Cerca

Under 16

Dhari fa scendere il Fossano, la Monregale ha ancora una speranza

Termina in pareggio a Mondovì fra Galletti e Blues: dopo i supplementari, è la squadra di casa ad accedere al turno successivo

Ivan Dhari (Monregale)

La rete di Dhari nei minuti finali permette alla Monregale di accedere al turno successivo: sfiderà la Saviglianese.

C'è chi scende e c'è chi (forse) rimane. Il primo turno di playout è terminato con il rocambolesco risultato di 3-3 fra Monregale e Fossano: andati ai tempi supplementari dopo una zampata in pieno recupero di Mondino, i Blues non sono più riusciti a bucare la porta biancorossa e devono soccombere di fronte al regolamento. I fossanesi retrocedono di categoria, mentre i monregalesi (grazie alla migliore posizione nella classifica generale) avranno un'ultima chance nel secondo turno dei playout, dove affronteranno la Saviglianese (matematicamente qualificatasi al turno successivo grazie al divario in classifica con il Pedona, condannato alla retrocessione). I ragazzi di Claudio Filippi non entrano in campo con il piglio giusto e a fine primo tempo, infatti, si trovano sotto per 1-2; nella ripresa, invece, cambiano le carte in tavola e si portano sul 3-2 all'80'; i giocatori di Golinelli, però, non muoiono mai e riescono ad acciuffare un insperato pareggio nei minuti di recupero. 

Niba double-face. Nemmeno due minuti di gioco e Germone dimostra fin da subito tutte le sue insicurezze, uscendo male e investendo il numero 9 fossanese: per l’arbitro non c’è niente. L’inizio di gara è piuttosto concitato, con il Fossano che vuole vendicare il 4-1 subito nell’ultima giornata di campionato proprio per mano dei Galletti: all’11’, Giordano viene involato con un ottimo filtrante dalle retrovie e cerca Mondino, che in scivolata arriva sul pallone ma lo impatta male, spedendolo sul fondo. I padroni di casa, invece, appaiono un po’ sopiti, faticando a bucare la linea di guardia dei Blues e arrivando poco agguerriti sui palloni. Al 16’ però la Monregale riesce a passare in vantaggio grazie a uno svarione difensivo: il cross su punizione di Dhari viene sporcato da Niba, che mette fuori causa il proprio portiere e spedisce la sfera in fondo alla sua porta; 1-0. Non perde tempo il Fossano, che al 18’ trova il pareggio grazie a Berardo: di nuovo calcio di punizione dalla destra, batte Niba che pesca il numero 10, il quale da due passi non può sbagliare. 
I monregalesi rischiano ancora qualcosa a causa di qualche pallone perso di troppo (non benissimo Randazzo davanti alla difesa) e subisce le arrembate da parte della coppia Brizio-Giordano: troppo passivo l’atteggiamento dei ragazzi di Filippi in questo primo tempo, che effettuano poco filtro a centrocampo e passano la maggior parte del tempo rintanati nella propria trequarti, succubi delle arrembate fossanesi. Al 39’ la formazione di Golinelli ha una ghiotta occasione su calcio di punizione dal limite: nei pressi della lunetta si presenta Niba, il quale però col mancino colpisce malissimo, spedendo il pallone abbondantemente a lato. Alla fine, in pieno recupero, uno splendido lancio di Niba favorisce il rapidissimo Giordano, che controlla e mette il pallone in mezzo per Giraffa, che in area piccola gonfia facilmente la rete (inutile il disperato tentativo di salvataggio da parte dell’incrollabile Dadone). Il primo tempo si conclude perciò con il risultato di 1-2 in favore del Fossano.

Dhari illude, Mondino frantuma il sogno. I due allenatori credono negli stessi interpreti dei primi 40 minuti di gioco e non effettuano alcuna sostituzione, ma passa poco prima che Filippi rimpiazzi un De Michelis in forma di ectoplasma con Sciandra, bravo ad apportare più dinamismo in mezzo al campo. Al 6’ gli effetti del cambio devono ancora farsi sentire, mentre Giraffa calcia da lunghissima distanza per cercare di beffare un mai troppo sicuro Germone, che dopo un attimo di titubanza riesce a deviare la sfera sopra la traversa. All’11’, la punizione di Sagnelli mette in difficoltà Bertone, che non tiene palla perché subisce fallo: la Monregale butta il pallone in fondo alla rete ma la terna arbitrale ravvisa il fallo e annulla l’esultanza dei biancorossi. Al 21’ Sagnelli serve intelligentemente Polesel, inseritosi benissimo e sgusciato come un’anguilla in area: il terzino sinistro viene buttato giù da un avversario e il direttore di gara assegna il calcio di rigore in favore della Monregale; dal dischetto si presenta Randazzo, che batte il portiere e porta il risultato nuovamente in pareggio, è 2-2. 
Al 25’ entrambe le squadre possono godere di un cooling break, con i due tecnici che ne approfittano per dare ulteriori indicazioni ai propri ragazzi, che devono dare il tutto per tutto in questo quarto d’ora finale. Al 33’ il cross dalla destra di Niba viene deviato da un attaccante in area di rigore, ma Germone con un bel colpo di reni respinge un pallone velenosissimo. Al 38’ il tiro dalla bandierina di Niba premia l’inserimento di Giordano, il quale schiaccia troppo il pallone con la testa e lo spedisce fuori. Al 40’ lancio meraviglioso di Canavese per Dhari, il quale davanti al portiere lo supera con un dribbling e infila il pallone oltre la linea senza nessun problema: 3-2. Sembra tutto fatto per la Monregale, ma nell’abbondante tempo di recupero, i Blues hanno ancora un’occasione su punizione, con Brizio che butta la sfera nella mischia e, dopo un batti e ribatti, in semirovesciata Mondino insacca il pallone alle spalle del portiere. 3-3, bisogna ricorrere ai tempi supplementari.

Fossano spreca, Monregale a denti stretti. Al terzo minuto di gioco, Mondino ha una chance su una punizione dalla breve distanza, ma spara il pallone alto. I ventidue in campo sono stanchi e infatti il gioco tende a latitare alquanto, con la Monregale che prova ad affidarsi ancora una volta ai lanci in profondità per Dhari: i reparti, come è stato per tutto il resto dalla partita, sono sempre lunghissimi. I primi dieci minuti supplementari lasciano il risultato invariato sul 3-3. 
Negli ultimi istanti di gara, i monregalesi tengono duro e cercano di arginare al meglio possibile le iniziative degli ospiti, in modo da proteggere al meglio un risultato a loro favorevole: al 9’ Berardo con una magia riesce a girare la palla verso Mondino, che si accartoccia su se stesso per calciare in porta ma non riesce a imprimere forza; il portiere ringrazia e cinge la sfera al petto come se fosse una figlia. 
L'arbitro sembra non volere fischiare più la fine, Filippi si fa anche espellere per eccessive lamentele nei confronti del direttore: il tempo pare non scorrere più, ma alla fine ha la meglio la Monregale, che ora affronterà la Saviglianese nel secondo turno dei playout. Per i fossanesi c'è grandissimo sconforto per un risultato che forse non ha pienamente corrisposto l'impegno messo in campo: i Blues lasciano il campo con le mani in volto, condannati alla retrocessione. 

IL TABELLINO

MONREGALE - FOSSANO 3-3 
RETI (1-0, 1-2, 3-2, 3-3): 16’ aut. Niba (F), 18’ Berardo (F), 42’ Giraffa (F), 22’ st rig. Randazzo (M), 40’ st Dhari (M), 46’ st Mondino (F). 
MONREGALE (4-3-3): Germone 6, Dadone 7, Gallo 6, Odasso 6, Randazzo 7 (42’ st Boazzo sv), Polesel 7 (1’ pts Bessone sv), De Michelis 5.5 (5’ st Sciandra 6), Lorenzi 6 (36’ st Cardone 6), Canavese 7 (40’ st Ferrero sv), Dhari 7 (3’ sts Gerbaudo sv), Sagnelli 6.5. All. Filippi 6.5. A disposizione: Martinego, Arciuolo. 
FOSSANO (4-2-3-1): Bertone 6, Mellano 6, Brizio 6.5 (1’ sts Racca sv), Vinai 6, Salomone 6, Aliu 6, Giordano 7 (40’ st Beccaria sv), Niba 6.5 (46’ st Alfieri sv), Mondino 7, Berardo 7.5, Giraffa 7 (34’ st Podio 6). All. Golinelli 6.5. A disposizione: Monticone, Fadlaoui. 
AMMONITI: 4’ st Randazzo (M), 13’ st Berardo (F), 17’ st Lorenzi (M). 
ARBITRO: Filippo Cedro di Cuneo 5.5: Direzione confusa per diversi tratti, non viene ben aiutato dai due assistenti. 

LE PAGELLE

MONREGALE
Germone 6 Non trasmette sicurezza al reparto, a inizio gara rischia di combinarla già grossa e mostra un po' di lacune, dalle quali gli avversari vorrebbero trarre vantaggio; comunque, riesce a rifarsi anche con degli ottimi interventi. 
Dadone 7 Il più battagliero dei suoi, scorrazza per il campo senza mai fermarsi, difensivamente è attentissimo e in avanti dà sempre una splendida mano. 
Gallo 6 Tiene botta, va un po' in affanno perché la pressione fossanese è estenuante ma non crolla mai. 
Odasso 6 Completa bene il reparto, cerca di contenere al meglio Mondino e stringe i denti per portare a casa il risultato. 
Randazzo 7 Primo tempo horror, in cui viene lasciato troppo solo dai compagni di reparto e in cui non azzecca un pallone; dalla ripresa in poi ritrova lo spirito e si incarica di calciare un rigore dal peso specifico elevatissimo. (42’ st Boazzo sv).
Polesel 7 Fare la guerra contro Brizio e Giordano non è affatto consigliabile e difatti ne esce sconfitto più di una volta, tuttavia, quando riesce a mettere la testa fuori dice sempre la sua e riesce anche a guadagnare un rigore preziosissimo. (1’ pts Bessone sv). 
De Michelis 5.5 Impalpabile, spesso fuori posizione e troppo "mollo" nell'andare sul pallone, non è di aiuto. 
5’ st Sciandra 6 Fa il suo, apportando energie e un po' di grinta in più in mezzo al campo. 
Lorenzi 6 Non era sicuramente la giornata in cui potere brillare, il centrocampo monregalese non ha fatto una delle sue prestazioni migliori, lui comunque fa battaglia e ci prova fino in fondo. 
36’ st Cardone 6 Crede nella causa e dà un grosso aiuto nel corso dei tempi supplementari. 
Canavese 7 Eccellente nel gioco spalle alla porta, il suo lavoro da boa è indispensabile perché è tenace e sa usare bene la sua fisicità; geniale il suo lancio che porta al gol di Dhari. (40’ st Ferrero sv). 
Dhari 7 Quando ha voglia non ce n'è per nessuno, quando è svogliato può risultare quasi deleterio; sforna l'"assist" per il vantaggio monregalese e sigla la rete decisiva per il passaggio del turno. (3’ sts Gerbaudo sv). 
Sagnelli 6.5 Il capitano non molla di un solo centimetro, gioca in ogni zona del campo, pressa continuamente e distribuisce palloni a destra e a manca: indispensabile. 
All. Filippi 6.5 Primo tempo assolutamente da cancellare, poi ricalibra lo strumento e trova la chiave giusta per accedere al secondo turno dei playout: la squadra ha speso tanto e soprattutto non è crollata nei momenti salienti. 

FOSSANO
Bertone 6 Meno impegnato rispetto al suo collega biancorosso, ha gli attributi per uscire anche fuori dalla propria area di competenza e cerca addirittura la spizzata vincente da calcio d'angolo in pieno recupero: personalità da vendere. 
Mellano 6 Patisce l'imprevedibilità e le ubriacature di Dhari ma resta comunque coi piedi per terra, rivelandosi un grosso dito nella piaga. 
Brizio 6.5 Con Giordano dà vita a un tandem assurdo, fatto di sgasate e di grande intesa; all'uscita del numero 7, si adatta anche a giocare come esterno alto: jolly. (1’ sts Racca sv). 
Vinai 6 Fa il suo per contenere Canavese e ci riesce abbastanza bene; dà anche il suo contributo per arginare le iniziative di Dhari con i raddoppi. 
Salomone 6 Il suo lavoro davanti alla difesa non è male, ma non spicca all'interno di una gara in cui i reparti sono sempre stati piuttosto lunghi. 
Aliu 6 Bravo nelle letture e nel gioco aereo, sebbene talvolta rischi qualcosa concedendo magari qualche centimetro di troppo. 
Giordano 7 Le sue sgasate sulla destra lo rendono quasi imprendibile: fa venire il capogiro a Polesel e sigla l'assist per la marcatura del buon Giraffa. (40’ st Beccaria sv). 
Niba 6.5 Rischia di compromettere la sua gara con un goffo autogol che, per carità, può anche succedere; poi si rifà alla grande, sfornando l'assist per il secondo gol fossanese e facendo circolare in maniera fluida il pallone. (6’ st Alfieri sv). 
Mondino 7 Un cannibale, ci crede sempre e alla fine ha (quasi) ragione, trovando il gol del 3-3 in pieno recupero e sfiorando con un'altra acrobazia il possibile 3-4. 
Berardo 7.5 Trova immediatamente il pareggio e si fa notare per lo spirito di sacrificio giocando a tuttocampo; dopodiché, prende la squadra per mano e la trascina a suon di giocate geniali e spettacolari. 
Giraffa 7 Porta in vantaggio i suoi con un gol di rapina, dopodiché ci prova anche da fuori provando ad approfittare della fragilità del portiere avversario. 
34’ st Podio 6 Entra bene in campo e cerca di rendere più "pesante" il reparto offensivo. 
All. Golinelli 6.5 La speranza è l'ultima a morire e la compagine non demorde fino all'ultimo, trovando il pari nei minuti di recupero e giocandosi il tutto per tutto nei tempi supplementari: è mancata forse un po' di precisione in avanti, un difetto al quale il grande cuore messo dai fossanesi non ha potuto sopperire. 

LE INTERVISTE

«Abbiamo approcciato male l'incontro, ci è mancata la voglia di giocare, abbiamo fatto una partita completamente diversa rispetto all'ultima partita di campionato - spiega Claudio Filippi (Monregale) - Dal secondo tempo in poi, abbiamo giocato alla pari e abbiamo sfruttato bene le ripartenze e le poche occasioni che ci hanno concesso. Ci abbiamo creduto fino alla fine, ci spiace però avere subito l’ennesimo gol allo scadere. Con la Saviglianese sarà durissima, loro sono molto più fisici e cattivi di noi, il loro campo è tosto e non ci premia per il nostro tipo di gioco. Sono favoriti ma daremo il tutto per tutto». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400