Cerca

Under 16

Medelin dirige e segna, Zucco fa venire i brividi ma alla fine è pokerissimo Venaria

Sotto 3-0 all'intervallo, la Rivarolese sfiora l'incredibile rimonta; il capitano e i nuovi entrati spingono i Cervotti

Venaria: Ena, Echinoppe, Costa, Coda e Medelin

Venaria: Ena, Echinoppe, Costa, Coda e Medelin

Il Venaria trema ma non sbaglia e conquista una vittoria fondamentale in ottica salvezza diretta senza passare dai play out. Al Don Mosso i Cervotti di Petrucci battono 5-2 la Rivarolese e si portano in settima posizione a +2 sullo Charvensod, battuto dalla Pro Eureka. Per i granata di Sinato è Zucco a dare speranza con due rigori calciati alla perfezione, ma non basta per evitare il ko ed il quartultimo posto a pari merito con il Pianezza.

Gara apparentemente in ghiaccio. La posta in gioco è alta, e per l'occasione Petrucci conferma il consueto 3-5-2 avanzando però capitan Medelin in attacco con Echinoppe, e sono proprio loro due a creare la prima occasione al 3' con il primo che lancia il secondo, mancino che però finisce alto. Echinoppe è scatenato, e al 5' prova a capitalizzare un lancio dalle retrovie con il destro ma il portiere ospite Leone è attento e respinge. Il gol dei Cervotti è nell'aria e arriva puntuale al 7': sugli sviluppi di un corner per la Rivarolese la palla arriva fuori area a Zucco che però la svirgola e scivola regalando la ripartenza ai padroni di casa; Ena va fino in fondo e mantiene il sangue freddo davanti a Leone, dribblandolo e depositando in rete la sfera per l'1-0. La reazione granata è tutta in un calcio di punizione interessante ma non sfruttato, così i ragazzi di Petrucci continuano a spingere: Medelin esplode il destro dal limite sfiorando il palo, poi Garnone alza troppo la mira da ottima posizione. I Cervotti macinano gioco e al 25' raddoppiano: Medelin recupera palla a metà campo e la serve a Garnone, l'ex Alpignano trova il corridoio giusto per Echinoppe che questa volta non sbaglia e fa 2-0. È un ottimo momento per il Venaria, che 2' dopo va ad un passo dal tris: Rasello lancia Echinoppe, che salta Leone in uscita ma non riesce a trovare lo spiraglio giusto per calciare e appoggia a Medelin, il capitano tenta di segnare a giro con la porta sguarnita ma Baudino salva di testa, Coda non riesce a insaccare in tap-in. La Rivarolese prova a rendersi pericolosa ancora con i piazzati, con Zucco che calcia una punizione sulla traversa e spara alle stelle la ribattuta, mentre i padroni di casa chiudono apparentemente la questione nel recupero: Echinoppe scatta a sinistra e mette un bel cross morbido sul secondo palo dove è appostato Coda che stavolta non sbaglia e fa 3-0.

Illusione e chiusura definitiva. Ad inizio ripresa Sinato opta per un triplo cambio: Depalma, Datta e Ferraro restano negli spogliatoi, entrano Tonino, Tassone e Baima e gli effetti si fanno subito vedere. Al 4' il portiere di casa Cucinotto si addormenta e viene pressato da Tassone che gli ruba la sfera, l'estremo difensore lo stende in area e il direttore di gara non può che indicare il dischetto del rigore: dagli 11 metri si presenta Zucco che non sbaglia e fa 3-1. La Rivarolese ora ci crede e al 7' accorcia ancora: Rasello atterra Battaglia in area, secondo penalty in favore dei granata con Zucco che si riprende la responsabilità; il numero 6 è glaciale e la rimette alle spalle di Cucinotto per il 3-2. L'inerzia della gara sembra ora dalla parte degli ospiti, e allora Petrucci decide di operare due sostituzioni togliendo Mintah e Rasello ed inserendo Monti in difesa e il classe 2007 Ojeake in attacco, mossa che si rivelerà decisiva. Sì perché gigante si rende subito protagonista di un'inarrestabile progressione palla al piede conclusa con un piattone destro ben indirizzato, Leone respinge in angolo; sugli sviluppi del corner Ceresa tocca la palla con la mano e Shanan di Torino assegna il terzo rigore di giornata, questa volta in favore del Venaria. Della battuta si incarica Medelin, e il capitano non sbaglia e insacca il 4-2 che fa respirare i padroni di casa. Il gol subito mozza le speranze degli ospiti, che al 23' naufragano definitivamente: Medelin batte una punizione da sinistra, il subentrato Costa piazza la zampata decisiva e fa 5-2. Al triplice fischio festeggia il Venaria, che torna a vincere dopo 4 sconfitte di fila; la Rivarolese incassa invece il secondo KO consecutivo e proverà a rialzarsi nel prossimo turno contro il Gassino.

Shanan di Torino

Il signor Abdallah Shanan della sezione di Torino

IL TABELLINO

VENARIA-RIVAROLESE 5-2
RETI (3-0, 3-2, 5-2): 7' Ena (V), 25' Echinoppe (V), 41' Coda (V), 4' st rig. Zucco (R), 8' st rig. Zucco (R), 17' st rig. Medelin (V), 23' st Costa Laia (V).
VENARIA (3-5-2): Cucinotto 6, Meduri 6, Mintah Tandoh 6 (10' st Monti 6), Lorenzi 6.5 (34' st Castellano sv), Murgia 6.5, Rasello 6 (10' st Ojeake 7), Garnone 7, Ena 6.5 (20' st Costa Laia 7), Coda 6.5 (29' st Policaro 6), Medelin 7.5, Echinoppe 7 (29' st Bordone 6). A disp. Scotti. All. Petrucci Paolo 6.5. Dir. Petrucci Alessio - Lorenzi.
RIVAROLESE (4-3-3): Leone 6.5, Baudino 6.5 (5' st Martinetto 5.5), Vallero 6 (20' st Madaschi 6), Ferraro 5.5 (1' st Baima Besquet 6.5), Ceresa 6.5, Zucco 7, Depalma 6 (1' st Tonino 6.5), Battaglia 6.5, Leone P. 6 (18' st Dago 6), Datta 5.5 (1' st Tassone 6.5), Alupoaiei 6. A disp. Rolando. All. Sinato 6. Dir. Depalma.
ARBITRO: Shanan di Torino 7.
AMMONITI: 17' Medelin (V), 29' Battaglia (R), 39' Leone P. (R), 4' st Cucinotto (V), 7' st Rasello (V), 21' st Dago (R), 24' st Coda (V), 39' st Leone (R).

Zucco

Rivarolese: Guglielmo Zucco, autore di una doppietta

LE PAGELLE

VENARIA

Cucinotto 6 Combina un disastro in occasione del primo rigore assegnato alla Rivarolese, si riscatta parzialmente respingendo la punizione insidiosa di Tonino.
Meduri 6 Inizia come terzo centrale di destra, per poi spostarsi sul lato sinistro con l'ingresso di Monti. Gestisce bene la pressione della Rivarolese nel secondo tempo e non sbaglia in disimpegno.
Mintah Tandoh 6 Ingaggia lo scontro con Battaglia e riesce a contenerlo concedendogli solo un paio di cross dal fondo, ma nella ripresa il numero 8 granata sfonda dalla sua parte in occasione del secondo penalty.
10' st Monti 6 Ingresso ordinato, non sbaglia contro Tonino che prova spesso a puntarlo. 
Lorenzi 6.5 Ci mette una pezza su un paio di ripartenze potenzialmente pericolose dei granata, poi salva sulla linea il tap-in da due passi di Ceresa e tiene i suoi avanti di tre gol.  34' st Castellano sv
Murgia 6.5 Gioca da mezz'ala destra e recupera diversi palloni cercando poi lo scambio in velocità sulla fascia con Ena.
Rasello 6 Si abbassa spesso sulla linea dei centrali di difesa per iniziare l'azione, gioca una buona partita macchiata solamente dal fallo da rigore su Battaglia.
10' st Ojeake 7 Spacca gli equilibri con la sua fisicità imponente, da un suo strappo viene assegnato il corner da cui scaturisce il rigore per il Venaria.
Garnone 7 Frizzante ed ispirato in mezzo al campo, trova il corridoio giusto per il raddoppio di Echinoppe ed è il migliore del centrocampo dei Cervotti.
Ena 6.5 Bravo e freddo in occasione del vantaggio dei padroni di casa, in seguito continua a macinare chilometri sull'out di destra con Petrucci che gli chiede spesso di semplificare la giocata.
20' st Costa Laia 7 È il più lesto di tutti a mettere il piede sulla punizione calciata da Medelin, viene festeggiato da tutta la squadra per una rete che chiude definitivamente il discorso.
Coda 6.5 Viene confermato sull'esterno sinistro, ruolo dove può sfruttare la sua velocità anche se più lontano dalla porta: riesce comunque a inserire il suo nome nel tabellino marcatori nonostante non offra la migliore delle prestazioni.
29' st Policaro 6 Entra e si piazza sulla fascia destra, si rende subito protagonista di alcuni affondi interessanti con traversoni non sfruttati a dovere dai compagni.
Medelin 7.5 Inizia in attacco per sfruttare al meglio la sua tecnica e qualità e offre subito diversi suggerimenti a Echinoppe & co. Con l'ingresso di Ojeake torna a centrocampo ma la sua incisività non cambia: segna il rigore del 4-2 e offre a Costa l'assist per il 5-2 definitivo.
Echinoppe 7 Il migliore dei suoi nel primo tempo, cestina due occasioni in avvio di gara ma alla terza non sbaglia e insacca. Tanto lavoro anche spalle alla porta.
29' st Bordone 6 Lavoro generoso di sponda, nel finale ha un'occasione per segnare in tap-in ma non riesce ad impattare il pallone in maniera ottimale.
All. Petrucci 6.5 La scelta di avanzare Medelin lo ripaga, ma la mossa migliore è l'inserimento di Ojeake nel momento migliore degli avversari: il classe 2007 lo ripaga sfruttando al meglio le ripartenze.

Venaria U16

I Cervotti di Paolo Petrucci

RIVAROLESE

Leone E. 6.5 Sbarra la strada a Echinoppe in avvio, poi è bravissimo a respingere la conclusione piazzata di Ojeake nella ripresa. Non può fare molto sui gol subiti. 
Baudino 6.5 Regge l'urto nelle retrovie e si immola per salvare la conclusione a botta sicura di Medelin.
5' st Martinetto 5.5 Si piazza a centrocampo per dare più vivacità ai granata negli ultimi metri ma non riesce mai ad incidere.
Vallero 6 Gara anonima nel primo tempo, all'inizio della ripresa copre in maniera adeguata la spinta di Tonino a sinistra.
20' st Madaschi 6 Fatica un po' contro la freschezza di Policaro ma tutto sommato riesce a limitare i danni.
Ferraro 5.5 Galleggia tra mediana e trequarti alla ricerca dello spunto giusto che però non riesce a trovare praticamente mai; lascia spesso un buco a metà campo dove i Cervotti si infilano.
1' st Baima 6.5 Inizia nei tre di centrocampo, poi con l'ingresso di Martinetto scala al centro della difesa e nei minuti finali evita il 6-2 di Costa con un bel salvataggio.
Ceresa 6.5 Sfortunato nell'episodio in cui concede il rigore, gioca una buona partita e sfiora anche il gol che gli viene negato dal salvataggio in extremis di Lorenzi.
Zucco 7 Sbaglia in occasione del vantaggio del Venaria, poi però si carica la squadra sulle spalle prendendo le redini del centrocampo: glaciale dal dischetto, segna due rigori in 4' calciandoli in maniera perfetta.
Depalma 6 Prova a sfruttare gli spazi aperti dalle uscite di Ena, ma Meduri fa buona guardia e gli sbarra spesso la strada: batte un paio di punizioni interessanti in area.
1' st Tonino 6.5 Porta vivacità sull'out di sinistra, ha un paio di buone occasioni in cui riesce a concludere ma viene murato dalla difesa di casa.
Battaglia 6.5 Grande intensità e aggressività, fa avanti e indietro sulla corsia di destra procurandosi anche il rigore che riaccende le speranze.
Leone P. 6 Partita senza particolari acuti o defezioni per il terzino destro, che si preoccupa soprattuto della fase di copertura senza spingersi più di tanto in avanti.
18' st Dago 6 Ferma alcune ripartenze del Venaria usando sia le buone sia le cattive maniere.
Datta 5.5 Sembra gli manchi un po' di convinzione, non riesce a dare il necessario apporto alla fase offensiva e quando gli capita l'unica palla golosa del primo tempo la calcia malamente sul fondo.
1' st Tassone 6.5 Se non altro ci mette più cattiveria agonistica nell'andare a pressare alto, come nell'occasione in cui mette in difficoltà Cucinotto e si procura il primo rigore.
Alupoaiei 6 Tenta il fraseggio in velocità con i compagni di reparto senza trovare sempre la giocata giusta, si accende un po' ad intermittenza.
All. Sinato 6 I cambi tra primo e secondo tempo portano la svolta sperata, va vicino ad una clamorosa rimonta ma il rigore del 4-2 è una mazzata decisiva.

Rivarolese

I granata di Christian Sinato

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400