Cerca

Under 16

Il matador Kabori e un grande Simone spingono il Manara verso una grande vittoria

Tante emozioni in campo: il Bresso prova a dare una scossa, ma i padroni di casa la sigillano nella ripresa

Luciano Manara-Bresso

Armando Simone: doppietta e titolo di migliore in campo per lui

Termina con un eloquente 7-1 la gara tra Manara e Bresso: un risultato che racconta di una partita dinamica e capace di offrire diversi momenti di rilievo. Il match si apre con una pressione energica da parte dei padroni di casa che. infatti. aprono le marcature già all’8’ con Kabori, a cui bastano altri dieci minuti per siglare la doppietta personale. Al tabellino marcatori si iscrive presto Simone con due reti che permettono al Manara di chiudere il primo tempo sul 4-0. La ripresa però vede protagonista un combattivo Bresso che in apertura va in gol su punizione di Bonanno: sembra esserci un cambio di rotta nella gara ma presto i ragazzi di Rigamonti si ricompattano e ne riprendono il controllo. Buzzi, Corbetta e infine il capitano Geddo mettono il proprio nome sul tabellino per contribuire al risultato finale.

APERTURA DI FUOCO 

Il Manara cerca una vittoria in più per consolidare ulteriormente il proprio percorso, mentre il Bresso deve assolutamente accumulare più punti possibili a questo punto del suo cammino. La prima occasione per i padroni di casa arriva al 2’ quando Geddo riesce ad entrare in area dalla corsia di sinistra e ad aprire per il centro dove Kabori arriva a rimorchio: il numero 8 però strozza troppo il tiro ed il pallone termina dolcemente tra le mani di Bruno. Al 6’ bella iniziativa di Fumagalli che dopo essere entrato in area prima scarta Zheng e poi prova a eludere anche un secondo difensore, ma Donato è bravo a prendere il tempo e schermarlo. Il Bresso prova a sfruttare delle buone geometrie e sopratutto il gioco lungo le corsie, arrivando in un paio di occasioni a sollecitare la difesa di casa. L’inerzia inaugurale però premia il Manara che all’8’ passa in vantaggio: la firma è di Kabori che prende possesso della palla e dopo essere entrato in area mette a sedere Bruno per poi appoggiare comodamente in porta. Il Bresso cerca di sfruttare la rete subita come spinta emotiva per trovare la quadra offensiva: al 12’ Aldrovandi è servito con un buon pallone ed apre il sinistro venendo però murato dalla difesa di casa. Il Manara però è visibilmente in controllo della gara e al netto di qualche sbavatura continua a portare una pressione costante arrivando a sfiorare il raddoppio in un paio di occasioni: al 17’ il solito Fumagalli serve per il centro area ma Simone manca per pochi centimetri l’appuntamento con il pallone. Il gol sembra essere nell’aria e infatti al 19’ arriva il 2-0: è ancora Kabori ad approfittare di un pallone vagante sulla respinta di Bruno e ad insaccare nella porta sguarnita. Nemmeno il tempo per gli avversari di prendere le misure che al 22’ arriva il gol del 3-0 firmato questa volta da Simone, che brucia la sbilanciata linea difensiva del Bresso e infila il portiere con una diagonale dal lato destro. La prima vera occasione del Bresso arriva al 30’ quando Pannuti ha una palla gol in centro area: il tiro è ben eseguito, ma Grimaldi compie un miracolo parando da distanza ravvicinata con la mano di richiamo evitando una rete sicura. Pochi minuti dopo è Bruno a siglare un ottimo intervento per proteggere la porta. Al 35’ arriva il gol del 4-0 con il quale il Manara chiude un primo tempo praticamente a senso unico: a segnare è ancora Simone, libero di appoggiare il pallone sull’ottimo assist di Fumagalli. Il Bresso ha un’ultima occasione per riaprire almeno parzialmente i giochi con Pannuti, che manca di pochissimo l’appuntamento con una potenziale palla gol grazie a un’efficace copertura della difesa.

CHIUDERE IL CERCHIO 

A dispetto del risultato parziale, il secondo tempo si apre con un buon piglio degli ospiti: è il Bresso a inaugurare le danze distinguendosi da subito per la maggior concentrazione dispiegata. Ed ecco che i ragazzi di Gonzaga riescono finalmente ad andare in gol grazie alla bella punizione battuta da Bonanno dal limite dell’area, con la palla che scavalca la barriera e si infila sotto l’incrocio. Rigamonti percepisce che un inizio lezioso può condizionare anche una partita all’apparenza in controllo e opta per i cambi. La mossa sortisce il giusto effetto e il Manara rientra presto in gara, portandosi diverse volte oltre la trequarti e riproponendo i meccanismi che ne hanno fatto la fortuna nel primo tempo. Al 15’ Sala si propone con un tiro-cross che scavalca la porta e pochi minuti dopo Fumagalli batte una buona punizione che costringe Bruno a uscire con entrambi i pugni. La pressione portata alla fine presenta il conto e al 25’ arriva il 5-1: stavolta è Buzzi a mettere la palla in rete inserendosi nell’area affollata e pescando il tocco vincente. Gli ospiti si propongono con una punizione affilata ma che non trova il riscontro sperato. Giusto il tempo di un altro paio di giri dell’orologio e su un buono scambio dei padroni di casa arriva il gol del 6-1 con il neo entrato Corbetta che controlla dal limite dell’area e infila Bruno con il sinistro. Al 34’ grande incursione di Aldrovandi, uno dei migliori dei suoi, che scarta un paio di avversarsi e serve Gatti che però non riesce a connettere. Nonostante il vantaggio maturato il Manara non smette di spingere e al 41’ anche Geddo si iscrive con un tiro calibrato al tabellino dei marcatori per il 7-1 conclusivo. Il triplice fischio consegna ai padroni di casa i tre punti conquistati con ampio distacco su un avversario in giornata no, ma comunque in grado di mostrare sprazzi di buon gioco. 

IL TABELLINO

LUCIANO MANARA-BRESSO 7-1
RETI (4-0, 4-1, 7-1) : 8’ Kabori (M), 19’ Kabori (M), 22’ Simone (M), 35’ Simone (M), 5’ st Bonanno (B), 25’ st Buzzi (M), 28’ st Corbetta (M), 41’ st Geddo (M).
LUCIANO MANARA (4-4-2): Grimoldi 7, Manzoni 7 (25’ st Canzi sv), Geddo 8, Frigerio 6.5 (7’ st Valsecchi 6.5), Mattiacci 7 (20’ st Cicala 6.5), Buzzi 7.5, Spandri 6.5 (7’ st Fumagalli F. 6.5), Kabori 8.5 (1’ st Sala 7), Simone 8.5 (13’ st Corbetta 7.5), Gouba 7.5, Fumagalli S. 8 (23’ st Radaelli 6.5). A disp. Aloise. All. Rigamonti 7. Dir. Giussani. 
BRESSO (4-3-3): Bruno 6.5, Zheng 6 (1’ st Combi 6.5), Biello 6, Bonanno 7, Donato 6, Ursulyak 6.5, Bertoni 6.5 (21’ st Gatti 6), Testa 6, Pannuti 6, Aldrovandi 6.5, Apricena 6. A disp. Sanga, Cimbro. All. Manzo - Gonzaga. 
ARBITRO: Zanardi di Bergamo 6.5.
AMMONITI: Kabori (M), Ursulyak (B), Frigerio (M), Combi (B).

LE PAGELLE

LUCIANO MANARA

Grimoldi 7 L’intervento nel primo tempo è di un’altra categoria e denota un livello di attenzione sempre alto. 
Manzoni 7 Lavora bene nella propria zona, aiutando i compagni ad aprire il campo ogni volta che ne ha l’occasione (25’ st Canzi sv). 
Geddo 8 Buon esempio di leadership. Quando sale palla al piede è sempre pericoloso e sa coprire bene la fascia di competenza, come testimoniato anche dalla rete siglata nel finale. 
Frigerio 6.5 Coadiuva il compagno di reparto con intelligenza e mezzi tecnici, bravo a smistare i palloni che gli arrivano.
7’ st Valsecchi 6.5 Entra in un momento in cui sono richiesti controllo e giocate semplici: mette in mostra di entrambi gli aspetti. 
Mattiacci 7 Lavora con personalità nella linea difensiva dove sigla un paio di buoni interventi.
20’ st Cicala 6.5 Entra con il giusto piglio e riesce a dar prova del suo comparto tecnico.  
Buzzi 7.5 Suo il gol del 5-1 per riportare ordine. Sempre attento sulle giocate avversarie, è abile nel lavorare anche sotto pressione. 
Spandri 6.5 Si distingue sulla corsia esterna dove sa offrire un buon contributo in termini di corsa e impegno.
7’ st Fumagalli F. 6.5 Qualche sbavatura in impostazione ma niente che comprometta la performance generale. Si mette in luce per l’impegno promulgato.
Kabori 8.5 Autore della doppietta che apre le marcature. Gioca solo i primi 45 minuti ma bastano per fargli esprimere le sue capacità.
1’ st Sala 7 Si esprime bene, giocando con ritmo ed evitando di dare punti di riferimento agli avversari.
Simone 8.5 Si iscrive presto al tabellino marcatori con una bella doppietta. Bravo anche a lavorare per i compagni.
13’ st Corbetta 7.5 Gioca bene ed offre sempre il proprio contributo offensivo, come testimoniato dal gol messo a referto. 
Gouba 7.5 Ha sul piede diverse buone occasioni. Non va in gol ma il contributo in attacco è ampiamente visibile, specialmente sotto il profilo della rapidità messa in mostra. 
Fumagalli 8 Uno dei migliori in campo, quando si invola in fascia è imprendibile e serve al meglio i compagni.
23’ st Radaelli 6.5 Non ha molto tempo per mettersi in mostra ma riesce comunque a contribuire alla linea difensiva di casa. 
All. Rigamonti 7 Infonde da subito il giusto approccio ai suoi che lo premiano con una grande dimostrazione.

Hamza Kabori: apre le marcature con una doppietta e mette in discesa la gara per i suoi

BRESSO

Bruno 6.5 Anche nella giornata storta sa distinguersi per alcuni buoni interventi e tendenzialmente è incolpevole sulle reti subite. 
Zheng 6 Riesce a siglare qualche buona lettura, anche se il confronto con gli esterni avversari è piuttosto complicato. 
1’ st Combi 6.5 Entra con un buon piglio, specialmente considerando il momento, e gioca una ripresa del giusto calibro. 
Biello 6 Cerca di offrire il proprio contributo nella linea difensiva, ma come per i compagni di reparto la giornata è piuttosto ostica. 
Bonanno 7  Autore del (gran) gol della bandiera, disputa una buona gara lavorando ampiamente per i compagni.
Donato 6 Prova ad aiutare il compagno di reparto e ci riesce con qualche buona chiusura sulle traiettorie avversarie. 
Ursulyak 6.5 Performance basata su lettura e controllo, anche se con qualche sbavatura nella prima metà di gara. 
Bertoni 6.5 Molto abile nelle incursioni palla al piede e nel palleggio nello stretto: quando parte è difficile da contenere.
21’ st Gatti 6 Entra in un momento molto complicato dove cerca di prodigarsi come meglio può. 
Testa 6 Sigla un paio di aperture interessanti che però non trovano la concretizzazione sperata. Il contributo è positivo. 
Pannuti 6 Il primo tempo è positivo e si mette in mostra con alcune giocatote pericolose. Nella ripresa cala di intensità. 
Aldrovandi 6.5 Gara decisamente buona la sua: lotta sino alla fine aprendo il campo per i compagni e dando sfoggio di tecnica e concentrazione. 
Apricena 6 Il primo tempo è piuttosto opaco, ma nella ripresa cresce gradualmente ed è uno degli ultimi a staccare la spina. 
All. Manzo - Gonzaga 6 La partita è prevedibilmente complicata. Provano a mettere una pezza dove possono ma avere la panchina corta non aiuta in giornate come queste. 

ARBITRO

Zanardi di Bergamo 6.5 Fischia il giusto e dirige una gara ordinata e senza troppi episodi di nervosismo. 

LE INTERVISTE

Soddisfatto ma consapevole il tecnico di casa Simone Rigamonti: «La gara di oggi è senz’altro positiva, ma devi comunque fare quello step in più se vuoi giocare bene in ottica Élite. Il Bresso ha avuto comunque alcune chance che, anche se non sempre tradotte in gol, hanno messo in luce dei nostri cali di concentrazione da evitare a prescindere dal risultato. Io sono molto pretenzioso. Posso però dire che il percorso recente ha fatto crescere i ragazzi anche a livello di mentalità. Il gruppo ha la giusta qualità per fare l’Élite ma manca ancora qualcosa a livello di atteggiamento: ad esempio si parla poco in campo ed è una cosa da correggere in ottica futura. Questo è un gruppo che lavora insieme da tanti anni ed è un elemento che può essere un vantaggio o uno svantaggio a seconda delle occasioni: devono diventare sicuri di sé ma senza essere presuntuosi, perché le difficoltà sono dietro ogni angolo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400