Cerca

Under 16

Braga onnipresente e Galantucci implacabile: la Masseroni vince in grande

La squadra ospite dilaga con 9 reti nello scontro diretto, saldando la presa al terzo posto in classifica

Julian Braga,  Andrea Intini e Christian Galantucci

Braga, Intini e Galantucci, trio d'attacco inarrestabile

1-9 tra Viscontini e Masseroni, un risultato che sembra non aver ammesso repliche ai padroni di casa, salvo il fatto che, questi ultimi, si sono resi protagonisti di un primo tempo alla pari ma decisamente sfortunato. A sbloccarla per la Masseroni è stato Alagna, Galantucci poi ha siglato il raddoppio. Per i padroni di casa, sotto di due, Giampietro sbaglia un rigore e poi la riapre con una rete, ma due errori della difesa fanno finire il primo tempo 1-4 (altra rete di Galantucci e autogol). La Masseroni si assicura così il terzo posto in classifica, relegando gli avversari al gradino appena sottostante.

 

 

PRIMO TEMPO STREGATO

 

 

Un primo tempo che sembra maledetto per la formazione di casa. Le avvisaglie dell'imminente sciagura arrivano nei primi minuti con la rete di Alagna, che si avventa su un pallone messo in area da Braga dandoci la zampata vincente. Ma la Viscontini rimane in partita e prova anche a segnare con Giampietro. Niente da fare: dopo una manciata di minuti la Masseroni raddoppia con Galantucci, che capitalizza di testa il cross di Illario, battendo il portiere che non riesce a deviare il pallone fuori dallo specchio. Il punteggio appare però ancora recuperabile, e a mantenerlo tale è Facchino che, al 21', vola e col braccio di richiamo sposta un pallone diretto all'incrocio dei pali calciato su punizione da Martino. I padroni di casa riescono comunque a fare un buon fraseggio e a portarsi in avanti, tanto che al 28' hanno un'occasione d'oro per accorciare le distanze. Il protagonista è Marongiu - uno dei migliori dei suoi - che sul lato destro ha ampio spazio per lanciarsi in area. Qui, il suo tiro trova la deviazione di mano della difesa prima di schiantarsi sui guantoni di Prati. È rigore. Giampietro va al dischetto e fa partire un tiro angolato, appena troppo angolato, quanto basta per stamparsi sul palo. Ma il numero 11 non ha nemmeno il tempo di piangersi addosso che, appena due minuti dopo, riceve da Marongiu una palla lunga che supera le maglie avversarie, Prati esce dalla sua area per tentare l'anticipo, ma Giampietro fa suo il pallone e salta il portiere, calciando poi da posizione defilata e centrando lo specchio. La rete sembra riaprire la partita, ma non scrolla il malocchio dalle spalle dei padroni di casa. Nei minuti finali, infatti, la Masseroni approfitta di una svirgolata di Marchetti per entrare in area con Galantucci, Facchino prova a metterci una pezza ma non può nulla sul tiro dell'attaccante. Passa un minuto, Martino si procura dello spazio da destra per mettere un traversone, Marcigot prova a spazzare ma colpisce male e il pallone s'indirizza verso la propria porta: un pallonetto beffardo che sorprende tutti, portiere incluso. 1-4 al duplice fischio.

 

L'undici iniziale della Viscontini

 

 

DOMINIO MASSERONI

 

 

Dentro Personeni e la Viscontini inizia il secondo tempo con tre punte per cercare di rimettersi in gara. Ma, al netto dei guizzi di Caddeo e ai tiri di Warnakulasooriya nel finale (sventati dalle parate di Prati), in campo c'è solo la Masseroni. Dopo 3 minuti, l'ennesima giocata di Braga mette davanti alla porta Galantucci che sigla la tripletta. Al 14' è lo stesso Braga a cercare la gloria personale: il suo tiro da fuori è potente ma centrale, e Facchino devia il pallone diretto sotto la traversa. Gli ospiti s'impongono nella metà campo avversaria, e ne consegue una pioggia di gol. Al 20' c'è la rete da distanza ravvicinata di Intini, subentrato pochi minuti prima e resosi subito incisivo, tanto da fare doppietta due minuti dopo con uno spettacolare tiro a giro sul secondo palo. Al 39' Braga ruba palla a Marchetti ultimo uomo, s'invola verso l'area e serve in mezzo Cordera che non sbaglia il rigore in movimento. Nel recupero, Palomba approfitta di una mischia in area per scaraventare il pallone in rete e segnare il nono e ultimo gol della partita.

 

L'undici iniziale della Masseroni

 

 

IL TABELLINO

 

 

VISCONTINI-MASSERONI 1-9
RETI (0-2, 1-2, 1-9): 8' Alagna (M), 16' Galantucci C. (M), 30' Giampietro (V), 38' Galantucci C. (M), 39' aut. Marcigot (V), 3' st Galantucci C. (M), 20' st Intini (M), 22' st Intini (M), 39' st Cordera (M), 41' st Palomba (M).
VISCONTINI: Facchino 7.5, Maj 6.5 (7' st Fontana 6.5), Marchetti 6, Sollo 6 (1' st Personeni 6.5), Torri 6.5, Marcigot 6, Marongiu 7 (22' st Caddeo 6.5), Gallacci 6 (4' st Warnakulasooriya 6), Boido 6.5, Bronzini 6 (19' st Lanza 6.5), Giampietro 7. A disp. Talotta, Porracciolo. All. Peri - Fraietta 6.5. Dir. Bronzini.
MASSERONI: Prati 6.5, Sotelo 6.5 (6' st Cannone 6.5), Illario 7 (22' st Scarabelli 6.5), Bassani 6.5 (25' st Deodato 6.5), Lucianò 7 (24' st Bisog 6.5), Palomba 7, Martino 8 (13' st Mazzon 6.5), Villa Santa 6.5 (1' st Cordera 7), Braga 9, Alagna 7, Galantucci C. 9 (15' st Intini 8). A disp. Cataldi, Bognani. All. Piccirillo 7.5. Dir. Bassani - Lucianò.
ARBITRO: Pierro di Milano 6.
AMMONITI: Boido (V), Maj (V).

 

 

LE INTERVISTE

La vittoria nello scontro diretto non può che lasciare soddisfatto l'allenatore ospite, Gaetano Piccirillo, che commenta così la prestazione: «La preoccupazione era quella di essere un po' presuntuosi, di prendere sottogamba l'impegno. Devo dire che non ero contento del primo tempo, loro ci hanno impensierito oltre misura, i loro tre attaccanti ci hanno messo in difficoltà e continuavano ad allungare la nostra squadra. Poi ci siamo sistemato un po' meglio, con un 3-4-3, abbiamo preso le misure e abbiamo dilagato, credo meritatamente. È una squadra che cresce ma che non ha un'individualità che aiuta a vincere le partite, noi vinciamo in collettivo, e se molli non riesci poi a raggiungere gli obiettivi. Quindi sono contento di aver visto una squadra che ha tenuto testa e ha avuto la mentalità vincente».

L'allenatore della Viscontini, Pierangelo Peri, spiega invece così la sconfitta: «Sul quarto gol i ragazzi non ci han creduto, e fa male. Abbiamo avuto buone occasioni nel primo tempo, poi loro hanno dilagato. Io mi fermo sui tre punti che hanno preso e il risultato va dimenticato. È una sconfitta morale, perché siamo sempre stati in partita, poi nel nostro miglior momento abbiamo preso il 4-1 con un autogol e secondo me la squadra ha spento tutto. Per quanto di buono fatto in campionato, non ci deve scalfire questo risultato, capita. Dobbiamo andare avanti. Adesso siamo tra le prime quattro e dobbiamo cercare di non commettere errori, magari ci deve essere qualche attenzione in più nella parte dietro, cercando di recuperare subito dalla prossima partita».

 

 

LE PAGELLE 

 

VISCONTINI

Facchino 7.5 Non riesce a trattenere il pallone sul secondo gol, ma questo suo unico errore è sommerso da una serie di interventi tanto decisivi quanto spettacolari.
Maj 6.5 Legge bene le giocate avversarie e recupera diversi palloni, coi quali prova poi a verticalizzare.
7' st Fontana 6.5 Sicuro in chiusura, riesce anche a portare su la squadra palla al piede.
Marchetti 6 Fatica a contenere l’ispiratissimo numero 9 avversario, e qualche suo errore costa caro alla squadra. Ma mostra un senso della posizione comunque lodevole.
Sollo 6 Non riesce a rendersi incisivo, ma dà una mano in tutto il campo sia in fase di possesso che di copertura.
1' st Personeni 6.5 Cerca costantemente la profondità e prova a costruire azioni offensive, rendendosi protagonista di qualche guizzo.
Torri 6.5 Rapido e tempestivo in chiusura, dialoga bene coi compagni e fa il possibile per mantenere solida la difesa.
Marcigot 6 Lotta su ogni pallone e riesce a rilanciare, facendosi perdonare l’autorete nel primo tempo.
Marongiu 7 Grazie al suo controllo palla e alla sua visione di gioco, riesce a manovrare il pallone in fase offensiva e a verticalizzare, fornendo l’assist per il gol.
22' st Caddeo 6.5 Entra in una fase in cui lo svantaggio è grande e il morale è basso, ma riesce comunque a rendersi pericoloso lungo la fascia facendo salire la squadra.
Gallacci 6 Lotta su ogni pallone, sprecando poco anche quando manca lo spazio per costruire.
4' st Warnakulasooriya 6 Prova a incidere in fase offensiva, riuscendo a dare del filo da torcere alla difesa avversaria, anche senza palla.
Boido 6.5 Cerca costantemente la profondità, provando a sorprendere la difesa tenendosi in posizione pericolosa.
Bronzini 6 Prova a costruire sulla trequarti, trovando qualche varco per arrivare in area.
19' st Lanza 6.5 Smista bene ogni pallone che riceve, riuscendo a dare lucidità alla manovra di possesso anche quando la sua squadra non riesce a uscire dalla propria metà campo.
Giampietro 7 Il palo gli nega il gol su rigore, ma non demorde e riapre la partita poco dopo. Con la sua velocità riesce anche a impensierire la difesa in diverse occasioni.
All. Peri 6.5 La sconfitta è pesante, ma la sua squadra ha mostrato comunque la sua qualità, specialmente in un primo tempo che li ha visti giocarsela alla pari e provare a rimettersi in gara.


MASSERONI

Prati 6.5 Sempre attento sulle giocate avversarie, i suoi interventi salvano la porta in diverse circostanze.
Sotelo 6.5 Chiude bene ogni spazio lungo la fascia, recuperando palloni con cui poi costruisce dal basso.
6' st Cannone 6.5 Riesce a mantenere la difesa solida e lucida, riducendo al minimo i rischi creati dagli avversari.
Illario 7 Copre bene in fase di non possesso, ma è palla al piede che riesce a brillare, portando la squadra in attacco coi suoi passaggi come con l’assist fornito per il secondo gol.
22' st Scarabelli 6.5 Mostra qualche indecisione quando ha palla, ma compensa con interventi decisivi anche quando sembra in svantaggio sull’avversario.
Bassani 6.5 Copre bene la sua porzione di campo, fungendo da metronomo in fase di costruzione.
25' st Deodato 6.5 Nel finale, trova continuamente pertugi per creare azioni offensive, specialmente lungo la sua fascia.
Lucianò 7 Ottima lettura difensiva: non si lascia sorprendere dalla rapidità degli attaccanti avversari, conducendo una difesa solida e organizzata per quasi tutta la partita.
24' st Bisog 6.5 Lotta su ogni pallone e tiene alta la retrovia, chiudendo gli spazi agli avversari.
Palomba 7 Grazie al suo senso della posizione, non si fa mai trovare impreparato. Si rende protagonista di una buona prestazione sia in fase di copertura che di possesso, dando il suo apporto anche alla manovra offensiva.
13' st Mazzon 6.5 Entra col compito di dare continuità alla prestazione della squadra, e ci riesce grazie alla sua visione di gioco e qualità palla al piede.
Villa Santa 6.5 Trova spazi per vie centrali nella metà campo avversaria, dando inizio ad alcune azioni offensive.
1' st Cordera 7 Lotta in cerca di spazi sia sulla fascia che per vie centrali, dove va vicino al gol in diverse occasioni prima di andare a segno.
Braga 9 Migliore in campo anche senza gol. Col suo controllo e la sua rapidità, dà inizio alla maggior parte delle azioni offensive dei suoi, rendendosi imprevedibile - e immarcabile - sia lungo le fasce che per vie centrali.
Alagna 7 Segna il gol che sblocca la partita, per poi offrire una prestazione costante e positiva con la sua visione di gioco.
Galantucci C. 9 Oltre alla tripletta, ha messo in mostra tutta la sua qualità in fase offensiva, fraseggiando coi compagni e trovando costantemente spazi per dirigersi in area.
15' st Intini 8 Entra con la voglia di mettersi in mostra e ci riesce. Trova subito il suo posto in campo, dialogando con disinvoltura coi compagni e mettendo in mostra la sua qualità coi piedi. Segna anche una doppietta nel giro di due minuti.
All. Piccirillo 7.5 Nel primo tempo, la sua squadra ha saputo chiudere la gara pur soffrendo qualche giocata avversaria. Nella ripresa i suoi si sono totalmente imposti sul campo, portando a casa una vittoria netta e convincente.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400