantaggio bianconero che arriva al 14': Peinetti si accentra da sinistra e mette in mezzo, inserimento coi tempi giusti di De Luca che incorna alle spalle del portiere ospite Scotti. La risposta del Venaria risiede nei lanci lunghi dalle retrovie a cercare gli attaccanti Ena e Coda, ma entrambi sono ben controllati dai difensori di casa. Senza correre particolari rischi dietro, il Lascaris gioca con la mente sgombra e al 22' raddoppia: il portiere Allegretti lancia lungo e trova direttamente Simonetti, che sguscia tra i centrali arancioverdi e insacca il 2-0. Invece di subire il contraccolpo psicologico il Venaria ha un sussulto d'orgoglio e un minuto dopo accorcia le distanza: incertezza della retroguardia di casa, Ena soffia il pallone, entra in area e calcia trovando l'opposizione di Allegretti, ma sulla respinta si avventa Coda che non sbaglia. Il gol subito non scompone la banda di Ricardo, che continua a premere con continuità e al 27' ha la chance di andare sul 3-0: Favilla lancia De Luca a destra, il numero 7 brucia in velocità Murgia che lo stende in area, è calcio di rigore; dal dischetto va Favilla, che però apre troppo il destro e spedisce a lato. L'appuntamento con il tris tuttavia è solo rimandato, e arriva al 35': Favilla batte un calcio d'angolo corto per Italiano che prova il tiro-cross col mancino, la traiettoria inganna Scotti e la sfera termina in fondo alla rete per il 3-1.

Poker e gestione. Petrucci cambia qualcosa ad inizio ripresa: Murgia, costantemente in difficoltà contro De Luca, resta negli spogliatoi: al suo posto Iuliani; il tecnico dei Cervotti perde anche Coda per infortunio, che viene rimpiazzato dall'ex Vanchiglia classe 2007 Ojeake. Cambia qualcosa anche Ricardo, che toglie un ottimo Simonetti per inserire Ragusa; l'ex Toro ci mette meno di un quarto d'ora a lasciare il segno: al 20' De Luca scappa via troppo facilmente a destra e mette un pallone perfetto che Ragusa deve solo spingere in rete per il suo primo gol in maglia bianconera che vale il 4-1. Di fatto si tratta dell'episodio che chiude la partita: nei minuti successivi i ritmi si abbassano notevolmente, con il Venaria che non riesce ad imbastire azioni veramente pericolose e il Lascaris che gestisce provando qualche affondo: ci provano Italiano ed il subentrato Malavasi senza trovare lo specchio, poi entra anche il classe 2007 Migliore che ci prova da fuori andando vicino al bersaglio grosso. L'ultima emozione la regalano i padroni di casa nel secondo minuto di recupero: azione esplosiva di Ragusa a sinistra, il 17 arriva fino in fondo e mette a rimorchio per Migliore che calcia a botta sicura ma trova l'opposizione di Mintah. Al triplice fischio torna a sorridere il Lascaris, che resta a -2 dal Volpiano e si prepara ad accogliere la Pro Eureka nel prossimo turno; seconda sconfitta consecutiva per il Venaria, che tra 7 giorni ospiterà il Borgaro.

IL TABELLINO

LASCARIS-VENARIA 4-1
RETI (2-0, 2-1, 4-1): 14' De Luca (L), 22' Simonetti (L), 23' Coda (V), 35' Italiano (L), 20' st Ragusa (L).
LASCARIS (4-3-3): Allegretti 6, Pozzobon 6 (11' st Kingidila 6), Italiano 7.5, Mammolenti 6.5 (24' st Migliore 6.5), Ponzano 6.5 (14' st Nabih 6), Naso 6.5, De Luca 7.5 (21' st Malavasi 6), Peinetti 7, Simonetti 7 (7' st Ragusa 7), Favilla 6 (21' st Rubini 6), Sconfienza 6 (19' st Caputo 6.5). A disp. Lavina. All. Ricardo 6.5. Dir. Nabih.
VENARIA (3-5-2): Scotti 5.5, Meduri 6, Mintah 6, Lorenzi 6, Garnone 6.5, Rasello 6.5, Avenati 5.5 (11' st Siciliano 6), Murgia 5.5 (1' st Iuliani 6.5), Coda 7 (2' st Ojeake 6), Medelin 6.5 (17' st Costa Laia 6), Ena 6.5. A disp. Cucinotto. All. Petrucci Paolo 6. Dir. Lorenzi - Petrucci Alessio.
ARBITRO: Malatesta di Collegno 6.
AMMONITI: 6' Pozzobon (L), 30' Simonetti (L), 38' Mammolenti (L).

LE PAGELLE

LASCARIS

Allegretti 6.5 Dopo aver respinto il tiro di Ena, non può nulla sul tap-in di Coda. Serve l'assist per il raddoppio di Simonetti con un lancio molto preciso.
Pozzobon 6 Prende un cartellino giallo nei primi minuti che influisce un po' sulla sua prestazione; copre la spinta di De Luca e prova qualche sovrapposizione.
11' st Kingidila 6 Schierato nell'inedita posizione di esterno destro, non fa male ma si capisce che il suo ruolo preferito è un altro. Si fa notare per un paio di colpi di testa da calcio piazzato che non impensieriscono Scotti.
Italiano 7.5 Inarrestabile, quando parte palla al piede non c'è nessuno che tenga: propone cross tagliati ed interessanti, nel primo tempo inganna Scotti con una traiettoria velenosa e firma il tris bianconero.
Mammolenti 6.5 Intercetta spesso e volentieri i lanci lunghi dalle retrovie del Venaria, senza dare il tempo di ragionare agli attaccanti arancioverdi.
24' st Migliore 6.5 Il classe 2007 entra con un buon piglio e si costruisce due ottime occasioni, sulla seconda solo l'intervento provvidenziale di Mintah gli nega la gioia del gol.
Ponzano 6.5 Agisce da mezz'ala sinistra gestendo bene il traffico e dialogando con gli esterni, fa girare la palla con precisione azzeccando quasi tutte le scelte di passaggio.
14' st Nabih 6 Il suo ingresso coincide con il passaggio alla difesa a 3: si inserisce bene nei meccanismi senza correre rischi, anche quando i bianconeri tornano alla linea a 4.
Naso 6.5 Elegante come sempre negli anticipi, non concede praticamente nulla a Ena, soprattutto nella prima frazione.
De Luca 7.5 Fa diventare pazzo il povero Murgia, che non lo prende quasi mai se non con i falli, come quello che causa il rigore sbagliato da Favilla. Mette la sua impronta indelebile sul match con il gol che sblocca la contesa e con l'assist per Ragusa che la chiude definitivamente.
21' st Malavasi 6 Sulla sinistra c'è già Ragusa, allora il folletto bianconero prende possesso della fascia destra e si adatta in maniera positiva provando qualche spunto che impensierisce la retroguardia ospite.
Peinetti 7 Assist al bacio per il vantaggio di De Luca, è il migliore del centrocampo del Lascaris per qualità e quantità dal primo all'ultimo minuto.
Simonetti 7 Flirta con il gol nei primissimi minuti con due buone occasioni non sfruttate, poi lo trova con un movimento intelligente alle spalle dei difensori arancioverdi.
7' st Ragusa 7 Acquista sicurezza col passare dei minuti, trovando la rete del poker e servendo un pallone molto goloso a Migliore nei minuti di recupero.
Favilla 6 Sbaglia il calcio di rigore che avrebbe riportato la sua squadra a +2 sugli avversari, per il resto fa girare bene la squadra con sventagliate e appoggi precisi.
21' st Rubini 6 Entra con la situazione pienamente in controllo per i bianconeri, si adatta ai ritmi più bassi e agisce di conseguenza.
Sconfienza 6 Meno appariscente che in altre occasioni, la scena sulla corsia di sinistra gliela "ruba" un Italiano veramente in stato di grazia.
19' st Caputo 6.5 Ingresso frizzante fatto di recuperi e corsa, quando può prova anche la conclusione dalla lunga distanza.
All. Ricardo 6.5 Predica calma ai suoi ragazzi, quando la gara si mette sui binari giusti si permette di sperimentare un po' anche a livello di modulo.

LLL

Il Lascaris di Massimo Ricardo

VENARIA

Scotti 5.5 Calcola male la traiettoria in occasione del gol di Italiano, un errore che pesa molto visto l'andamento della gara.
Meduri 6 Gioca sia a destra sia a sinistra (dopo l'ingresso di Costa Laia), in entrambi i casi se la cava abbastanza bene spazzando e salvando il salvabile. Cerca anche di impostare alla ricerca degli attaccanti. 
Mintah 6 Parte da centrale difensivo, finisce da centrocampista, suo ruolo congeniale: si fa notare soprattutto per il salvataggio su Migliore nel recupero che evita la manita del Lascaris.
Lorenzi 6 Reinventato difensore centrale, fa quello che può per arginare Simonetti: in occasione del 2-0 si ferma come il resto della linea difensiva perché pensava che l'attaccante bianconero fosse in fuorigioco.
Garnone 6.5 Si muove tanto e cerca spesso l'uno-due con i compagni, che però non sempre riescono a chiuderlo; l'ex Alpignano si è inserito bene nei meccanismi di squadra. 
Rasello 6.5 Anche l'altra mezz'ala arancioverde se la cava bene, cercando anche di assistere le punte in proiezione offensiva.
Avenati 5.5 Inizia sulla fascia destra e soffre tantissimo l'intraprendenza di Italiano, poi nella ripresa con l'uscita di Murgia si sposta a sinistra ed inizia a patire anche De Luca: giornata storta.
11' st Siciliano 6 Prova a costruire qualcosa nel finale, senza dimenticare l'aiuto in fase difensiva. 
Murgia 5.5 Si sognerà di notte De Luca: il numero 7 bianconero lo fa impazzire, gli sbuca alle spalle in occasione dell'1-0 e poco dopo è costretto a stenderlo in area causando il rigore.
1' st Iuliani 6.5 Sbaglia qualcosa nell'ultimo passaggio, ma porta anche un po' di frizzantezza alla manovra dei Cervotti a destra con qualche galoppata.
Coda 7 Regge quasi da solo il peso della fase offensiva, facendosi trovare pronto quando gli capita l'unica occasione veramente golosa. Ridà speranza agli ospiti, anche se per poco.
2' st Ojeake 6 Prova a sfruttare la sua fisicità cercando di proteggere palla per far salire la squadra, ci riesce a fasi alterne. Un tentativo di testa che termina a lato.
Medelin 6.5 È il giocatore col maggior tasso tecnico dei Cervotti e lo dimostra fino a quando si infortuna: prova a stringere i denti, ma è costretto a lasciare il campo prima della metà della ripresa.
17' st Costa Laia 6 Gioca da centrale di destra nella linea difensiva a 3, con lo spostamento di Mintah sulla linea dei centrocampisti; fa a sportellate con Ragusa vincendo anche qualche contrasto.
Ena 6.5 Partita difficile per lui, che spesso viene anticipato da Mammolenti e Naso; bravo però a inserirsi nell'unica incertezza della difesa di casa e a propiziare il gol della speranza del Venaria. 
All. Petrucci 6 Prova ad impostare la gara sull'intensità e sui lanci ad innescare la velocità degli attaccanti, il piano però non va come sperato; sfortunato nel perdere a gara in corso due pedine importanti come Coda e Medelin.

VVV

Il Venaria di Paolo Petrucci

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400