Cerca

Under 16

Impresa dei rossoblù in inferiorità per più di un'ora: Birtolo piazza la zampata

Coda non basta, il Venaria non riesce a sfondare; per il Pianezza è un punto fondamentale

Crescenzo e Birtolo, Pianezza

Crescenzo e Birtolo, Pianezza

Nonostante più di un'ora in superiorità numerica il Venaria non riesce a sfondare il muro eretto dal Pianezza, tra Cervotti e rossoblù finisce in parità. Eppure le cose sembravano essersi bene per i padroni di casa di Paolo Petrucci, che si erano portati in vantaggio con Coda e al 25' avevano beneficiato del rosso diretto sventolato a Carlo Ongari. Nella ripresa però la zampata di Steven Birtolo fissa il punteggio sull'1-1 per la felicità del padre Alex, che ora si giocherà tutto all'ultimo turno contro il già retrocesso Settimo. 

Strada in discesa? Per l'importantissimo impegno in chiave salvezza Paolo Petrucci schiera il suo Venaria con il 4-3-3: tra i pali c'è Scotti, i terzini sono Monti e Iuliani mentre Lorenzi e Mintah formano la coppia centrale. Medelin dirige le operazioni in mezzo al campo, con ai suoi lati Murgia e Rasello; in avanti Garnone e Coda giocano a supporto di Echinoppe. Alex Birtolo risponde con il 3-5-2: Crescenzo a difesa dei pali, terzetto difensivo formato da Marrone, Salubro e Monteriso; Luongo e Simone Ongari giocano a tutta fascia, in mezzo ci sono Ligas e Carlo Ongari con Steven Birtolo; in avanti Zaccagnino e Gentile. La posta in gioco è alta e le due squadre partono forti fin da subito: Garnone si destreggia a destra e mette in mezzo per Echinoppe, appoggio del numero 11 per Medelin fuori area che esplode il destro, palla che termina alta; sul ribaltamento di fronte ci prova Gentile con un mancino di controbalzo, ma il numero 10 non inquadra lo specchio. Al 10' i padroni di casa sono avanti: gran lavoro di Murgia sulla corsia destra, cross preciso per Coda che taglia benissimo in area e deposita in rete da pochi passi, 1-0. Funziona bene la catena destra del Venaria, Garnone è imprendibile e trova ancora il corridoio per Echinoppe, che si gira e calcia alzando troppo la mira. Il Pianezza trova il pareggio al 19' con il colpo di testa di Zaccagnino su assist al bacio di Simone Ongari, ma l'azione era ferma per fuorigioco del numero 9. Al 23' insistono gli ospiti con Birtolo che scambia con Gentile e apre bene a destra per Luongo, tiro incrociato e palla che sfiora il palo alla destra di Scotti e termina fuori. Al 25' l'episodio che sembra indirizzare pesantemente la contesa: Luongo entra in area, dribbla l'uscita di Scotti e appoggia a Zaccagnino che calcia, Mintah appostato sulla linea di porta devia il pallone di testa sulla traversa e salva il vantaggio; sugli sviluppi della stessa azione offensiva Carlo Ongari cerca di calciare il pallone ma prende in pieno Medelin che cercava di rinviare, per il direttore di gara si tratta di gioco pericoloso e sceglie di espellere il numero 8 rossoblù, decisione che appare eccessiva. Il Pianezza subisce l'iniziativa del Venaria, alla ricerca del raddoppio, ma non rinuncia ad attaccare e nell'ultimo minuto di recupero va ad un'unghia dal pareggio: punizione incredibile da circa 30 metri di Birtolo, Scotti riesce a deviare quel tanto che basta per spedire la sfera nuovamente sulla traversa.

La zampata del capitano. Petrucci sceglie di lasciare Iuliani negli spogliatoi ed inserire il versatile Meduri, ma è il Pianezza ad andare ancora una volta vicino all'1-1: Rasello sbaglia un disimpegno, Gentile recupera palla e la appoggia a Birtolo che spara da buona posizione, palla che sorvola la traversa. Tra i padroni di casa entra anche Ena che al 16' viene lanciato da Echinoppe a tu per tu con Crescenzo, con il numero 1 rossoblù che è bravissimo a uscire e a chiudere lo specchio intercettando il tiro dell'esterno dei Cervotti. La legge del "gol sbagliato, gol subito" si concretizza al 24': sugli sviluppi di un calcio di punizione è Birtolo il più lesto ad avventarsi sulla palla e a scaraventarla in porta, è 1-1. I padroni di casa subiscono il contraccolpo psicologico, ma provano comunque a mantenere la calma e a riorganizzare le idee e le manovre: al 34' Murgia calcia di potenza da destra, Crescenzo è attento e manda in angolo. Nei padroni di casa entrano anche Brunazzo e Bordone, con il secondo che serve il primo in area per la conclusione da pochi passi, ma c'è ancora Crescenzo sulla strada dei Cervotti. L'ultima occasione per la squadra di Petrucci capita sui piedi dell'onnipresente Murgia, che riceve a rimorchio da Ena e prova a calciare spedendo però alto. Al triplice fischio festeggia il Pianezza per un punto che, per come si erano messe le cose, vale oro; per il Venaria si fa invece molto dura evitare i playout, anche perché nel prossimo ed ultimo turno i Cervotti faranno visita al Volpiano.

IL TABELLINO

VENARIA-PIANEZZA 1-1
RETI (1-0, 1-1): 10' Coda (V), 24' st Birtolo (P).
VENARIA (4-3-3): Scotti 6.5, Monti 6 (10' st Cottone 6.5), Iuliani 6 (1' st Meduri 6.5), Lorenzi 6.5, Mintah Tandoh 7.5, Murgia 7.5, Garnone 6.5 (10' st Ena 6), Rasello 6.5 (31' st Carretta sv), Coda 7 (22' st Capogna M. 6.5), Medelin 6.5 (36' st Bordone sv), Echinoppe Anglesio 6.5 (18' st Brunazzo 6). A disp. Cucinotto, Battaglia. All. Petrucci Paolo 6.5. Dir. Coda.
PIANEZZA (3-5-2): Crescenzo 7.5, Marrone 6, Monteriso 7, Birtolo 7.5, Salubro 7, Ligas 6.5, Luongo 6.5 (22' st Abrate 6), Ongari Carlo 6, Zaccagnino 6.5 (14' st Galasso 6), Gentile 6.5, Ongari Simone 6.5 (36' st Scalise sv). A disp. Gugliotta, Chioccia, Busceti, Lo Presti, Galassi. All. Birtolo 7. Dir. Monteriso.
ARBITRO: Cannitello di Nichelino 5.5.
AMMONITI: 15' Salubro (P), 32' Monteriso (P), 2' st Coda (V), 15' st Ena (V), 20' st Lorenzi (V), 40' st Scalise (P).
ESPULSI: 25' Ongari Carlo (P).

Mintah e Murgia

Venaria: Mintah e Murgia

LE PAGELLE

VENARIA

Scotti 6.5 Non può nulla sulla zampata da pochi passi di Birtolo, ma è bravissimo a deviare sulla traversa la punizione da distanza siderale calciata dal capitano rossoblù.
Monti 6 Copre le uscite offensive di Garnone, in alcune occasioni soffre un po' le iniziative di Simone Ongari che lo punta con costanza da quella parte.
10' st Cottone 6.5 Mezz'ora di concentrazione e personalità da parte del classe 2007, che affianca bene Lorenzi al centro della difesa e non concede nulla agli attaccanti ospiti.
Iuliani 6 Alterna qualche discesa interessante a sinistra con alcuni momenti di black out in cui rischia di spianare la strada agli inserimenti Luongo.
1' st Meduri 6.5 Entra come terzino sinistro, poi passa a destra con l'ingresso di Cottone; se la cava bene in entrambi i ruoli e nel finale prova a mettere palloni in area con lanci precisi dalle retrovie.
Lorenzi 6.5 Dà come sempre il suo apporto al centro della difesa, chiudendo bene gli spazi e intercettando un paio di palloni che avrebbero potuto causare problemi seri.
Mintah 7.5 Ha l'enorme merito di deviare sulla traversa il tiro a botta sicura di Zaccagnino, salva il vantaggio; per il resto gioca senza sbavature sia da centrale difensivo sia da terzino sinistro dopo l'ingresso di Cottone.
Murgia 7.5 Onnipresente a metà campo, corre e pressa tantissimo; offre a Coda l'assist per il vantaggio e nella ripresa è l'ultimo a mollare, andando anche vicino alla gioia personale in due occasioni.
Garnone 6.5 Sfodera colpi di gran classe ed è uno dei migliori del Venaria nella prima frazione, salvo poi esaurire pian piano la benzina. Unica pecca: avrebbe potuto essere più lucido in un paio di occasioni.
10' st Ena 6 Ha tecnica e grande corsa, questo è indubbio, ma spara addosso a Crescenzo cestinando una grandissima occasione per il vantaggio.
Rasello 6.5 Commette un solo errore in disimpegno ad inizio ripresa, per il resto gioca una buona partita andando a recuperare tanti palloni e mettendoci grinta; esce acciaccato.  31' st Carretta sv
Coda 7 Ha il merito di sbloccare la gara dopo 10', poi come al solito è uno dei più pericolosi tra i Cervotti; potrebbe però essere più concreto in alcuni frangenti.
22' st Capogna M. 6.5 Parte largo a sinistra, poi va a fare la mezz'ala dopo l'ingresso di Carretta e in entrambe le situazioni ci mette tutto se stesso lottando come un leone.
Medelin 6.5 Come un burattinaio muove i fili della squadra con precisi passaggi e cambi di gioco; prova ad armare il destro da fuori senza inquadrare lo specchio, resta comunque un riferimento per i compagni.  36' st Bordone sv
Echinoppe 6.5 Frizzante e affamato di gol, corre dietro ad ogni pallone tenendo in costante apprensione la difesa rossoblù. Non pecca mai di egoismo, anzi molte volte il pubblico lo invita con forza a calciare.
18' st Brunazzo 6 Prova a sfruttare la stazza ma sbatte spesso contro Salubro, gli capita una grande occasione e spara addosso a Crescenzo.
All. Petrucci Paolo 6.5 Fa giocare bene la sua squadra, a cui però manca il guizzo giusto per uscire dal campo con 3 punti che sarebbero stati fondamentali. 

VENARIA

I Cervotti di Paolo Petrucci

PIANEZZA

Crescenzo 7.5 I suoi interventi su Ena e Brunazzo valgono come una doppietta e contribuiscono in maniera fondamentale a portare a casa il pareggio.
Marrone 6 Va un po' in difficoltà contro la velocità e tecnica di Coda, ma tutto sommato riesce a portare a casa la sufficienza.
Monteriso 7 Copre il lato sinistro della difesa con grinta e convinzione, spronando i suoi compagni a tirare fuori il massimo e dando lui per primo l'esempio da buon capitano.
Birtolo 7.5 È l'anima e il cuore della squadra, entra in praticamente tutte le azioni pericolose, sfiora l'eurogol su punizione da 30 metri e sigla in mischia il fondamentale gol del pari: giù il cappello.
Salubro 7 Si fa sentire al centro della difesa con fisicità e personalità, pericoloso anche sui calci piazzati con la sua abilità nel gioco aereo. Ottimo il suo lavoro in marcatura su Brunazzo.
Ligas 6.5 Parte da mezz'ala destra dialogando bene con Luongo da quella parte, dopo che la sua squadra rimane in 10 aumenta il suo raggio d'azione spostandosi e correndo moltissimo con grande sacrificio.
Luongo 6.5 Guizzi interessanti sulla corsia di destra, si inserisce con i tempi giusti sull'assist di Birtolo e sfiora il gol, poi dribbla Scotti e serve a Zaccagnino un appoggio d'oro non sfruttato dal 9.
22' st Abrate 6 Lavora spalle alla porta sfruttando la fisicità e avviando un paio di azioni potenzialmente pericolose.
Ongari Carlo 6 Stava giocando bene sdoppiandosi tra centrocampo e fascia, poi l'episodio che lo manda con anticipo sotto la doccia: nell'occasione stava cercando il pallone, motivo per cui il rosso diretto sembra veramente eccessivo.
Zaccagnino 6.5 Luongo gli offre la palla buona per l'1-1, ma Mintah si immola e devia il suo tiro sulla traversa. Con l'espulsione di Ongari arretra un po' il raggio d'azione ma offre comunque un contributo importante.
14' st Galasso 6 Fa coppia offensiva con Abrate nei minuti finali, provando a combattere ma non trovando occasioni per calciare con pericolosità verso la porta difesa da Scotti.
Gentile 6.5 Si accende ad intermittenza, ma quando lo fa mette in difficoltà i Cervotti sfruttando la sua grande tecnica e qualità; si intende bene con Zaccagnino in avanti.
Ongari Simone 6.5 Fa avanti e indietro a sinistra con continuità, confezionando anche un cioccolatino per Zaccagnino che segna, ma in posizione di offside.  36' st Scalise sv
All. Birtolo 7 Trovarsi in 10 dopo nemmeno mezz'ora è una mazzata che avrebbe steso molti, ma non i rossoblù: ottima la reazione in situazione di difficoltà e punto meritato e fondamentale in ottica salvezza.

pianezza

I rossoblù di Alex Birtolo

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400