Cerca

Under 16

La rincorsa playoff incrocia il cammino del terribile trio: come andrà a finire?

Per la Real Calepina un finale da brivido: buon pareggio col Sarnico, ora Breno e Brusaporto

Lorenzo Finetti

Lorenzo Finetti, centrocampista e capitano della Real Calepina

Centrare la qualificazione ai playoff è sempre una bella soddisfazione, che a pieno diritto può e deve rendere soddisfatti. Quando ti chiami Real Calepina, tuttavia, questo traguardo lo vedi solo come un punto di partenza. Le ambizioni, infatti, sono di una portata ben maggiore e finalizzate a ritagliarsi un ruolo da protagonista il più a lungo possibile anche nella post-season. A tre giornate dal termine del campionato, però, l’accesso alla fase finale del torneo Under 16 è ancora tutto da conquistare. Vediamo la situazione nel girone D, per l'appunto quello in cui sono impegnati i biancocelesti.

LA SCHEDA DELLA REAL CALEPINA

  • POSIZIONE IN CLASSIFICA: 5° posto
  • PUNTI: 36
  • DISTANZA DAL 4°POSTO (PLAYOFF): -5 punti
  • RENDIMENTO IN CASA: 21 punti (6 vittorie, 3 pareggi, 3 sconfitte)
  • RENDIMENTO IN TRASFERTA: 15 punti (4 vittorie, 3 pareggi, 4 sconfitte)
  • MEDIA PUNTI GIRONE D'ANDATA: 1.15 (15 punti in 13 giornate)
  • MEDIA PUNTI GIRONE DI RITORNO: attualmente 2.1 (21 punti in 10 giornate)
  • GOL FATTI: 56 (quarto miglior attacco)
  • GOL SUBITI: 40 (sesta miglior difesa)

QUARTO POSTO CERCASI

Il 4° posto, a questo punto della stagione vera croce e delizia per molte squadre, dista 5 punti. Non proprio pochi, visto il poco tempo a disposizione per tentare la rimonta. Fino a che la matematica lo permetterà bisognerà provarci, certo, ma comunque davanti c’è una squadra - del calibro dello Scanzorosciate - da agganciare e, nondimeno, superare. E, si sa, rosicchiare punti è un’impresa non sempre destinata a compiersi. Provarci, però, è d’obbligo. In special modo, poi, quando la qualità della rosa a disposizione lo permette ampiamente. Ricapitolando: lo Scanzorosciate con i suoi 41 punti sarebbe, attualmente, l’ultima squadra a strappare il pass per i playoff. La Real Calepina insegue a quota 36, poi Mario Rigamonti a 34 e Franciacorta 31 (la squadra di Archetti con una gara in meno). Una vera battaglia a suon di gol, insomma.

La Real Calepina del tecnico Bolzagni si sta rendendo protagonista di ottimo girone di ritorno, scalando velocemente la classifica

CALENDARIO DA BRIVIDO

Per non farsi mancare nulla, ecco che anche il calendario si presenta puntuale a creare suspance. I biancocelesti, infatti, avranno una conclusione di campionato davvero complicato. Ottenuto un buon punto contro la corazzata Uesse Sarnico (in casa, terminata 1-1), ora sono in programma altre due gare a dir poco temibili al cospetto di Breno e Brusaporto (in trasferta), poi ultimo turno contro il Ghedi (già salvo) in quel di Telgate. Se l’ultima gara - almeno sulla carta - risulta più agevole, quello contro il trio di testa è un impegno da far tremare i polsi, anche se il positivo primo step contro i blues sarà portatore di ulteriore morale e fiducia. Portare a casa punti (come accaduto contro il temibile Sarnico) in ogni sfida con un grado di difficoltà così elevato sarebbe senza dubbio un grande attestato di merito, oltre a una notevole iniezione di fiducia.

Achille Pesenti, perno fondamentale dei biancocelesti sulla linea mediana

CAMBIO DI PASSO

Il tecnico Cristian Bolzagni, però, potrà fare affidamento su una squadra che è stata capace di ricompattarsi efficacemente nel girone di ritorno. Dopo una prima parte di stagione poco brillante (con 15 punti in 13 giornate), la svolta è stata di quelle veramente totali e portatrici di aria nuova. L’undici biancoceleste ha serrato i ranghi, iniziando a macinare gioco e prestazioni convincenti. I punti raccolti (ben 21 sui 30 disponibili fin qui) sono stati un cospicuo bottino che ha rilanciato pienamente le ambizioni della società bergamasca. E quando l'entusiasmo torna protagonista tutto è possibile.

Ihor Palonov (a sinistra) e Antwi Darko Benaia (a destra), 9 gol a testa e migliori realizzatori per la formazione bergamasca

GOL E COMPATTEZZA

La Real Calepina dispone del quarto attacco più prolifico del campionato e, infatti, i nomi di Ihor Palonov e Antwi Darko Benaia sono quelli più di spicco. Il computo delle reti segnate dai due arriva a 18. Subito dietro, ecco Nicolò Bonfadini Francesco Bertocchi con 7 sigilli. Per Federico Poloni, invece, sono i centri realizzati. Insomma, una formazione votata all’attacco che, pur non disponendo di un cannoniere da 20 gol a stagione, sta facendo sentire tutto il proprio peso offensivo. Con una manovra collettiva, come detto sopra, che ha trovato fluidità e sostanza. Grazie anche a giocatori del calibro di Lorenzo Finetti e Achille Pesenti che, in mezzo al campo, sono un’assoluta certezza in termini di qualità e quantità.

Nicolò Bonfadini, altro giocatore estremamente importante per i biancocelesti e autore di 7 gol in stagione

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400