Cerca

Under 16

Decima vittoria consecutiva per i Falchi: Maffi e Serralunga trascinatori

Lo Schiaffino prova a giocare, ma non è fortunato negli episodi: vittoria di carattere per i ragazzi di Russo, che prolungano il filotto

Serralunga e Maffi

Serralunga e Maffi, gli autori dei gol e i migliori in campo dell'Aldini nella sfida contro lo Schiaffino

L'Aldini di Russo ospita lo Schiaffino di Conte e vince 3-0 al termine di una partita ben giocata da entrambe le formazioni. Per i Falchi questa è la decima vittoria consecutiva; numeri veramente impressionanti. Serralunga gioca la solita partita da fenomeno in difesa e quando sale sui calci da fermo è sempre pericoloso e trova anche il gol. Maffi completamente scatenato in velocità e i suoi due gol racchiudono tutta la sua tecnica e qualità. Russo vuole vincerle tutte per stare con il fiato sul collo ad Innamorato e il suo Lombardia Uno: finora ci sta riuscendo con grande carattere e cuore. Per lo Schiaffino questa è la quinta sconfitta consecutiva, ma rispetto alla scorsa giornata qualche risposta dai propri giocatori il tecnico Conte l'ha avuta.

PRIMO TEMPO RICCO DI EMOZIONI

Primo tempo non facile per l’Aldini che non ha molto spazio per esprimere il proprio gioco micidiale in verticale, ma che riesce comunque a sbloccare la gara mettendola in discesa. Lo Schiaffino cerca spesso la soluzione da fuori perché fatica ad arrivare in area, ma non riesce ad essere sufficientemente preciso. La prima chance del match è proprio per i padroni di casa, che vanno vicini al gol con Ferrando: il numero dieci raccoglie un pallone al limite e di sinistro in girata cerca la porta, la palla prende un bell’effetto e colpisce in pieno il palo. Ci provano gli ospiti rubando palla sulla trequarti e guadagnando una punizione pericolosa e Colinati prova ad andare direttamente in porta: la palla scavalca la barriera e si abbassa all’ultimo, ma termina larga. Bello l’inserimento di Tanzi in area di rigore al 16’, ma il suo cross sul secondo palo è un po’ impreciso. Poco dopo è Maffi dalla destra ad entrare in area e danzare sulla linea di fondo; il suo pallone al centro è accolto dal tiro al volo di Gentile, che però non trova lo specchio della porta. Al 21’ lo Schiaffino prova un’imbucata in verticale per Colinati, inseguito da Serralunga che non lo molla un secondo e alla fine gli tocca via il pallone da grande difensore centrale. Qualche giro di lancetta più tardi è Brambilla a ricevere sulla trequarti da Marandoil dieci si sistema il pallone e calcia forte, non trovando la porta di poco. Al 26’ c’è la più grande occasione per i biancorossi, perché Colinati ancora su punizione cerca la porta: questa volta la palla è perfetta, ma colpisce in pieno l’incrocio dei pali.

Un minuto dopo arriva il gol dei padroni di casa: Lione mette una splendida palla al centro dell’area e Serralunga si inserisce e stacca di testa perfettamente mandando il pallone nell’angolo e sbloccando il match. Grande giocata di Brambilla al 32’ che manda in profondità Colinati, ma il solito Serralunga ci mette una pezza rifugiandosi in angolo. A quattro dalla fine Ferrando ci prova su punizione: il dieci dell’Aldini calcia forte di collo, ma il pallone non prende l’effetto desiderato e finisce largo di un metro abbondante. All’ultimo minuto di primo tempo Pagliuca recupera un ottimo pallone e favorisce Gentile che lancia subito Maffi in profondità: il numero 7 è solo davanti a Montorfano, lo salta secco con una finta da grande attaccante e a porta vuota insacca mandando i compagni a risposo sul 2-0.

RIPRESA DI GESTIONE

Secondo tempo in cui l’Aldini non rinuncia ad attaccare, ma si difende anche bene; lo Schiaffino ha una grande chance per rientrare in partita, ma la sciupa clamorosamente. I ritmi scendono notevolmente, ma nessuna delle due squadre vuole smettere di giocare. Al 7’ Tanzi insegue D’Andretta che viaggia sulla sinistra; giunto in area lo stende e il direttore di gara indica il dischetto. Dagli undici metri va Marando, ma calcia troppo centrale e Finoli respinge e sulla ribattuta Ciullo spazza. Sfuma così un’occasione importantissima per lo Schiaffino di rientrare in partita.

Bellissima azione dei Falchi al 14’: Pagliuca lancia Maffi sulla destra e l’esterno cerca Di Chiara in mezzo: l’undici calcia in girata fortissimo, ma Montorfano gli blocca a terra la conclusione. Gli ospiti ci provano e cercano di dare tutto nel finale per provare a riaprire il discorso; Colinati nello stretto gioca veramente un ottimo calcio, ma raramente riesce ad arrivare alla conclusione in modo pulito. Maffi sfiora il gol del ko con un destro potente sul secondo palo dalla sinistra: Montorfano si oppone con una parata sensazionale. Allo scadere lancio lungo per Maffi che corre velocissimo: tocco a scavalcare Montorfano e sulla linea di porta prima fa un sombrero per mandare fuori tempo Rizzo e di mancino a porta vuota sigla il 3-0 finale.

IL TABELLINO

ALDINI-SCHIAFFINO 3-0
RETI: 27' Serralunga (A), 39' Maffi (A), 38' st Maffi (A).
ALDINI (4-2-3-1): Finoli 7, Tanzi 6.5 (17' st Ciarrapica 6.5), Ardizzone 7, Pagliuca 7.5 (35' st Vieriu sv), Serralunga 7.5 (17' st Gjonaj 6.5), Ciullo 7, Maffi 8, Lione 7.5 (23' st Medicea 6.5), Gentile 7, Ferrando 6.5, Di Chiara 6.5 (23' st Torti 6). A disp. Zappatore, Faragau Mindrean, Garavaglia. All. Russo 7. Dir. Tiriolo.
SCHIAFFINO (4-3-2-1): Montorfano 6.5, Bisicchia 6.5, D'Andretta 7 (15' st Castello 6), Guerra 6 (30' st Bonaiti sv), Marra 6.5, Rizzo 6, Marando 6 (15' st Zimelli 6), Campitelli 6.5, Colinati 7 (30' st Mariani R. sv), Brambilla 7 (39' st Mariani sv), Rigamonti 6. A disp. Petriccione, Lacci, Ravazzani. All. Conte 6.5.
ARBITRO: Masciullo di Milano 7.
AMMONITI: Torti (A), Ciullo (A), Tanzi (A).

LE INTERVISTE


Russo si aspettava una partita non facile ed è contento di come i propri ragazzi l'abbiano interpretata, anche se pensa che si possa fare anche qualcosa di più: «Poteva essere insidiosa questa partita, loro sono una buona squadra. Mi aspettavo qualcosina di più da parte nostra, c'è stata un po’ di sufficienza a tratti che non mi è piaciuta. Abbiamo fatto comunque tre gol e non è poco, perciò sono contento. Potevamo tenere il ritmo del primo tempo anche nella ripresa, non volevo che calassimo così. Questa è la decima vittoria di fila, non dimentichiamolo. Dobbiamo entrare in campo con la consapevolezza di essere forti e giocare un calcio anche migliore di questo, per poter fare bella figura nella fase finale».


Qualche risposta Conte l'ha avuta dai suoi giocatori, anche se non sono arrivati dei punti: «Secondo me siamo stati dentro la partita e ce la siamo giocata quasi alla pari, per quelle che sono le differenze di organico e di entusiasmo in questo momento.  Abbiamo continuato a provarci. Purtroppo gli episodi non ci sono girati bene. Abbiamo avuto 3 o 4 situazioni interessanti, ma non siamo riusciti a fare gol. Dispiace perché se entra quel rigore forse la partita cambia completamente. Non credo meritassimo un risultato così pesante. Prestazione comunque positiva rispetto alla scorsa giornata. Ora affrontiamo squadre alla nostra portata e sarà importante tornare a fare punti e salvarci».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400